Come si fa dry brushing e come funziona: tutto quello che devi sapere

Dry brushing

Dry brushing significa “spazzolare a secco”, è una tecnica per ammorbidire la pelle, prevenire peli incarniti e riattivante la circolazione.

Hai la pelle del corpo secca? Spesso ti accorgi che la ricrescita dei peli non è molto regolare, anzi tendono a svilupparsi sotto pelle? Inoltre soffri di qualche piccolo problema legato alla cattiva circolazione sanguigna capillare? Osservi fenomeni di ritenzione idrica e cellulite? Il dry brushing può aiutarti in tutti questi casi: continua a leggere per scoprire di cosa si tratta.

Dry brushing: confronta i prezzi

1 Perché fa bene usare una spazzola esfoliante?

Ti starai chiedendo cos’è il dry brushing e quali benefici apporta: ebbene, per farlo devi semplicemente spazzolare il tuo corpo a secco. Cioè, è un po’ come farsi la doccia e insaponarsi, però senza acqua né detergente. Dovrai usare solo una spazzola oppure un apposito guanto.

Come avrai intuito, questa tecnica ha a che fare con l’esfoliazione e al tempo stesso con la riattivazione del microcircolo sanguigno, dato che, in fin dei conti, si tratta di un massaggio. Praticare il dry brushing con costanza, anche meno di 5 minuti al giorno, porta a vantaggi visibili. Tra di essi:

  • pelle notevolmente più lisciamorbidaluminosa, dall’aspetto sano
  • cuscinetti di cellulite drenati e “zone difficili” tonificate
  • eliminazione più profonda delle cellule morte, con conseguente ammorbidimento dello strato cheratinico
  • rinnovo cellulare stimolato e quindi più rapido
  • effetto drenante
  • effetto rivitalizzante ed energizzante

2 Dry brushing per cheratosi pilare

Questa sorta di evoluzione dello scrub, oltre a migliorare le condizioni generali della pelle, si rivela anche molto efficace per chi soffre di cheratosi pilare. Tale problematica parte dai follicoli piliferi e da un’eccessiva produzione di cheratina nei loro pressi. Se sospetti di soffrire di questa patologia, rivolgiti in primis a un dermatologo.

Ci sono, poi, altri problemi legati ai follicoli piliferi, dovuti al loro orientamento. Nel caso in cui il follicolo non risultasse perfettamente in asse e dritto, il pelo che vi cresce andrebbe a seguire la sua particolare irregolarità. Ciò provoca una sorta d’irritazione, con conseguente sovrapproduzione di cellule morte. Queste ultime si depositano e fanno da tappo al pelo che deve sbucare, creandogli un altro ostacolo. 

Ascelle e inguine, inoltre, per la loro naturale propensione a essere zone del corpo umide, dove si concentra il sudore, sono particolarmente difficili da “perforare” dai peli in ricrescita. Peggio ancora se eliminati abitualmente con il rasoio o con l’epilatore elettrico. Ed ecco che tutto ciò porta alla presenza dei fastidiosi peli incarniti.

In queste situazioni il massaggio con una spazzola corpo a secco aiuta a normalizzare il deposito delle sostanze sebacee e di scarto, che in questo modo non occludono i pori, mentre i peli sono facilitati nel loro normale sviluppo.

3 Come si fa il dry brushing

Se ancora non hai ben capito come si fa il dry brushing, te lo spiego subito. Innanzitutto non bisogna trascurare la tecnica e il movimento. Infatti, devi partire dagli arti periferici per arrivare, massaggiando, al centro del corpo. Inizia dai piedi, e utilizza la spazzola (vedremo più avanti qual è il tipo adatto) con movimenti circolari in senso antiorario, risalendo le gambe fino alle cosce e ai glutei. Dedicati, poi, alle braccia, alla schiena e al busto, fino al punto di arrivo del massaggio, che la zona del cuore. Qui usa movimenti in senso orario. Tutto questo serve per riattivare la circolazione.

Il momento della giornata migliore per praticare il dry brushing è al mattino, perché la sua azione è protesa anche a dare una buona carica di energia: ti sentirai subito con una maggiore voglia di agire e di fare. Dunque, potrebbe essere controproducente fare il massaggio la sera, prima di andare a dormire, o quando si vuol riposare.

Ricorda di frizionare le varie parti del corpo più volte, con diverse passate e con movimenti che vi si adattano, ora ampi, ora più contenuti. Insisti pure su eventuali cuscinetti e accumuli di ritenzione idrica.

4 Dry brushing per cellulite

Ne avevamo già parlato nella guida su come riattivare il microcircolo: quella che spesso si crede essere cellulite, invece, è ritenzione idrica. Un inestetismo che si forma nel momento in cui il corpo rilascia più liquidi per difendersi dalle tossine, accumulatesi per via di un microcircolo sanguigno che non funziona a dovere, dunque non porta via le sostanze di scarto del metabolismo cellulare.

In questo scenario, il dry brushing interviene proprio sulla stimolazione della circolazione periferica e l’ossigenazione dei tessuti. Momentaneamente i liquidi si drenano, quando si pratica il massaggio, e la pelle assume un aspetto più compatto. Ovviamente non si può pensare a questa tecnica come una cura per gli inestetismi e la fatidica buccia d’arancia. Ci vuole un’alimentazione equilibrata, la giusta attività fisica e un’indagine sui vizi posturali, per combattere questi problemi. Oltre a individuarne le cause, che possono essere anche genetiche.

E allora, il dry brushing per cellulite funziona? Sì, perlomeno nell’immediato e in sull’aspetto superficiale dell’epidermide. Il quale risulterà più liscio e compatto: magie della spazzola per cellulite!

5 Dry brushing viso

Fin qui abbiamo parlato di esfoliazione e massaggio del corpo: ma il dry brushing viso si può fare? Se è proprio ciò che ti stai chiedendo, posso dirti che la risposta è affermativa. Tuttavia servirà qualche accorgimento, come una spazzola molto delicata. I movimenti da compiere per applicare il metodo alla pelle del volto devono, sostanzialmente, devono andare nel verso contrario della gravità, per tonificare. Dunque si parte dal centro del viso e, sempre con gesti circolari, ci si sposta verso l’esterno e verso l’alto. Il tutto avendo cura di non tirare e fare pressioni eccessive. 

Un po’ di rossore può essere normale, ma dovrebbe svanire dopo pochi minuti. Dopo il trattamento, è buona norma applicare una maschera oppure una crema viso lenitiva. Il dry brushing viso, eseguito correttamente, è adatto a tutti i tipi di pelle. Addirittura si rivela molto funzionale per chi ha la pelle sensibile o reattiva, in quanto aiuta a eliminare naturalmente le cellule morte e le impurità, causa di brufoli o infiammazioni. Un’idea per provare, per certi versi, la tecnica, però abbinata alla detersione? Iniziare a utilizzare le spazzole viso, come Foreo e Clarisonic. Inoltre, per caso hai la tendenza alla formazione di comedoni? Leggi come eliminare i punti neri senza fare danni.

6 Come pulire la spazzola dry brushing

Un argomento che può sembrare di secondo piano, invece è di primaria importanza, riguarda come pulire la spazzola dry brushing. La sua completa igiene è fondamentale, proprio per la funzione che svolge. Come vanno puliti, allora, gli accessori per il dry washing? Bisogna lavarli periodicamente con acqua e sapone neutro (utilizzare detergenti solo se le istruzioni ne prevedono l’uso) e dopo farli asciugare all’aria fino a che non sono completamente secchi

Spesso nel dry brushing vengono impiegati oggetti di derivazione naturale, che è necessario non riporre mai da umidi, dato che potrebbero sviluppare funghi e batteri, facili da trasferirsi successivamente sulla pelle.

Quando, poi, si capisce che la spazzola è consunta, vecchia, rovinata va sostituita. Bisogna prestare attenzione perché basta alterare di poco gli equilibri per rendere dannosa una pratica che ha come obiettivo il benessere della pelle.

7 Dry brushing prima e dopo

Quali sono gli effetti del massaggio a secco della cute, con una spazzola dry brushing? Si nota un prima e dopo rispetto al trattamento? Come già accennato, la pelle spazzolata assume immediatamente un aspetto migliore, più tonico e, ad esempio sulle gambe, privo di quei rossori tipici della microcircolazione poco fluida. Inoltre agevola lo spurgo dei ristagni di liquido intracellulare, compattando gli odiati cuscinetti di cellulite. Tutto ciò già con una sola passata.

Mantenendosi costanti con i massaggi, nel tempo si noterà una minor incidenza di sviluppo di peli incarnitie delle asperità che possono presentarsi sullo strato superficiale della cute. Anche la depilazione, di conseguenza, risulterà più efficace.

Sempre bene specificare che il dry brushing non trasforma il corpo, piuttosto se ne prende cura con la sua azione discreta ma mirata. L’utilità dei trattamenti che agiscono sulla circolazione periferica e il sistema linfatico è indubbia e comprovata. In ogni caso, per mantenere i benefici nel tempo, servono altri tipi di “sforzi”. E qui si torna alla dieta e vita sana, unici metodi per restare in forma a lungo.

Spazzolarsi qualche giorno prima di fare la ceretta, o d’iniziare una cura idratante per il corpo, aiuta la buona riuscita della depilazione, che durerà più a lungo. Mentre la pelle risulterà maggiormente ricettiva verso i principi attivi di creme e fluidi. A tal proposito, leggi la guida sull’acido glicolico per il viso.

8 Opinioni sul dry brushing

Intanto, il dry brushing è anche un trattamento reperibile presso i centri estetici, che può durare fino a 45 minuti ed essere associato a dei massaggi. Il tutto replicabile pure in autonomia, come descritto in questa guida, a prezzi decisamente minori. Chi lo ha provato, in genere, è partito con un po’ di scetticismo, per poi arrivare a ricredersi. L’effetto drenante si è palesato subito, con conseguente sgonfiamento e perdita (momentanea) di quasi due taglie. Inoltre la sensazione di pelle morbida, sana e lucente è stata definita palese.

C’è addirittura chi la definisce la scoperta beauty del secolo, per la sua semplicità ed efficacia. Dalla ritenzione idrica alla lotta contro i problemi della ricrescita dei peli, con una passata si porta via gran parte dei crucci che riguardano l’aspetto esteriore della persona.

Qualcuno avverte di prestare attenzione all’intensità degli sfregamenti e alle volte in cui si effettua la manovra, che potrebbe andare a eliminare troppo sebo, quello necessario per mantenere elastica la pelle. Tuttavia, con le dovute attenzioni, le opinioni sul dry brushing restano assolutamente entusiaste. Finalmente una coccola per il corpo facile da fare, economica e adeguata al naturale equilibrio dell’organismo. Pertanto, non resta che provare: ecco qualche accessorio consigliato per iniziare subito.

9 Come fare dry brushing a casa?

Ritagliati solo qualche minuto di tempo libero e usa i prodotti giusti per fare dry brushing a casa: ecco i migliori da acquistare online, in tutta comodità.

BeModi dry brushing spazzola con rame

Classica e comoda, con il cinturino in pelle per una presa più salda: è la spazzola per il corpo BeModi. Caratterizzata da setole in crine miste a bronzo, assicura un massaggio efficace, linfodrenante ed esfoliante agli ioni attivi. Il produttore raccomanda un uso giornaliero di almeno 3 minuti, per vedere già dei risultati. Ottimi feedback da parte degli utenti che l’hanno acquistata e la usano abitualmente.

ELEOPTION Dry brushing body brush set

Perché non avere una spazzola per il corpo, estendibile con un bel manico in legno, per arrivare a massaggiare anche la schiena? E perché non desiderare pure gli accessori per la doccia veri e propri? Il set completo ELEOPTION offre tutto questo, a un prezzo davvero competitivo. Idea carina e originale anche da regalare, di buona qualità.

Erbecedario spazzola viso a secco

Da non trascurare l’esfoliazione del viso: ci pensa la spazzola da usare a secco di Erbecedario. Realizzata con fibre naturali di palmito, aiuta a purificare la pelle, riattivare la microcircolazione e a distendere i muscoli facciali. La casa produttrice consiglia di usare la spazzola una o due volte la settimana, preferibilmente dopo la doccia, o dopo aver fatto una sauna facciale. In questo modo lo strato cheratinico della pelle sarà ammorbidito e le impurità potranno essere eliminate facilmente. La spazzolatura deve avvenire dal basso verso l’alto, con una pressione adeguata. Una piccola curiosità: sai cos’è la microdermoabrasione? Leggi la guida.

Remington BB1000 Reveal

La spazzola per il dry brushing per i pigri è di sicuro la Remington BB1000 Reveal. Si tratta di un accessorio che funziona a batteria, ricaricabile, con testine rotanti e intercambiabili. Pratica da usare, aiuta a mantenere la costanza del trattamento. Può essere usata anche da bagnata e sotto la doccia, insomma, un’idea davvero smart.

Aromatherapy spazzola per il corpo

Dalla qualità tedesca del marchio Aromatherapy si hanno sempre delle garanzie. La spazzola proposta ha setole che derivano dal cactus, studiate per dare il giusto grado di esfoliazione, senza irritare. Piccolo consiglio: questo accessorio viene fornito nella sua elegante scatola insieme a un olio da bagno, che va utilizzato sopra le setole prima di cominciare con il massaggio vero e proprio. Ne basta davvero una piccola quantità. Un rituale di bellezza super profumato, che aiuta velocemente le cellule a rigenerarsi e la pelle a restare sana e luminosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.