Come fare delle belle foto per e-commerce da soli: attrezzatura e consigli

foto per e-commerce

Vendi online attraverso il tuo sito web e i canali social? Impara come realizzare foto per e-commerce in autonomia, come un professionista.

Le vendite di prodotti online, visti i tempi, sono in costante aumento. A questo punto, anche tu hai deciso di lanciarti in questa avventura imprenditoriale e desideri essere quanto più possibile indipendente. Oltre a curare aspetti come la realizzazione di un buon canale di vendita, corredato da una strategia sui social media, pensa che dovrai realizzare pure delle foto per e-commerce, che illustrino bene i tuoi articoli. Ottimo, leggi la seguente guida per imparare come fare. Vedrai che ci vuole di più a spiegarlo che a metterlo in pratica.

Foto per e-commerce: confronta i prezzi

1 Fotografia e-commerce: nasce un nuovo genere fotografico?

Chissà se tu hai un’attività che svolgi anche, o prevalentemente, onlineAttività che prevede la vendita di oggetti: in questo caso di sicuro hai un catalogo con delle immagini sul tuo e-commerce. Forse ti sei rivolto a un fotografo professionista per realizzarle. Lo stesso cui ti rivolgi quando devi aggiornare il listino. Non fraintendermi, questa è una soluzione che ti permette di andare sul sicuro e avere buone foto, fatte con tutti i crismi.

Tuttavia, se tali aggiornamenti sono frequenti, oppure vorresti avere ancor maggior controllo sui tempi e il flusso di produzione, perché non impari a fotografare prodotti per e-commerce da solo, in totale autonomia? Non temere, è molto più facile di quello che credi e ormai sono così tante le persone che sfruttano un canale web, che l’autoproduzione fotografica consente di stare sempre “sul pezzo”, senza aspettare i tempi di consegna di un’altra persona e, volendo, anche di risparmiare. Magari stiamo addirittura assistendo alla nascita di un nuovo genere fotografico: la fotografia e-commerce. Continua a leggere per sapere cosa devi fare, per iniziare a scattare in modo indipendente le foto dei prodotti che metterai in vendita.

2 Da dove iniziare per fare delle foto prodotti professionali

Chi lavora su di un set fotografico, scattando per produrre foto commerciali, di moda, di bellezza e altro, ogni volta che inizia un nuovo progetto parte dallo studio vuoto. Dunque anche tu, a casa tua oppure in qualsiasi altro luogo in cui puoi passare del tempo indisturbato, ritagliati un’area che riserverai per fare le foto per e-commerce che ti servono.

Se gli oggetti che vendi sono piccoli, potrebbe bastarti un tavolino, altrimenti pensa di ricavare una postazione in un angolo di una stanza, oppure cerca di capire se puoi occuparne una intera, se i tuoi oggetti sono abbastanza grandi. Una cosa cui prestare attenzione, è la presenza di prese di corrente vicine al punto in cui scatterai. Ti serviranno per le luci e varia attrezzatura: molti dispositivi ormai funzionano anche a batteria, ma per non rischiare è sempre bene essere organizzati.

Suggerimenti

Adesso che hai capito il tipo d’ingombro del set, sappi che ti serviranno delle attrezzature. Non temere, molto del materiale necessario non richiede spese eccessive. Innanzitutto ti servirà lo strumento con cui scattare. Per evitare di comprare una macchina fotografica, puoi anche sfruttare la fotocamera del tuo smartphone. Se per caso avevi proprio intenzione di cambiarlo, scegli uno degli smartphone con migliore fotocamera che ci sono in commercio: di certo ti aiuterà ad ottenere risultati più accurati.

Dai un’occhiata ai prezzi dei telefoni smart più acquistati del momento.

Se, invece, pensi di poter investire in una fotocamera, per iniziare va benissimo una reflex economica.

Le migliori reflex a prezzo contenuto da confrontare.

In alternativa alla reflex, puoi pensare a una mirrorless.

Confronta i prezzi delle mirrorless entry level.

Nel caso in cui pensassi d’investire in una delle macchine fotografiche appena suggerite, sappi che dovrai avere un po’ d’esperienza: quindi le consiglio a chi, magari, ha già sviluppato una certa passione per la fotografia. Inoltre, essendo camere a ottica intercambiabile, vale la pena anche acquistare un buon obiettivo per still life: ad esempio uno zoom che arrivi a 70 mm (consigliato un versatile 24 70 mm) così come un 50 mm fisso o un’ottica per macrofotografia. Una fotocamera reflex o mirrorless ti permetterà di utilizzare delle impostazioni di scatto personalizzate, in grado di rendere lo scatto molto vicino a come te lo immagini. In ogni caso, te lo ripeto, può andare bene anche lo smartphone.

3 Foto prodotto: allestire il set

Dopo che hai deciso con cosa scattare, potrebbero servirti degli altri accessori per ottimizzare quanto più possibile il risultato. Un oggetto che viene fotografato per essere messo in vendita deve essere ben visibile e leggibile nei suoi dettagli. Se si confonde con altre cose presenti sullo sfondo, ad esempio, non sarà valorizzato. Inoltre va immortalato da tutti i prospetti e da varie visuali. Vediamo quali dispositivi potrebbero fare al caso tuo per tale scopo.

Il photo box

Uno strumento che si è molto diffuso negli ultimi anni, proprio per la crescente esigenza di scattare foto prodotti per e-commerce in modo autonomo, è il photo box. Ancora, in effetti, non è ben chiaro quale sia la sua giusta nomenclatura, ma inserendo la dicitura menzionata sui maggiori motori di ricerca sarà restituito il medesimo risultato. Un photo box è, in sostanza, una struttura a forma di cubo, con pareti mobili realizzate nei classici materiali dei diffusori presenti negli studi fotografici. Alcuni box sono forniti anche d’illuminazione a LED integrata, altri comprendono delle lampadine esterne (questi forse sono i migliori). A cosa servono, dunque, i photo box? Basterà inserire l’oggetto che si vuol fotografare al loro interno, dopo aver scelto un fondalino di colore omogeneo, accendere le luci e scattare.

In maniera molto semplice e veloce si otterrà un’immagine dalle caratteristiche professionali, in cui il soggetto è ben leggibile in tutte le sue parti, isolato dall’ambiente che potrebbe creare confusione e su un fondo neutro che ne esalta le caratteristiche. In genere, quando si acquista un photo box, all’interno ci sono alcuni sfondi, che si appiccicano alla struttura, in vari colori: dai classici bianco e nero, fino a tinte calde, come il giallo arancio o il rosso o, addirittura fredde, come il blu. Ciò che devi fare è scegliere il photo box delle dimensioni adatte per contenere gli oggetti da fotografare per il tuo e-commerce. I prezzi, in genere, sono molto accessibili.

Le dimensioni

In commercio si possono recuperare photo box di varie misure. Ecco qualche esempio, sappi comunque che spulciando sui maggiori marketplace sul web potrai di certo trovare anche altre misure.

Photo box 40×40 cm

Photo box 60×60 cm

Photo box 80×80 cm

Il kit luci completo

Nel caso in cui i materiali, o le cose che devi mettere in vendita, siano di grandi dimensioni, forse un semplice photo box non basta. Penso a oggetti come sedie, poltrone, biciclette, mobili, ecc. Oppure potresti aver bisogno di scattare foto di abbigliamento per l’e-commerce con capi indossati da una modella o un modello. Se ti riconosci in questa situazione, per te potrebbe essere più utile un kit luci completo.

Di cosa si tratta? In un’unica soluzione puoi avere una combo di accessori da studio fotografico, necessari per scattare foto per e-commerce. In genere, inclusi in questi kit, troverai: dei fondali di vari colori, tra cui l’utile sfondo verde per applicare effetti in post produzione e per i video. Poi, un numero variabile di vere lampade da studio, corredate di supporti (stativi) per sorreggerle e direzionarle, diffusori (softbox) per modulare intensità e resa del fascio luminoso sulla scena e altri accessori.

Altri componenti

Una volta fissato il fondale (anche per questo dovrebbe essere compresa una struttura per fermarlo), si metterà l’oggetto o la persona da riprendere al centro della scenografia e si sistemeranno le luci, compresi i diffusori. Quando tutto ti sembra coerente e ben illuminato, sei pronto per scattare. Ovviamente l’utilizzo di un kit luci prevede un ingombro maggiore, rispetto a un photo box. Potrebbe essere necessario impiegare anche una stanza intera.

In entrambe i casi, comunque, è possibile riporre tutta l’attrezzatura, una volta terminato il servizio. I photo box sono comodissimi, perché si ripiegano su se stessi, riducendosi a una sorta di valigetta, pratica pure da portare in giro. Infatti, questa strumentazione è nota pure come set fotografico portatile. I kit luci, di solito, sono pure comprensivi di borsoni e contenitori che ti permettono di ripiegare tutti gli elementi e spostarli. Oppure semplicemente riporli. Ecco qualche esempio di kit luci completi.

Kit luci completi

4 Come scattare foto e-commerce

Ora che dovresti avere tutto l’occorrente per trasformati in un fotografo di prodotto, non ti resta che capire meglio come fare foto per e-commerce corrette, anche da un punto di vista tecnico. Benissimo, iniziamo subito.

Come detto nel capitolo precedente, dovresti aver sistemato il tuo photo box o il kit luci, con il soggetto al centro della scena. A questo punto accendi le luci: ti consiglio quelle a LED continue. Sono più facili da gestire, rispetto ai flash strobo da studio, sicure (non si surriscaldano in maniera eccessiva) e a risparmio energetico. Utilizza la batteria, se le lampade prevedono anche questo tipo di alimentazione, oppure collegale alla corrente elettrica (per questo, all’inizio, ti suggerivo di porti in un luogo dove sono presenti delle prese).

Sistema le luci in maniera tale che il soggetto sia illuminato in maniera uniforme. Ricorda: i contrasti luce alta/ombra netta possono creare tridimensionalità, ma non devono mai “mangiare” i dettagli del soggetto. Il futuro compratore deve vedere bene come sono fatti. Lo schema d’illuminazione tipico, quello usato dalla maggior parte dei professionisti in studio, con cui si va sul sicuro è il seguente. Se hai due lampade comprese nel kit, disponile una da un lato e l’altra dall’altro lato del soggetto, però facendo attenzione che siano a circa 45 gradi da esso. Dunque non troppo di taglio, situazione che creerebbe contrasti molto netti. Se, invece, hai un photo box con luci integrate non devi far altro che accenderle.

Diffondere la luce

Aiutati con i softbox per rendere più morbida la luce. Nel caso di un kit con lampade a LED, attaccali a ogni singola lampada, nel modo indicato all’interno delle istruzioni del prodotto. Se usi un photo box con LED annessi, non devi fare niente, a meno che non sia compreso nel prodotto qualche specifico sistema di diffusione. Qualora il tuo sistema a box preveda delle lampadine esterne, allontanale e avvicinale ai lati in tela bianca traslucida della struttura. Ciò fino al momento in cui non ti sembrerà che l’illuminazione è buona e non presenta zone in eccessiva luce e/o ombra.

Ottimo, adesso che il set è pronto non ti resta che scattare! Il primo consiglio per questa fase che posso darti, è di munirti anche di un treppiede per smartphone, se usi il telefono per le foto dei prodotti. Altrimenti procurati un classico treppiede da fotocamera, se hai deciso per questo strumento di ripresa. Ti aiuterà a evitare qualsiasi tipo di effetto mosso. Se puoi disporre d’impostazioni di scatto personalizzabili, imposta la minima apertura di diaframma (es. f/22) per avere massima profondità di campo, ovvero tutti i dettagli ben nitidi.

Regola il tempo di posa secondo il suggerimento dell’esposimetro, oppure effettua degli scatti di prova. Se necessario rivedi l’illuminazione e la posizione del soggetto. Quando ti pare che tutto sia in giusta posizione e correttamente esposto, scatta. Ripeti l’operazione per i diversi prospetti che definiscono un prodotto (davanti, dietro, lati, sotto e sopra). Se trovi che sia una soluzione comoda, puoi utilizzare l’impostazione Autoscatto. La tua sequenza di foto da caricare sull’e-commerce è pronta!

Scegli un treppiede

5 Post produzione di foto per e-commerce

Tutta la strumentazione che ti ho suggerito nei paragrafi precedenti ti serve proprio per realizzare foto per e-commerce senza dover manipolare gli scatti. Il risultato dovrebbe essere già buono per essere pubblicato, ma, dietro l’inopportunità di intervenire in maniera artificiale sulle immagini, c’è un motivo. Cioè quello per cui non è corretto nei confronti dell’utente che visiterà l’e-commerce, e che magari è interessato a comprare, mostrare immagini non fedeli alla realtà.

Al limite, può essere ammesso sistemare il contrasto, raddrizzare l’immagine, effettuare un piccolo ritaglio, ma non falsare le caratteristiche del prodotto mostrato. I più esperti potranno intervenire con un programma dedicato alla post produzione, scaricando le foto sul PC. Oppure utilizzare gli strumenti di modifica, in genere presenti sulle app per foto dello smartphone. Dispositivo molto comodo che, tra l’altro, ti permetterà di caricare le foto direttamente sul vostro sito, ovunque ti trovi. Per il resto, sono “vietati” filtri, cloni e tools che cambino la forma del soggetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *