Migliori frigoriferi economici 2018: Quale comprare, la guida per prezzi

Migliori frigoriferi economici 2018: Quale comprare, la guida per prezzi

Quali sono i migliori frigoriferi economici 2018? Tra Klarstein, Beko, Hisense, Indesit e Ignis, ecco quale comprare, nella nstra guida per prezzi

È l’elettrodomestico “principe” della nostra cucina, perché ci conserviamo la maggior parte del nostro cibo. Il frigorifero non può mancare in casa e ce ne sono di varie tipologie e modelli. I prezzi generalmente sono elevati e hanno costi di manutenzione e consumi elettrici. Occorre sceglierlo bene, per ritrovarsi tra le mani un oggetto funzionante e conservi al meglio le nostre pietanze. Ma esistono frigoriferi economici nel 2018? Fortunatamente sì e su internet ci sono ottime offerte. Tanti i brand che si sono buttati nel mercato, alcuni ottimi, altri da evitare. Quali sono i migliori frigoriferi economici del 2018? Facendo occhio alle fregature, qui trovate la guida per prezzi e i suggerimenti su quali comprare.

Frigoriferi da 200 €

Frigoriferi sotto i 400 €

Quali caratteristiche guardare

Dipende sempre dalle vostre esigenze. Se siete da soli, o in coppia, sceglierete un frigorifero economico differente da una famiglia di tanti componenti. In linea generale gli economici vanno bene a chi fa un utilizzo limitato dell’elettrodomestico e comunque non professionale. Le caratteristiche da guardare sono:

Capienza: dipende da quanti utilizzano il frigorifero. 100-150 litri vanno bene per una persona, dai 200 ai 300 invece sono sufficienti per 2-4 persone. Di più il prezzo comincia a lievitare, così come i consumi.

Funzione No Frost: Molto utile ma quasi sempre assente nei modelli economici. é la funzione anti brina, quindi le pareti del frigo non verranno invase da alcun strato di ghiaccio. Anzitutto durerà di più l’oggetto e risparmierete tempo nel ripulire gli interni dei cassetti.

Rumorosità: ormai i frigoriferi sono piuttosto silenziosi. Quindi non è più essenziale controllare il numero di dB prodotti dall’elettrodomestico. Comunque nelle schede prodotto è sempre segnalato il picco massimo di rumore. Il livello ideale è al di sotto dei 40 dB: mal che vada, sentirete un leggero ronzio.

Termostati: se ce ne sono due molto meglio. Il frigorifero e il freezer mantengono temperature diverse e vanno gestite separatamente.

Accelletatore di temperatura: è una funzione utile, perché quando il frigorifero capisce che la temperatura interna sale aumenta la potenza di raffreddamento. Serve quando aggiungete più cibo dentro il vano. Il frigo manterrà la medesima temperatura.

Quali frigoriferi comprare

Non esiste un’unica tipologia di frigorifero, ma ce ne sono diverse e riguardano forma, funzionamento e installazione. La prima classificazione riguarda l’incasso o la libera installazione (free standing). I primi sono fatti per essere installati all’interno del mobile della cucina (qui trovate gli elettrodomestici smart). Molto belli da vedere, tengono meno spazio e sono più discreti. Hanno alcuni svantaggi: sono meno capienti e l’installazione va curata. La base della colonna deve essere un supporto in plastica forata, per permettere il passaggio dell’arie ed evitare il surriscaldamento. Sono generalmente meno capienti dei free standing e di difficile sostituzione. La longevità del frigorifero ad incasso però non è inferiore rispetto ai free standing, come spesso si pensa. I secondi sono più economici (a parità di prestazioni) e capienti, ma occuperanno più spazio nella cucina. Sono quelli su cui ci si concentrerà nella nostra guida.

Mono porta, doppia porta o combinati?

Altra classificazione sostanziale. I mono porta uniscono il frigo al freezer, sono più economici ma hanno più difficoltà a surgelare i prodotti. Il cassettino dedicato alla ghiacciaia ha generalmente 1 stella ed è meno capiente (quasi inutilizzabile). Anche i gelati fanno fatica a mantenersi solidi. I doppia porta sono i più diffusi: hanno due celle separate, con il frigo nella parte inferiore e il freezer nella parte superiore. È sviluppato in verticale e il rapporto spazio tra frigo e freezer mediamente è 4/5 il primo, 1/5 il secondo. Hanno un unico motore di raffreddamento o due separati, per mantenere sui -10 gradi la temperatura del freezer e suo 5-6 gradi quella del frigorifero. E i combinati? Di fatto sono dei frigoriferi doppia porta, gestiti da due motori. Ormai sono caduti in disuso (il consumo è maggiore) e per “combinati” si intendono i doppia porta con parte freezer posta in basso. Un buon combinato comunque, possiede due termostati per il controllo preciso delle temperature nelle due celle.

Migliori frigoriferi economici 2018: Quale comprare, la guida per prezzi
Un frigorifero mono porta della Smeg

I migliori brand di frigoriferi economici

Tanti i brand economici validi, altrettanti da evitare come la peste. Sulla lista nera ci mettiamo Comfee, un marchio recente e che ha ricevuto opinioni negative su buona parte dei loro prodotti. Stesso discorso sugli Akai: la terribile esperienza sui televisori insegna a non fidarci del brand cinese. Ottimi invece i Klarstein, recensiti entusiasticamente su Amazon e altrove. Stesso discorso sugli Hisense (dipende però dal modello) e sulla novità chiamata Beko. Quanto costa un frigorifero economico nel 2018? Si va da un minimo di 200 € a un massimo di 400 €. È il range di prezzo giusto per un elettrodomestico importante, senza svenarsi in spese eccessive. Di seguito, una selezione con i migliori frigoriferi economici disponibili nel 2018.

Hisense RT280D4AW1: Frigorifero a installazione libera che è un best buy

Cominciamo subito con uno dei migliori frigoriferi economici. L’ Hisense RT280D4AW1 ha un nome improponibile, ma prestazioni di assoluta qualità. Ne abbiamo parlato anche nel pezzo dedicato ai frigoriferi Hisense, includendolo tra i migliori attorno ai 200 €.  Le dimensioni sono medio-piccole, dunque va bene per un paio di persone. 215 litri netti, suddivisi in due celle (frigorifera e freezer). È tutto molto basico, a partire dal design anonimo e disponibile soltanto in bianco. Però tiene poco spazio (è alto 1,44 metri) e pesa il giusto (44 chili in tutto). Portarlo sopra le scale non sarà un grosso problema. L’interno è ben sigillato e mantiene il cibo edibile per oltre 12 ore, in caso di blackout elettrico. Consuma poco (233 kWh) con classe certificata A+. E’ a installazione libera e non disturberà le vostri notti, visto che la rumorosità è limitata a 43 dB di punta. Ottimo acquisto, per chi cerca frigoriferi economici e ha esigenze base. QUI il link diretto alla scheda prodotto, per tutte le specifiche tecniche e un prezzo sotto i 200 €.

Beko RDSA240K20W: Il brand che sorprende!

Beko è nuova, ma sta diventando la Xiaomi dei frigoriferi economici. Questo RDSA240K20W è il modello super-base ma non da alcun tipo di problema dopo l’acquisto. Ha alcuni grandi vantaggi: anzitutto la capienza è notevole: 223 litri suddivisi tra 177 del frigo e 46 del freezer. Poi c’è la classe di consumo, che si becca un A++ con 226 kWh annuale. Infine è molto silenzioso e non supera mai il tetto indicato nella scheda tecnica (40 dB). Raffreddamento dinamico per la parte frigo, mentre per il congelatore c’è lo statico. Buono anche l’utilizzo di una lampadina a led (che scalda meno) per illuminare l’interno della cella. Difficile trovare un difetto a questo Beko RDSA240K20W, anche spulciando nelle opinioni degli utenti. L’unica, ci pare, è la mancanza della funzione No Frost, ma per 200 € non si poteva pretendere di più.

Ignis DPA 26/3: Piccolo freezer, ma la qualità italiana si sente!

Merita una menzione anche il DPA 26/3 di Ignis, tra i migliori frigoriferi economici venduti nel 2018. È in realtà un modello un filo obsoleto (2016) ma l’obsolescenza nei grandi elettrodomestici si sente poco. In compenso ha caratteristiche di tutto rispetto e una resistenza al tempo che i competitor cinesi si sognano. Capienza ottima (190+49 litri per frigo e freezer), ripiani in vetro mentre le vaschette sono in plastica. Ottimo il consumo annuale, contenuto a soli 216 kWh, per una classe di consumi catalogata come A+. l’installazione è libera e ci pare più gradevole nel design rispetto alla media di frigoriferi in fascia economica. Molto squadrato e un pelo anni 80, ma le finiture sono superiori. Manca il no frost, ma per la solita motivazione sul prezzo. Se non sapete quale frigorifero comprare e volete andare sul sicuro, l’Ignis DPA 26/3 fa a caso vostro. QUI il link diretto per la scheda Amazon, dove costa meno di 300 €.

 Indesit RAA 29: La certezza di un marchio importante

Indesit è tra i leader del settore, non un brand improvvisato nei frigoriferi a libera installazione. Questo RAA 29 è molto bello a vedersi e piccolo da tenere in casa. Perfetto anche come secondo frigorifero, da tenere in cantina o sul terrazzo, se si amano le grigliate all’aperto. Non ha una grande capacità (212 litri) di cui 171 per la parte di raffrescamento standard. Non è silenziosissimo (sfora i 42 dB dichiarati) ma ci sembra l’unico difetto del prodotto. Per il resto va alla grande. QUI il link diretto alla scheda prodotto Amazon, che lo vende a 284 €.

Klarstein Monroe XL: Oggetto di design e grande qualità!

Rimaniamo sempre piacevolmente sorpresi dai prodotti Klarstein. Li avevamo già elogiati per le spillatori e le impastatrici planetarie: ora si beccano un’approvazione anche sui frigoriferi economici. Il loro Monroe – che consigliamo nella versione XL – è un vero e proprio gioiellino, di design e ingegneria. Si intona con qualsiasi tipo di cucina (i colori disponibili sono tanti) e dona un tocco vintage all’ambiente. E che dire delle prestazioni. La refrigerazione è uniforme e precisa, il motore funziona bene e lo sviluppo in verticale sfrutta bene lo spazio. Pur avendo minor capacità (97 litri il frigo, 39 il freezer) ci sta un sacco di cibo. Specie nel freezer, che è a due piani e spazioso. Buoni i consumi, ottimo il range di temperatura (0-10 gradi sul frigo, fino a -18 nel freezer) e utile la manopola per regolare la potenza delle celle. No, non ha l’anti frost ma è difficile che gli interni formino brina. Tra i migliori frigoriferi economici 2018, nonché uno dei nostri preferiti. QUI il link diretto su Amazon, per acquistarlo a soli 379 € nella versione XL.

Indesit LI70 FF1 X: No frost sotto i 400 €, che affare!

Forse l’unico frigorifero economico con funzione No Frost. Si trova sotto i 400 € QUI ed è di per sé un affare imperdibile. Il brand poi è più che affidabile, come abbiamo già sottolineato per il RAA 29. Vero: la rumorosità si fa sentire e i comandi sono pochi, però ci piace il design metallizzato e come prestazioni avrete il top. La capienza poi è WOW: 297 litri, di cui ben 84 dedicati al congelatore. Consumi altini e classe energetica non al top. Però con un prezzo del genere si candida a possibile vincitore tra i migliori frigoriferi economici.

La classe energetica: conviene comprare frigoriferi sotto i 400 €?

Vale la pena comprare un frigorifero economico? O è meglio mettere da parte per comprare un elettrodomestico di classe superiore? La nostra opinione è che oggi sono disponibili ottimi frigo a prezzi ragionevoli e non approfittarne sarebbe un peccato. Ovviamente dovrete rinunciare a qualche optional, talvolta utile e interessante. Impossibile trovare un frigorifero a basso prezzo di classe energetica A+++: è forse il deficit maggiore, visto che (se siete attenti al conto corrente) vi farebbe risparmiare in consumi energetici. Oltretutto trattandosi di apparecchi del freddo sono soggette all’incentivo fiscale erogato a tappeto dall’Unione Europea. Qui trovate tutte le informazioni. Insomma risparmiare subito sul prezzo del frigorifero o pagare meno dopo in bollette della luce. E’ una scelta che spetta a voi.

Altre rinunce: Nessuna funzione smart, per il momento

Se scegliete un frigorifero economico, scordatevi anche qualsiasi sistema smart o opzione avanzata. Come abbiamo visto il No Frost si trova raramente ed è un comodo sistema di ventilazione per evitare la formazione di brina sulle pareti del frigo. Niente allarme sonori che indica la porta aperta, così come la funzione “Vacanza” (per limitare i consumi quando le celle sono semi-vuote) e congelamento rapido. QUI trovate un DAYA che ne è un ottimo esempio. Mancano ovviamente tutte le nuove implementazioni smart sviluppate da Samsung e LG, con pannello touch e interattivo. Fanno da lavagnetta e riescono a riconoscere le vivande presenti dentro la cella. Se qualcosa manca, faranno la lista della spesa al posto vostro.

Quale frigorifero economico comprare? Il migliore è…

Stringendo, quello che ci è piaciuto di più è l’Indesit LI70 FF1 X. Specie per la presenza della funzione No Frost e molto equilibrato nelle prestazioni. Peccato per la sua natura energivora, controbilanciata dalla qualità di un marchio indistruttibile. Il premio simpatia lo vince Klarstein Monroe XL, per il design vintage e il fattore forma diverso dagli standard. Per i super economici invece raccomandiamo l’Ignis DPA 26/3, che tiene i prezzi sui 250-300 € senza rinunciare alla qualità tipica del made in Italy. Tutti gli altri modelli consigliati nell’articolo comunque, sono di grande pregio e andranno benissimo per la vostra cucina. A voi la scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *