Recensione Dyson Corrale: prima piastra senza fili di lusso

Dyson Corrale

Arriva la piastra per capelli rivoluzionaria, da utilizzare wireless per tutti i tipi di acconciatura: Dyson Corrale mantiene le promesse?

Dyson Corrale era attesa già da qualche tempo da tutte le appassionate di bellezza. La piastra per capelli che si adatta alla capigliatura, la difende dalle aggressioni dell’eccessivo calore ed è facile da usare, perché funziona a batteria, è uno strumento sofisticato. Ma, al contempo, anche molto costoso: vale la pena acquistarlo? Ecco la guida che fa luce sull’argomento.

Dyson Corrale: confronta i prezzi

1 La tecnologia di Dyson Corrale

Se c’è una cosa che rende così speciali i prodotti del marchio inglese è la profonda innovazione tecnica che rappresentano, a ogni ultima uscita sul mercato. Dyson l’aveva già dimostrato con Airwrap, l’arricciacapelli automatico, e anche stavolta la tecnologia di Dyson Corrale è al centro dell’interesse: non una semplice piastra per capelli ma quasi un intero salone nelle tue mani. Sì, perché con Dyson Corrale potrai realizzare tutte le acconciature che preferisci.

Dunque come funziona? Uno speciale sensore interno è in grado di bilanciare costantemente il grado di calore, fino a 100 volte al secondo. Ciò è possibile perché sono impiegati dei moduli elettronici e termici, che alternano la loro attività. In questo modo è impossibile superare la temperatura scelta all’avvio.

I materiali

Tutto ruota intorno al capello. Lo spessore dei materiali impiegati nella realizzazione delle vere e proprie lamine interne, lo prende come unità di misura. Il risultato si traduce in placche flessibili, in lega di rame (il miglior conduttore al mondo) e manganese, che letteralmente abbracciano la chioma. Per uno styling non forzato, perfetto senza necessità di arrivare a temperature elevate. Tutti sanno quanto possa essere dannoso l’eccessivo calore per le componenti che costituiscono la struttura dei capelli.

In definitiva, lo scopo che si rispecchia dietro questa particolare volontà progettuale è quello di aumentare esponenzialmente il controllo sul proprio styling. Potendo utilizzare un solo dispositivo per tutte le idee che…ti passano per la testa! Con la priorità per la salute dei capelli. Insomma il concetto è molto semplice, per quanto rivoluzionario. Un ulteriore consiglio per far crescere e mantenere il vigore della chioma? Prova gli integratori MSM oppure quelli Hairburst.

La batteria

Ma non sarà che questa piastra per capelli Dyson Corrale è poco stabile e non mantiene la temperatura, perché funziona a batteria? Assolutamente no. Anzi è il contrario: la tecnologia avanzatissima di questi apparecchi vede l’applicazione di un sistema di controllo intelligente che ha lo scopo di ottimizzare al massimo grado il dispendio energetico della potente batteria agli ioni di litio a 4 celle. Per una produzione di calore sempre costante. Con in più l’estrema comodità di non avere fili che intralciano e limitano i movimenti dell’utente.

Per andare al sodo: la piastra assicura 30 minuti di completa autonomia wireless. Nel caso in cui avessi bisogno di più tempo per sistemare i capelli, puoi attaccarla all’alimentatore di corrente, continuando a utilizzarla in tutta tranquillità in maniera ibrida. La ricarica completa avviene in circa 70 minuti.

2 I vantaggi promessi dalla piastra Dyson

Per quale motivo dovresti fare un investimento (è il caso di dirlo) per una piastra per capelli del genere? Per i seguenti vantaggi promessi dalla piastra Dyson:

  • una spesa unica per risolvere tutti i problemi…e le questioni di stile. Con la piastra Dyson è possibile dire addio a un apparecchio per lisciare la chioma, uno per arricciarla, diverse testine per ottenere effetti più o meno ondulati, creme e prodotti specifici e così via. Infatti, potrai fare tutto solo con lei, un vero e proprio strumento all-in-one
  • la relativa bassa temperatura con cui agisce preserva la lucentezza e la salute del capello. Inoltre previene il fastidioso effetto crespo e altri gravi danni alle lunghezze, che saranno visivamente più belle e in ordine. Con risultati migliori di oltre il 50% rispetto a quando s’impiegano altre piastre
  • grandissima versatilità e maneggevolezza, grazie alla possibilità di utilizzo in qualità di piastra senza fili, con alimentazione a batteria ricaricabile

3 Svantaggi: quanto costa Dyson Corrale?

Quando pensiamo ai prodotti di questo brand, una delle prime cose che desta preoccupazione è il prezzo. Forse uno dei pochi svantaggi che caratterizzano anche questa piastra. E allora, quanto costa Dyson Corrale? Siamo sui 500 € e oltre, secondo i modelli. Una follia? Probabilmente sì. Ad ogni modo bisogna considerare un acquisto del genere come un investimento, che dovrebbe portare a dire addio al parrucchiere, se non per sistemare il taglio dei capelli.

4 Cosa si può fare con questa piastra wireless?

La flessibilità è un concetto ampio applicato allo strumento qui in esame. Non solo le placche che racchiudono le ciocche sono malleabili, anche l’esperienza d’utilizzo si rivela duttile. Essendo una piastra senza fili i movimenti dell’utente durante il suo impiego non saranno in alcun modo intralciati. E qui viene il bello: infatti, non solo sarà possibile lisciare i capelli, quanto piuttosto ottenere un look naturale con le lunghezze dolcemente arrotondate sulle punte. Ma non finisce qui: Dyson Corrale è l’ideale anche per realizzare bellissime beach waves, con o senza frangia, e anche per dare movimento alla capigliatura, con sensuali onde morbide. Che alla lunga il vero lusso non sia risparmiare tempo e soldi dal parrucchiere?

5 La Dyson Corrale funziona? Le opinioni

Ed eccoci arrivati alla domanda da un milione di dollari: la Dyson Corrale funziona? Andiamo con ordine. Chi ha avuto modo di provarla, per prima cosa ha notato con piacere l’aspetto estetico del device. Un congegno davvero molto bello, dal design avveniristico che dispone anche di un piedistallo, utile per fissare la piastra quando non la si utilizza, e della batteria estraibile. Quest’ultimo è un sistema chiamato Flight Ready e in sostanza serve per permettervi di riporre l’apparecchio in valigia quando si prende un aereo, così da annullare qualsiasi tipo di pericolosità derivante dalla batteria e viaggiare sereni.

La comodità la fa da padrona, tra gli aspetti positivi riscontrati: anche quella relativa al fatto di poter utilizzare la piastra ovunque si desideri, essendo senza fili. Vuoi rifinire l’acconciatura dopo esserti vestita in camera da letto? Vuoi portarla in palestra o in ufficio? Si può fare! L’unico appunto è mosso in merito alla pesantezza dello strumento.

I risultati

Chi ha una chioma particolarmente lunga e folta ha trovato un po’ risicati i 30 minuti di autonomia della batteria. Ricordiamo, però, che è sempre possibile utilizzare l’apparecchio collegandolo alla presa di corrente. Sotto questo aspetto, il plus sta nella stabilità termica che la piastra Dyson è in grado di mantenere, sfruttando l’energia della batteria al litio. Molti altri prodotti della concorrenza non sono in grado di garantire questo tipo di performance.

Gli scaglioni di temperatura che si possono impostare sono 165 gradi, 185 gradi e 210 gradi, dunque non moltissimi. Bastano appena 20 secondi per raggiungerli, dopodiché si può procedere allo styling. Secondo il produttore l’ideale è mantenersi sul grado di calore più basso possibile. L’esperienza di alcuni utenti, però, testimonia una certa insoddisfazione circa i risultati in tal senso. Solo portando a 210 gradi le impostazioni, la piega si è mantenuta nel tempo. Su questo punto bisognerebbe fare delle precisazioni: è chiaro che quanto più si va “contro la natura” del proprio capello, questo in qualche modo tenderà a “ribellarsi”. Inoltre, la filosofia su cui sono stati realizzati i dispositivi per capelli Dyson è proprio incentrata sull’enfatizzare le caratteristiche naturali delle varie tipologie di capigliatura.

6 Dove acquistare

Se vuoi farti un bel regalo, o meglio ancora se vuoi suggerire a qualcuno di fartelo, ecco dove è possibile acquistare la piastra Dyson. Tieni d’occhio i prezzi online, potrebbero essere soggetti a forti sconti in vari periodi dell’anno.

Dyson Corrale Straightener (Purple/Black)

La versione più esclusiva della piastra Dyson è la Purple. Assolutamente fantastica nel suo design minimale, accostato a un color block d’impatto della scocca. Questa è l’alta tecnologia baby! Sì, il prezzo è da capogiro, ma una follia ogni tanto è concessa.

Dyson piastra per capelli Corrale

Ed ecco la variante più “economica”, quella cosiddetta di serie. Una meravigliosa e innovativa piastra portatile, per essere apposto anche in viaggio, senza rinunciare alla qualità di una messa in piega professionale.

7 Le migliori alternative

Forse non te la senti d’investire oltre 500 € nella Dyson Corrale e allora quali sono le alternative? Intanto potresti dare un’occhiata ai 10 top modelli di piastra per capelli mossi. E poi valutare i prodotti che adesso ti elencherò.

Ghd Original IV styler

Il marchio ghd è il re indiscusso delle piastre per capelli e la ghd Original IV styler la preferita dai parrucchieri. Dotata di placche in ceramica, le migliori per preservare l’integrità del capello, e di una temperatura media di 185 gradi si rivela ideale anche per l’uso quotidiano. Il particolare design sottile e affusolato permette sia di ottenere il classico effetto liscio, sia di creare boccoli e onde, arrotolando le ciocche lungo la piastra.

In particolare, chi normalmente utilizza questo apparecchio, nota una caratteristica brillantezza e morbidezza dei capelli: ciò è dovuto, oltre alla ceramica, alla tecnologia che permette alle lamine di basculare, per evitare quel brutto effetto “a spaghetto” e togliere “elettricità”. Semplicissima e intuitiva da usare, la ghd ha un cavo elettrico in grado di ruotare a 360 gradi per ridurre l’intralcio, arriva a temperatura in 30 secondi e si pone automaticamente in standby dopo 30 minuti consecutivi d’inutilizzo.

BaByliss 9000 piastra cordless

Dato che con la Corrale parlavamo di piastra wireless, ecco subito una buona proposta simile, ma molto più economica. Si tratta della BaByliss 9000 cordless, una delle migliori, e più efficienti, piastre da viaggio in commercio. Nata per sfatare il mito che i prodotti di questo tipo non raggiungono gli standard di quelli tradizionali. La tecnologia alla base dell’intento progettuale dell’apparecchio è la Micro Heating Matrix, che permette un riscaldamento uniforme delle placche. Queste ultime sono realizzate in ceramica e risultano basculanti, come si confà a uno strumento di questo tipo di ultima generazione.

Sono disponibili tre scaglioni di temperatura: 160 gradi, 180 gradi e 200 gradi e ovviamente funziona con una batteria agli ioni di litio. Un indicatore posto sul manico segnalerà quando è il momento di ricaricarla. Il design e il materiale di realizzazione permettono una presa salda in qualsiasi situazione. Grande facilitazione deriva dal caricabatteria compatibile sia con le prese di corrente europee che inglesi. Insomma, la BaByliss ha tutte le carte in regola per diventare la piastra preferita per chi ha una vita dinamica, sempre in movimento. Ma allo stesso modo anche di chi la vorrà usare semplicemente a casa, vista la sua elevata qualità e praticità.

Remington piastra lisciante Hydraluxe

Remington è un marchio di lunga esperienza, che punta soprattutto ai risultati. Frutto della ricerca e della sperimentazione tecnologica, ecco la piastra lisciante Hydraluxe. Qual è l’innovazione? Il sistema Hydracare Mist è progettato per emettere infinitesimali particelle di acqua fredda che hanno lo scopo di proteggere i capelli dal calore. Questo, in combinazione con le lamine in ceramica, va a permettere la realizzazione di una piega perfetta, morbida, lucida e naturale. La capigliatura manterrà esattamente quella che è la sua normale idratazione: addio all’effetto risecchito dei capelli appena piastrati.

Sono disponibili 5 livelli di temperatura diversi, fino a un massimo di 230 gradi, si consiglia comunque di mantenersi intorno ai 170 gradi per un utilizzo ottimale. Gli speciali sensori integrati nell’apparecchio permettono al calore di non avere picchi, ma di mantenersi uniforme. Questo assicura una messa in piega duratura e un effetto liscio immediato, senza, su qualsiasi tipo di capello, senza la necessità di dover ripassare più volte, rovinando e bruciando le ciocche.

8 Concludendo: vale la pena acquistare la Dyson Corrale?

Per chiudere la recensione della Dyson Corrale, la nuovissima piastra capelli di cui tutti parlano, si può affermare che è un dispositivo valido. Rispetta ciò che l’azienda descrive e propone, ma resta pur sempre una piastra per capelli. Se per natura avete una chioma riccissima, non potete pensare che questo apparecchio vi renda lisce per giorni, a dispetto dell’umidità dell’aria e della costituzione del vostro capello.

Dunque, se accettate questo fatto e pure che, forse all’inizio, non avrete subito la manualità necessaria per realizzare delle beach waves da red carpet, potete acquistarla a occhi chiusi. Soprattutto se amate la tecnologia, oltre al mondo beauty, e avete disponibilità economica. Altrimenti il mondo è pieno di altre fantastiche e funzionali piastre per capelli, molto più economiche. Alcune di queste le trovi già descritte nell’articolo: non devi far altro che decidere cosa preferisci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *