Cuffie Fresh ‘n Rebel Code ANC: recensione completa e opinioni

Fresh 'n rebel Code ANC

Fresche per davvero: abbiamo provato le Fresh ‘n Rebel Code ANC e vi diremo come suonano, come isolano e come vestono

È da un bel po’ di tempo che seguiamo appassionatamente Fresh ‘n Rebel, l’azienda olandese con sede a Rotterdam specializzata nella produzione di dispositivi elettronici. Di questo brand, in realtà, ci piace un po’ tutto. A cominciare dal fatto che sia sempre in prima linea in fatto di design, proponendoci dei dispositivi moderni, originali, in linea con le ultime tendenze dello streetwear, eppure peculiari e inconfondibili. In secondo luogo, la qualità dei materiali di produzione, e quindi l’ottimo rapporto qualità prezzo dei suoi dispositivi. Si tratta di pregi che abbiamo già avuto modo di apprezzare (e verificare!) nelle nostre recensioni sulle cuffie Clam, anch’esse testate personalmente, e degli auricolari Fresh ‘n Rebel usciti l’estate scorsa.

Questa volta, scendiamo in campo per raccontarvi tutto sulle Fresh ‘n Rebel Code ANC, le nuove cuffie Bluetooth con cancellazione del suono integrata. La loro release è recentissima, ma noi abbiamo già avuto la fortuna di provarle.

Non perdere il nostro articolo sempre aggiornato sulle migliori cuffie a conduzione ossea dell’anno.

Tutti i modelli di cuffie Fresh ‘n Rebel ANC:

1 Fresh ‘n Rebel Code ANC | Design

Iniziamo subito da una componente che, sebbene secondaria in fatto di headphones, è uno dei cavalli di battaglia del brand. Sono due le caratteristiche estetiche vincenti di Fresh ‘n Rebel, ed entrambe vengono preservate anche in questo nuovo modello. La prima è un design urban, che accosta componenti di diversa ispirazione (ora vintage, ora fortemente contemporanea) e combina materiali tra loro differenti. La seconda è una stupenda palette di colori, sia vividi che pastello, che ricoprono tutti i dispositivi in plain colour e si adattano a qualunque personalità e look. Anche se, dobbiamo ammetterlo, con una dichiarata predilezione per i più giovani.

La novità più lampante delle Fresh ‘n Rebel Code ANC è il fatto che si tratti di cuffie On ear, e non più Over ear, come erano le Clam e le Clam ANC. Ciò significa che i padiglioni hanno dimensioni notevolmente ridotte rispetto ai modelli precedenti, perché non circondano esternamente l’orecchio bensì ci si poggiano sopra. Ovviamente, questa scelta è legata a questioni di praticità.

Non solo le cuffie, nel loro complesso, sono più leggere (pesano 220 grammi, cioè 40 gr in meno delle loro precorritrici). Ma soprattutto, in generale, risultano molto meno ingombranti, tanto in borsa, così come in una tasca ampia, magari del cappotto.

Il branding dei dispositivi resta sobrio e delicato: ritorna l’immancabile granchio del logo nella parte esterna dei padiglioni in translucido e viene aggiunta la scritta “Fresh ‘n Rebel” nella parte superiore dell’archetto, anch’essa in translucido. Alle due estremità dell’archetto, la scritta “Code” tono su tono sostituisce quella che un tempo era “Clam”.

I padiglioni

Proprio per la loro compattezza, in questo modello i padiglioni non ruotano lateralmente di 90°: non sono per nulla soffocanti o invasivi, nemmeno se appendiamo le cuffie al collo. In compenso, essi continuano a piegarsi internamente di 70° o più, permettendoci di richiudere totalmente le cuffie su loro stesse, e far loro occupare il minimo spazio possibile. Tra l’altro, così come nelle Clam, i padiglioni sono anche leggermente basculanti: calzano a pennello e hanno una buona presa su qualunque forma e dimensione di orecchie e testa.

L’effetto collaterale di questa economia degli spazi, lungi dal compromettere l’isolamento acustico, potrebbe essere un minor comfort delle nostre orecchie. Anche le Clam si sorreggono per gran parte grazie alla presa sulle orecchie, con la differenza che queste vengono cinte dall’esterno. La pressione sull’elice effettuata dalle Fresh ‘n Rebel Code ANC, essendo più piccole, è ancora maggiore e, per chi possieda numerosi orecchini e piercing, a lungo andare potrebbe essere fastidiosa.

Un’insindacabile nota di merito è quella che riguarda, invece, il rivestimento dei padiglioni: Fresh ‘n Rebel è tra le poche aziende che utilizzano una pelle vegana. Oltre ad essere importante dal punto di vista etico, è una scelta valida anche per quanto riguarda il comfort. Questo materiale è morbidissimo e piacevole al tatto, per nulla sintetico e “plasticoso”, confortevole anche durante gli ascolti prolungati. La sua buona qualità è anche in grado di prevenire ed assorbire il sudore: un grande vantaggio, sia perché è possibile utilizzare le cuffie con un po’ di pioggia, sia perché, volendo, ci si può anche fare sport.

L’archetto

Rispetto alle Clam classiche e alle Clam ANC, non cambia solo la struttura dei padiglioni, ma anche quella dell’archetto. O meglio, ciò che cambia non è la sua composizione, per cui si utilizza, ancora una volta, il metallo, bensì il rivestimento. Se i modelli precedenti avevano utilizzato un tessuto sintetico e ampiamente imbottito, le Fresh ‘n Rebel Code ANC optano per un archetto sagomato rivestito in silicone. Anche in questo caso viene mantenuta curvatura non proprio omogenea, e i piccoli intagli interni che garantiscono elasticità e adattabilità alla struttura.

Effettivamente il progetto è efficace, poiché consente di distribuire il peso delle cuffie in maniera omogenea sulla testa, garantendo un comfort costante anche nei periodi di ascolto prolungato. Ad ogni modo l’archetto è estensibile da ambo i lati, quindi pensato per ogni circonferenza. Ovviamente, è molto difficile che l’archetto si mantenga totalmente sollevato rispetto alla testa, perché la forza di gravità lo porta sempre a cercare almeno un minimo di aderenza. Se non siete abituati alle cuffie voluminose, all’inizio questo peso potrebbe rivelarsi poco confortevole.

2 Cuffie Code ANC | Funzionalità

Bluetooth e ANC

Finalmente entriamo nel vivo della questione, analizzando l’efficienza di queste nuove cuffie. Le specifiche principali delle Fresh ‘n Rebel Code ANC sono il Bluetooth integrato e la funzione ANC, ovvero la cancellazione dei rumori esterni. Nulla da dire sulla connettività: i dispositivi individuano velocemente le Code e non è necessaria alcuna operazione preliminare.

Molto alte le prestazioni anche per quanto riguarda l’isolamento acustico, e non solo grazie all’ANC. Ciò che intendiamo è che queste cuffie attuano anche una buona cancellazione passiva: i padiglioni imbottiti bloccano fisicamente i suoni esterni, ed isolano bene il padiglione auricolare. Non ci credete? Provate a chiacchierare al telefono con indosso le Fresh ‘n Rebel Code: non riuscirete quasi a sentire la vostra stessa voce.

Con la modalità ANC attiva, le Code sono in grado di captare ed eliminare circa il 70% del rumore esterno: i due fattori in congiunto ci garantiscono un isolamento davvero notevole. Forse anche eccessivo! Per evitare la totale esclusione dal mondo esterno, che potrebbe anche essere pericolosa, alcune aziende hanno introdotto la modalità trasparenza, una sorta di cancellazione del rumore medio-bassa. Ciò è possibile grazie all’impiego di due diversi microfoni: uno rivolto verso l’esterno, che capta i rumori dell’ambiente circostante, e uno rivolto verso l’interno, che gestisce i rumori esterni in entrata (qui trovate un nostro articolo sulle migliori cuffie ANC a confronto).

Fresh ‘n Rebel non ha ancora adottato questa tecnologia, quindi noi vi consigliamo di attivare l’ANC solo quando necessario, evitandola, magari, quando siete nel traffico. Altra piccola pecca, soprattutto per i più sbadati, è che lo spegnimento dell’ANC non è automatico quando si spengono le cuffie: continua a “lavorare” e a consumare batteria.

Autonomia

Anche le Fresh ‘n Rebel Code possiedono la batteria integrata che, nonostante sia più piccola rispetto alle Clam, garantisce un’autonomia di circa 30 ore con l’ANC disattivato. È davvero un sacco di tempo! Con l’utilizzo dell’ANC, in compenso, l’autonomia praticamente si dimezza (15-16 ore circa), segno che questa tecnologia lavora seriamente e duramente. Questo significa che le Code sono più che adatte ad un ascolto prolungato, come quello durante un viaggio lungo. Nella vita di tutti i giorni, invece, sarà sufficiente ricaricarle una o due volte a settimana, a seconda della durata di utilizzo e della modalità selezionata. Il tempo utile alla ricarica completa è di sole due ore.

Microfoni e qualità audio

Per quanto riguarda le prestazioni dei microfoni, il brand ha migliorato progressivamente la propria tecnologia. Per questo le Fresh ‘n Rebel Code funzionano benissimo in chiamata, senza riverberi né disturbi tra gli interlocutori. Qualcosina ancora da migliorare c’è, ed è la capacità di isolare la voce parlante dal rumore esterno: negli smartphone è la vicinanza all’apparecchio che fa prevalere la voce sui suoni circostanti. Le Code, nonostante siano dotate di tecnologia Qualcomm Clear Voice Capture, fanno ancora un po’ di fatica ad isolare del tutto la voce.

Dal punto di vista della qualità del suono propriamente detto, nonostante i padiglioni siano più piccoli, l’audio è pieno e cristallino, soprattutto su alte e medie frequenze. I bassi, invece, sono piuttosto calibrati: presenti, ma non predominanti o eccessivi. Con l’attivazione dell’ANC andremo a perdere leggermente i bassi e anche qualche media frequenza, ottenendo però un perfetto isolamento acustico. Tutto sommato le cuffie sono potenti, ben equalizzate e garantiscono un’ottima spazializzazione del suono.

3 Cuffie Fresh ‘n Rebel Code | Unboxing

Come al solito Fresh ‘n Rebel dimostra un certo gusto per i dettagli. Nella confezione originale troviamo:

  • una comoda pochette in tessuto per il trasporto
  • il cavo AUX da 3,5 mm, in tinta
  • il cavo Micro USB per la ricarica, in tinta
Cuffie Fresh ‘n Rebel Code ANC: recensione completa e opinioni

Vediamo, nello specifico, quali sono i pulsanti presenti sui padiglioni e a cosa servono:

Padiglione destro

  • Pulsante di accensione/spegnimento: accendere e spegnere le cuffie (tap prolungato); attivare l’assistente vocale Google, Siri o Alexa (doppio tap)
  • Bilanciere del volume: alzare/abbassare il volume (tap singolo); switchare brano precedente o successivo (tap prolungato)
  • LED di stato: segnala se il dispositivo è acceso o spento
  • Jack da 3,5 mm per utilizzarle con dispositivi non dotati di Bluetooth

Padiglione sinistro

  • Pulsante di accensione/spegnimento ANC (tap prolungato)
  • Ingresso USB tipo C per la ricarica

4 Prezzi e opinioni

Le Fresh ‘n Rebel Code ci sembrano totalmente in linea con gli altri dispositivi del brand. Pur non essendo delle cuffie professionali, garantiscono un’ottima qualità audio, anche e soprattutto in relazione al rapporto qualità/prezzo. A proposito, il loro prezzo di lancio è di 99,99 €, ma online sono già soggette a sconti. Sono ideali per l’utilizzo ibrido, con e senza ANC, ovvero per chi desideri la riduzione del rumore ma sappia e voglia anche farne a meno. Autonomia e design semplicemente top.  

Quasi dimenticavamo di ricapitolare tutte le bellissime colorazioni Fresh ‘n Rebel Code: Storm Grey, Ruby Red e Steel Blue i toni forti, Dusty Pink, Misty Mint e Silky Sand quelli pastello. E voi, quale sceglierete?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *