Ecco i migliori giochi da tavolo per due giocatori: 8 proposte

Romeo e Giulietta Gateongames

Giocare in due può essere molto più divertente di quello che pensi: ecco 8 entusiasmanti giochi da tavolo per due giocatori

Chi l’ha detto che giocare da tavolo è esclusivamente un’attività da fare in gruppo? Sebbene molti titoli oggigiorno hanno un range di giocatori molto ampio, esiste tutta una schiera di giochi da tavolo pensati esclusivamente per due giocatori e ai quali guardare se magari ci ritroviamo in coppia e vogliamo passare qualche piacevole ora di divertimento. Ecco quindi una selezione di 8 tra i migliori giochi da tavolo per due giocatori che abbiamo provato ed apprezzato!

1 Patchwork – Asmodee Italia

Un classico dei giochi da tavolo per due giocatori è senza dubbio Patchwork, di Uwe Rosenberg, in cui i due contendenti si dovranno sfidare a comporre la loro trapunta personalizzata cercando di coprire quanti più spazi possibile sulla propria plancia per massimizzare i punti, o meglio per minimizzarne la perdita, perché infatti lo scopo del gioco è fare meno punti negativi dell’avversario.

Il meccanismo di gioco è molto semplice: si piazzano le toppe della trapunta in cerchio al centro del tavolo e si muove la pedina neutrale di un massimo di tre spazi in avanti e si prende la tessera corrispondente, pagando il numero di bottoni richiesti, e si posiziona sulla propria plancia, in qualunque orientamento. Dopo di che si muove la pedina del proprio colore in avanti sul tracciato del tempo di quanti spazi riportati sulla tessera appena pescata. Se avanzando si raggiunge il disegno di una tessera speciale, ne prenderemo una dalla riserva e potremo poi piazzarla sulla nostra plancia per coprire eventuali spazi vuoti rimasti.

Il gioco termina quando entrambi i giocatori avranno raggiunto l’ultimo spazio sul tracciato del tempo e il vincitore sarà colui che avrà coperto il maggior numero di spazi sulla propria plancia trapunta. Patchwork è un gioco adatto ai neofiti, ma che può essere apprezzato anche dai giocatori un po’ più scafati.

2 Hive – Ghenos Games

Un altro grande classico tra i giochi astratti per due giocatori è senza dubbio Hive, in cui i giocatori controlleranno due gruppi di insetti pronti a darsi battaglia nel tentativo di imprigionare la regina avversaria. Ciascun giocatore ha a disposizione diversi tipi di insetti, che si muoveranno sul tavolo secondo regole diverse: le formiche hanno la possibilità di muoversi liberamente lungo tutto il campo da gioco, le cavallette possono saltare da un punto all’altro, gli scarabei saltano gli altri insetti, mentre i ragni si muovono lungo i bordi dell’area di gioco. Una partita dura non più di 20 minuti, il che consente di fare una sfida dietro l’altra. Semplice nel regolamento e nelle meccaniche, starà a voi trovare la strategia giusta per imprigionare l’ape regina avversaria.

3 7 Wonders Duel – Asmodee Italia

Il celebre 7 Wonders ha trovato la sua dimensione per due giocatori nel suo successore 7 Wonders Duel, in cui i giocatori prenderanno il controllo di una grande civiltà del passato, con lo scopo di portarla al suo massimo splendore. Una partita a 7 Wonders Duel si articola in tre ere, in ciascuna delle quali dovrete ampliare la vostra civiltà, costruendo edifici, ottenendo monete e risorse o aumentando la propria forza militare o il progresso scientifico. Ovviamente, non mancherà la possibilità di costruire le proprie meraviglie – dal Circo massimo alle Piramidi di Giza, passando per i giardini di Babilonia – ciascuna delle quali garantirà o bonus istantanei o effetti continui.

La partita può terminare in tre modi: o alla fine della terza era, dopo che l’ultimo giocatore ha giocato la sua ultima carta, o per supremazia militare – uno dei due giocatori porta il suo indicatore di forza militare al massimo – oppure per supremazia scientifica, ovvero uno dei due contendenti colleziona sei simboli scientifici diversi. Un gioco per due davvero avvincente!

4 Jaipur – Asmodee Italia

In Jaipur vestirete i panni di mercanti con il solo scopo di diventare i più ricchi e prestigiosi del regno, di fama tale da essere ammessi alla corte del maharajah. Nel vostro turno potrete eseguire una tra le seguenti azioni: pescare una ed una carta merce tra quelle a disposizione sul tavolo – le merci disponibili sono oro, argento, sete, pietre preziose e spezie – scambiare un qualunque numero di carte dalla propria mano con altrettante tra quelle visibili, oppure prendere tutti i cammelli visibili. In qualunque momento nel vostro turno potrete convertire gruppi di risorse uguali in gettoni merce, che vi faranno ottenere punti diversi in base al tipo di merce che convertite.

Il round di gioco termina quando si verifica una delle seguenti condizioni: si esaurisce il mazzo di pesca, oppure finiscono almeno tre dei gettoni merce. A questo punto si conta il numero di rupie riportato dietro ciascun gettone merce ottenuto e chi ne avrà il maggior numero, otterrà un sigillo di eccellenza. La partita termina quando un giocatore avrà collezionato due sigilli di eccellenza.

Jaipur è un gioco da tavolo per due giocatori rapido e strategico, in cui bisogna tenere costantemente d’occhio le mosse dell’avversario per poter attuare al meglio la propria strategia di vittoria, ideale per quei giocatori che vogliono provare qualcosa di leggermente più complesso.

5 Goryo – Gateongames

Nella cultura giapponese, i Goryo sono spiriti dispettosi dalle sembianze di gatti che infestano le case. In questo gioco per due giocatori, uno dei due contendenti vestirà i panni di questo spirito domestico deciso a vendicarsi della terribile punizione inflittagli dallo shogun quando era ancora in vita, mentre l’altro controllerà i samurai decisi a catturarlo. Scopo del goryo sarà quello di distruggere vari oggetti all’interno della casa dello shogun, seguendo percorsi segreti che solo lui conoscerà, nel tentativo di non farsi scoprire dai samurai. Questi ultimi invece, dovranno cercare di intuire le mosse dello spirito per prevenire i danni che questo può causare e possibilmente catturarlo.

Nel corso di tre turni, il goryo dovrà pianificare i suoi spostamenti – quattro a turno -, rompendo gli oggetti presenti nella casa, tuttavia ci sarà un oggetto a cui è vincolato e che non potrà distruggere in nessun modo. Ad aiutarlo avrà alcune abilità da usare una sola volta in tutta la partita, ovvero una falsa pista – da dare ai samurai per sviarli – e un passo ulteriore, utile per allungare il proprio percorso e sfuggire alla stretta delle guardie. I samurai nel loro turno potranno spostarsi, indagare sul posto oppure in uno adiacente utilizzando i loro fidati segugi. Alla fine dei tre turni, il goryo vince automaticamente, a meno che i samurai non saranno stati in grado di trovarlo e colpirlo tre volte, nel qual caso saranno loro i vincitori.

Ottimo gioco investigativo/deduttivo, Goryo è l’ideale per quei giocatori che vogliono cimentarsi nell’arte del bluff e del sotterfugio.

6 Romeo e Giulietta – Gateongames

Chi non conosce la storia d’amore più travagliata di tutti i secoli? In Romeo e Giulietta vi ritroverete a vestire i panni dei due innamorati più sfortunati della storia e dovrete cooperare per cercare di far sbocciare l’amore fra di voi. Tuttavia, sia la rivalità delle rispettive famiglie, sia l’odio che serpeggia per le strade di Verona, cercheranno di mettervi i bastoni tra le ruote. Il gioco si svolge nel corso di tre atti, in cui i giocatori giocheranno carte dalla propria mano nel tentativo di incontrarsi segretamente nei vari luoghi della città per far aumentare l’amore.

Non potranno però comunicare, se non utilizzando dei gettoni missiva che consentiranno di dire soltanto il luogo in cui è preferibile incontrarsi – e l’altro giocatore può solo accettare la proposta o rifiutarla – mentre rimane segreto il personaggio che li accompagnerà in quel luogo e che rischierà di aumentare il livello di odio tra le due famiglie rivali.

Infatti, ogni volta che in un luogo si troveranno un membro dei Montecchi e uno dei Capuleti (oltre a Romeo e Giulietta, ovviamente) il livello di odio aumenterà avvicinando la storia ad una tragica conclusione. A evitare questa deriva possono intervenire o la presenza di Padre Lorenzo, in grado di placare gli animi bellicosi delle due famiglie, oppure la gestione sapiente delle azioni di ciascun luogo di Verona, che consentirà di spostare i vari personaggi in modo tale che non si diano eccessivo fastidio a vicenda. Il gioco termina o con la vittoria dei due amanti qualora porteranno al massimo il loro indicatore dell’amore, oppure con la loro sconfitta qualora il livello di odio raggiunga l’estremo.

Romeo e Giulietta è un gioco da tavolo per due giocatori cooperativo e strategico in cui ogni partita offre un livello di difficoltà maggiore, grazie alla presenza di vari scenari che renderanno sempre più avvincente la sfida.

7 Klask – Oliphante2

Avete mai provato l’hockey da tavolo? Klask ne è una versione in miniatura in cui potrete sfidarvi in una prova di destrezza allo scopo di mandare nella buca avversaria la pallina arancione. Ad aiutarvi ci sono delle pedine che dovrete muovere utilizzando dei magneti che saranno disposti sotto il tabellone di gioco e con le quali dovrete colpire la pallina. Semplice no? Non proprio. Il campo da gioco sarà infatti disseminato di ostacoli – anch’essi magnetici – che possono rimanere attaccati alla pallina, facendo guadagnare punti all’avversario. Ogni goal vale un punto e a fine partita che avrà totalizzato il punteggio più alto sarà il vincitore.

Klask è ideale come gioco per la famiglia, o per organizzare mini-tornei con gli amici.

8 Shy Monsters – Gateongames

Shy Monsters è una sfida a due giocatori, in cui uno interpreterà un intrepido cavaliere che si avventura nell’esplorazione di un dungeon e l’altro un malvagio signore dell’oscurità intenzionato ad impedirglielo. Lo scopo del cavaliere sarà quello di farsi strada all’interno dei tre piani del dungeon, per poterne uscire indenne e ottenere la gloria. Il signore dell’oscurità dovrà invece utilizzare le tessere stanza a sua disposizione per dare forma al dungeon in modo tale da mettere degli ostacoli sulla strada dell’eroe. Il signore dell’oscurità pianificherà segretamente la disposizione delle tessere nel dungeon e ad ogni livello posizionerà due mostri pronti a divorare l’eroe.

I mostri hanno però un piccolo difetto: sono timidi. Ogni volta che vengono scoperti, scapperanno se non sono stati disposti secondo le loro regole di posizionamento, oppure se si trovano accanto ad altri mostri, essendo quindi del tutto innocui per il cavaliere. Questi, dal canto suo, ad ogni livello avrà a disposizione delle abilità che lo aiuteranno nell’impresa: la stoccata, che può utilizzare per colpire una tessera in cui pensa che si trovi un mostro, eliminandolo così dal gioco, oppure il balzo, che gli consentirà di saltare letteralmente una tessera evitando così di scoprirla e magari finire dritto in bocca al mostro. Il cavaliere vincerà la partita se riuscirà ad arrivare in fondo al terzo livello del dungeon, mentre il signore dell’oscurità vincerà se riuscirà a bloccare l’avanzata dell’eroe prima che questi arrivi alla fine dell’ultimo livello.

Shy Monsters è un gioco di bluff e deduzione in cui non è così scontato riuscire a cavarsela come cavaliere, ma neanche riuscire a pianificare un dungeon mortale. Ideale per tutti i tipi di giocatori, dai più esperti a quelli alle prime armi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *