Top 5 dei migliori tv 70 pollici smart e 4k del 2021

Dettagli
8k
prezzo
Dettagli
prezzo, input lag
luminosità
Dettagli
design, prezzo
sistema operativo
Dettagli
processore, input lag
Dolby Vision support
Dettagli
Android, Imax Enhanced
nessuno

Prezzi, recensioni e caratteristiche dei migliori televisori smart da 70 pollici 4K raccolti in una classifica aggiornata costantemente

Chi di non sogna di avere, nel proprio salotto, un televisore gigante ad altissima risoluzione per ogni tipo di contenuto? Chi è senza peccato scagli la prima pietra, come si suol dire. Ed ecco che vi veniamo in soccorso, elencandovi tutti i migliori tv 70 pollici in offerta, lasciando spazio, ovviamente, anche ai tv 75 pollici. Abbiamo eletto cinque modelli migliori in assoluto, e li abbiamo piazzati, per servirvi, in questa TOP 5 che aggiorneremo costantemente. Non mancano nemmeno tutte le dritte di cui avete bisogno per scegliere con consapevolezza il vostro nuovo televisore 70 pollici.

Non è la prima volta che stiliamo una classifica di questo tipo. Visto il gradimento dimostrato per le precedenti, aggiungiamo i migliori TV 70 pollici all’appello. Se ve li siete persi, ecco gli altri articoli suddivisi per pollici:

1 Classifica migliori tv 70 pollici:

  • Samsung 8k QE75Q950RBT: Top di gamma di Samsung nel 2020, è più prestante di qualunque miglior tv 70 pollici 4k. Si tratta di un 8k, e come tale ha luminosità, gamma di colori e livello di dettaglio impareggiabili. Completano il quadretto 480 zone di local dimming, Upscaling process su qualsiasi formato e un sistema audio superiore alla media. Completa e prestante anche per quanto riguarda il sistema operativo Tizen e la connettività.
  • Samsung TV TU8070: il miglior tv 70 pollici per rapporto qualità prezzo. Non possiede tecnologie avanzatissime, ma sfrutta al meglio quelle di cui dispone. Il pannello è un LCD di tipo VA a 8 bit retroilluminato dai contrasti profondi e dalla luminosità medio-bassa. Ottimi i supporti HDR10, HDR10+, HGL e la gestione del movimento. Sistema audio nella media, input lag da top di gamma: ideale per gamers e risparmiatori.
  • Philips 70PUS6704: il miglior tv 70 pollici dal punto di vista estetico, grazie alla tecnologia Ambilight. È un ottimo tv 70 pollici 4k anche in fatto di risoluzione e ottimizzazione delle immagini, grazie a tecnologie quali Micro Dimming, Dolby Vision, HDR10+. L’audio, che gode di supporto a Dolby Atmos, è accettabile (ma non ineccepibile). Abbastanza alte anche le prestazioni relative a funzionalità Smart e livello di connettività. Consigliato a chi cerchi alte qualità audio e video.
  • Samsung Q80T: il miglior tv 70 pollici per molti aspetti. Da buon QLED, offre un’altissima risoluzione e dei contrasti profondi. È dotato di supporto a HDR10, HDR10+ e HLG, tecnologia 4k Al-Upscaling e un processore potentissimo, Al-UHD Quantum image. Spicca il sistema audio, che punta ad un suono tridimensionale coniugando Dolby Atmos e sistema OTS, e l’input lag praticamente senza concorrenti di soli 8,7 ms in modalità game. Perfetto e completo in ogni aspetto, è la scelta migliore per i giocatori.
  • TCL 75” X915 8K Ultra HD: il miglior tv 70 pollici sotto tutti gli aspetti. È un televisore gigante con una risoluzione a 8k che possiede supporto a HDR10, HDR10+, HLG, Dolby Vision, certificazione IMAX Enhanced e Upscaling Process. Praticamente impareggiabile. Top anche il sistema Android che si comporta come un pc e un daily planner a tutti gli effetti; la connettività è completa e comprende anche l’ingresso HDMI 2.1 per il gaming di ultima generazione. Dotata di supporto a Dolby Atmos e di soundbar Onkyo inclusa nell’acquisto. Un top di gamma ad un prezzo super conveniente.

2 Come abbiamo scelto i tv 70 pollici?

All’aumentare delle dimensioni (e dei prezzi), ovviamente aumentano anche le pretese. Non si può optare per un televisore gigante come un tv 70 pollici senza aspettarsi anche il meglio a livello di risoluzione, processore, sistema operativo, funzionalità Smart. Per questo motivo abbiamo scelto con cura dei modelli di tv 70 pollici in offerta e non, appartenenti a fasce di prezzo differenti.

La qualità di partenza è altissima, e ogni modello proposto garantisce alte prestazioni. Tuttavia, oltre a proporvi alcuni top di gamma, abbiamo voluto rendere giustizia a dei modelli del 2020, che non hanno (quasi) niente da invidiare a quelli più recenti, ma attualmente disponibili a prezzi super vantaggiosi. In questo modo, a seconda del vostro budget, potrete orientarvi sul vostro miglior tv 70 pollici con la certezza di aver concluso un ottimo affare.

3 Come scegliere una tv da 70 pollici?

Risoluzione

Senza ombra di dubbio, il livello di risoluzione è il parametro più importante di un televisore 70 pollici. Una caratteristica estremamente gradita già nei modelli più piccoli, che con un televisore gigante si fa a dir poco indispensabile. Ormai da qualche anno si parla di miglior tv 70 pollici 4k, dove 4k sta ad indicare risoluzione Ultra HD, e quindi un numero di pixel a disposizione 4 volte maggiore rispetto ai vecchi Full HD. Questa, dunque, dev’essere la nostra prima garanzia.

In secondo luogo, un 70 pollici di tutto rispetto deve possedere quantomeno il supporto alla tecnologia HDR. Questo gli consentirà la corretta lettura e trasposizione dei metadati statici della fonte nativa, nonché di calibrare luminosità e contrasto del contenuto per ottimizzare la qualità dell’immagine.

HDR10+, Dolby Vision, HLG

Le forme più evolute di tecnologia HDR sono l’HDR10 e l’HDR10+. La prima sta semplicemente ad indicare che l’HDR è compatibile con un pannello a 10 bit (a breve vedremo cosa significhi). La seconda, insieme al supporto a Dolby Vision, è la vera e propria evoluzione dell’HDR tradizionale, in quanto lavora sui metadati dinamici. HDR10+ e Dolby Vision, infatti, sono in grado di rilevare i parametri di luminosità e contrasto della fonte nativa in ogni suo singolo frame, e di calibrarli al meglio all’interno del televisore durante tutta la riproduzione del contenuto. Al momento, sono le due tecnologie più avanzate in termini di risoluzione dell’immagine.

Un altro supporto di cui sicuramente è dotato il miglior tv 70 pollici è quello a HLG, acronimo di Hybrid Log Gamma. Il motivo per cui è stato introdotto è che spesso, se la fonte nativa ha una risoluzione troppo inferiore rispetto a quella del televisore 70 pollici, l’immagine risulta ancora più sgranata dell’originale. HLG è un formato di contenuti che viene letto dagli apparecchi in entrambi i formati, HDR ed SDR, a seconda del supporto a disposizione. Viceversa, una tv con supporto HLG è in grado di leggere entrambi i formati e restituire i contenuti nella loro forma migliore.

Pannelli a 8 o a 10 bit

Così come luminosità e contrasto di un tv 70 pollici si misurano in nits e black levels, la gamma di colori di uno schermo si misura in bit. Dalla quantità di colori a disposizione dipende direttamente l’omogeneità delle sfumature riprodotte sullo schermo, quindi anche la capacità di contrastare quel fastidiosissimo color banding. Esso dipende, appunto, dall’incapacità di qualsiasi display di rappresentare la realtà così come la percepiscono i nostri occhi. Va da sé, quindi, che un pannello a 10 bit possieda più colori (il quadruplo, per l’esattezza) rispetto ad un pannello a 8 bit.

La questione, tuttavia, è un po’ più complessa. Per ottenere una resa ottimale, potrebbe non essere sufficiente investire in un tv 70 pollici con pannello a 10 bit. Oltre ad una componente fisica evoluta, l’apparecchio deve essere dotato di una tecnologia altrettanto avanzata per sfruttarla al meglio. Ecco perché a volte un pannello a 8 bit, associato al supporto HDR10 potrebbe avere una resa migliore rispetto ad un pannello a 10 bit accostato ad un supporto HDR. Il problema non si pone per i modelli che possiedono pannello a 10 bit e supporto HDR10+: essi possono vantare senza dubbio il titolo di miglior tv 70 pollici.

QLED, OLED, Nanocell

Quando ci chiediamo quale tv 75 pollici scegliere, spesso dobbiamo decidere se optare per uno schermo LED, QLED o OLED. Ma cosa significano queste sigle e che tipo di differenze oggettive comportano? La resa cromatica di questi tre tipi di pannello può essere molto differente, perché le loro tecnologie garantiscono livelli differenti di contrasto. Infatti, è proprio questo parametro che fa la differenza in termini di risoluzione, ricchezza di dettagli e profondità dei colori. Maggiore è il livello del contrasto di un 70 pollici, più le sue immagini saranno realistiche e dettagliate.

Gli OLED sono dei maestri assoluti in questo, perché i loro pixel si accendono solo se caricati elettricamente. Quelli che devono rappresentare il colore nero, invece, rimangono direttamente spenti, restituendoci dei colori scuri ad oggi inarrivabili. Gli altri schermi LED, invece, sono retroilluminati: ciò significa che ci sarà sempre della luce retrostante che “sporcherà” i colori scuri e impedirà la riproduzione di un contrasto ottimale. Gli schermi QLED, in questi termini, sono un ottimo compromesso. Essi pur essendo, di fatto, retroilluminati, possiedono dei punti quantici (grandi dai 2 ai 10 nanometri) che filtrano la luce.

Ennesimo tentativo ben riuscito di ovviare alla perdita di contrasto è costituito dai tv 70 pollici con pannello Nanocell. Si tratta di un pannello IPS retroilluminato che integra nel display frontale delle nano-particelle dallo spessore di un nanometro, che assorbono le frequenze di colore indesiderate. Anche in questo caso il risultato è un’immagine più realistica, tra l’altro preservando l’angolo di visione.

Local Dimming

Molte volte, nelle recensioni dei 70 pollici, incontriamo questa dicitura. Cosa significa che un televisore grande possiede o è privo di Local Dimming? È una tecnologia che suddivide l’intero schermo in numerose zone (di solito alcune decine, sino ad arrivare a quasi 500 porzioni!). In questo modo la retroilluminazione può azionarsi a comparti, e quindi illuminando solo la porzione di schermo che effettivamente necessita di luce.

Detta in altre parole, è una tecnologia che mira a restringere il campo d’azione della retroilluminazione e quindi a migliorare il livello di contrasto dello schermo. Ovviamente, è un qualcosa di cui gli OLED non hanno bisogno. Gli schermi dotati di Local Dimming sono detti Full Led, Full Array LED o FALD. Gli schermi Edge Led, al contrario, collocano i LED lungo i bordi dello schermo, quindi non sono dotati di Local Dimming e il loro livello di contrasto è inferiore.

Upscaling Process

Anche l’Upscaling Process è uno dei superpoteri di cui è dotato il miglior tv 70 pollici. Si tratta di una funzionalità speciale del processore della tv, in grado di aumentare la risoluzione dei contenuti. Il procedimento, ovviamente, è estremamente complesso. Ciò che interessa a noi, però, è che di fatto L’Upscaling Process riesca ad aggiungere dettagli laddove la fonte nativa ne sia priva, restituendo un’immagine più realistica dell’originale. Ovviamente una tv in possesso di questa tecnologia deve possedere quantomeno il supporto HDR, ma per i 70 pollici questo è ormai quasi scontato. Aggiungiamo anche che, qualora la fonte dovesse avere una risoluzione troppo bassa, l’Upscaling potrebbe fare dei pasticci. Ma sui contenuti recenti presenti nelle piattaforme di stream è fantastico.

Sistema audio

Nota dolente dell’intera categoria, il sistema audio sembra non stare al passo coi tempi dell’evoluzione video. Purtroppo la maggior parte dei televisori possiede una potenza in uscita di 20 W e un sound piuttosto piatto, non paragonabile al realismo incredibile delle immagini. Facciamo presente, però, che tutte le case di produzione hanno dimostrato una certa volontà di rimediare a questo gap. I modelli più recenti di tv possiedono almeno il Dolby Atmos, che garantisce almeno una maggiore profondità del suono. Gli amanti dei 70 pollici, inoltre, sono doppiamente fortunati: in questa dimensione la maggior parte delle aziende incrementa l’amplificazione portandola per lo meno a 60 W. Meglio ancora se nell’l’acquisto è inclusa una soundbar, che ci risparmierebbe un’ulteriore spesa e ci garantirebbe senza dubbio un sound da cinema.

Connettività

Una delle caratteristiche più ricercate al giorno d’oggi in una smart tv 70 pollici è la connettività. È essa, ovviamente, che ci consente di ampliare la gamma di operazioni da compiere con la tv, che diventa agenda, motore di ricerca, stereo, pc e quant’altro. Per godere di tutti questi vantaggi, il miglior tv 70 pollici possiederà senza dubbio connessione Wi-Fi o Chromecast per la navigazione e Bluetooth per il collegamento di soundbar, cuffie, fotocamere e altri dispositivi. Da non sottovalutare, comunque, gli ingressi fisici del televisore: HDMI, USB, audio digitale e cuffie non fanno altro che renderlo pronto ad ogni collegamento, semplificandoci la vita. Una specifica importante per i gamers: per sfruttare al meglio le funzionalità delle console più recenti, optate per un modello provvisto di ingresso HDMI 2.1.

Prezzi

Come facilmente intuibile dalla nostra Top 5, non è difficile incontrare quello che per noi sarà il miglior tv 70 pollici in fasce di prezzo molto differenti. La spesa minima, per un televisore gigante, dovrebbe essere almeno di 1300 €: ciò significa optare per un modello poco recente ma non obsoleto. Un modello, quindi, che ci garantisce ottime performance e compatibilità con altri dispositivi, nonostante il suo prezzo competitivo.

Se il nostro budget è maggiore, possiamo benissimo scegliere un modello di fascia media, di circa 2300 €, con la garanzia di non pentirci dell’acquisto: se costa di meno è solo perché sul mercato sono stati introdotti modelli ancora più recenti e prestanti. Alcuni marchi, tra l’altro, sono più economici di altri, e con questa cifra potremmo aggiudicarci anche un top di gamma. Se poi vogliamo il meglio del meglio, e anche super brandizzato, potremmo dover spendere 6000 € o più: possibile, ma non essenziale.

4 Samsung 8k QE75Q950RBT

Il Samsung 8k QE75Q950RBT è il top di gamma assoluto dell’azienda, essendo il miglior tv 70 pollici per definizione dell’immagine. Si tratta, infatti, di un 8k: i pixel di cui dispone sono ben 7680 x 4320, per un totale di 33 megapixel, e sono supportati da una capacità di Upscaling impressionante. Al momento, l’unico svantaggio di questo modello non sembra dipendere dall’azienda produttrice. Parliamo del fatto che, ad oggi, i contenuti nativi in 8k non siano ancora molto diffusi. Eppure, il modo procede in quella direzione: parliamo di Youtube, Chili tv e anche i video ripresi dagli smartphone più recenti.

Il pannello è dotato di retroilluminazione Direct Full Array Pro e possiede ben 480 zone di local dimming, nonché supporto a HLG, HDR10, HDR10+. La conseguenza diretta di questi superpoteri è che questo modello è sicuramente migliore di qualsiasi tv 70 pollici 4k esistente. La luminosità supera i 4000 nits, il livello di dettaglio incredibile, la gamma di colori infinita e la gestione del movimento è incredibile. Ovviamente, tutte queste qualità si riconfermano con i contenuti nativi ad 8k. Il sistema audio è buono e possiede una certa spazialità, ma rinunciare ad una soundbar sarebbe davvero un peccato. L’interfaccia Tizen è completa, semplice e rapida, provvista di supporto ad Alexa e Google Assistant. Completo anche il versante della connettività, con 4 HDMI (compreso l’HDMI 2.1), 3 USB ed Ethernet. Consigliata a chi voglia un’esperienza di visione incomparabile.

5 Samsung TV TU8070

Il Samsung TV UE75TU8070UXZT è un modello del 2020 che, a livello di tecnologia, è già stato superato. Tuttavia, grazie alla sua indubbia qualità e completezza, ed ora, anche grazie al prezzo competitivo, continua ad essere la scelta di tantissimi utenti. Si tratta di un LCD entry level, dotato di pannello VA con retroilluminazione Edge LED, che comunque riesce a raggiungere un ottimo livello di contrasto (6550:1) e sopperisce all’assenza di local dimming. In compenso, la luminosità a 300 nits, non altissima, penalizza un po’ i contenuti HDR. Il pannello è a 8 bit + FRC, quindi la gamma di colori non è infinita, ma quelli presenti sono sfruttati al meglio. Oltre al supporto HDR, vi sono anche quelli a HDR10, HDR10+, HLG. L’angolo di visione, come per tutti i VA, non è ampissimo (35°).

Molto buona l’elaborazione dei contenuti in movimento, grazie al tempo di risposta di 5ms e alla funzione LED Clear Motion. La reattività del processore si riflette anche nell’ottima risposta del sistema operativo Tizen, scattante e ricco di App. Parlando di gaming, questo modello è quasi il miglior tv 70 pollici: l’input lag di 10 ms è sorprendente, da top di gamma. Non possiede HDMI 2.1, ma in compenso sono presenti ALLM e eARCH. Nonostante il supporto a Dolby Atmos, l’audio è nella media (20 W in uscita).

6 Philips 70PUS6704

il Philips 70PUS6704 è il miglior tv 70 pollici per esperienza di visione, grazie alla tecnologia Ambilight. Questi schermi possiedono delle luci led su 3 dei lati che proiettano i colori sulla parete retrostante, e anche un po’ nella stanza. L’immagine risulta così guadagna respiro e risulta ampliata. Oltre all’estetica in sé, questo tv 70 pollici è dotato di Micro Dimming, Ultra Resolution, 1200 PPI, Dolby Vision, HDR10+. Queste sono tutte tecnologie che lavorano incessantemente per ottimizzare luminosità e contrasto in ogni frame e restituire le immagini nel migliore dei modi. Nonostante la potenza in uscita di 20 W, l’audio è leggermente superiore alla media, grazie al supporto a Dolby Atmos.

Le funzionalità Smart di questo tv 70 pollici non sono ai livelli dell’Android 9.0, ma reggono il confronto con gli altri concorrenti. Il sistema operativo Saphi funziona bene, ci lascia ampia libertà di azione ed è provvisto di applicazione Philips Tv Remote. Non mancano, infine, numerosi ingressi: 3 HDMI, 2 USB, audio digitale, cuffia, ethernet e molti altri. È un ottimo compromesso per chi voglia risparmiare senza rinunciare a un’esperienza audio e video distinta.

7 Samsung Q80T

Il Samsung QE65Q80TATXZT da 75” appartiene ad una fascia di prezzo media e può rappresentare il miglior tv 70 pollici sotto più punti di vista. Da un lato si tratta di un tv QLED, che sappiamo essere inferiori, in termini di risoluzione e di profondità dei contrasti, solo agli OLED. Questo modello, in particolare, pur essendo il QLED più economico del 2020, possiede retroilluminazione Full-Array e quindi priva di bordi troppo luminosi. Eccellente il processore Al-UHD Quantum image, comprensivo di 4k Al-Upscaling, in grado di ottimizzare e arricchire con dettagli le fonti HDR come quelle SDR e regolare la luminosità in base all’ambiente. Possiede, inoltre, supporto a HDR10, HDR10+ e HLG; assente, invece, il supporto a Dolby Vision.

Unico, persino superiore ai top di gamma, il valore relativo all’input lag: soli 8,7 ms in game mode (la media della categoria è di 14 ms) e di 19,7 ms nelle altre modalità. Questo parametro si traduce in una elevatissima reattività che rende questo modello il miglior tv 70 pollici per il gaming. Anche il sistema audio di questo tv 70 pollici 4k si distingue dai più, perché associa al Dolby Atmos il sistema OTS, per una potenza in uscita totale di 60 W ed un suono 3D. Nulla da ridire sul sistema operativo Tizen né sulla connettività (tra gli altri ingressi, citiamo almeno 4 HDMI – compresa una HDMI 2.1 -, 2 USB, ethernet, audio digitale, cuffie). Insomma, questo modello è super completo, ed è il miglior tv 70 pollici sotto tantissimi punti di vista, anche se rimane la scelta ideale per il gaming.

8 TCL tv QLED ultra HD 8k

Il TCL 75” X915 8K Ultra HD è sicuramente un altro tv 70 pollici da prendere seriamente in considerazione. Si tratta di un QLED 8k provvisto anche di Upscaling, disponibile ad un prezzo decisamente più competitivo rispetto alla concorrenza. Oltre che l’altissima qualità di base, il supporto a HDR10, HDR10+, HLG e Dolby Vision e la certificazione IMAX Enhanced lo rendono impeccabile nella definizione anche delle scene in movimento: un televisore gigante con una risoluzione simile è ciò che tutti sogniamo.

Anche il livello delle funzionalità Smart è piuttosto alto, grazie al sistema Android: parliamo di un modello con fotocamera integrata, anche se (per ora) compatibile solo con altre tv TCL. Inoltre, possiede connettività Bluetooth e Chromecast per navigare e accedere a tutti i tipi di contenuto. Tramite Google Assistant, è anche possibile porre alcune domande alla tv sulla trasmissione che si sta guardando. Ma questo tv 70 pollici dà anche tante altre opportunità, come pianificare la giornata e impartire comandi agli elettrodomestici.

Il sistema audio possiede il supporto a Dolby Atmos e nell’acquisto della tv è inclusa la soundbar Onkyo. Questa tv è completa anche dal punto di vista della connettività: possiede, tra gli altri ingressi, 2 HDMI, 1 HDMI 2.0, 1 LAN, 2 USB, 1 AV, 1 audio digitale. Non siamo riusciti a trovarle un difetto!

9 Domande frequenti:

Quali sono le dimensioni tv 70 pollici in cm?

Sappiamo tutti che un 70 pollici è un televisore gigante. Ma esattamente quanto? La diagonale di un tv 70 pollici misura 177 cm circa, mentre quella di un 75” misura 189 cm. Invece, per quanto riguarda larghezza e altezza dello schermo, parliamo di circa 155 x 87 cm di un 70”, contro i 166 x 93 cm di un modello da 75”.

Qual è la giusta distanza di visione per tv 70 pollici?

In linea generale, questi televisori giganti sono pensati per essere guardati da una certa distanza, pena la perdita della visione ottimale delle immagini. A seconda che si tratti di un modello da 70 o da 75”, questa distanza oscilla tra 2,9 m e 3,1 m. Tuttavia, è risaputo che i contenuti 4k possono essere guardati anche da più vicino, senza affaticare troppo la vista. Per questo, se parliamo di televisori 70 pollici, possiamo anche mantenere una distanza compresa tra 1,4 m e 1,6 m.Insomma, è sempre consigliabile rispettare la distanza di visione giusta, ma non è gravissimo ridurla, all’occorrenza.

Quale staffa per tv 70 pollici scegliere?

Nello scegliere un supporto per la tv, innanzitutto dobbiamo accertarci che esso sia in grado di reggere bene tutto il suo peso. È sempre meglio prediligere, per questioni di sicurezza e durevolezza, modelli in acciaio, che dispongano di uno o più bracci estraibili e solidi nel caso in cui non si tratti di supporti fissi. Sono estremamente utili anche i modelli provvisti di canaline a muro, per nascondere tutti i cavi e mantenere l’aspetto della tv pulito e in ordine.

Se siete già certi di lasciare la tv in una posizione fissa, ad esempio davanti al divano, potete optare per un modello di staffa fisso. Per una questione di imprevedibilità, sarebbe sempre meglio dotarsi di una staffa a movimento completo, che possa inclinarsi su e giù e ruotare a destra e a sinistra.

2 commenti

  1. emiliano ha detto:

    Ciao, un consiglio in vista del black friday anche per tv 75" sotto i 2000€ uso prevalentemente netflix/amazon e xbox? SONY KD-75XF8596 LG 75SK8100 oppure 75UK6500 SAMSUNG UE75MU7000 oppure UE75NU7172 Grazie

    1. Advister ha detto:

      Scusa se ti rispondo solo ora, ma avete scritto in tanti ed è difficile starvi dietro! Quando citate modelli di quel calibro, mi mettete in difficoltà, perché non c'è un meglio o un peggio. hanno caratteristiche e RESE differenti. in questo caso guarda al prezzo. Di quelli che conosciamo bene, mettiamo la mano sul fuoco sul MU7000 che è stato letterlamente glorificato da tutti gli utenti. E' anche in sconto su Amazon: https://amzn.to/2zp5E7w Buon black Friday ;) Enrico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *