Scarpe Clarks: Dove comprarle al miglior prezzo, la guida

Scarpe Clarks: Dove comprarle al miglior prezzo, la guida

Le scarpe Clarks sono entrate nel mito. Un marchio storico che ha fatto diventare di moda le “polacchine”. Ecco dove comprarle al miglior prezzo e la guida sui modelli

Ecco uno di quei marchi mitologici e che – piaccia o meno – hanno fatto la storia del Novecento. Clarks ha un trascorso lungo quasi due secoli, milioni di esemplari venduti e un centinaio di brevetti alle spalle. Le sue scarpe sono entrate nell’immaginario collettivo e sono state indossate da celebrities e persone comuni. Hanno il grande pregio di unire eleganza, semplicità e impegno radical, ma senza mai risultare boriose o datate. Semmai vintage, perché rimandano a quell’insuperabile periodo di fertilità creativa che sono gli anni ’60. Le mettevano Bob Dylan, Steve McQueen e i Beatles, assieme ai migliaia di sessantottini che manifestavano nelle piazze. Più recentemente dal personaggio dei fumetti Dylan Dog, da Tommaso Paradiso e da tutta la generazione di hipster degli anni Zero. Oggi vengono vendute un po’ ovunque, sia online che in negozi fisici. Ma dove comprare le scarpe Clarks al miglior prezzo? E quali sono i modelli disponibili da uomo e da donna?

I modelli consigliati: 

Scarpe eleganti: 

Per ragazze: 

La storia dietro alle Clarks

È un viaggio che parte da molto lontano. Precisamente nell’Inghilterra di inizio ‘800, quando i fratelli James e Cyrus Clark costruiscono delle babbucce in pelle. Zero esigenze fashion, ma solo voglia di difendere i piedi dal freddo e le intemperie del Somerset. Erano semplici pellai, che cominciano a vendere le loro calzature – rinominate Brown Petersburg – all’intera contea. La formula funziona, perché fino alla metà del secolo il business va avanti a gonfie vele. Poi l’arrivo della rivoluzione industriale, la crisi e così il figlio di James (William Clark) si trova tra le redini un’attività in crisi. Così cambia il sistema di produzione, passando alla cucitura con macchine Singer. Inventa la “linea igienica” e lancia il primissimo brevetto made in Clarks. Di nasce, nel 1883, il primo prototipo delle attuali scarpe Clarks: pareti in pelle e suola rigida che si adatta alla morfologia del piede.

Nel Novecento il vero boom delle scarpe Clarks

Non certo un secolo facile, almeno nella sua prima metà. Eppure il marchio Clarks si è adattato ai tempi ed è merito soprattutto di Nathan, uno dei bis-nipoti di James Clark. Lui ha vissuto la guerra in prima persona, osservando “strane” calzature degli alleati. In particolare lo colpiscono degli stivaletti da clima secco portati dai soldati indiani e che venivano venduti nei bazaar del Cairo. Da lì l’idea dei desert boot, ancora vendutissimi nei negozi di tutto il mondo. E dire che nei primi anni ’50 erano popolari soprattutto tra gli ex-soldati americani, per poi diventare le calzature preferite dei giovani militanti del ’68. Comunque sia, è proprio allora che Clarks consolida il suo brand, diventando prima di moda, poi una scarpa desueta e oggi un simbolo senza tempo.

I materiali delle scarpe Clarks

Poche altre marche hanno avuto, nei decenni, tanta attenzione ai materiali come Clarks. Buona parte delle polacchine hanno la tomaia in pelle, talvolta con un rivestimento camosciato. La suola invece all’interno ha uno strato di poliuretano, che dona leggerezza e si modella a seconda della piante del piede di chi la indossa. Comunque il materiale delle suole cambia di modello in modello. Le Desert London ad esempio, sono in gomma, mentre varia nel Wallabee e nelle Desert Boot. Resistono alla pioggia? Qui tocca segnalare uno dei principali problemi delle scarpe Clarks: non tengono l’acqua e sono sconsigliate durante le giornate di forte pioggia. Pare che la pelle, alla lunga, si rovini. D’altronde furono concepite come scarponi da deserto dove notoriamente gli acquazzoni non sono un gran problema. Nel caso vi succedesse, più utenti consigliano di passare olio per armi su tutta la superficie esterna delle Clarks. Pare faccia miracoli.

Quale numero prendere di scarpe Clarks?

Sostanzialmente le Clarks vestono largo, quindi non fate l’errore di prendere mezzo numero in meno perché “tanto poi si adattano al piede”. C’è una cosa interessante, che forse non tutti sanno sulle scarpe Clarks. A molti sarà capitato di provarle in un negozio e sentirle giuste, poi comprarle online dello stesso numero e di sentirle diversamente. Ecco la spiegazione: Clarks commercializza ogni suo paio di scarpe in tre differenti misure della pianta e che riguarda la larghezza. C’è la stretta (F), la standard (G) e la larga (H). Se avete sbagliato non è una tragedia, perché la scarpa si adatterà in breve tempo al piede, rimodulando forma e larghezza.

Quali modelli comprare?

Bella domanda. Oggi il catalogo di scarpe Clarks si è ampliato con forme, materiali e colorazioni molto differenti. Il bello però è che mantengono una certa riconoscibilità e uno stile inconfondibile. Tante (troppe) le imitazioni in commercio, talvolta spudorate, altre volte più che dignitose. La unica, vera e originale scarpa Clark si chiama Desert Boot Original, nella colorazione beige. Sono “polacchine” alte, uguali sia per l’uomo che per la donna (di fatto cambiano solo i numeri disponibili). Hanno le cuciture a vista, sono stondate sulla punta e hanno una linguetta molto corta. I buchi per i lacci sono rigorosamente due e una colorazione uniforme. La suola è liscia, con un tacco di 2 centimetri nella parte più alta e di materiale sintetico. In origine era sughero, ma l’effetto poroso è comunque mantenuto. Molto bella anche la versione bassa, rinominata Desert London. Leggermente diversa nei lacci (i buchi diventano quattro) e con una forma più affusolata. Stra-popolari anche le Wallabee Boot, che poi sono mocassini ridisegnati dalla Clarks. Se avete ancora le idee confuse su quali scarpe Clarks comprare, di seguito trovate la guida completa.

Desert Boot: Le originali “polacchine”

Come già detto, sono le uniche e vere Clarks. Ormai curate in ogni dettaglio e disponibili in una ventina di colorazioni. Le migliori sono le tre classiche: il beige (sand), il marrone (Brown Sde) e il nero. Ma non disdegniamo qualche variante originale, tra cui le versioni in tela (ma dentro sono rivestite in cuoio), quelle in smooth leather e le blu midnight. Il fattore forma è quello da stivaletto alto, il look è minimal, così come la costruzione generale. Ci piacciono perché sono un classico senza tempo, così come lo stanno diventando le borse Liu Jo. Il loro segreto? Si adattano a qualsiasi situazione: sono la via di mezzo perfetta tra il casual e l’elegante. Perfette per serate chic così come per uscite al pub con gli amici. Alla fine rappresentano quello spirito molto british: quel sottilissimo confine tra la spartanità e l’eleganza, in un look sfoggiato con discrezione. D’altronde stiamo parlando del paese delle contraddizioni, sempre in bilico tra innovazione e tradizione. Dove comprarle? Amazon sembra un buon posto, perché a seconda dell’offerta le vende a prezzi decisamente ribassati. E poi godrete della consueta politica dei resi, qualora non fossero di vostro gradimento. QUI trovate il link diretto con tutte le colorazioni. 

Clarks Desert Boot, Stivali Chukka Uomo, Beige (Sand), 42 EU
Prezzo di listino: EUR 130,00
Prezzo: EUR 129,00
Risparmi: EUR 1,00
Price Disclaimer

Desert London: Più basse e moderne

Sono la versione bassa delle Boot e ne riprendono – a grandi linee – il look generale. Qualche differenza comunque la celano. Sulle punte sono leggermente più affusolate delle Classiche e hanno dei lacci che si espandono per oltre metà della faccia superiore. Quattro buchi in tutto, da stringere comodamente. Il primo impatto è sempre doloroso, perché le Desert London – più di altre Clarks – stringono e vestono rigide. Tenete duro, perché dopo qualche camminata diventano un guanto e non ci si accorge di averle ai piedi. Sono perfino più eleganti delle Boot e risentono di qualche influenza più contemporanea nelle finiture. Tra le migliori scarpe Clarks attualmente disponibili. Belle, comode e con la consueta versatilità del marchio. QUI trovate il link con le Desert London nella nostra colorazione preferita

Wallabee: “Perfette per l’inverno”

È la versione dei mocassini by Clarks, molto personale e differente dall’attitudine leccata da Ivy Leagues anni ‘80. Per chi non lo sapesse, il mocassino è una calzatura che deriva dai nativi americani, riadattata poi dagli europei come calzatura elegante. Clarks sforna le Wallabee nel 1962, conferendone un aspetto molto più casual e universale. Oggi le Wallabee stanno bene a chiunque voglia calzature comode e a loro modo “simpatiche”. Indossate da tanti “nerd” negli anni ’90, si stanno scrollando di dosso quella nomea da “perfetta scarpa per informatici” e la si vede ai piedi di personalità più disparate. Tanto gli Hipster e qualche rapper over 30. In effetti stanno molto bene con jeans dal taglio largo e a vita bassa. Sono “perfette per l’inverno”, come direbbe Barengo perché tengono freddo e acquazzoni. Ah pare durino una vita. Su Amazon il prezzo varia dai 51 ai 150 €.

Desert Trek: Fantascientifiche!

Non proprio scarpe per tutti, ma il design è tanto all’avanguardia quanto classico. E in effetti, è il modello che ha trainato la ripartenza di Clarks nel 2016, quando venne chiamato Jason Beckley (Nike) per dare nuova linfa all’offerta di scarpe. E così le nuove Desert Trek hanno quel taglio fantascientifico, con la tipica cucitura sporgente che passa attraverso la metà della punta. Sotto, la soletta è liscia e non ha quel caratteristico tacco 2 centimetri delle Desert boot. Molto bella la linguetta in cuoio cucita sul retro e che stacca il mono-colore della tomaia. Le migliori scarpe Clarks per originalità e ricercatezza nel design. QUI trovate il link diretto ad Amazon, che le vende a un prezzo molto interessante

Clarks Jink: Desert London più giovanili

Sono sneakers o polacchine? Una bellissima via di mezzo e che consigliamo agli amanti del casual. Il fattore forma è identico alle Desert London, ma con qualche particolare che le differenzia. Il bordo superiore della tomaia è rivestito con un gommino che ne smussa la linea. I buchi dei lacci sono soltanto due e la suola è quasi completamente piatta. C’è un piccolo scalino di mezzo centimetro, che stacca il calcagno dal resto della pianta del piede. Alcuni utenti dichiarano di sentire il gommino sulla caviglia che preme, ma è una sensazione che sparisce dopo qualche giorno di utilizzo. Sono scarpe perfette da indossare con jeans slim o skinny e possiamo tranquillamente considerarle la versione “giovanile” delle Desert London. Il prezzo parte dai 76 €

Trigenic Flex: Lo Sportwear made in Clarks

Anche Clarks casca nel trend dello sportwear, tanto popolari nei rapper come nei giovanissimi millennials. La forma delle Trigenic Flex – lanciate nel 2016, anno di rinnovamento – rimanda alla mente le Nike Air Max. Scarpe popolarissime negli anni ’90 e a inizio ’00 e che ora rappresentano il vero trend. L’operazione di Clarks comunque, dimostra una buona dose di coraggio, perché le Trigenic Flex, più che seguire una moda, la sfruttano per piegarla alle loro esigenze. Le loro sneakers sportwear sono ultra-comode e ammortizzate dalla suola “cicciona” in gomma. Ma si rifanno al progetto originale Clarks Hygiene, brevettato nel lontano 1883 e che modellava la calzatura alla forma del piede, per un fit perfetto. Risultato? Scarpe da ginnastica in cuoio (!!) con suola in gomma e stile da vendere. Se siete under 25 e non sapete quali scarpe Clarks comprare abbiamo la soluzione: Trigenic Flex e farete invidia a Tony Effe e ai vari idoli della trap. Comprate a 104 € cominciano a essere molto interessanti. 

Clarks Montacute Wing 203510927: So british

Chi è costretto al completo ma non vuole rinunciare allo stile british, le Montacute Wing sono perfette. Su un pantalone elegante cadono bene e si distinguono da tutto il resto. L’attitudine è molto punk, ma farete un’ottima figura a matrimoni, meeting lavorativi o cerimonie. Bellissimi i temi bucherellati sulle punte, con un rimando floreale appena accennato. Suola carroarmato stilosissima, che rimanda direttamente al tardo-punk londinese degli anni ’80. La pelle è di qualità e (finalmente) idrorepellente. Vanno bene anche sotto la pioggia e per le stagioni fredde. Su Amazon il prezzo varia dagli 84 € ai 122 €. La colorazione migliore è il nero, ma non disdegnate le sfumature in marrone nocciola o più scuro.

Clarks Coling Boss: L’eleganza senza compromessi

Clarks è conosciuta per calzature casual ma di stile, ma produce ottime scarpe eleganti. Il modello Coling Boss ne è la dimostrazione: perfette per galà e completi maschili mantengono uno stile cittadino più che urban. Come al solito la cura per i materiali è maniacale: tutto in cuoio, dal gambale, alla fodera alla suola interna. L’unica componente sintetica rimane la suola esterna, alla quale è stata attaccato un tacco da 2 centimetri circa. Molto bella la variante black leather, che vanta un trattamento particolare e ha i tessuti esterni vellutati e opachi. Unico neo? Non sembrano delle Clarks e sono “adattate” all’etichetta comune degli abiti classici eleganti. Il prezzo però rimane interessantissimo e su Amazon si trovano (in tutte le misure) a 72 €.

Clarks Prangley: Affusolate ma non a punta

Sulla stessa scia delle Coling Boss troviamo le Prangley. Sono scarpe Clarks eleganti, ma che differiscono dal fattore forma. Hanno la punta più stretta, donando al piede un maggiore slancio in lunghezza. Affusolate ma non a punta, quindi si evita l’effetto “tamarro” agè. I commenti online parlano di una sorprendente comodità e indossabilità, che fa “dimenticare” l’utilizzatore di avere scarpe eleganti addosso. Non ci convince la piccola forma a “banana” che la scarpa detiene i primi giorni di utilizzo. Con il tempo però, l’imbarcatura verso l’alto scompare e prendono la forma del piede. Molto belle anche in versione marrone, abbinabili a jeans e a un outfit da tutti i giorni. Si trovano a 58 € a questo link, se vi stavate chiedendo dove comprarle.

Clarks Funny Dream: Comfort per ragazze

Non si direbbe, ma Clarks pensa anche al gentil sesso! Le Funny Dream sono progettate per ragazze a cui piace vestire comodo. Non brillano per eleganza, ma hanno il loro che. La forma è quella di una polacchina più stondata, con la parte inferiore che deve molto al marchio Camper. L’attacco tra tomaia e suola in effetti, ha le stesse cuciture accentuate del marchio spagnolo e il medesimo mood concepito da Romain Kremer. Per lunghe camminate cittadine e per l’uso quotidiano però le Clarks Funny Dream sono fenomenali. E il prezzo rimane contenuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *