Notebook LG: La nuova serie Gram, da comprare o da evitare?

Notebook LG: La nuova serie Gram, da comprare o da evitare?

Comprare o meno i notebook LG? La nuova serie Gram, ci ha fatto ricredere e vi spieghiamo perché nella nostra guida. Ecco le opinioni e la recensione

LG è davvero inarrestabile in molti campi, ma se c’e o quantomeno c’era) un mondo in cui era tanto tempo che non promulgava aggiornamenti, era quello dei laptop. Si è recentemente svegliata, presentando una nuova linea di pc portatili, pensati sia per il gaming che per situazioni hardcore come utilizzo professionale intenso. Si chiama Gram la nuova serie, andiamo a scoprirla insieme.

LG ed i computer, un matrimonio felice a metà

Quella fra LG ed i computer è una storia strana, che nel corso del tempo ha portato ad alcuni successi, ma anche a tanti fallimenti e progetti che potevano essere evitati. Nello specifico l’azienda si è sempre occupata maggiormente di prodotti hi tech portatili come telefoni, ma anche di televisori come sappiamo bene, incrementando le proprie vendite e creando dei precedenti non da poco. Nel campo dei computer la concorrenza è spietata, specialmente in quello dei PC portatili. La concorrenza di brand storici come HP, Dell o ASUS ha fatto si che LG sfornasse pochissimi prodotti nel corso del tempo, e quelli sfornati non erano al top se paragonati agli altri brand. Quindi questa serie notebook Gram di LG, è da comprare o meglio evitare? Ci arriviamo.

La serie Gram, la riscossa?

Recentemente abbiamo visto conferenze e presentazioni in cui LG ha deciso, forse forte del fatto che in alcuni campi non è seconda a nessuno, di intraprendere di nuovo la strada del PC portatile. Era ufficialmente dal 2015 che non accadeva, gli ultimi modelli prodotti come abbiamo detto avevano molta forma e poca sostanza, ma sembra che con questa serie LG si voglia riscattare. Cosa prevede esattamente la linea Gram? PC portatili pensati per l’utente avanzato, con una spiccata attenzione ai dettagli, ma  anche al rapporto qualità/prezzo, che in passato ha causato non pochi problemi alla casa produttrice.

Siamo consapevoli che in queste settimane stanno già uscendo i modelli 2020, ma allo stesso tempo in Italia, quantomeno su Amazon, sono disponibili solamente i modelli 2019, mentre gli altri arriveranno nel tempo. Parliamo dunque di computer avanzati, sostanzialmente due modelli principali che differiscono come vedremo in caratteristiche tecniche, ma anche in alcune skills programmate inserite al loro interno. Allo stesso tempo abbiamo anche una azienda come LG che, forte del suo comparto televisivo e telefonico, ha puntato molto sull’aspetto schermo e risoluzione, dando vita a due piccoli mostri di tecnologia.

Cosa dobbiamo aspettarci?

I notebook LG sono da comprare o evitare? Lo scopriremo nelle prossime righe, dove andremo ad analizzare e saggiare quelle che sono le caratteristiche tecniche di ognuno dei due modelli. Ricordiamo che per il momento facciamo riferimento ai due modelli 2019, non appena saranno disponibili i due nuovi sicuramente verranno inseriti nel nostro database di recensioni e opinioni.


LG Gram 15Z990 Notebook: piccolo ma letale

Il primo dei due modelli è il 15Z990, che si presenta a noi sicuramente come un laptop compatto, dato il suo schermo da “soli” 15,9 pollici. Il design è accattivante, minimale e con linee davvero sobrie, scelta di LG per riuscire a stare non solo al passo coi tempi, ma anche per dare una sorta di continuità con le sue linee di televisori e telefoni che godono entrambi del medesimo trattamento.

Cosa bolle sotto al cofano?

Partiamo innanzitutto dal processore, che nel caso del modello “minore” è un potente Intel I5 di ultima generazione, con una frequenza nativa di 1,6 GHz, ma che può essere overlclockata fino a 3,9 grazie al Turbo Boost inserito all’interno della motherboard. Questo significa che in caso di necessità come gaming, editing o anche semplicemente molteplici programmi aperti, il processore sblocca automaticamente il moltiplicatore dei core, dandoci una spinta e raffreddamento in più. Unito a questo troviamo una DDR4 RAM da 8GB per uno storage flash davvero basico ma fondamentale, utile per eseguire anche operazioni complesse.  A fare invece da storage principale abbiamo un SSD da 512GB, il che significa velocità di elaborazione dati e soprattutto peso contenuto.

Schermo, un tocco di classe che non guasta mai

Abbiamo detto che LG Gram 15Z990 ha uno schermo da 15,6 pollici, bello da vedere, con vetro anti riflesso, ma non abbiamo parlato di specifiche tecniche. Una risoluzione nativa che arriva al Full HD, con tecnologia IPS che mantiene i neri non molto profondi, ma una fedeltà cromatica davvero encomiabile. Unito allo schermo così piccolo e versatile troviamo lo chassis in carbonio ed alluminio, per un peso complessivo di soli 1099 grammi, leggerissimo. Insomma partiamo benissimo con i notebook LG Gram; nelle opinioni e nelle recensioni sorprendono.

Skills, qui si fa sul serio

Abbiamo ingresso USB 3.0, ingresso HDMI, supporto a cavo Thunderbolt e presa Ethernet, senza contare il WiFi a doppia banda, Bluetooth 5.0, USB-C inclusa, batteria a lunga durata con ricarica abbastanza rapida, tastiera retroilluminata e quick access con impronta digitale inclusa. A bordo troviamo Windows 10 aggiornato all’ultima versione. Un PC per tutti i giorni? Non solo, un computer per lavorare, giocare, editare foto e video in autonomia, e ad un prezzo davvero competitivo. Si trova infatti su Amazon a circa 1049 euro, ben inserito nella fascia media e con un ottimo rapporto qualità/prezzo.


LG Gram 17Z990 Notebook: bigger is better?

A fargli da contralto troviamo il modello con schermo più grande ma non solo. Qui LG ha decisamente osato di più, sfornando una piccola macchina da guerra con tanta voglia di macinare dati. Andiamo a scoprire le sue caratteristiche peculiari.

Cosa c’è sotto al cofano?

Abbiamo un processore Intel I7 di ultima generazione con clock nativo ad 1.8GHz, ma anche esso con Turbo Boost fino a 4.6, veloce e versatile. Unito a questo abbiamo una memoria flash da 8GB con frequenza a 2400 MHz per caricamenti rapidi ed uno storage flash fluido, ed un SSD da 512GB per uno storage fisico abbastanza grande, ovviamente espandibile. Anche qui design sottile, chassis in fibra di carbonio ed alluminio con certificazione militare, leggero e letale nel suo essere veloce.

Schermo, il suo punto di forza

Più grande del fratello, questo schermo da 17 pollici non è solo generoso nelle dimensioni, ma anche nella risoluzione. Abbiamo infatti un impianto nativo fino all’UHD, unito anche ad una scheda audio con HD incluso. Un vero pannello televisivo in miniatura, derivato dalle tecnologie tv, che LG ha deciso di regalarci per questo modello. La risoluzione così elevata gli permette, unito all’hardware in dotazione, di essere “arma” prediletta degli editors, specialmente video e foto, dato che si può sfruttare appieno un programma di montaggio grazie proprio alla risoluzione elevata.

Skills, quasi le stesse, ma sfruttate al massimo

Anche qui abbiamo USB normale e di tipo C, Bluetooth 5.0, porta Thunderbolt, Ethernet e WiFi a doppia banda, ingresso HDMI incluso, batteria a 72Wh di potenza a lunga durata, tastiera con retroilluminazione e sensore di impronte digitali. La cosa che stupisce è il peso, di soli 1340 grammi, ed anche il prezzo, che sfiora i 1600 euro totali. Se pensiamo però a quello che potrebbe fare, ci rendiamo conto che è un investimento abbastanza solido.


In sostanza, comprare o non comprare?

Se cercate un PC portatile classico, ma dal peso contenuto, dalle prestazioni mediamente eccellenti, ma che allo stesso tempo non vi faccia gridare al miracolo, il modello da 15 pollici fa per voi. Se invece volete osare, se siete alla ricerca del Laptop definitivo per lavorare, essere sempre in contatto, editare ed osservare le vostre foto preferite con la migliore risoluzione possibile, allora l’enorme gigante da 17 pollici è la vostra manna dal cielo. La serie Gram promette bene se questi sono i due modelli “base”. Non ci resta che vedere che cosa LG ha in serbo per noi nel futuro: si parla di schermi ancora più grandi e di un supporto nativo più performante, oltre che di personalizzazione delle componenti interne. Il che aprirebbe la strada ad una customizzazione profonda, e quindi anche al mercato dei Pro-Users ancora più di quanto già questi due modelli sono in grado di fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *