iphone 8

iPhone 8: ricarica wireless e fotocamera con profondità 3D?

Ricarica wireless e sblocco facciale ultrasicuro: ecco le prime notizie che arrivano dai fornitori delle parti di iPhone 8.

Che iPhone 8 sia attesissimo non è una novità. L’edizione del decennale dal keynote in cui Steve Jobs annunciò il prodotto che avrebbe cambiato il mondo si preannuncia un cambiamento radicale. Deve esserlo, dato che Apple non rinnova il design del suo dispositivo di punta da tre lunghi anni. Come da tradizione, Cupertino tiene la bocca chiusa e lascia che le voci si rincorrano. Schermo OLED e display disposto su tutto il frontale sono le più comuni, ma niente che sia certo. E’ prassi consolidata, però, che le prime conferme arrivino all’avvio della produzione, ovvero nel periodo dell’anno che precede l’inizio dell’estate.

iphone 8
IPHONE 8, UN POSSIBILE RENDER

Lenti 3D

E’ il momento in cui i fornitori iniziano a spedire la componentistica delle varie parti, di conseguenza i leak iniziano a farsi più accurati e spuntano anche le prime foto. Secondo Nikkei Asia Review, Largan, uno dei fornitori di Apple, ha dichiarato di aver pronte delle lenti capaci di captare la profondità 3D. Non è stato specificato per chi sono state prodotte, ma i dubbi che finiscano sul prossimo iPhone sono pochi. Le lenti 3D servirebbero ad Apple per implementare un sistema di riconoscimento facciale molto più accurato rispetto a quello visto sul Samsung S8. In più, le solite voci insistono sulla presenza di uno scanner dell’iride.

Wireless charging, finalmente?

Questa volta è Wistron, altro fornitore a farsi sfuggire la notizia. Alla riunione annuale degli azionisti, è stato dichiarato che iPhone 8 offrirà la ricarica wireless. In realtà, a febbraio 2017 Apple si è unita al Wireless Power Consortium, generando immediatamente una ridda di voci al riguardo.

iphone 8
PRESUNTO INVOLUCRO ESTERIORE DI IPHONE 8

Apple non innova più?

Se confermato, queste rivelazioni danno ragione a ciò che i commentatori dicono della Apple post-Jobs. Dall’alto della sua ricchezza, non ha più bisogno di lanciare un nuovo prodotto, ma può permettersi di radunare tecnologie già messe in campo dalla concorrenza. Detto che ormai è arduo innovare l’esperienza d’uso di un prodotto consolidato come lo smartphone, sembra che a Cupertino l’interesse sia quello di migliorare i dettagli e poco più. 

iphone 8
UN ALTRO CONCEPT

The One Device

Le rivelazioni arrivano alla vigilia dell’uscita di un libro molto atteso, The One Device. Scritto da Brian Merchant, giornalista di spicco nell’ambito del tech, svela i retroscena dietro la creazione del primo iPhone attraverso le persone coinvolte nel team di sviluppo. Una storia che tratteggia dettagli sconosciuti come le titubanze di Jobs, non convinto del successo di uno smartphone, la creazione di due team a capo di progetti separati (vincerà quello che intendeva creare un Mac tascabile) e soprattutto l’enorme pressione che ha fagocitato la vita di tutti i coinvolti. Non si hanno notizie di un’uscita italiana, ma chi di voi mastica l’inglese potrà trovarvi una delle storie più affascinanti dell’imprenditoria contemporanea.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *