Top 5 dei migliori tv 40 pollici 4K Smart aggiornata mensilmente

Dettagli
sistema operativo, definizione
parametri preconfigurati
Dettagli
prezzo
parametri preconfigurati
Dettagli
prezzo
entry level
Dettagli
colori, contrasti
audio
Dettagli
connettività
colori

Come scegliere una smart tv da 40 pollici 4k senza sorprese? Ecco la selezionatissima top 5 sempre aggiornata dei migliori modelli dell’anno

Nonostante l’enorme successo raggiunto dai tv 70 pollici, tv 60 pollici e tv 50 pollici, gli schermi da 40 pollici continuano ad essere molto richiesti. Ecco perché abbiamo stilato per voi una lista di modelli di miglior tv 40 pollici: sono eleganti, compatti e indubbiamente più economici. Di sicuro continuano ad essere la scelta ideale per chi non abbia a disposizione tantissimo spazio, oppure sia soggetto a frequenti trasferimenti. Le loro dimensioni, infatti, li rendono adatti a qualunque ambiente di medie dimensioni, e ci permettono di spostarli in tutta facilità. In compenso, questi modelli non sempre sono dotati delle tecnologie più avanzate, come ad esempio l’OLED o il Dolby Atmos, riservate ai modelli più grandi e costosi. Per questo è molto importante valutare con attenzione tutte le specifiche di cui un modello dispone, anche e soprattutto in base alle nostre esigenze.

In questo articolo scopriremo quali siano i migliori tv 40 pollici attualmente presenti sul mercato, una top 5 che viene costantemente aggiornata. Specifichiamo sin da subito che i 40 pollici “tondi” vengono sempre più spesso sostituiti dai 43 pollici, per questo la nostra classifica sarà un ibrido di queste due categorie. Inoltre, scopriremo insieme tutte le caratteristiche tecniche che un miglior tv 40 pollici dovrebbe possedere, nonché le differenze che intercorrono tra le varie tecnologie.

1 Miglior tv 40 pollici 2021: I migliori modelli

  • Sharp Aquos 40BN6E (40″): Questa tv gode di un buon rapporto qualità prezzo, soprattutto rispetto alle sue specifiche. In particolare, il suo punto di forza è il sistema operativo Android, che garantisce tutte le funzionalità Smart ad alte prestazioni. La navigazione web è fluida e agevolata dai comandi vocali. Un’incredibile esperienza visiva è garantita dall’altissima definizione delle immagini, buoni illuminazione e contrasto. I parametri di calibrazione sono preconfigurati, quindi abbiamo pochissima libertà di manovra sui valori HDR.
  • Hisense 40AE5500F (40”): È il miglior tv 40 pollici per rapporto qualità prezzo, costituendo un modello da battaglia di fascia medio-bassa. Nonostante il suo costo sia molto contenuto, vengono garantite una buona esperienza visiva e tutti i valori essenziali di una tv moderna, funzionalità Smart compresa. Un modello “senza infamia e senza lode”, se vogliamo, che non fa parlare di sé né in bene né in male. Questo modello non possiede una grande varietà di strumenti di calibrazione e non concede grande autonomia circa la gestione dell’HDR.
  • Samsung Q60R (43”): Un ottimo tv 43” in quanto QLED più economico in assoluto: il suo display possiede centinaia di nits per configurare la luminosità. Buono anche il tempo di risposta degli input e ottima la piattaforma intelligente reattiva, che garantisce una navigazione fluida. Pur essendo un QLED, costituisce comunque un entry-level: le specifiche sono comunque inferiori rispetto agli altri prodotti dell’azienda.
  • Sony KD-43XH8096 (43”): Migliore tv 40 pollici per qualità del display. Si tratta di un 4K che supporta HDR, dotato di sistema Android TV, che permette di guardare i film in Blue-Ray al massimo della risoluzione. I colori sono vividi, i contrasti profondi e le immagini realistiche. Essendo un modello economico, è privo di Acustic Multi Audio, Dolby Vision e HDR10+.
  • Samsung Crystal UHD 4K TU7190 (43”): Questo modello 4K spicca tra i migliori tv 40 pollici per funzionalità Smart e connettività wireless. Si tratta di un modello economico che punta tutto sull’esperienza di navigazione e di gaming, senza rinunciare ad una buona resa d’immagine. Le specifiche del display non sono il massimo: colori e nitidezza non paragonabili ad un OLED.

Come abbiamo selezionato i migliori tv 40 pollici?

È molto complicato, e forse impossibile, conferire il titolo di miglior tv 40 pollici in assoluto. La ragione è che, obiettivamente, non può esistere un televisore perfetto sotto tutti i punti di vista. Piuttosto, questa valutazione dipende molto dalle nostre aspettative e necessità, nonché dall’impiego che abbiamo intenzione di farne. Per questo motivo, abbiamo stilato una top 5 ibrida, che proponesse modelli di miglior tv 40 pollici di indubbia qualità e relativamente recenti. Per lasciare a tutti un ampio margine di scelta, abbiamo poi selezionato prodotti che possiedono punti di forza differenti. Alcuni sono forti sulla risoluzione, altri sulla connettività, altri hanno un prezzo particolarmente competitivo.

2 Come scegliere il miglior tv 40 pollici

Quale dimensione preferire?

Per capire quale sia il miglior tv 40 pollici per la tua casa, è necessario fare preventivamente due conti. Gli schermi di questi televisori, infatti, possiedono una diagonale di circa 100 cm: ciò significa che la distanza ideale per guardarli è di circa 2,5 m. Proprio per questo motivo, tantissimi acquirenti sono alla ricerca della migliore tv 40 pollici: è molto versatile e si adatta facilmente alle dimensioni del soggiorno o della camera da letto.

La maggior parte dei rivenditori ascrive alla categoria miglior tv 40 pollici anche i modelli da 43”. Si tratta di una differenza abbastanza trascurabile in termini di dimensioni, ma notevole per quanto riguarda la risoluzione del display. Nella maggior parte dei casi, infatti, è solo a partire da questa grandezza che gli apparecchi dispongono del 4K.

Se avete già un’idea su dove collocarla, vi consigliamo di prendere scupolosamente le misure del luogo in cui verrà posizionata. Infatti, non sono solo i pollici a determinare l’ingombro, ma anche il design, compresa l’ampiezza della cornice dello schermo e la profondità dell’apparecchio.

Risoluzione

Sicuramente la risoluzione è il parametro più importante per decretare quale sia il miglior tv 40 pollici. Infatti, questo valore si riferisce al numero di pixel presenti nello schermo, orizzontalmente e verticalmente, e quindi è direttamente proporzionale alla qualità delle immagini. Più pixel possiederà un dato schermo, più alta sarà la risoluzione della tv e più le immagini saranno chiare e nitide.

Come possiamo immaginare, la risoluzione è una specifica che, nel mondo delle tv, è in costante aggiornamento. Sino a qualche anno fa, la stragrande maggioranza di apparecchi presenti in commercio era caratterizzata dalla risoluzione Full HD, acronimo di High Definition. Ciò significava che gli schermi da 1920 x 1020 pixel erano considerati ottimi in termini di restituzione dell’immagine, anche nel caso venissero trasmessi programmi in diretta.

Di recente questa tecnologia è stata superata dal cosiddetto miglior tv 40 pollici 4K. Questa sigla, 4K, indica che il display possiede il quadruplo dei pixel rispetto ad un modello Full HD. Questi televisori sono detti Ultra HD, e per fortuna sono sempre più diffusi, quindi anche i loro prezzi sono abbastanza accessibili.

Cos’è la tecnologia HDR?

Anche l’acronimo HDR, che sta per High Dynamic Range, è un parametro che si riferisce alla risoluzione del display. Tuttavia questa tecnologia, che al momento è la più avanzata in assoluto, necessita di qualche parola in più. Si tratta di una tecnologia presa in prestito direttamente dal mondo della fotografia, ed in particolare dalle foto ad alta gamma dinamica. Si tratta di un insieme di scatti, effettuati con parametri di esposizione differenti, che poi vengono sommati sino a costituire un’unica fotografia dal grande impatto visivo. Senza dubbio, un super potere da ricercare nella scelta del miglior tv 40 pollici.

Applicata all’ambito del video, la tecnologia HDR fa davvero miracoli: se l’Ultra HD “si era limitato” a quadruplicare il numero di pixel, l’HDR migliora la qualità di ogni singolo punto. L’obiettivo, come intuibile, è quello di dotare gli schermi di una capacità sinora propria solo dell’occhio umano. Stiamo parlando dell’abilità di percepire la vastissima gamma di luci, ombre e contrasti che appartiene al mondo reale.

La tecnologia HDR applicata al mondo dei televisori agisce per lo meno su due livelli distinti. Da un lato, concede al display una luminosità decisamente più elevata rispetto alla media, grazie all’introduzione di nuovi driver e LED. Dall’altro, usufruendo del pannello 10 bit, aggiunge anche tantissimi toni intermedi alla sua palette originaria. Per avere un’idea più concreta di ciò di cui stiamo parlando, ragioniamo in percentuale: i televisori Full HD riescono a riprodurre solo il 35% dei colori presenti in natura, quelli HDR dal 54% al 76%, dipendendo dal pannello a 10 o a 12 bit.

Pannello a 8 o a 10 bit

Cosa indicano i bit di un pannello tv? Se sei interessato alla risposta, sei un utente consapevole e vuoi essere sicuro di ciò che stai acquistando. Il numero di bit di un pannello tv ci dà importanti informazioni circa la quantità di sfumature che il display è in gradi di riprodurre. 8 bit equivalgono a 256 livelli disponibili per ognuno dei colori primari, il che significa poter impostare luminosità e contrasto in valori compresi tra 16 (nero) e 235 (bianco). Questa gamma, propria della maggior parte dei televisori tradizionali, causa spesso il color banding, ovvero degli stacchi netti tra un colore e l’altro sul display.

I pannelli a 10 bit, invece, estendono la gamma di colori a disposizione: si passa a 1024 livelli, compresi tra i valori 64 (nero) e 940 (bianco). In poche parole, i pannelli a 10 bit sono in grado di operare su un intervallo quattro volte maggiore, e quindi quadruplicare la sua capacità di riprodurre le sfumature di colore. Siccome l’HDR punta a preservare al massimo la qualità sia dei colori chiari sia di quelli scuri, senza privilegiarne uno più di un altro, il pannello a 10 bit le risulta estremamente utile, quasi necessario. Possiamo affermare, dunque, che il miglior tv 40 pollici sarà sicuramente un HDR10, dove 10 sta, appunto, per il numero di bit del pannello. Reperirlo è difficile, ma non impossibile.

Upscaling Process: quanto influisce sulla resa?

Spesso, quando si parla di miglior tv 40 pollici 4K, si sente anche parlare di upscaling. Si tratta di una procedura che non tutti i televisori sono in grado di attuare, tantomeno quelli di dimensioni più contenute. La parola Upscaling indica la capacità dell’apparecchio di migliorare la qualità dell’immagine originaria. Ovviamente, per essere in grado di compiere un tale lavoro, il dispositivo dev’essere un Ultra HD 4K. In realtà, se c’è troppa discrepanza tra la qualità della trasmissione e quella della tv, comprese le sue dimensioni, l’immagine potrebbe apparire anche più sgranata. Ma al giorno d’oggi è difficile imbattersi in contenuti che non possiedano un’ottima qualità di partenza.

Dolby Vision e HDR10+

L’HDR non può cambiare la sua implementazione a seconda dei singoli frame, ma rimane la stessa dall’inizio alla fine del contenuto. Al contrario, Dolby Vision è la tecnologia nata per supportare i metadati dinamici. Ciò significa che la tv riconfigura i suoi parametri di luminosità e contrasto in ogni singola scena, per garantire in ogni momento la migliore esperienza visiva possibile. Ovviamente, nell’ambito del miglior tv 40 pollici, ne consegue anche una maggiore definizione dei dettagli.

Anche la tecnologia HDR10+ nasce come evoluzione del formato base HDR, pensato per inserire metadati dinamici ad un video HDR e variare i parametri sequenza per sequenza. A differenza del Dolby Vision, i cui diritti appartengono, appunto, a Dolby, l’HDR10+ è un software open source, che può quindi essere utilizzato da ogni produttore in maniera gratuita. Ovviamente, questo risparmio da parte del produttore si traduce anche in un prezzo finale inferiore. Infine, la tecnologia Dolby Vision supporterebbe anche i pannelli a 12 bit, che ad oggi comunque non esistono. In poche parole, sembrerebbe avere un margine di crescita maggiore.

Schermo piatto o curvo?

Se vi state chiedendo quali siano le differenze tra queste due tipologie in termini di qualità dell’immagine, vi sorprenderà scoprire che non ve ne sono. Dal punto di vista strettamente tecnico, uno schermo curvo non apporta nulla all’esperienza visiva. Si tratterebbe, quindi, di una scelta legata soprattutto al vostro gusto estetico, allo stile della vostra casa e così via.

Tuttavia, di fatto, lo schermo curvo attua un cambiamento importante nel campo della percezione ottica. Ciò che cambia è l’angolo visione, ovvero la capacità dell’occhio di captare un’immagine in maniera nitida a seconda (o a prescindere) dalla nostra posizione. Ovviamente, sotto quest’aspetto, lo schermo curvo possiede un raggio maggiore, e quindi una marcia in più. Ad ogni modo, è abbastanza difficile che il miglior tv 40 pollici possieda uno schermo curvo: si tratta di una caratteristica che rende di più sugli apparecchi di dimensioni maggiori.

LCD, LED e OLED: le differenze

Meglio una tv LED o OLED? un Facciamo un po’ di chiarezza su queste nomenclature, che si riferiscono alle specifiche tecniche dello schermo. Le tipologie LCD sono state ormai quasi totalmente sostituite dai loro successori, gli schermi LED. Quando parliamo di miglior tv led 40 pollici, ci stiamo riferendo a un apparecchio con display LCD retroilluminato con LED (Light Emitting Diode).

La sua evoluzione è stata l’OLED, il cosiddetto (traducendo) diodo organico a emissione di luce. In questo schermo i pixel sono composti di una materia organica che viene illuminata dagli impulsi elettrici. In poche parole, essendo i pixel “autoilluminanti”, non necessitano di retroilluminazione. Il risultato? Un contrasto infinito, dal momento che il nero è costituito dai pixel spenti e non da un pixel acceso che “imita” il colore nero.

Infine, parliamo di QLED (Quantum Dot LED, ovvero schermo a punti quantici) quando parliamo del miglior tv 40 pollici Samsung. Proprio così, si tratta di una nomenclatura introdotta e utilizzata esclusivamente da questo produttore, per descrivere i suoi nuovi TV LED. In realtà si tratta, semplicemente, di display LCD retroilluminati con LED, anche se con una eccezione. Tra lo schermo e la retroilluminazione, infatti, è stato posto un filtro con nano particelle di punti quantici che rispondono agli impulsi elettrici. Per questo, i display QLED offrono centinaia di nits (unità di misura della luminosità) in più rispetto ai pannelli LED, e possiedono un filtro quantum che migliora il contrasto in 4K. Il risultato è la restituzione di colori molto vividi e puri. In sostanza: un QLED è una buona via di mezzo tra un LED ed un OLED.

Qualità dell’audio

Abbiamo consultato tantissimi pareri e su una cosa, purtroppo, sembriamo essere tutti d’accordo: all’avanzamento delle tecnologie in fatto di video non corrispondono altrettante evoluzioni nel settore audio. Non che i migliori tv 40 pollici presentino un brutto suono, ovvio, ma non hanno niente a che vedere con la pienezza di un Dolby da cinema, per intenderci. Una spiegazione potrebbe anche essere quella che vede le case produttrici impegnate a produrre apparecchi specifici e tecnicamente avanzati esclusivamente per gli amanti del suono più esigenti. Sempre più spesso gli utenti optano per l’acquisto di una o più soundbar o di sistemi home theatre per un suono da pelle d’oca.

Connettività

Chi più ne ha più ne metta! Uno dei vantaggi della smart TV è quello di potersi connettere ad altri dispositivi, e non esclusivamente da remoto. A tal fine, è bene accertare preventivamente che il nostro miglior smart tv 40 pollici disponga almeno di 2 ingressi USB e di una o due porte HDMI. In questo modo si potrà collegare almeno una consolle di gioco e uno o più dispositivi per beneficiare della visione in streaming. Trattandosi di un apparecchio dotato di connettività, e quindi con Wi-Fi integrato, potrebbe anche possedere l’ingresso ethernet, da collegare al router domestico tramite l’apposito cavo. Gli ingressi sono tra le cose che ci migliorano sempre la vita, permettendo un utilizzo più dinamico e fluido dell’apparecchio. Quindi, nel dubbio, meglio abbondare!

Sistema operativo

Il sistema operativo della tv può cambiare da modello a modello, proprio come avviene per gli smartphone. A proposito di smartphone, sono sempre di più le aziende produttrici che dotano i propri apparecchi del sistema operativo Android, che ne permette un utilizzo non solo semplice, ma anche molto ampio. Nella scelta del miglior tv 40 pollici, noi vi consigliamo di optare per uno di questi modelli. I televisori dei brand che hanno puntato su un sistema personalizzato, in compenso, spesso lasciano molta meno libertà di azione. La ragione è legata soprattutto a questioni di compatibilità con il dispositivo connesso che, qualora mancasse, potrebbe creare non poche seccature. Sony, ad esempio, utilizza il sistema operativo Android per la stragrande maggioranza dei suoi modelli, mentre Samsung punta su Tyzen, tutto sommato soddisfacente. Anche Hisense fa da sé, con il Vidaa U, fluido, semplice e rapido.

Parliamo di Gaming

Ovviamente, scegliendo il miglior tv 40 pollici, non sarà difficile aggiudicarsi anche un buono schermo per le avventure di gaming. Anzi, se cerchiamo un apparecchio dalle funzioni ibride, con cui possiamo anche giocare, magari da mettere in camera, forse dovremmo proprio sceglierlo tra i migliori tv 40 pollici. Verificata la presenza della porta HDMI, non sarà un problema collegarlo alla consolle. Se invece desideriamo soltanto monitor che serva esclusivamente per PlayStation e Xbox, meglio optare per un modello specifico.

Quando costa oggi una smart tv 40 pollici?

Dando un’occhiata alle offerte online ci si rende conto che il mercato dei miglior tv 40 pollici è davvero vario e diversificato, anche a livello di prezzi. Ovviamente, di solito i modelli più costosi sono quelli prodotti dai marchi più celebri o quelli con tecnologie più avanzate (OLED, HDR e simili). La risoluzione, nello specifico, gioca un ruolo fondamentale in questa partita, ecco perché è così importante analizzare con attenzione tutte le specifiche di un apparecchio.

In generale, possiamo dire che per aggiudicarsi un buon apparecchio avremo bisogno almeno di 300-450 €, a seconda che abbiamo la fortuna di trovarlo in offerta o meno. Se, invece, puntiamo al il miglior smart tv 40 pollici, potrebbero volercene anche 600 €. Ovviamente, per essere certi di aggiudicarci una tv al miglior prezzo possibile, dovremmo sempre controllare il prezzo Amazon, che è spessissimo soggetto a sconti.

3 Sharp Aquos 40BN6E | 40”

Tra i modelli più venduti su Amazon c’è questo Sharp Aquos 40BN6E, che effettivamente merita una menzione come miglior tv 40 pollici 4k. Oltre all’ottima risoluzione dello schermo, che è appunto un Ultra HD con pannello a 10 bit, spiccano le sue funzioni Smart. Non a caso il sistema operativo utilizzato è quello Android, che abbiamo visto essere il più ricco di risorse e quello che offre una vasta gamma di possibilità e applicazioni.

Questa tv Sharp emerge tra i migliori smart tv 40 pollici perché estremamente reattiva e veloce nella navigazione, nonché facilmente utilizzabile anche tramite comandi vocali. È possibile scaricare app direttamente dal Playstore, utilizzare Google Assistant e accedere facilmente a tutte le piattaforme di streaming. Tra le altre qualità positive ci sono il Dolby Atmos, che garantisce un suono più che buono, e la presenza di numerosi ingressi audio e video (USB, Wi-Fi, Chromecast, HDMI, SD, uscita audio analogica, ottica digitale).

Uniche pecche sono i parametri HDR, che non lasciano molto raggio d’azione, e il setting di fabbrica di video e audio, che andrà regolato e migliorato manualmente. L’ideale per chi desidera il massimo che il miglior smart tv 40 pollici possa offrire, senza troppe pretese in fatto di risoluzione e senza spendere una fortuna.

4 Hisense H40BE5500 | 40”

L’Hisense H40BE5500 è tra i modelli di miglior tv 40 pollici soprattutto per il prezzo competitivo (tra l’altro attualmente oggetto di sconto Amazon del 20%). La risoluzione non è straordinaria, ma si tratta comunque di un modello Full HD, arricchito, tra l’altro, dal Processore Master Pro e dalla funzione Natural Colour Enhancer. Il risultato? Colori ricchi, vividi e vivaci, oltre che una maggiore fluidità nelle scene d’azione. Inoltre, anche l’angolo di visione è molto ampio (178°), quindi garantisce una perfetta visuale a prescindere dalla nostra posizione.

Buona la funzionalità Smart, che fa capo al sistema operativo Vidaa U, semplice e veloce. Sulla tv sono già installate le app più celebri di streaming, e grazie alla connettività wireless e Wi-Fi, è anche possibile navigare sul web. Completa la gamma delle porte di ingresso, che include, tra gli altri, 2 ingressi HDMI, USB, Wi-Fi, ethernet, e uscita audio analogica. Un po’ carente la potenza degli altoparlanti, che possiedono solo 14 Watt di potenza in uscita. Questo modello Hisense sarà il miglior tv 40 pollici per chi voglia risparmiare e per gli appassionati di gaming.

5 Samsung Q60R | 43″

Il Samsung Q60R è senza dubbio il miglior tv 40 pollici QLED in termini di convenienza. Parliamo, infatti, del QLED entry-level da 43”, ottimo per guardare contenuti HD/SDR. Tra le sue doti ci sono sicuramente il fatto di essere una smart tv, e quindi il basso ritardo di input e la piattaforma intelligente reattiva. Nonostante il prezzo basso, si differenzia dalle tv economiche proprio per velocità e fluidità della navigazione.

Ad ogni modo, questo modello non è comparabile con i suoi fratelli maggiori: è infatti privo delle migliori funzionalità Samsung. Manca, per cominciare, la tecnologia LED Full-array per l’illuminazione, così i LED sono situati nel bordo dello schermo. E manca anche la OneConnect Box per tenere i cavi in ordine. In definitiva, è il miglior tv 40 pollici per chi desideri un QLED economico e veloce e per gli appassionati di gaming.

6  Sony KD-43XH8096 | 43″

Il Sony KD-43XH8096 è senza dubbio il miglior tv 40 pollici 4k a livello di risoluzione e fedeltà nella riproduzione. Se siete degli inguaribili esteti non potete non rimanerne affascinati da questo modello 43”, il più piccolo ed economico della categoria. L’altissima qualità delle immagini è garantita da uno schermo Ultra HD, dotato di retroilluminazione Edge LED con tecnologia TRILUMINOS e con angoli di visione di 178°. Gioca un ruolo importante anche il sistema 4K X-Reality PRO, che sfrutta l’avanguardistica tecnologia upscaling per mettere in risalto tutti i dettagli video. Infine, è anche grazie alla presenza della tecnologia HDR, se questo è il miglior tv 40 pollici, paragonabile quasi ad un OLED.

Anche in questo caso parliamo di una Smart Tv dotata di sistema operativo Android e comprensivo di assistente vocale Google, con tutta la libertà di manovra che comporta. Parliamo, ovviamente, della possibilità di scaricare app, dello streaming sulle principali piattaforme e della navigazione web. Rispetto ai modelli più evoluti, mancano invece il Dolby Vision e l’HDR10+. Consigliata per chi consideri la qualità dell’immagine una priorità assoluta, senza dover rinunciare alle comodità di una Smart TV.

7 Samsung Crystal UHD 4K TU7190 | 43″

Sigillo Amazon’s Choice, prezzo super competitivo e un processore ultra rapido per gli appassionati di gaming. Sono queste le caratteristiche che fanno del Samsung TU7190 il miglior tv 40 pollici (43”, per l’esattezza) per chi desideri il meglio della connettività e dei servizi Smart. Senza dubbio tra i migliori smart tv 40 pollici 4k, possiede un menu semplice e scattante, e non rinuncia alla qualità dell’Ultra HD. Anzi! L’immagine viene ottimizzata al massimo dal pannello Crystal Display 4k e dalla tecnologia di upscaling, per colori vividi e pieni. Anche gli angoli di visione sono molto buoni.

Per quanto riguarda la connettività, la tecnologia Bluetooth permette di collegare la tv a soundbar o altri dispositivi. Con un cavo HDMI di tipo HDCP 2.2., invece, ci si può connettere una console di ultima generazione: il televisore la rileverà subito automaticamente, ed entrerà immediatamente in gaming mode. È addirittura possibile utilizzare il suo telecomando per navigare all’interno del menu PlayStation. Insomma, è senza dubbio il miglior tv 40 pollici per rapporto qualità prezzo, sempre che l’utente desideri un apparecchio che non ha superpoteri specifici, ma possiede buone specifiche sotto tutti i punti di vista.

Articolo scritto in collaborazione con Giovanna Paiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *