Costi trasloco

Costi trasloco: quali sono i fattori che ne determinano il prezzo

Devi fare un trasloco e vuoi sapere quali sono i costi da dover affrontare? Ecco i fattori che incidono sul prezzo finale

Per avere un’idea sui costi, bisogna tenere conto di alcuni fattori che incidono, in maniera significativa, sul prezzo finale del trasloco. Con a mente questi importanti fattori, è possibile richiedere un preventivo per un trasloco alle tante ditte specializzate che si occupano di questa attività e confrontarli per scegliere quello col miglior rapporto qualità-prezzo. Ma cerchiamo di capire meglio quali sono i costi di un trasloco e quali sono gli aspetti da dover considerare!

Fattori da considerare sui costi trasloco

Per calcolare i costi di un trasloco vi sono delle variabili che vanno sempre considerate perché incidono molto sul costo. Esse possono essere elencate come segue.

La città

Traslocare nelle grandi metropoli, generalmente, costa di più in quanto i prezzi dei permessi sono più elevati che in altre città d’Italia.

La distanza

Se il trasloco avviene nella stessa città i costi si mantengono bassi, ma se si tratta di raggiungere altre destinazioni più lontane o, addirittura, se si tratta di una località all’estero, i costi salgono vertiginosamente.

Quantità degli arredi

A seconda della quantità di mobili da smontare e imballare occorre un certo numero di personale specializzato. Maggiore è la quantità dei mobili, maggiore è il numero di facchini che devono essere impiegati per svolgere le varie fasi con cura. Inoltre, se vi sono oggetti speciali da trasportare, come pianoforti od opere d’arte, il costo sale maggiormente.

Imballaggio dei vari oggetti

Affidarsi ad una ditta specializzata è in genere la soluzione migliore anche per imballare con cura i vari oggetti che si trovano nella casa. In questo modo si ha la certezza che tutto arriva a destinazione in ottimo stato. Ma il materiale d’imballaggio ha i suoi costi, quindi più sono gli oggetti da imballare, più materiale d’imballaggio occorrerà facendo aumentare il costo del trasloco.

Costi trasloco

I possibili costi aggiuntivi

Vi sono, inoltre, altri fattori che possono incidere sul costo di un trasloco e devono essere calcolati a parte. Alcuni esempi sono:

  • la difficoltà di accesso all’abitazione che può richiedere l’utilizzo di attrezzature speciali, come il montacarichi se l’appartamento è ai piani superiori
  • l’uso di una piattaforma elevatrice, necessaria per portare al suolo oggetti pesanti come gli elettrodomestici.

Infine, se si ha la necessità di tenere mobili e oggetti a deposito, magari perché la nuova destinazione ancora non è pronta all’uso, le ditte migliori dispongono di un apposito deposito merci.  Questo servizio, ovviamente, prevede un ulteriore costo aggiuntivo sul preventivo del costo trasloco e varia in base allo spazio necessario a contenere i mobili lasciati in deposito.

Perché richiedere e confrontare sempre più preventivi

Dunque, una volta tenuto conto di tutti questi fattori che possono incidere sui costi da affrontare per un trasloco, è possibile chiedere un preventivo. È sempre consigliabile richiedere più preventivi, rivolgendosi a ditte diverse. In questo modo si potrà di scegliere il preventivo che offre il servizio migliore al prezzo più conveniente, approfittando magari delle varie offerte che spesso le ditte propongono per attirare la clientela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *