q acoustics 3050

Q Acoustics 3050: Altoparlanti budget che non dimenticano la performance

Nell’affollato panorama degli altoparlanti economici, Q Acoustics 3050 risaltano grazie alla loro forza espressiva, bassi potenti e una presentazione piuttosto neutrale ma mai priva di personalità. La nostra recensione.

Le situazione è piuttosto dura in “basso” – cioè nella fascia economica degli hi-fi – con molte, troppe parti in lizza per la supremazia. Marche come Elac, Pioneer e Q Acoustics cercano ogni modo per controbattere all’avanzata inesorabile dell’armata degli speaker multiroom. La gamma Q Acoustics 3000 potrebbe però essere quella giusta per conquistare lo scettro di migliori performer entry-level.

Modifiche importanti

Le modifiche apportate alla serie 2000i (i precedenti diffusori budget prodotti dall’azienda) giustificano in pieno il nuovo numero di modello: il materiale conico dei due driver medi / bassi da 16,5 cm è stato modificato da un mix di carta e mica in una composizione di carta e aramide. La fibra aramidica (meglio conosciuta come “Kevlar”) rafforza il cono e rende il suo comportamento più prevedibile. Stando a ciò che dichiara Q Acoustics, questa modifica garantisce una tonalità più naturale al suono riprodotto.

Tweeter e crossover

Anche il tweeter da 25 mm ha subito cambiamenti importanti: ora utilizza un diaframma che combina gli elementi di design del radiatore ad anello e della cupola per migliorare le prestazioni degli alti. Il tweeter è disaccoppiato dalla scocca principale tramite una guarnizione di gomma butilica, isolandolo dalle vibrazioni che la attraversano durante la riproduzione. Allo stesso modo, anche il crossover utilizza componenti di qualità superiore, che presumibilmente limitano la distorsione e riducono i problemi di fase.

Scocca

Ultimo aspetto, ma non meno importante: la scocca. Realizzata con pannelli MDF da 15 mm, con piastra superiore da 20 mm a doppio strato e un deflettore anteriore ancora più spesso, è stata ulteriormente rinforzata per controllare le risonanze e aumentarne la rigidità. Q Acoustics ha anche spostato i terminali sul pannello posteriore, aspetto che li rende più facilmente accessibili.

Performance

Pur essendo più piccoli dei 2050, li superano in ogni aspetto della performance. Nonostante Q Acoustics sia già leader nel mercato degli altoparlanti di fascia economica, in qualche modo è riuscita a portare il tutto su un nuovo livello. Negli anni, l’azienda ha creato un suono caratteristico estremamente gradevole: raffinato, sottile e soave, ma non privo di asperità e momenti di puro volume. Un basso pieno e agile, unito ad acuti nitidi e controllati, ne definiscono l’equilibrio tonale, che nella tradizione Q Acoustics tende a favorire una certa neutralità di fondo.

q acoustics 3050

Potenza e decisione

Potenti e decisi, i 3050 offrono un enorme senso di scala e sono in grado di avvolgere con facilità salotti e soggiorni anche grandi. Si possono posizionare abbastanza distanti dal muro, senza per questo perdere troppi dettagli dell’immagine stereo. È comunque a 20 cm dalla parete che sprigionano tutta la loro musicalità.

Q Acoustics 3050i: in cerca dell’amplificatore giusto

Quando si acquistano un paio di diffusori di ottima qualità come questi, magari per passare da un modello più piccolo o da una coppia di diffusori satellite, bisogna tener conto delle specifiche in modo certosino. La performance degli altoparlanti dipende in larga parte dall’amplificatore, che non sempre è in grado di fornire il wattaggio appropriato. Un aspetto chiave questo, perché appena messi in funzione, si noterà immediatamente quanto la risposta dei bassi sia vigorosa rispetto a coppie di altoparlanti ben più massicce. Questo potrà sembrare strano, finché non se ne comprendono i requisiti di alimentazione.

Nessuna distorsione (anche a volume molto alto!)

Con una sensibilità di 92 dB, questi diffusori sono estremamente efficienti nel convertire l’amplificazione in suono. Nelle nostre prove, i Q Acoustics 3050 non hanno mostrato segni di distorsione anche a volume davvero sostenuto. Q Acoustics suggerisce di alimentare questi diffusori con un amplificatore – o ricevitore AV – capace di inviare tra 25 e 100 watt per canale. La potenza nominale continua da 100 watt funziona al meglio con la maggior parte dei ricevitori di livello medio e entry-level.

Musicalità adatta a tutte le situazioni

Di sicuro, solo appaiandoli all’amplificatore giusto potrete schiudere in pieno la loro musicalità. E non solo, perché questi altoparlanti sono ottimi anche solo per guardare la TV e i film, per giocare ai videogiochi. Senza dimenticare l’ovvio, ovvero riempire una stanza di musica in un modo che nessun altoparlante Bluetooth potrà replicare. Il tutto racchiuso entro un paio di diffusori che non sovraccaricano mai lo spazio, adattandovisi senza mai richiedere più attenzioni del dovuto. Anche in fatto di peso, sarete in grado di spostarli a piacimento anche da soli.

Conclusioni

Non staremo a cercare di convincervi sulla bontà di questi altoparlanti. Chi li cerca, viene probabilmente da una certa cultura e da un certo modo di vedere il proprio ascolto musicale. Nell’era dello streaming, degli smart speaker e dell’audio multiroom, una coppia di diffusori come i Q Acoustics 3050 sembreranno vagamente demodé. Eppure, basta ascoltarli anche di sfuggita per capire che certi dettagli potranno essere riprodotti solo da oggetti come questi. Una riproduzione fedele come questa, un tempo, avrebbe richiesto un prezzo non lontano dai 1500 euro. Per il prezzo richiesto oggi, non possiamo fare a meno di notare come questi diffusori siano davvero un risultato incredibile.

1 thought on “Q Acoustics 3050: Altoparlanti budget che non dimenticano la performance”

  1. Buongiorno a voi, sono interessato a conoscere meglio le Q Acoustics 3050. Mi è tutto chiaro tranne: c’è differenza tra 3050 e 3050I ?
    Cordialmente Marco Bonavia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *