smartwatch

Smartwatch: differenze e somiglianze con activity tracker e smartband

Qualcuno ci capisce qualcosa? Ecco una breve guida per trovare il prodotto adatto alle vostre esigenze tra smartwatch, activity tracker e smartband

Pochi si prendono la briga di differenziare la categoria degli “indossabili”. Se non ci capite più nulla, Advister cerca di darvi le risposte. I dispositivi indossabili o wearable sono prodotti che, fino a qualche anno fa, non esistevano. Oggi, grazie alla miniaturizzazione dei componenti, questi piccoli concentrati di tecnologia si sono diffusi a macchia d’olio. Tra i più venduti abbiamo gli smartwatch, le smartband e i fitness tracker o activity tracker. Non vi confondete, in questo articolo cercheremo di fare chiarezza sulle differenze.

Fitness tracker o activity tracker

Iniziamo con la categoria più ampia. Questi dispositivi monitorano (come dice il termine inglese). Nascondo, infatti, per tenere traccia di qualcosa relativo alla nostra attività. Anche un contapassi classico è un activity tracker. Le attività monitorate non sono solo passi, ma in generale il movimento (durante il sonno o le bracciate a nuoto o i movimenti in bici). Sono del tutto versatili e pensati per tutti, anche i più pigri. Se non volete svenarvi per comprarne uno, vi consigliamo di optare per il Polar Loop Wristband LED. Con soli 55€ acquisterete un prodotto leggero, semplice da usare e molto bello. Consultate la scheda tecnica sul nostro sito per vedere le specifiche tecniche con i vostri occhi. In super offerta anche il Samsung Gear Fit2, molto prestante, quasi ai livelli di un vero e proprio smartwatch!

Smartband

Sono un sottogruppo dei fitness tracker. Anche qui il nome inglese è significativo: “fasce intelligenti”. Riescono a incrociare i dati tra di loro e sono più ricche di funzioni rispetto a quelle più semplici. Non sempre hanno un display. Diciamo pure che tutti gli activity tracker degli ultimi anni sono delle smartband, solo che alcuni produttori non utilizzano questo nome. Le smartband, a differenza degli smartwatch, sono dispositivi a batteria a lunga durata e consumano pochissimo. Spesso sono impermeabili. La componente “smart” risiede nel fatto che si collegano allo smartphone via Bluetooth o al pc tramite WiFi o USB, scaricando tutti i dati. La caratteristica innovativa degli smartband è che sono pensati per persone normali, non per gli sportivi (vedi smartwatch). Sono, insomma, adatti a tutti!

Smartwatch

Gli smartwatch sono una categoria del tutto diversa. Appartengono innanzitutto alla sezione orologi, in tutto e per tutto. Lo scopo principale è quello di segnare l’ora. In linea di massima sono molto più costosi, spesso multifunzione e comunicanti col telefono. Altre volte sono veri e propri smartphone da polso con tanto di SIM, abilitati a funzioni di chiamata e sms. Dispongono di numerose app. Altra differenza notevole è che gli smartwatch hanno una batteria di breve durata, ricaricabile. Tra i migliori smartwatch 2017 vi segnaliamo i MyKronoz, in particolare i modelli ZeSplash2 e ZeWatch3 OLED.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *