Anker nebula capsule

Anker Nebula Capsule: Videoproiettore Android Nougat 7.0 in 4K FullHD

Il prodotto dell’estate è il Videoproiettore Android Anker Nebula Capsule portatile. Perfetto in viaggio e a casa grazie all’altissima definizione, al 4K e FullHD, versatile ma non proprio economico

I videoproiettori? Una figata. Forse nel gergo tecnico si direbbe diversamente, ma tant’è. Il concetto è che sono una valida alternativa ai TV tradizionali (economici e non). Offrono un’immagine infinitamente più grande e ormai non sono nemmeno proibitivi. Compratelo e non ve ne pentirete. Prima però, ci sono alcune cose da sapere, per non incorrere in un acquisto frettoloso. La prima domanda da porsi è: sono sicuro che il proiettore risponda alle mie esigenze di spettatore? QUI trovate la risposta. La seconda è: quale categoria di proiettore fa per me? Oggi ve ne vi illustriamo tre principali. Quindi passeremo a recensire il prodotto dell’estate: il videoproiettore Android Anker Nebula Capsule portatile in 4K! Stupirà voi e i vostri amici.




 

Videoproiettori desktop

Sono aggeggi da installare a casa propria, delle dimensioni di un piccolo notebook, ma non sono pensati per essere trasportati. L’ Anker Nebula Capsule non rientra in questa categoria poichè piccolo e leggerissimo. Le componenti sono delicate (le lenti e le lampadine, soprattutto) e normalmente vengono fissati su un ripiano altro agganciato al soffitto. Mediamente costano di più (ma il range è davvero ampio) e le prestazioni sono migliori. Se non viaggiate tanto e avete la vostra saletta cinema a casa, scegliete un videoproiettore desktop: Il Re della categoria si chiama NEC PA621U, con i suoi 6200 ANSI lumen, la compatibilità 3D e la risoluzione nativa è in Full HD; però supporta anche il 4K pieno, dunque 4096×2160 pixel.  Prezzo? Emm… 7821 €. Esagerati? Allora c’è l’Epson EB-1785W: luminosità 3200ANSI lumen, risoluzione HD Ready e altoparlanti incorporati. 1400 €. Ancora troppo? Che dire dell’Optoma GT1070Xe: 2800 lumen DLP, risoluzione 1080p e 3D. 628 €. O del NEC V332X? Sono 500 €, per 3300 lumen e risoluzione nativa 1024×768.

Videoproiettori portatili

Sono una via di mezzo tra i mini e i desktop e i prezzi sono alla portata di tutti. Ottimi per essere trasportati in uno zainetto, da una stanza all’altra o da una casa a un’altra, senza il rischio di lombalgia.  Mantengono buone prestazioni, come l’alta definizione e una luminosità buona. C’è il Panasonic PT-VZ570 Full HD da 1691 €, l’ASUS P2B da 449 € e l’Acer Travel C205, con una risoluzione WVGA scarsa (854×480) ma a un prezzo ottimo: 347 €.

Pico Videoproiettori

Sono carinissimi e stanno in una tasca. Certo, se volete vedervi un kolossal come si deve, magari scegliete un’altra categoria. Per presentazioni professionali o svaghi senza pretese, sono perfetti. Vi segnaliamo l’ASUS S1, a 321 €, il PPX4350w, della Philips, che sta nel palmo di una mano e il GP3 della Benq. Quest’ultimo è un gioiellino: risoluzione nativa in HD Ready, 300 lumen e schermo grande fino a 160 pollici. Prezzo leggermente più alto, ma ne vale la pena.

Anker Nebula Capsule: come funziona il videoproiettore Android

Anker aveva annunciato già al CES 2018 l’uscita del suo videoproiettore Android Bluetooth. Nebula è un marchio di proprietà Anker, la quale ha lanciato recentemente una campagna di crowdfunding su Indiegogo che ha avuto un enorme successo. Il protagonista di questa campagna era proprio il Nebula Capsule Anker. Le chiavi del trionfo di questo prodotto non risiedono sono nelle sue caratteristiche tecniche, ma anche nella compattezza: questo videoproiettore portatile sembra una lattina! Pensate che la campagna ha raccolto più di un milione di dollari, un’enormità se pensiamo che la cifra richiesta era di soli 50.000. Da qualche mese l’Anker Nebula Capsule, il videoproiettore Android, è disponibile su Amazon, finalmente!

Perché ci piace? Perché è molto più di un proiettore! Tra le sue infinite possibilità d’uso c’è anche lo streaming di contenuti da altri dispositivi, il supporto a Chromecast, una porta USB OTG e un’uscita HDMI. Ottime le caratteristiche tecniche di proiezione vere e proprie, grazie al chip DLP da 0.2” con risoluzione di 854×480 pixel e compatibile anche con i formati fullHD e 4K. Per quanto riguarda i tecnicismi ci siamo rifatti all’articolo di HDblog. Ad esempio, per la sorgente luminosa pare vengano utilizzati dei LED con luminosità pari a 100lumen (corrispondenti ad una durata di circa 30.000 ore). Il fatto di essere equipaggiato con Android Nougat 7.0 significa, in soldoni, facile accesso a tutte le più famose app di video streaming come YouTube e Netflix. Come abbiamo già accennato, Anker Nebula Capsule è super versatile e funziona anche da speaker tramite un altoparlante (fino a 5W di potenza) compatibile con lo standard Dolby Sorround. I formati di audio supportati sono davvero numerosi, il che amplia notevolmente i modi in cui potrete abbinare il dispositivo (FLAC, MP3 e Opus). Forse soffre un po’ sull’autonomia per la riproduzione video, pari a 2.5 ore, un po’ striminzite se si deve vedere un film un po’ più lungo o le nostre amatissime serie TV. Il videoproiettore Android Anker Nebula Capsule è però fortissimo sulle ore di streaming musicale, ben 40! Per quanto riguarda la ricarica, invece, il proiettore necessita di 2-3 ore di charge. Qui una recensione:

Anker nebula capsule
Leggi su Amazon

Caratteristiche aggiuntive del videoproiettore Android Anker Nebula Capsule

Come se non bastasse, il videoproiettore Android Nebula Capsule ha ben 8GB di memoria di archiviazione e un processore Qualcomm Snapdragon 210 quad-core Cortex A7. In più dispone di 1 GB di memoria RAM e una batteria da 5200 mAh. Tramite wi-fi potrete anche collegare il videoproiettore Nebula alla rete ed effettuare il mirroring di smartphone e tablet, oppure di collegare speaker o cuffie via Bluetooth 4.0. La scocca di Anker Nebula Capsule è in alluminio e pesa soltanto 400 grammi, oltre la trasportabilità! Nella parte frontale sono allocate le lenti, superiormente ci sono i vari comandi, mentre posteriormente ci sono la porta HDMI e una micro USB per la ricarica.

Consigliamo il videoproiettore Android Anker Nebula Capsule anche se costa tanto? Concorrenti?

La risposta è: sicuramente si. E’ verissimo che il prezzo è diventato quasi proibitivo rispetto a quando viaggiava nella campagna di crowdfundig (circa 199€), ma è altrettanto vero che la concorrenza -con prestazioni simili- ha prezzi ancora più alti. Basti guardare, per esempio, il BenQ GS1 che ha tutte le carte in regola per rimanere in fascia medio-alta (4K HDR). Il BenQ in questione ha una durata di 3 ore per quanto riguarda la proiezione, quindi circa mezz’ora in più rispetto al videoproiettore Android Nebula Capsule. Tutto sommato non è un grande lasso di tempo in più, l’importante è organizzarsi come si deve.

Il BenQ ha lo svantaggio di pesare leggermente di più del videoproiettore Anker: ben 1 kg rispetto ai 400 grammi di Capsule. In ogni caso anche il BenQ GS1 rimane compatto, con i suoi 13.9 x 14.6 cm. Tra i vantaggi di quest’ultimo, infine, c’è il fatto che è stato appositamente pensato per la vita all’aria aperta, quindi perfetto per i campeggiatori o per chi intende fruire di contenuti multimediali anche in vacanza. Anche il design è stato studiato per proteggere il videoproiettore dall’ambiente esterno, in particolare dagli schizzi di acqua IPX1, dalle cadute e dal calore. Insomma, se volete il meglio, dovreste optare per uno di questi due videoproiettori portatili! Nel frattempo, ecco anche alcune recensioni del BenQ GS1:

Anker nebula capsule
Leggi tutte le recensioni

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *