Lavastoviglie da incasso: Quale comprare? La guida alle migliori

Lavastoviglie da incasso: Quale comprare? La guida alle migliori

Quale lavastoviglie da incasso comprare? Tanti modelli e specifiche da considerare, vediamo insieme i migliori modelli sul mercato.

Non esageriamo nel dire che la lavastoviglie sia una delle invenzioni più utili al mondo e accolte con più piacere dalle casalinghe (e non solo loro) di tutto il mondo. C’è chi vive da solo ma ha sempre poco tempo, chi ha una famiglia numerosa, chi proprio odia perdere tempo lavando i piatti a mano, la lavastoviglie toglie una gran mole di lavoro ed ha migliorato nettamente la qualità delle vita a coloro che solitamente si occupano della cura della propria casa. Dalla sua invenzione alla diffusione di massa in tutte le case, la lavastoviglie ha subito modifiche e miglioramenti tanto da essere ormai presente sul mercato in una gran quantità di modelli diversi. Esistono anche quelle compatte, per chi fosse interessato.

Se da un lato questo è un aspetto positivo, dall’altro lato coloro che si trovano a riflettere su quale lavastoviglie da incasso comprare si troveranno facilmente pieni di dubbi e di domande leggendo le etichette dei prodotti. Con questo articolo vogliamo fare un po’ di chiarezza sulle caratteristiche da valutare per acquistare una lavastoviglie e aiutarvi con le recensioni delle migliori lavastoviglie da incasso che si possono trovare su Amazon.

Cos’è una lavastoviglie da incasso?

Le lavastoviglie da incasso sono ormai molto diffuse nelle moderne cucine. Ma cosa si intende? Stiamo semplicemente parlando di quelle lavastoviglie che si inseriscono all’interno di un mobile e non sono a vista. In questo modo l’elettrodomestico si mimetizza completamente con lo stile e il design del resto della cucina, tanto da rendere difficile il suo riconoscimento. La misura standardizzata è di 60 cm in larghezza, 81,5/82 cm in altezza e 55/57 cm in profondità. Le lavastoviglie ad incasso si suddividono in: lavastoviglie a scomparsa totale e a scomparsa parziale.

  • Lavastoviglie a scomparsa totale: Tale tipologia si aggancia al pannello esterno in legno, nascondendo completamente l’elettrodomestico così da permettere una totale mimetizzazione. I comandi della lavastoviglie si trovano nella parte superiore dello sportello. Fino a che non lo apriamo i pulsanti rimangono invisibili. Sono molto discrete!
  • Lavastoviglie a scomparsa parziale: In questo caso avremo i comandi visibili, dato che il pannello esterno li lascia scoperti andando a coprire solamente la parte sottostante dell’elettrodomestico.

L’altra categoria di lavastoviglie che non rientrano nel modello “da incasso” vengono chiamate “a libera installazione” perché possono essere collocate ovunque e dispongono di un proprio sportello di chiusura con i comandi. Una volta scelto il tipo di lavastoviglie da scomparsa che fa al caso vostro, potete passare a valure le varie caratteristiche tecniche dei molti modelli. Se volete avere una panoramica sui migliori brand produttori di lavastoviglie, qui trovate la nostra guida dedicata.

Lavastoviglie da incasso: classe energetica

Il dato tecnico più importante da valutare è quello relativo alla classe energetica. Un’attenzione particolare permette di evitare spreco di energia salvaguardando l’ambiente. Secondo una direttiva dell’Unione Europea del 1992 gli elettrodomestici vengono classificati secondo una classe di consumo energetico che va dalla lettera “A” (bassi consumi) alla lettera “G” (alti consumi). Dal 2010 si sono aggiunte altre tre classi: A+, A++ e A+++. Pensate che un apparecchio A++ può consumare fino al 50% di energia in meno rispetto a uno di classe A. Una lavastoviglie in classe A, ha un consumo di 1,15 Kwh/ciclo, una classe A+ ha un consumo di 0,98 Kwh/ciclo, una classe A++ ha un consumo di 0,91 Kwh/ciclo, mentre una classe A+++ ha un consumo di 0,84 Kwh/ciclo. Supponendo 280 lavaggi standard in un anno possiamo definire i costi in questo modo:

  • classe A in un anno consuma 0,287 x 280 = 80,36 €.
  • classe A+ in un anno consuma 0,245 x 280 = 68,60 €.
  • classe A++ in un anno consuma 0,227 x 280 = 63,56 €.
  • classe A+++ in un anno consuma 0,21 x 280 = 58,80 €.

Possiamo così vedere come tra la classe A e la classe A++ ci sia un risparmio annuo di €21,56. Ormai è da ritenersi imprescindibile l’appartenenza alla classe A quando si valuta quale lavastoviglie da incasso comprare. Sull’energy label presente sulle lavastoviglie la scala di efficienza energetica valuta anche, con gli stessi parametri, la qualità del lavaggio e dell’efficacia dell’asciugatura. Altri dati riportati sull’etichetta sono: il consumo di acqua in litri, il numero di coperti e la rumorosità espressa in decibel. L’apposita etichetta con tutte queste informazione si deve trovare obbligatoriamente sull’elettrodomestico e non dimenticatevi mai di leggerla.

Lavastoviglie da incasso: prestazioni e programmi

Ormai, grazie all’intervento dell’Unione Europea, anche la più semplice ed economica lavastoviglie garantisce un livello minimo di efficienza. A seconda però delle proprie esigenze ovviamente possiamo trovare modelli più avanzati e più sicuri. Per esempio, alcune lavastoviglie riescono, grazie a specifici sensori, ad analizzare il livello di sporco e a selezionare in modo automatico il miglior programma di lavaggio possibile. Vediamo quali sono i programmi di lavaggio che si possono trovare sulle lavastoglie:

  • programma completo: come dice il nome stesso questo programma è il più lungo esistente e prevede il prelavaggio e l’asciugatura;
  • programma quotidiano: da utilizzare per le esigenze di tutti i giorni, adatto a stoviglie non particolarmente sporche dalla durata più breve di quello standard descritto sopra;
  • programma cristalli: dedicato in maniera specifica alla pulizia di stoviglie in cristallo;
  • programma breve: il più rapido esistente da utilizzare quando la lavastoviglie è poco carica e necessitiamo di un lavaggio abbastanza superficiale. Non comprende l’asciugatura;
  • programma eco: questa soluzione minimizza i consumi ma allunga il tempo del ciclo;
  • prelavaggio: programma breve e leggero da utilizzare per ammorbidire le incrostazioni da togliere successivamente con un programma più lungo.

Lavastoviglie da incasso: Il carico

La capacità di carico è la quantità di stoviglie che i cestelli possono sopportare. Nonostante le dimensioni esterne della lavastiviglie (che di solito sono 60cm) il carico può andare da un minimo di 12 coperti fino anche un massimo di 16 coperti, a seconda dell’organizzazione dei cestelli interni. Alcuni modelli, non quelli più basici ma quelli più moderni ed avanzati, offrono tre diverse possibilità di carico da scegliere quando utilizziamo un lavaggio non a pieno carico. Invece di rimandare il lavaggio in modo totale a quando potremo riempire del tutto la lavastoviglie, in questo caso possiamo pulire subito quel poco che abbiamo sporcato e scegliere tra:

  • carico semplice: lavaggio che impiega solamente un cestello;
  • carico differenziato: possiamo scegliere quale cestello (superiore o inferiore) utilizzare e quindi caricare;
  • carico automatico: la lavastoviglie riesce a capire la quantità di stoviglie caricata e ad adeguare il consumo automaticamente in base ad esso.

Lavastoviglie da incasso: rumore

Una delle caratteristiche a cui prestare più attenzione è il livello di rumorosità della lavastoviglie. Come già detto, questo dato può essere letto sull’etichetta obbligatoria applicata all’elettrodomestico. La silenziosità della lavastoviglie non è da sottovalutare non solo per evitare inutili fastidi ma anche perché un basso livello di decibel permette di utilizzarla di notte e limitare così il consumo di energia elettrica. Le lavastoviglie più moderne dispongono anche di funzioni specifiche per le ore notturne che rendono l’apparecchio ancora più silenzioso. Quando controllate questo dato ricordatevi che le emissioni sonore medie per questo tipo di elettrodomestico oscillano tra i 33 e i 42 decibel.

Quale lavastoviglie da incasso comprare: le marche

 Quando si parla di elettrodomestici o comunque oggetti di un certo valore i cui costi non sono per niente irrisori anche per quanto riguarda i modelli più basici, noi consigliamo sempre di tenere in considerazione anche la marca. Dopo aver valutato tutte le caratteristiche di cui abbiamo parlato sopra valutate anche la marca, la sua storia e la sua affidabilità. In questo caso la marca è sinonimo anche di alta qualità, di affidabilità, di durabilità del prodotto e maggiore facilità nelle riparazioni e nella sostituzione di eventuali componenti che si possono guastare. Fra le marche più famose e consigliate troviamo: Whirlpool, Hotpoint, Bosch, Electrolux e Candy.

Lavastoviglie da incasso: alcuni consigli

Una volta deciso quale lavastoviglie da incasso comprare è utile conoscere anche alcune pratiche per poterne prolungare la durata e l’efficienza. Insomma, per mantenerle come nuove il più a lungo possibile. Per esempio fate attenzione alla pulizia, sia esterna che interna. L’esterno può essere pulito con un panno umido ed un detergente non abrasivo. Mentre per l’interno possiamo effetture un lavaggio breve con un po’ di aceto; grazie a questa procedura si possono eliminare anche eventuali cattivi odori. Ogni volta che si utilizza la lavastoviglie sarebbe necessario assicurarsi sempre la presenza del sale e del brillanante. Passiamo alle recensioni “vere e proprie” delle migliori lavastoviglie da incasso.

Lavastoviglie Candy 1L38-02: Economica a scomparsa totale

Lavastoviglie da incasso a scomparsa totale dalle dimensioni standard, di classe A+, con comandi semplici e intuitivi. Questo modello di lavastoviglie è particolarmente apprezzato per la facilità di installazione e di utilizzo e per il prezzo economico. Nonostante appunto il prezzo contenuto la lavastoviglie garantisce qualità ed efficienza. La lavastoviglie è dotata di vari programma di lavaggio, dal più lungo e completo a quello più rapido che dura meno di mezz’ora ma che allo stesso tempo garantisce ottimi risultati per il carico di stoviglie utilizzato solitamente da una famiglia di 3-4 persone. Per quanto riguarda il rumore la lavatrice Candy non è del tutto silenziosa ma assicura comunque un livello basso e assolutamente sopportabile. Per poco più di 200 €, ne vale decisamente la pena.

Lavastoviglie Electrolux (scomparsa totale): Design impeccabile e colorazione silver

Lavastoviglie da incasso di classe energetica A+, silenziosa, e dotata di 5 programmi di lavaggio:  Intensivo 70 gradi, Rapido 30 min 65 gradi, Normale 65 gradi, Eco 50 gradi e Ammollo. L’elettrodomestico è provvisto di avvisatore acustico di fine ciclo, sistema Pure Crystal (anti-opacizzazione vetri e cristalli), sistema di sicurezza e sistema di riduzione dei consumi in base al carico. Specifichiamo un dettaglio che a volte è stato frainteso dai clienti: essendo la lavastoviglie a scomparsa totale, non è dotata di un pannello proprio ma dovrete provvedere ad attaccarla a quello della vostra cucina. Buon rapporto qualità/prezzo con un costo di €267,01.

Lavastoviglie Hotpoint LTB 4B019 EU(scomparsa totale): La più silenziosa!

Lavastoviglie di classe energetica A+, performance di lavaggio A e asciugatura A. Silenziosa, capiente e garantisce un’ottima pulitura con 4 programmi diversi (ammollo, eco, normale e intensivo) che sono di facile comprensione e settaggio e che coprono le principali e più importanti esigenze. Il lavaggio ECO, che garantisce il maggior risparmio di energia, ha una durata di circa 2 ore e trenta. Si tratta di una lavastoviglie che combina buona qualità, buon livello di pulitura e presenza delle funzionalità necessarie mantenendo allo stesso tempo un costo contenuto. Su Amazon la si può acquistare infatti ad un prezzo di €306,88.

Lavastoviglie Whirlpool PH ADG301 (scomparsa totale): La slim di soli 45 centimetri

In questo caso si trattta di un modello slim perché la larghezza è di soli 45cm e permette il lavaggio di 10 coperti invece che dei consueti 13. Nonostante le sue ridotte dimensioni questa lavatoglie dispone di 6 programmi di lavaggio, della funzione mezzo carico e anche della partenza ritardata che permette di posticipare il lavaggio fino a 12 ore. Il modello Slim di Whirlpool è completo di cestello superiore regolabile in altezza e di porta stoviglie che può essere posizionato in qualsiasi punto del cestello inferiore. Ottimo prodotto, silenzioso e di facile utilizzo. Questo modello lo si può trovare a €357,00.

Lavastoviglie Bosch: Libera installazione e TOP di gamma

Citiamo anche lei, nonostante non sia da incasso ma più una lavastoviglie a libera installazione. Questa Bosch è una top di gamma, dalle alte prestazioni, maggiori funzionalità e attenta al design e al dettaglio. Super silenziosa, pulisce a fondo ed è dotata di tre ripiani; il terzo cestello in alto non può essere regolato ma può essere rimosso, mentre il secondo si può regolare. La sua maggiore capienza permette di contenere anche 14 coperti e i programmi di lavaggio sono addirittura 8, adatti ad ogni esigenza. Nonostante la particolarità di essere digitale è di facile utilizzo e di facile programmazione. A coronare il tutto la classe energetica di questa lavastoviglie Bosch che è A++, cioè quella che consente il minor consumo di energia. Ovviamente le alte prestazioni sono rispecchiate dal prezzo di €697,07 che però è ampiamente giustificato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *