Migliori mini proiettori: Quale portatile comprare, la guida per prezzi e opinioni

Migliori mini proiettori: Quale portatile comprare, la guida per prezzi e opinioni

Le dimensioni contano in ambito entertainment? Non con i mini proiettori. Piccoli, portatili ma racchiudono un cuore pulsante di tecnologia. Ecco la guida ai migliori, con prezzi e opinioni

Mini proiettori in grado di soddisfare le richieste dei cinefili più accaniti, ma anche di svolgere compiti di teleconferenza e lavoro, così come finalizzati alla presentazione di documenti, filmati e molto altro ancora. Il dilemma rimane aperto, quale mini proiettore comprare? Mini proiettori classici, mini proiettori full HD, mini proiettori portatili, una schiera sempre più infinita di strumenti con svariate funzioni. Questo articolo-guida ha lo scopo di fare chiarezza su alcuni punti chiave.

I modelli consigliati: 

Una evoluzione “al contrario”

Nel corso del tempo il mercato dell’intrattenimento visivo si è evoluto in maniera assolutamente costante, cercando anno dopo anno di venire incontro alle esigenze dei clienti. Philips per esempio è una delle aziende leader nella produzione di mini proiettori portatili, come vedremo successivamente nelle recensioni. Questo graduale cambiamento nelle dimensioni, e conseguenzialmente anche nei costi, ha abbattuto molte barriere. Quelle che separavano l’utente medio da un prodotto del genere, fornendogli una alternativa più economica al classico proiettore (di cui potete leggere una guida più generica), ma anche quelle di utilizzo, rendendo i dispositivi semplici ed intuitivi.

Quale proiettore mini scegliere?

La scelta del mini proiettore da poter utilizzare nella propria casa è spesso legato ad una serie standard di fattori, primi fra i due luminosità  e resa visiva del mini proiettore. La luminosità, che in gergo tecnico viene espressa in Lumen, è proporzionale alla resa visiva del proiettore. Mini proiettori con una luminosità elevata influenzeranno positivamente la resa visiva mentre stiamo guardando un film. Tutto dipende dall’utilizzo che vorremmo fare dei mini proiettori; proiezione di film, uso professionale, proiezione di foto e video per le vacanze, a seconda dello scopo cercheremo di concentrarci su un aspetto (luminosità e risoluzione), anziché su altri (dimensioni, ingressi e compatibilità). Per contro la resa visiva, ovvero la nitidezza di immagine (o qualità) che i mini proiettori riescono a raggiungere durante lo streaming, diventa il secondo fattore fondamentale. Scegliere sempre mini proiettori portatili che supportano almeno una risoluzione HD (anche se sono disponibili in commercio anche alcuni mini proiettori full HD, dalle prestazioni decisamente più elevate).

Prezzi accessibili, ma attenzione ai collegamenti

Per quanto ovviamente i mini proiettori non potranno mai eguagliare le prestazioni audio e video di un classico proiettore (sappiatelo: avrete bisogno di un ambiente adeguatamente “oscurato”), scorrendo le varie pagine web possiamo notare come i prezzi siano ormai accessibili. Aspetto molto importante quando si parla di proiettori portatili per qualsiasi utilizzo, sono le uscite integrate nel dispositivo. Porte HDMI (indispensabili per la visione in alta definizione), ma anche ingressi VGA o USB per poter leggere file direttamente da computer o chiavette esterne, oppure antenne WiFi e Bluetooth. Alcuni implementano anche un ingresso SD per schede di memoria. Insomma, quale comprare? Ecco una breve selezione dei migliori mini proiettori, con recensioni e opinioni dedicate. 

Proiettore Vamvo: il nuovo arrivato molto economico

Attualmente su Amazon a 130 euro circa (dipende sempre dall’andamento del prezzo). Il rischio porcheria ci sarebbe, ma le recensioni su questo mini proiettore portatile parlano da sé. Best buy? le premesse ci sono tutte. A dimostrarlo le decine di contenuti foto e video degli utenti, che stanno facendo un passaparola super positivo al Vamvo L4200. ma quali specifiche ha? Anzitutto il nativo HD ready, con 1280×720 pixel di risoluzione reale. Fidatevi, ottima quando si parla di mini proiettori. Poi ci sono i 4000 lumen di massima e il contrasto da far gridare al miracolo (2000:1). l’immagine si vede ben nitida fino a un 2-3 metri di larghezza. Eccellente. Per cominciare, questo proiettore portatile (uscito nel 2019) è il migliore della fascia economica. Se non di noi, fidatevi dell’entusiasmo che trovate online.

Philips PicoPix PPX3417, il Santo Graal dei mini proiettori

Giunta sul mercato ormai qualche anno fa, la linea di mini proiettori portatili PicoPix firmata da Philips ad oggi consta di svariati modelli, tutti accomunati da dimensioni contenute, prezzi ridotti ed una resa finale davvero interessante. Fra gli ultimi troviamo il PPX3417.

Numeri di un certo spessore

Tutti i mini proiettori Philips sono simili nel mantenere dimensioni davvero ridotte, ed in questo caso parliamo di soli 10,5 x 3,2 x 10,5 centimetri per un peso che supera di poco i 900 grammi. Un vero e proprio “cubo” da intrattenimento, pensato sia per chi ne volesse fare un utilizzo lavorativo, dato che le sue ridotte dimensioni ben si adattano sia ad una valigetta portatile (così come all’interno di un trolley o di una valigia) ma anche per l’intrattenimento filmico, posizionandolo ovunque in casa.

Luminosità e risoluzione

La luminosità del PPX3417 è di circa 170 lumens, mentre la diagonale finale dello schermo che verrà proiettato sarà di 120 pollici. La risoluzione massima che questi mini proiettori sono in grado di raggiungere, è di circa 854×480 pixel, davvero niente male se pensiamo alle dimensioni. La luminosità è stata leggermente aumentata rispetto ai modelli precedenti, ma nonostante tutto ancora non è sufficiente per garantire una piena visione anche in condizioni di scarsa luce. Si consiglia quindi di dotarsi sia di un apposito schermo per la proiezione, sia di assicurarsi che la stanza sia ben oscurata durante la proiezione.

Connettività ed ingressi

Il PicoPix 3417 supporta ingressi HDMI, USB, mini USB, mini HDMI, VGA ed SD, senza lasciare nulla al caso. Può essere quindi connessa ad una gamma davvero ampia di dispositivi esterni, dalle chiavette agli Hard Disk portatili. Ha integrato anche un ricevitore WiFi, di modo da potersi interfacciare anche senza fili con altri dispositivi durante lo streaming, grazie ad un Hotspot per esempio.

Si consiglia l’acquisto?

Il PicoPix 3417 sembra essere al momento il migliore fra i mini proiettori portatili sul mercato. Nonostante l’assenza di una risoluzione più ampia, per lasciare probabilmente spazio ad altre, questi mini proiettori Philips si adattano ad una miriade di utilizzi diversi. Certamente non possiamo aspettarci una resa finale paragonabile ad un proiettore classico, ma per la cifra che viene chiesta non si può chiedere di meglio. Adattissimo ad esempio a chi cerca mini proiettori per uso professionale, e vuole un dispositivo che sta comodamente in una tasca, ma può essere anche consigliato a chi cerca un mini proiettore da casa con cui godersi film in atmosfera cinema, magari collegato ad un ottimo impianto Dolby Sorround.

Philips PicoPix 5110: il “rivale”, o per meglio dire il fratello

Uscito quest’anno sul mercato dei mini proiettori portatili, il PPX5110 è un altro membro della famiglia PicoPix, dalle caratteristiche davvero interessanti come vedremo. Questo mini proiettore si rivolge principalmente a chi vuole risparmiare per l’acquisto di dispositivi simili. Nonostante il prezzo contenuto però, il 5110 di Philips riesce ad offrire una gamma di accessori e componenti di primissima qualità.

Meno luminosità, ma comunque ottima

Rispetto al modello precedente, questo PPX5110 offre una luminosità che scende a soli 100 lumen. Questo ovviamente non significa che la resa finale dell’immagine sarà peggiore, basterà solo prestare attenzione sia allo schermo su cui proiettare l’immagine stessa, sia alla qualità luminosa della stanza attorno al proiettore. Non sono mini proiettori adatti ad essere utilizzati su una parete di casa, cosa che invece può essere fatta con l’altro modello. Qui l’acquisto di uno schermo esterno diventa indispensabile, almeno per godere appieno della sua risoluzione che rimane invariata, attestandosi sempre sugli 854×480 pixel, con una diagonale finale di ben 120 pollici, notevole se consideriamo il rapporto con la luminosità.

Più economico, ma senza rinunciare ai must

Connettività totale con gli altri dispositivi in wireless (Sonos o Bose, ad esempio) grazie all’antenna integrata. In più il PPX5110 implementa anche alcuni ingressi fisici, una porta HDMI ed una USB 2.0, mantenendo comunque una ampia gamma di connessione con il “mondo esterno”, grazie al mantenimento dell’antenna WiFi.

Udite udite, pesa meno di molti telefoni

Il peso finale di questo mini proiettore ha dell’incredibile, solo 140 grammi. Un peso che si assesta molto al di sotto di alcuni smartphone di fascia medio/medio alta dei brand più famosi. Un vero e proprio mini proiettore stealth che può comodamente entrare anche nella tasca dei pantaloni, grazie anche alle sue dimensioni commisurate al peso di soli 10,2 x 10,2 x 2,5 cm. Compatibile inoltre con dispositivi iOS ed Android, il PPX5110 ha tutti i requisiti per diventare un oggetto di culto.

ExquizOn R6 WiFi, dalla Cina con furore

I mini proiettori ovviamente non potevano non stuzzicare il già enorme mercato cinese, probabilmente il più florido e costantemente aggiornato in campo tecnologico. Fra i molti mini proiettori che si possono trovare sul web, spunta questo ExquizOn, brand che promette abbastanza bene, rimanendo sia contenuto nei costi, ma offrendo comunque prodotti di qualità interessante.

Elementi base, pochi ma buoni

Considerando il prezzo che viene proposto per l’R6 della famiglia ExquizOn, certo non possiamo aspettarci implementazioni da top di gamma (il Nebula è ben altra cosa). Nonostante questo però, ci ritroviamo fra le mani un dispositivo sicuramente compatto (12 x 12 x 2,5 cm) per un peso di circa 780 grammi, abbastanza leggero e comunque facilmente trasportabile. Interessante la linea di questi mini proiettori, somigliante ad una macchina fotografica compatta. Posizionabile su un treppiede (incluso nella confezione), questi mini proiettori sono una valida alternativa a marche più blasonate.

Costi contenuti, ma senza rinunciare alla qualità

Nonostante la scarsa resa audio del dispositivo, a cui si consiglia di accoppiare un impianto stereo degno di questo nome, l’R6 ha una luminosità massima di circa 100 lumen, il minimo indispensabile per lavorare a pieno regime, e una risoluzione massima di 640×480, ma la sorpresa è l’implementazione del Full HD fino a 1080p. Ovviamente non potrà mai essere paragonabile al Full HD di un dispositivo che costa tre volte tanto, ma la resa finale sembra essere davvero buona, a patto di oscurare debitamente la stanza.

A chi lo consigliamo?

Questi mini proiettori portatili non sono appannaggio di chi cerca uno strumento di intrattenimento multimediale per la casa, nonostante la presenza del WiFi, dell’HDMI e dell’ingresso USB. Considerando i problemi di audio e la luminosità scarsa, unita a una risoluzione sì Full HD, ma limitata, se ne consiglia invece l’acquisto in ambito professionale. Per chi cerca mini proiettori da conferenza o da riunione, per chi vuole un dispositivo sempre pronto all’uso con cui mostrare presentazioni PowerPoint, Excel, tabelle, grafici e fotografie, questo R6 è la scelta migliore.

Excelvan S1 DLP: grande risorsa, piccolo prezzo

Il brand Excelvan proviene come il precedente dalla Cina, ed è un’azienda che promette bene sotto molti punti di vista, dati gli ottimi mini proiettori economici in listino. Fra quelli dal brand troviamo l’S1 DLP, che abbina sempre a dimensioni ridottissime (grande quanto il palmo di una mano), alcune funzioni interessanti.

Risoluzione (quasi) al top della gamma

Se il modello precedente infatti aveva una risoluzione che veniva in qualche modo bloccata per mantenere il prezzo basso, nell’S1 DLP abbiamo la presenza del Full HD fino a 1080p, ma stavolta affiancato a ben 845×480 pixels, con una diagonale di immagine che raggiunge i 130 pollici. Oltre alla luminosità di 100 lumens, l’S1 implementa anche la tecnologia DLP, un meccanismo che permette di avere colori vivaci e nitidi, conservando e filtrando al contempo alcune scale di blu, dannose per la vista nel corso del tempo.

Dimensioni da utilitaria, ma batteria capiente

Nonostante sia 14,7 x 8,2 x 2,4 Centimetri, l’S1 DLP riesce ad integrare una batteria di ben 5400 mAh, con una autonomia finale che sfiora le 3 ore senza alcun problema, oltre che un ottimo impianto audio nativo. Per poter implementare questo plus, il mini proiettore ha dovuto rinunciare all’ingresso Bluetooth e WiFi, sono invece presenti l’uscita USB, HDMI ed SD, oltre che ad una funzione di mirroring grazie al cavo fornito, che permette di bypassare il wireless collegando direttamente il dispositivo esterno al proiettore per la visione delle immagini. Per chi fosse interessato, qui c’è la scheda prodotto di Amazon, che lo vende a meno di 200 €.

Harman Kardon XGIMI H2:  per chi non vuole badare a spese

Se fino ad ora abbiamo analizzato mini proiettori che cercavano di tenere il passo mantenendo i costi bassi, il proiettore Harman Karmon XGIMI H2 promette di essere il re dei proiettori portatili, senza rinunciare ad alcuna skill al suo interno, facendo ovviamente levitare i costi.

Un proiettore classico, dalle dimensioni meno importanti

Questo XGIMI H2 si assesta sui 20,1 x 20,1 x 13,5 centimetri, ed un peso totale di 2,5 chilogrammi, non esattamente portatile, ma comunque più compatto di altri proiettori sul mercato. La risoluzione dello schermo LED è spaventosa, ben 1920×1080 pixels fino a 4K totali di visione, (nulla da invidiare alle tv di fascia media odierne) unito ad una luminosità totale di ben 1350 lumens, per una resa delle immagini nitida e perfetta.

Sotto al cofano un motore da supercar

Oltre alla ottima risoluzione dello schermo (con una diagonale che può raggiungere i 300 pollici totali, ideale per essere proiettata su una enorme parete), l’H2 monta anche tecnologia 3D e DLP per la protezione degli occhi durante la visione, WiFi a doppia banda per l’interconnessione con gli altri dispositivi, Bluetooth 4.0. Durante la visione delle immagini, l’H2 implementa anche una funzione di anti flutter e tailing, per stabilizzare la visione in maniera continua e fluida, permettendo di immergersi completamente nel film che stiamo guardando.

Il vero proiettore per cinefili

L’acquisto è caldamente consigliato a chi cerca un proiettore portatile senza compromessi, che permetta di trasformare la propria casa in un vero e proprio cinema, senza l’ausilio di schermi esterni grazie alla ottima risoluzione. L’H2 vanta  l’angolo di visione fisso a 45 gradi con stabilizzazione integrata delle immagini, e ad una tecnologia LED integrata che permette di avere proiezioni nitide anche in condizioni di scarsa luminosità. Più di così…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *