cambio automatico

Acquistare un’auto usata: cambio automatico o manuale?

È un dilemma che attanaglia la maggior parte degli automobilisti indecisi sulla scelta di una vettura dotata di cambio automatico o manuale: quale scegliere

È un dilemma che attanaglia la maggior parte degli automobilisti, specialmente per quanto riguarda l’acquisto di un’auto usata. In molti sono indecisi sulla scelta di una vettura dotata di cambio automatico o manuale. Come risolvere un simile dubbio? Nelle righe seguenti, ecco alcuni elementi che possono far propendere per una decisione o per l’altra, partendo comunque dal presupposto che entrambe le scelte possono essere sostanzialmente considerate giuste.

Perché preferire il cambio automatico

In una valutazione del genere, partiamo dal cambio automatico. Si tratta di un sistema che ha preso molto piede nel corso degli ultimi anni e prevede l’utilizzo di un’automobile senza pedale della frizione, con la capacità di effettuare ogni cambio di marcia senza la necessità di utilizzare alcuna leva. Il conducente non ha quindi la necessità di togliere le mani dalla guida per scalare una marcia verso l’alto o verso il basso, con la prospettiva di condurre la vettura in tutta sicurezza.

Diversi sono i punti di forza e i vantaggi evidenti che possono scaturire da una scelta di questo genere. Prima di tutto, va sottolineato l’incremento del comfort di guida, con benefici notevoli che possono essere apprezzati soprattutto in percorsi cittadini. Le ginocchia non tendono a stancarsi per eventuali utilizzi frequenti della frizione, con il guidatore che può scegliere le marce da innestare e usufruire, magari, di piccole levette in corrispondenza del volante molto simili a quelle delle monoposto di Formula 1. Di contro, un sistema del genere può comportare un prezzo d’acquisto superiore, unito alla necessità di una manutenzione più accurata dovuta all’inserimento più frequente dell’olio nel motore. A tutto ciò bisogna aggiungere anche un incremento dei consumi di carburante, con costi di gestione maggiormente onerosi.

Perché preferire il cambio manuale

Ovviamente, non va mai lasciata in secondo piano l’ipotesi di affidarsi al caro e vecchio cambio manuale. La maggior parte dei puristi non può fare a meno di una scelta del genere per tenere sotto controllo il mezzo meccanico. Vetture di questo tipo sono dotate della classica frizione, sulla quale è necessario schiacciare il piede sinistro in occasione di ogni accensione, spegnimento o cambio di marcia.

Nonostante i vantaggi pratici indiscutibili del cambio automatico, il manuale continua a piacere ad un’elevata quantità di potenziali clienti, oltre ad essere il sistema ancora più diffuso nel mercato automobilistico. È proprio il coinvolgimento alla guida uno dei principali punti a favore di una tecnica di questo tipo, con l’automobilista che può entrare in perfetta simbiosi con la propria vettura. A tutto ciò bisogna aggiungere un notevole risparmio economico, che può essere apprezzato sia al momento dell’acquisto dell’automobile, sia durante la propria gestione. Non bisogna lasciare in secondo piano la prospettiva di usufruire di consumi più bassi. Nel corso degli ultimi anni, la situazione è ulteriormente migliorata grazie all’inserimento di sistemi di cambio dotati di indicatore della cambiata consigliata, con la chance per il guidatore di cogliere il momento esatto nel quale salire o scendere di marcia.

Cosa conviene: cambio automatico o manuale?

Meglio quindi le auto usate cambio automatico o cambio manuale? La scelta definitiva sta all’automobilista stesso, che durante la sua esperienza di guida matura una serie di abitudini maggiormente conformi ad una modalità o all’altra. Non è facile rispondere ad un simile quesito e non sembra esistere una scelta universalmente migliore rispetto all’altra.

Chi fa parte della cosiddetta vecchia scuola e non vuole lasciare in secondo piano la possibilità di guidare in maniera classica, può tenere in seria considerazione la possibilità di acquisire un’auto dotata di cambio manuale. Al tempo stesso, se si è alla ricerca di un elevato grado di comfort e praticità, specialmente per quanto riguarda i percorsi cittadini, si può optare senza alcun indugio per il cambio automatico, nonostante i suoi costi medi di acquisto e gestione risultino complessivamente molto più elevati. Tutto sta alle preferenze del conducente, che deve trovare il giusto compromesso tra comodità e sicurezza in seguito ad una serie di attente e precise valutazioni tecniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *