iphone x

iPhone X: Apple cala l’asso in un keynote affollato di novità [VIDEO]

iPhone X è finalmente arrivato. Oltre al prezzo stratosferico offre un design che ridisegna l’oggetto più iconico di Apple.

Era stato tutto annunciato dall’agguerrita selva di blogger e siti web, quest’anno con precisione inusuale, e la conferma a questo punto era solo una formalità. Rimaneva solo da guardarlo, il nuovo oggetto del desiderio dell’inverno che ci attende. In questo, possiamo dire che iPhone X non ha deluso. Come da previsioni, il prezzo sale decisamente oltre la media dei top di fascia, ma il nuovo design porta in dote un telefono il cui schermo OLED si estende sul frontale per offrire una superficie di 5.8 pollici e senza il classico bottone home. Apple lo ha definito lo smartphone del futuro, noi senza cedere a facili entusiasmi possiamo dire che ci sembra fra i più bei dispositivi che siano mai stati ideati. Ma il keynote di ieri, oltre alla star annunciata, ha presentato tante altre novità.

iphone x

Nuovi iPhone

Di iPhone X abbiamo detto. Display OLED da 5.8 pollici edge-to-edge e densità di pixel di 458ppi, processore A11 Bionic con architettura a 64 bit e riconoscimento facciale (su cui si concentra molta curiosità: Apple sarà riuscita a rendere il processo fluido e senza errori?). I benchmark che sono stati pubblicati indicano una potenza pari a quella di un MacBook Pro e doppia rispetto ad un Samsung S8. Sarà un oggetto più piccolo rispetto ai recenti smartphone della mela, con dimensioni di 143,6×70,9×7,7 mm, ma per averlo (arriverà a novembre) dovrete sborsare 1.189 euro per la versione a 64GB e 1.359 euro per la versione a 256GB.

Chi volesse qualcosa di più economico può guardare ad iPhone 8. Dimensioni e design sono virtualmente identici ai modelli degli ultimi tre anni, a parte il posteriore realizzato in vetro, forse un po’ fragile ma molto bello da vedere. Tuttavia, l’hardware dei nuovi dispositivi è lo stesso di iPhone X, soprattutto il processore A11 che viaggia a velocità davvero notevoli. Pensate a quel che sarebbe stato un iPhone 7S: poche innovazioni e una decisa update in quanto a potenza, con la piacevolezza della ricarica wireless. Forse è questa la grande novità, ma dovrete acquistare un pad a parte. Disponibile dal 22 settembre a partire da 839 euro e 949 euro per la versione Plus.

iphone x

Apple Watch Series 3

Ci ha piacevolmente colpito la nuova versione dell’Apple Watch. Mentre Cupertino snocciola dati che presentano il proprio smartwatch come il numero uno al mondo, la nuova versione LTE sembra essere davvero in grado di affrancarsi dall’accusa di essere un gadget poco utile. L’aggiunta della connettività LTE promette di affrancare il dispositivo dall’uso in congiunzione ad un iPhone. Apple ha dichiarato che funzionerà comunque con lo stesso numero di cellulare presente sul telefono e che si integrerà alla perfezione nel vostro ecosistema. Il design è virtualmente identico ai modelli precedenti, ma il nuovo chip W2 offre ulteriore potenza e un uso migliorato della batteria, che stando alle stime della casa madre dovrebbe superare le 18 ore. In arrivo il 22 settembre a 379 euro, ma purtroppo in Italia la versione disponibile sarà priva di LTE.

iphone x

La nuova Apple TV

Anche Apple TV è stata a suo modo un successo, portando l’ecosistema Apple dentro le smart TV di tutto il mondo. Il vecchio progetto di una televisione tutta made in Cupertino è stato infatti abbandonato nel 2015, in favore di un sostanziale aggiornamento del proprio box TV che ha fatto decollare il progetto una volta per tutte. Apple TV 4K arriva il 22 settembre e costerà 199euro per la versione a 32GB e 219 per la versione a 64GB. Come suggerisce il nome, permetterà la visione di contenuti in 4K ottimizzati anche per l’HDR. Sarà infatti compatibile con le specifiche HDR10 e Dolby Vision, portando la qualità visiva ad un nuovo livello. 

Software: iOS 11, watchOS 4 e iTunes 12.7

Non è autunno senza un aggiornamento di iOS. L’undicesima versione dell’OS arriva il prossimo 19 settembre come update scaricabile da tutti i possessori di iPhone e iPad. Proprio iPad sarà la star di questo aggiornamento, pensato per farlo comportare come un vero e proprio computer e quindi orientato verso la produttività. Le prime impressioni sono state molto positive, ma aspettiamo di vederlo all’opera per capire se Apple avrà finalmente realizzato la propria versione del Surface. Anche watchOS4 arriverà lo stesso giorno, con una serie di miglioramenti software che promettono una maggiore durata della batteria. E’ invece già disponibile iTunes 12.7. Dopo anni di critiche riguardo alla congestione di funzioni che lo rendevano un incubo di usabilità, viene oggi snellito da tutta la parte relativa all’app store. Un aggiornamento arrivato un po’ a sorpresa, che ne riafferma l’identità originaria di player e store musicale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *