Migliori tv 4K da 50 pollici

Migliori tv 4K da 50 pollici: i modelli al miglior rapporto qualità prezzo

Guida all’acquisto dei migliori tv 4K da 50 pollici, aggiornata in base ai prezzi, alle opinioni e alle recensioni degli utenti

Sebbene tutti sogniamo di poter possedere, un giorno, un tv 60 pollici o, ancor meglio, un tv 70 pollici, la maggior parte di noi è costretta ad accontentarsi di un modello da 40 pollici o da 50 pollici. Sono infatti questi i modelli richiestissimi dalla maggior parte dei comuni mortali, ovvero da chi possieda un soggiorno o una stanza da letto di medie dimensioni. Ma scegliere il miglior tv 50 pollici, ad oggi, significa davvero accontentarsi? Noi crediamo di no.

I migliori tv 50 pollici sono dotati delle più recenti tecnologie, volte ad ampliare l’offerta di contenuti e operazioni e a migliorare costantemente la qualità dell’immagine. Di conseguenza, se doveste affrontare un investimento a breve o medio termine, uno dei nuovi tv 50 pollici sarebbe un’ottima scelta. Non sempre, insomma, bisogna scegliere il televisore della vita, per essere felici. A volte è possibile risparmiare un po’ ed ottenere gli stessi servizi e la stessa qualità di un modello più grande.

Ecco perché abbiamo deciso di aiutarvi nell’ardua scelta di una nuova tv. In questo articolo, infatti, scopriremo quali siano i migliori tv 50 pollici ad oggi disponibili sul mercato. Come? Stilando una TOP 5 che aggiorneremo costantemente per tenervi sempre al corrente delle ultime novità. Ovviamente, non poteva mancare una guida all’acquisto completa, in cui spieghiamo la differenza tra tutte le specifiche tecniche dei vari modelli e l’abc del miglior televisore 50 pollici.

Classifica miglior 50 pollici: migliori modelli

  • LG UHD TV 49UN71006LB: senza dubbio il miglior tv 50 pollici per rapporto qualità prezzo, almeno nella versione da 49” (siamo lì!). Il pannello IPS garantisce un buon angolo di visione e una risposta sulle scene in movimento superiore alla media degli entry level. Per lo stesso motivo si presta perfettamente al gaming, come e più di alcuni top di gamma. Ottime le funzionalità Smart grazie al sistema operativo WebOS. In compenso, è privo di local dimming e i contrasti sono piuttosto mediocri. Anche l’HDR non è il massimo ma, tutto sommato, in relazione al prezzo la qualità dell’immagine è più che buona.
  • Samsung TV TU8070: la miglior smart tv 50 pollici per prezzo competitivo e qualità dell’immagine: lo schermo Crystal Ultra HD ha una risoluzione che non ci aspetteremmo a questo prezzo. La luminosità non è altissima, ma il contrasto è alto e i neri sono molto profondi. La navigazione Smart sul sistema operativo Tizen è fluida e offre tantissime possibilità, anche l’input lag per il gaming è ottimo. Essendo un entry level, non possiede il dual LED e, pertanto, ha una gamma di colori meno ampia.
  • Samsung TV TU8500: l’entry level dei dual LED, e come tale offre una gamma di colori molto ampia, un contrasto molto alto e un’ottima luminosità, anche grazie all’HDR. Anche il tempo di risposta è piuttosto breve, quindi le immagini in velocità o movimento scorrono fluide e senza disturbi. Specificamente per il gaming, è dotata di modalità game plus. L’angolo di visione è limitato e la riproduzione di tinte molto sature è compromessa dalla mancanza dei quantum dot.
  • Philips TV Ambilight 50PUS7805/12: pur essendo l’entry level proposto da Philips per la categoria smart tv, ha un’ottima risoluzione grazie ai formati HDR avanzati e alla tecnologia Ambilight, che sfruttano al meglio il pannello LCD Ultra HD Direct LED. Buono il sistema operativo Saphi, con Alexa integrata su telecomando. Provvisto di Dolby Atmos e di Dolby Vision, non ha, a differenza dei modelli più avanzati, il DTS Play-Fi. Ottimo per assistere a film, tv series e sport.
  • Sharp Aquos 50BN6EA: la migliore smart tv 50 pollici per qualità prezzo, grazie al sistema operativo Android 9.0 che garantisce alte prestazioni ed offre ancora più contenuti. La navigazione è semplice e scorrevole, oltre che agevolata da Google Assistant. La risoluzione delle immagini è piuttosto alta per un tv appartenente a questa fascia di prezzo, ed è in continua evoluzione all’interno dell’azienda. Buoni anche i sistemi audio curati da Harman, nota dolente di molti modelli anche più costosi.

Come abbiamo selezionato i migliori tv 40 pollici?

Per stilare la classifica miglior 50 pollici abbiamo raccolto tantissime opinioni online, basandoci su pareri sia di esperti che di “semplici” utenti. Ci siamo concentrati sui prodotti disponibili al miglior rapporto qualità-prezzo, ovvero caratterizzati da una innegabile qualità di base e da prezzi molto competitivi.

Per questo motivo, tutti i nostri migliori tv 50 pollici sono degli entry level, i modelli base proposti dalle aziende per chi voglia risparmiare. Questa definizione, però, non è da intendersi in senso assoluto, ma sempre relativo alla tecnologia di cui parliamo. Ad esempio, se leggiamo “Crystal UHD entry level” non significa che ci troviamo al cospetto del modello “più scarso” dell’intero marchio. Al contrario, è il modello più economico che possiede quella tecnologia.

Al netto di una buona qualità di base, imprescindibile per qualsiasi utente, abbiamo provato a selezionare per voi i migliori tv 50 pollici in maniera diversificata. Alcuni spiccano per qualità e risoluzione dell’immagine, altri per le innumerevoli funzionalità Smart, altri ancora non eccellono in alcuna di queste caratteristiche ma garantiscono buone prestazioni in tutti i campi.

Come scegliere tra i migliori tv 50 pollici

Dimensioni

Come sicuramente saprete o avrete sentito dire, le dimensioni di un televisore si esprimono in pollici, un’unità di misura che non si riferisce a larghezza o altezza dello schermo, bensì alla sua diagonale. Nei modelli da 50” la diagonale misura, in genere, circa 126 cm. Si tratta di un valore da tenere in considerazione non tanto per l’ingombro in sé, quanto per la resa della tv in termini di risoluzione dell’immagine e, soprattutto, di distanza dal punto in cui la si guarda.

Se volete sapere quale tv da 50 pollici comprare, dovrete innanzitutto prendere le misure del vostro soggiorno. Se l’ambiente è ristretto e non avete la possibilità di allontanarvi troppo dall’apparecchio, forse sarebbe meglio optare per uno schermo più piccolo. Dopotutto, è l’alta risoluzione che permette a colui che assiste alla tv di “prendere le distanze”.  Quindi anche un 40” potrebbe fare al caso vostro.

Risoluzione

Quando si inizia a parlare di risoluzione, di solito, i dati ci sfuggono di mano e tutto inizia ad essere vago e confuso. Non disperiamo! Partendo dalle basi, questo parametro si riferisce alla qualità dell’immagine in termini di nitidezza, ed è espressa in pixel. Quando leggiamo, ad esempio, risoluzione di 3840 x 2160, questo valore ci sta indicando il numero di pixel posseduti dallo schermo, in orizzontale e in verticale. Maggiori sono questi numeri, più quello sarà il miglior tv 4K 50 pollici. Più che a queste cifre, però, possiamo affidarci ad altre diciture, più moderne, per capire quale sia la qualità di un televisore odierno.

Sino a qualche anno fa, il Full HD (la “piena alta definizione”) era considerato il meglio che la tecnologia avesse saputo fare in termini di risoluzione (che contava solo di 1920 x 1020 pixel). Adesso, come avrete notato, sempre più spesso sentiamo parlare del miglior tv 4k 50 pollici. Cosa significa 4K? Significa che lo schermo possiede il quadruplo di pixel rispetto ad un modello Full HD, quindi il quadruplo della definizione. Quindi, quando sentiamo parlare di 4K, o di Ultra HD (sono sinonimi), d’ora in avanti sapremo subito che si tratta di uno dei nuovi tv 50 pollici, ad altissima risoluzione.

Cosa significa HDR?

Sempre più spesso nelle descrizioni dei migliori tv 50 pollici troviamo anche questa sigla. Cosa significa? Anch’essa è una tecnologia in costante avanzamento per migliorare sempre più la risoluzione dell’immagine, avvicinandosi sempre più a come vediamo il mondo “ad occhio nudo”. Come è possibile? Andando a lavorare su ogni singolo pixel, anziché sulla totalità dello schermo. Infatti, l’HDR, acronimo di High Dynamic Range, non regola soltanto la luminosità e il contrasto di tutta l’immagine, bensì i parametri migliori per ogni punto.

Si potrebbe tradurre con quello che in fotografia, campo da cui questa tecnologia prende spunto, chiamiamo doppia esposizione o esposizione multipla. Il risultato è un’immagine ricca di sfumature e contrasti che emula il più possibile la ricchezza cromatica presente in natura. Questo si traduce in luminosità molto più elevata, contrasti molto più forti (e quindi neri più intensi) e anche una gamma di colori più vasta, nel caso in cui sia associata ad un pannello a 10 bit. Insomma, i migliori tv 50 pollici solo almeno dotati di HDR, se non di tecnologie ancora più avanzate, come il Dolby Vision o l’HDR10+.

Dolby Vision e HDR10+

Chiaramente, quando una fonte trasmette un programma ad un apparecchio, gli trasmette anche le informazioni tecniche del video che sta trasmettendo. Esse sono fondamentali perché la tv possa rielaborarle e tradurle, a sua volta, in contenuti quanto più possibile fedeli all’originale. Questo meccanismo è alla base anche della tecnologia HDR, che rileva il pixel più luminoso della fonte e la media della luminosità del video madre. Una volta ottenute queste informazioni, detti metadati statici il televisore vi adatta l’intero contenuto: quei parametri, tradotti, resteranno invariati per tutto il film.

Diverso è il discorso per i migliori tv 50 pollici, i cosiddetti Dolby Vision o HDR10+. Queste tecnologie si basano su metadati dinamici, che riescono a calcolare questi parametri di luminosità e riadattarli ad ogni singolo frame del film. Ciò significa ottenere luminosità e contrasto ideali in ogni scena, e non “accontentarsi” di un unico settaggio effettuato su tutto il contenuto, invariato dall’inizio alla fine. Infine, diremo che l’unica differenza sostanziale tra Dolby Vision e HDR10+ sta nei diritti di copyright: il primo appartiene a Dolby, ed è più costoso per i produttori; il secondo è un open source.

Color banding e HDR10

Quante volte, vedendo un film sul pc, avete notato degli strani aloni che delimitavano delle zone di colore? Questo succede soprattutto se la scena del video è molto chiusa e ricca di contrasto, ovvero se c’è solo una luce forte che illumina una stanza totalmente buia. Bene, vi siete confrontati con un chiaro esempio di Color banding, una seccatura cui i pannelli a 10 bit, sostituendo quelli a 8 bit, mirano a porre fine.

In questi casi, infatti, il pannello dello schermo non ha a disposizione abbastanza colori per riprodurre tutte quelle tonalità intermedie che si frappongono tra il bianco e il nero. Quindi è costretto a delimitare macro-zone del medesimo colore e tirare una linea netta per delimitarle. Come avrete capito, i pannelli a 10 bit estendono di 4 volte la gamma dei colori a disposizione, risolvendo gran parte dei problemi di color banding. Perciò, già da ora, potete annotare che i migliori tv 50 pollici sono sicuramente degli HDR10 o più.

Pannello LCD: IPS, VA, Angolo di visione

Le diciture IPS e VA, nell’ambito di un pannello LCD, si riferiscono all’allineamento dei suoi cristalli. IPS significa che i cristalli sono allineati orizzontalmente rispetto al pannello (in plane switching). Quando vengono caricati elettricamente, i cristalli ruotano esclusivamente per consentire il passaggio della luce, permettendo di ridurre la sua dispersione. Per questo motivo, sono gli schermi con i maggiori angoli di visione: di solito almeno di 40°, senza che l’esperienza visiva sia compromessa in maniera significativa).

Al contrario, i display VA possiedono cristalli allineati verticalmente, che si pongono in posizione orizzontale se caricati elettricamente. In caso contrario, però, l’allineamento verticale resta ben fermo, bloccando il passaggio della luce e garantendo neri molto migliori. In compenso l’angolo di visione è minore: parliamo di un limite che, generalmente, non supera i 20° di angolazione.

Ma cos’è l’angolo di visione? È l’inclinazione nei cui limiti la qualità dell’immagine non è compromessa, partendo dal presupposto che la visione ideale è quella frontale. Ovviamente, maggiore è l’ampiezza del soggiorno, più vi sarà necessario scegliere uno trai i migliori tv 50 pollici con un angolo di visione ampio, per poterlo guardare da diverse angolazioni.

Connettività

Soprattutto al giorno d’oggi, in cui si sente parlare tantissimo di miglior smart tv 50 pollici, è ovvio che una prerogativa assoluta di moltissimi utenti sia la massima connettività dell’apparecchio, in tutti i sensi. Da un lato, la possibilità di collegare i nuovi tv 50 pollici al Wi-Fi dell’appartamento, infatti, ne ha modificato totalmente l’utilizzo, tanto da eleggerlo naturale successore del pc. Sino a qualche tempo fa era impensabile la possibilità di scaricare applicazioni, giocare e assistere a qualunque tipo di contenuto tramite la tv. Lo stesso discorso vale per la connettività Bluetooth, che ci permette di navigarci da remoto direttamente tramite smartphone, nonché di usufruire di assistenti vocali, già integrati o da installare, o di collegarvi una soundbar.

Restano molto importanti anche gli ingressi diretti, che ci danno la possibilità di collegare alla tv numerosi dispositivi. Parliamo delle celebri porte HDMI, delle USB, dell’ingresso ethernet qualora necessario. Si tratta di optional chele migliori tv 50 pollici possiedono, e che ampliano la gamma di operazioni possibili. Non solo, in questo modo, potremo collegare uno o più dispositivi alla tv (pensiamo ad un hard disk, a delle cuffie o ad un impianto stereo). Ma soprattutto ci danno la possibilità di collegarvi una consolle e entrare, anche noi, in modalità gaming.

Quanto costano i nuovi tv 50 pollici?

Come vedremo a breve in maniera un po’ più approfondita, i migliori tv 50 pollici sono i modelli in cui iniziano ad essere introdotte le tecnologie più avanzate. Parliamo di una maggiore qualità video in termini di risoluzione, di un buon sistema audio e di processori più complessi e veloci. Siccome il risparmio è sempre cosa gradita, purché ci venga garantito un livello minimo di qualità, per ottenere uno dei migliori tv 50 pollici 4K dovremmo partire almeno da una soglia di circa 400 € (eccezion fatta per gli sconti Amazon, ovviamente).

Com’è ovvio, all’aumentare delle funzionalità e della complessità delle tecnologie, aumentano anche i prezzi, sino ad arrivare a circa 600 €. Specifichiamo, tuttavia, che ci stiamo pur sempre mantenendo nella fascia degli entry level, i più economici a possedere date caratteristiche. Al di fuori di questa categoria, non è affatto difficile spendere tra gli 800 e i 1200 € per il miglior tv 50 pollici.

LG UHD TV 49UN71006LB

Questo modello LG del 2020 è uno degli apparecchi dotati di pannello LCD a 10 bit più economici in commercio, pertanto senza dubbio tra i migliori tv 50 pollici per chi voglia risparmiare. Specifichiamo, anche se si tratta di una differenza irrilevante, che si tratta di un modello da 49”, disponibile anche, per chi voglia, nella versione da 55”. I suoi punti di forza sono il pannello IPS con retro-illuminazione direct-led ed il sistema operativo WebOS versione 5.0, ricco di contenuti e dall’utilizzo semplice e fluido.

Si tratta di un modello vincente soprattutto sulla velocità di risposta in modalità game: l’input-lag è di soli 12ms, valore che corrisponderebbe ad un modello top di gamma. Senza questa modalità il tempo di risposta aumenta, ma comunque la fluidità delle immagini in movimento è superiore rispetto alla media della categoria. È un tv 4k dotato di HDR, pertanto la risoluzione è buona, ma non speciale: i contrasti sono sufficienti e spesso è presente il DSE, anche se è accettabile. La modalità film maker consente di assistere alle riprese in una maniera quanto più fedele possibile alle intenzioni originarie del regista. È il miglior smart tv 50 pollici per prezzo competitivo e funzionalità, adatto al gaming. Lo sconsigliamo a chi invece cerca un’altissima risoluzione.

Samsung TV TU8070

I modelli Samsung lanciati nel 2020 sono senza dubbio i migliori tv 50 pollici 4K economici in relazione alla qualità dell’immagine. Il Samsung TU7080 è un apparecchio che possiede un processore 4K Crystal Ultra HD: non è proprio la stessa cosa di un pannello QLED, visto che è privo di quantum dots. Nonostante ciò, l’immagine appare estremamente nitida e realistica, grazie all’HDR, ai colori vividi e ai contrasti molto profondi. Per questa fascia di prezzo (450 € circa), davvero il miglior 50 pollici che ci possiamo aggiudicare, anche grazie ai dettagli come il Clean Cable Solution, che permette di tenere i cavi in ordine.

Oltre ad essere provvisto di supporto per HDR10+ e HLG, possiede anche la funzionalità Game Enhancer, che gode di input lag bassissimo e offre delle immagini scattanti e realistiche. Anche a prescindere da questa modalità, la risposta è veloce e fluida, quindi è un modello adatto agli amati del gaming, dello sport o dell’azione. Buone le funzionalità Smart gestite dal sistema operativo Tizen: ricco di app, scorrevole e facilitato dal comando One Remote Control e dai tre assistenti vocali integrati. Le sue pecche sono l’angolo di visione molto limitato e, come spesso accade, la qualità dell’audio, che definiremmo mediocre. Non adatto, quindi, a chi non abbia molto spazio e desideri un suono ultra-realistico.

Samsung TV TU8500

Il Samsung TU8500 è stato introdotto nel 2020 come entry level Dual LED, e come tale è sicuramente il miglior smart tv 50 pollici Crystal Led, e anche per questo non è super economico (630 € il prezzo pieno). Non è un tv QLED, ma il pannello LCD di tipo VA e la retroilluminazione Edge-Led lo rendono comunque comparabile ad essi, malgrado l’assenza del substrato di quantum dots. Infatti, nonostante sia privo di local-dimming, il livello di contrasto è molto buono, ottimo in relazione alla fascia di prezzo.

Anche i colori sono ricchi e vividi, complice la tecnologia Dual Led che varia i toni in base a quanto dettato dalla fonte, ma comunque limitati rispetto ad un QLED. Ottima la gestione delle scene in movimento: è presente anche il BFI per migliorarne la risoluzione. Efficace l’input lag di 10 ms in modalità game, che sale a 25 ms nella modalità Game Plus; è presente la funzione AALM che attiva automaticamente il Game mode. Estremamente limitato, in compenso, continua ad essere l’angolo di visione. Il sistema opertivo Tizen è stato ulteriormente migliorato (versione 5.5), e come tale offre ancora più servizi, assistenti vocali e simili. I formati HDR supportati sono HDR10, HLG, HDR10+; possiede 3 ingressi HDMI. Per chi voglia quasi un QLED, senza spendere quanto per un QLED.

Philips TV Ambilight 50PUS7805/12

Questo modello Philips possiede uno schermo LCD con risoluzione UHD 4K, ma è richiestissimo soprattutto per la funzionalità Ambilight. Si tratta di una tecnologia che posiziona lateralmente i LED, permettendo loro di proiettare sulla parete posteriore le sfumature dei contenuti trasmessi dal display, ottenendo un effetto ottico che punta all’ampliamento dell’immagine. È senza dubbio tra i migliori tv 50 pollici, in quanto dotato di supporto HDR10+ e a HLG e processore P5 Perfect Picture che ottimizza luminosità, contrasti e colori in ogni scena. Anche il Dolby Video contribuisce, ovviamente, ad un’esperienza visiva di alto livello. Buono anche il sistema audio, che gode della presenza del Dolby Atmos ad ottimizzare i bassi e dar supporto ai due altoparlanti da 10 Watt ciascuno.

Non è forse il miglior smart tv 50 pollici, ma la connettività e le funzionalità smart sono comunque buone. Il sistema operativo Saphi è semplice, e a facilitare i controlli vi sono Alexa integrata, Google Assistant compatibile e SimplyShare per collegarlo allo smartphone.Ad un prezzo non proprio stracciato (580 €), è il miglior tv 4k 50 pollici per chi ami l’azione, lo sport e non voglia rinunciare ad un suono distinto.

Sharp Aquos 50BN6EA

Che gli Sharp Aquos siano tra i migliori tv 50 pollici non è più una novità, nonostante il loro prezzo continui ad essere piuttosto competitivo (400 € circa). Se questo modello è riconosciuto quasi all’unanimità come il miglior smart tv 50 pollici è sicuramente per al suo sistema operativo Android 9.0, che offre una gamma illimitata di possibilità. Nella sua interfaccia, infatti, troviamo preinstallate le più celebri app di intrattenimento (Netflix, Youtube, Google Play Movies).

Ovviamente, è anche il miglior televisore 50 pollici su cui navigare con lo Smartphone, e non solo tramite l’assistente vocale Google. Grazie alla connettività Bluetooth e Wi-Fi, agli ingressi Ethernet e HDMI (tra i tantissimi altri), eccelle quindi soprattutto in connettività e funzionalità multimediali. Non viene trascurata nemmeno la modalità gaming, che riduce il tempo di risposta dell’apparecchio ai comandi. Anche le funzionalità audio denotano una certa ricercatezza: progettate da Harman, offrono prestazioni comunque superiori alla media.

In compenso, i parametri HDR sono presettati: parliamo di un tv LCD 4K, con una qualità di base molto buona, ma non paragonabile a quella dei modelli Samsung o Philips. In poche parole: è un modello buono per video e audio, molto buono per il gaming ed eccellente per funzionalità smart e connettività.

Domande frequenti:

Quali sono le misure tv 50 pollici?

Abbiamo già detto che la diagonale dello schermo di un 50” misura circa 126 cm. Ma quali sono le altre dimensioni tv 50 pollici in centimetri? Facciamo chiarezza. Uno schermo di questa misura possiede, approssimativamente, 115 cm di larghezza e 70 cm di altezza. Un ulteriore ingombro, poi, può essere costituito dalla cornice esterna, anche se i migliori tv 50 pollici recenti ne possiedono una sottilissima.

Qual è la distanza giusta per vedere tv 50 pollici?

È risaputo che non bisogna guardare lo schermo da una distanza troppo ravvicinata, per evitare di affaticare gli occhi. Volete conoscere la distanza per tv 50 pollici? Non abbiamo una risposta assoluta. Se cercate il vostro preferito tra i migliori tv 50 pollici, noi diremmo di assicurarvi di avere a disposizione uno spazio di circa 4 m da frapporre tra voi e l’apparecchio. In realtà, si tratta di una distanza che, nei miglior tv 4k 50 pollici, si riduce anche a 2 m. Questo perché migliore è la risoluzione dello schermo, più lo potremo guardare da vicino senza affaticare la vista.

Che staffa prendere per tv 50 pollici?

A seconda delle vostre esigenze, potrete scegliere di optare per una staffa fissa, girevole o inclinabile. Con un supporto fisso, non sarà possibile modificare la posizione della tv, quindi è consigliato soprattutto a chi disponga di un soggiorno di dimensioni ridotte. I modelli girevoli o inclinabili, al contrario, sono indispensabili per chi voglia ruotare la tv per spostarsi dalla tavola, al divano, al camino. Queste staffe si rivelano fondamentali anche in caso riflessi di luce, esterna o interna, che colpiscono lo schermo.

Quale mobile per tv 50 pollici scegliere?

Se preferite optare per un mobile porta tv spostabile, con rotelle o meno, dovrete considerare alcuni fattori. Innanzitutto la composizione e la robustezza del materiale di produzione, che dovrà reggere non solo la tv ma anche, probabilmente, decoder, consolle e altri dispositivi simili. In questo caso sarebbe meglio optare per un modello a più ripiani con spazio sufficiente ad archiviare tutto il materiale necessario. In secondo luogo, è bene anche valutare le dimensioni del mobile, sia in base all’ambiente circostante, sia in base alla tv. Per far sì che non sfiguri, e che non faccia sfigurare il televisore, dovrebbe essere largo almeno 1/3 in più rispetto all’apparecchio. Noi adoriamo i modelli di mobile tv di design molto bassi oppure asimmetrici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *