Abbiamo testato phon e piastra Panasonic Nanoe: pro e contro

Abbiamo testato phon e piastra Panasonic Nanoe: pro e contro

La salute dei capelli è prioritaria, abbiamo testato il phon Panasonic NA65 e la piastra PHS9: qui la recensione sincera

Il mondo delle recensioni Panasonic è così vasto che un intero blog non sarebbe sufficiente per racchiuderle tutte. Ad ogni modo, noi facciamo sempre il possibile per tenervi aggiornati su tutti i nuovi prodotti di quella che è, citando Wikipedia, “una delle maggiori aziende al mondo nella produzione di materiali elettronici”. E infatti, in giro per il nostro sito, troverete tantissimi articoli dedicati ai suoi prodotti: dalle fotocamere, come la Panasonic S5 o la Lumix, alle soundbar, sino ai suoi incredibili tv OLED.

Oggi scendiamo in campo con una doppietta, dato che ne abbiamo l’occasione. Abbiamo infatti potuto provare personalmente ben due apparecchi destinati allo styling e alla cura dei capelli: il phon Panasonic eh-na65 e la piastra per capelli Panasonic nanoe, mod. EH-PHS9. Come vedremo, si tratta di due articoli che mirano a fondere comodità e pragmatismo, fondamentali per chi abbia una chioma folta, alle più recenti tecnologie applicate alla salute del capello.

1 Cos’è la tecnologia nanoe

Se siete tra quelli abituati a rizzare le antenne non appena venga menzionata la salute del capello, probabilmente questo nome vi suonerà familiare. La tecnologia nanoe è un brevetto esclusivo di Panasonic ed già stata introdotta in molti dei suoi apparecchi per capelli. Si tratta di una tecnologia che mira a risolvere i maggiori problemi legati ad una chioma folta: la secchezza, l’effetto crespo e l’elettricità statica. La sfida di Panasonic, quindi, è tutt’altro che vinta in partenza, visto che mira a porre rimedio a criticità diffuse sin dalla notte dei tempi.

Ma il brand di origini giapponesi sa bene, dopo un secolo di esperienza nel settore, che tutti questi problemi sono legati alla secchezza del capello, spesso ulteriormente sfibrato dalle spazzole e dalle fonti di calore che dovrebbero prendersene cura. L’obiettivo della tecnologia nanoe, allora, è innanzitutto quello di idratare le fibre del capello.

Lo ionizzatore 2.0

Per farlo, gli apparecchi come il phon Panasonic eh-na65 e la piastra per capelli Panasonic nanoe assorbono l’umidità naturalmente presente nell’aria. Dopo di che, essa viene emessa insieme al getto caldo sottoforma di invisibili particelle acquose, che penetrano nella cuticola del capello (il suo strato più esterno). In soldoni, la tecnologia nanoe non è altro che uno ionizzatore 2.0, e come tale risulta efficace come e più del brevetto precursore. Come dichiarato dall’azienda, le molecole d’acqua, divise in particelle ancora più piccole, contengono 1.000 volte più acqua rispetto agli ioni normali.

Non solo! La tecnologia nanoe previene indirettamente la formazione di nodi, dovuta proprio alla secchezza dei capelli. Infine, è scientificamente dimostrato che questo sistema riduce i danni causati dalla spazzola, principale causa dei capelli sfibrati ed elettrostatici. In questo modo, ricevendo la giusta dose di idratazione, la chioma sarà senza dubbio più setosa e fluente, nonché più sana e più forte.

2 Recensioni Panasonic en-na65

Il phon Panasonic eh-na65 è un phon di fascia medio-alta (prezzo di lancio di circa 100 €), secondo, per prezzo, solo ai modelli professionali GHD. Vediamo insieme tutte le sue caratteristiche e potenzialità.

Il design del Phon Panasonic nanoe

La prima cosa che ci colpisce del phon Panasonic eh-na65 è senza dubbio il design, compreso il becco affusolato. È questa una scelta che ha una motivazione specifica: sul dislivello è presente un foro da cui l’apparecchio emette le microparticelle di acqua, alla giusta distanza dalla chioma. Il risultato è un aspetto molto moderno e anche raffinato, soprattutto per quanto riguarda la versione nera e dorata. Nulla da rimproverare nemmeno sull’ingombro, che è quello standard di un phon, né sul suo peso: parliamo di circa 600 gr, sicuramente inferiore alla stragrande maggioranza dei phon professionali. Insomma: l’impugnatura è comoda, e l’apparecchio non pesa nemmeno dopo un lungo utilizzo. Excellent!

Prestazioni del Panasonic eh-na65

Per quanto riguarda l’efficienza, dobbiamo subito specificare che si tratta di un modello da 2000 W: una buona potenza, ma non proprio il massimo (attualmente pari a 2500W per i modelli più potenti). La potenza è erogabile a tre livelli differenti, per una rumorosità massima di 69 dB, che è quella standard a cui siamo abituati. Anche la temperatura può essere scelta tra 3 livelli differenti, oppure si può optare per il getto d’aria fredda con l’apposito pulsante.

Poco da dire sull’efficacia della tecnologia nanoe, che sembra un buon metodo di proteggere ed idratare la chioma. Una sfida sicuramente non facile, dal momento che il Panasonic eh-na65 è privo di griglia in ceramica, di solito elemento chiave per preservare la salute del capello. Eppure la tecnologia nanoe sembra sostituire benissimo lo ionizzatore e la griglia: dopo l’asciugatura i capelli risultano visibilmente morbidi e lucenti. Temendo l’effetto placebo, abbiamo dato un’occhiata anche alle recensioni panasonic en-na65 su Amazon: ben il 92% dei clienti conferma questa nostra impressione!

Unboxing Phon Panasonic nanoe

Nella confezione originale, oltre al Panasonic eh-na65, sono inclusi:

  • Beccuccio per velocizzare l’asciugatura;
  • Beccuccio per i capelli lisci: non particolarmente stretto, quindi non ideale per stiratura o dettagli come ciuffi e frangette;
  • Diffusore per i capelli mossi o ricci: solido, ampio, davvero di ottima fattura.

In conclusione, pensiamo che il Panasonic eh-na65 sia perfetto per chi abbia i capelli secchi e cerchi un apparecchio per idratali e prendersene cura. Pensiamo anche che sia ideale per le chiome ricce, data l’efficacia della tecnologia nanoe, l’ottimo diffusore e la possibilità di utilizzare il phon a bassa potenza. Meo adatto, invece, per chi cerca un phon alla massima potenza e per chi ha bisogno di un beccuccio stretto per fare la piega.

3 Recensione piastra Panasonic EH-PHS9

Anche la piastra Panasonic nanoe, essendo un apparecchio che idrata la chioma e valido per ottenere capelli lisci o onde, è considerata piuttosto professionale e possiede un prezzo di lancio abbastanza alto (circa 130 €). Tuttavia, su Amazon sono già presenti delle ottime offerte. Scopriamola nel dettaglio.

Design Piastra nanoe Panasonic

Per quanto riguarda forma e dimensioni della piastra Panasonic nanoe, ci sembrano piuttosto in linea con gli altri apparecchi di categoria. Le dimensioni sono contenute (41 x 45 x 29 mm) ma comunque sufficienti a gestire una chioma folta in un lasso di tempo accettabile, il peso è più che sopportabile (solo 400 gr!). Contribuiscono senza dubbio all’ergonomia la forma ovale, il taglio obliquo e le punte sottili, utili per raggiungere anche le radici. Molto bella la combinazione di nero e Rose Gold (scelto anche per i dettagli) e comoda la scelta di collocare tutti i pulsanti internamente. A proposito di comfort, non possiamo non citare il cavo, lungo ben 2,7 m, comprensivo di sistema anti attorcigliamento e blocco apertura/chiusura.

Funzioalità Piastra Panasonic EH-PHS9

All’interno della piastra troviamo il pulsante di accensione/spegnimento e due pulsanti (+ e -) per scegliere tra cinque livelli di temperatura, compresi tra 150° e 230 °. Due sono le tecnologie su cui punta questo modello. La prima è la distribuzione uniforme del calore su tutta l’area delle piastre in ceramica, che permette di stirare (o ondulare) la chioma in tempi più brevi rispetto alla media. La seconda, ovviamente, è la tecnologia nanoe, che idrata i capelli mentre li stira (anche in questo caso grazie agli appositi fori).

A dimostrazione della presenza e dell’efficacia di questa tecnologia, la piastra nanoe presenta un odore e un rumore caratteristici all’avvio, tanto da poterci sembrare malfunzionante. Non preoccupatevi! Come spiegato nel manuale di istruzioni, l’odore è provocato dall’ozono generato durante la cattura e il rilascio di umidità. Il ronzio, invece, è testimone del fatto che l’apparecchio stia rilasciando Nanoe. Qualora non fosse possibile raccogliere l’umidità dell’aria per trasformarla in nanoe (perché l’ambiente è troppo secco), la piastra emetterebbe “semplicemente” ioni negativi, per combattere l’elettricità statica della chioma.

Infine, siamo piacevolmente colpiti anche dal sistema di sicurezza/risparmio energetico della piastra nanoe, che si spegne automaticamente dopo 60 minuti di inutilizzo. Come testimonia anche l’80% delle recensioni piastra Panasonic, è un apparecchio che ci aiuta a mettere in ordine la chioma in tempi brevi, lasciandola idratata e lucente.

Ci sentiamo di consigliarla? Viste le attuali offerte, decisamente si!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *