Migliori elettrodomestici smart per cucina: Quali compare per diventare un masterchef

Migliori elettrodomestici smart per cucina: Quali comprare

Cosa comprare per una cucina moderna e tecnologica? Ecco una selezione dei migliori elettrodomestici smart per cucina: diventerete dei master chef in scioltezza. Ecco la guida

Sarà una moda passeggera, sarà l’effetto dell’ondata di cuochi stellati in tv, resta il fatto che oggi cucinare bene è diventato cool. Ed è pure vero che non ci si improvvisa master chef, perché ci vogliono anni di gavetta, più studi approfonditi sulla materia per diventarlo. Resta comunque l’effetto benefico sul consumatore medio: mangiare meglio e fatto in casa fa bene al portafogli e alla salute. Oltretutto la tecnologia ha aiutato parecchio nel processo, con nuovi elettrodomestici da cucina a prezzi tutto sommato abbordabili. Impastatrici, estrattori, bistecchiere smart e slow cooker non esistevano ai tempi dei nostri nonni. Oggi sono disponibili su Amazon, Ebay e nelle principali catene di hi-tech in Italia. Quali comprare per diventare un piccolo masterchef casalingo? Viene in aiuto la nostra guida, ai migliori elettrodomestici da cucina smart.

Migliori elettrodomestici smart per cucina: Quali compare per diventare un masterchef

La internet of food

La rivoluzione è molto più grande e sorpassa i confini dei fornelli casalinghi e dei migliori elettrodomestici da cucina. Si parla di Internet of Things già da qualche anno, ma che cos’è? Citiamo Davide Bennato, professore di Sociologia dei processi culturali e comunicativi e Sociologia dei media digitali all’Università di Catania: “L’espressione indica una famiglia di tecnologie il cui scopo è rendere qualunque tipo di oggetto, anche senza una vocazione digitale, un dispositivo collegato ad internet, in grado di godere di tutte le caratteristiche che hanno gli oggetti nati per utilizzare la rete”. Così ha spiegato, nell’intervista su La Stampa. Insomma sempre connessi, anche quando non strettamente necessario. Il fenomeno comunque, presuppone anche aspetti molto positivi.

Quali elettrodomestici smart da cucina comprare

Ovviamente dipende dalle esigenze di ciascuno. Nella nostra guida faremo una panoramica completa e che tocca diverse tipologie di ricette e alimentari. I prodotti più versatili sono i robot da cucina: di base delle impastatrici che montano, amalgano e mescolano differenti ingredienti. Ma le possibilità offerte da un robot da cucina (qui alcune ricette) sono potenzialmente infinite, tanto che è sorta una letteratura riguardo ai piatti realizzabili con tale supporto. Molto interessanti anche gli estrattori di succo, frutto di studi e ricerche scientifiche. Operano una spremitura a freddo sul vegetale e che consente di preservarne tutte le proprietà nutritive. Minerali e vitamine non perderanno volume, al contrario delle tradizionali centrifughe. Altri elettrodomestici da cucina smart molto popolari sono: le macchine per il pane, le gelatiere, le macchine da caffè superautomatiche e i gasatori per l’acqua. Quali elettrodomestici smart comprare?



I robot da cucina e le impastatrici

Tra gli elettrodomestici da cucine smart sono le più ambite e vendute, nonostante i prezzi non sempre alla portata di tutti. Ci abbiamo già dedicato una guida specifica e qui citeremo i modelli migliori in termini di qualità, prezzo e prestazioni. Spesso si fa confusione tra impastatrici e robot da cucina: la differenza è che le prime sono monofunzione, perché impastano e amalgano un preparato. I secondi invece sono dei tuttofare: possono tritare, frullare, impastare e addirittura pesare gli alimenti. Il fraintendimento deriva dalla multi-funzionalità dei robot da cucina: talvolta sono anche impastatrici, altre volte invece cuociono o provvedono ad altre funzioni. Per non sbagliarci, abbiamo deciso di inserire nella nostra guida sia un’impastatrice che un robot da cucina. Sono rispettivamente la Kenwood KMM063 e il Moulinex HF900110.

Kenwood KMM063

È un’impastatrice semi-professionale dalle prestazioni top. La Kenwood KMM063 ha una ciotola capiente, da 6,7 litri e un movimento del motore di impasto “planetario”. Il sistema permette al braccio una doppia rotazione: la prima sul proprio asse, la seconda attorno alla verticale del centro della ciotola. Il Kenwood KMM063 vanta materiali di prima scelta (tanto alluminio e poca plastica) e – grazie al peso influente – assorbe la maggior parte delle vibrazioni durante il funzionamento. Ottimo il kit in dotazione, comprendente di quattro fruste e un frullatore a parte. Anche in questo caso niente plastica, visto che il secchiello è in vetro trasparente, resistente allo sbalzo di temperatura. La potenza del motore è elevata: 1500 Watt, regolabile attraverso 6 velocità di impasto. Il prezzo è poco friendly, ma il risparmio di tempo e di cene al ristorante fanno spostare l’ago della bilancia in favore dell’impastatrice Kenwood KMM063. Tra i migliori elettrodomestici da cucina smart obbligatori. QUI il link alla scheda di Amazon.

Moulinex HF900110 i-Companion

Il robot da cucina Moulinex HF90011 i-Companion si fa notare per un paio di ragioni: anzitutto le specifiche tecniche di primo livello e che riassumeremo tra poco. Poi per l’implementazione smart, che ne fa uno degli elettrodomestici da cucina più hi-tech sulla piazza. Attraverso il collegamento bluetooth infatti, si collega con lo smartphone + app da installare, per la trasmissione automatica dei parametri di cottura. C’è un catalogo (non tanto vasto a dire il vero) di ricette pensate da Moulinex, con indicazioni e dosi per piatti prelibati. Funziona ed è molto intuitivo. E le prestazioni? La potenza del motore è a 1500 Watt, la temperatura di cottura regolabile dai 30 ai 130 gradi e ben 13 velocità di impasto. Bisogna specificare che il robot da cucina Moulinex non fa tutto da solo, come si potrebbe credere. E questo vale per tutti i robot da cucina: mai lasciarli soli per guardare la tv. Sono macchine “smart” ma fino a un certo punto. QUI il link diretto per la scheda prodotto di Amazon

Macchina per il pane

Elettrodomestico da cucina semplice ma molto smart. Non occorre spendere grandi cifre (sotto i 100 € se ne trovano di ottime) e la spesa viene ammortizzata dopo qualche mese senza panettiere. Si possono realizzare ricette complesse o utilizzarlo da impastatore, ma è il pane fresco di giornata che conquista a colpo sicuro i possessori delle macchine per il pane. Basta comprare la farina, un po’ di lievito, sale, olio e il gioco è fatto. Si versano gli ingredienti nell’apposita vaschetta (con l’aggiunta di acqua), si imposta il programma e si aspetta che finisca di impastare, lievitare e cuocere la pagnotta. Tanti i modelli validi sul mercato, noi consigliamo il Moulinex OW21201 per l’economicità e la qualità costruttiva. Per chi volesse quel Quid in più c’è l’ottimo Imetec Zero-Glu, con funzioni avanzate e pensato per sfornare prodotti gluten free.

Moulinex OW21201 (Pain Doré)

Costa poco e ha tutto quello che potreste chiedere a una macchina per il pane. Su Amazon viene venduto a 74 € e durerà degli anni, anche con un utilizzo intensivo e quotidiano. Tiene fede al suo soprannome (Pain Doré, pane dorato), grazie ai tre livelli di doratura della crosta. Chi lo vuole più croccante e scuro scelga il terzo livello, chi invece gradisce pane chiaro e morbido selezioni il primo. Lavora qualsiasi tipo di farina (segale, integrale, farina 00, manitoba e senza glutine). Impasta e cuoce addirittura altri ingredienti, come il porridge e la marmellata. Ha 12 programmi e fa due formati di pagnotte: da 500 grammi o da 1 chilo. Pensare che bastino solo 74 € per fare il salto di qualità e servire pane fatto in casa agli ospiti, rende la macchina del pane Moulinex OW21201 Pain Doré un must have negli elettrodomestici da cucina smart.

Imetec Zero-Glu

La Imetec “sforna” il capolavoro, con questa macchina del pane avanzata dal prezzo più che accessibile. È uno strumento pensato per chi ha intolleranze al glutine, con 7 programmi su 20 studiati per la lavorazione gluten-free. Altri 6 programmi sono dietetici, mentre i 7 rimanenti più tradizionali. Ottimo il kit in dotazione, per realizzare tre diverse forme di pane: ciabatte, panini e cane in cassetta (il classico delle macchine per il pane). Anche i dolci vengono bene, come panini al latte, al cioccolato o panettoni. In omaggio c’è un manuale cartaceo di Marco Scaglione: uno chef specializzato in cucina gluten-free. QUI il link per comprarlo su Amazon a un prezzo molto conveniente

Estrattori di succo: Che cosa sono e a cosa servono?

Considerate una delle invenzioni culinarie più interessanti, non hanno ancora la risonanza che meritano. Frutta e verdura fanno molto bene, ma sono difficili da mettere in dieta o nelle “schiscette” per il lavoro. La soluzione si chiama estrattore di succo e ha numerosi vantaggi rispetto al semplice frullatore. Anzitutto mantiene invariate le proprietà del vegetale, conservando totalmente vitamine e carboidrati. Poi estrae il 30% in più di succo rispetto a centrifughe o spremitori, risparmiando in consumi e impatto sull’ambiente. Il risultato è molto più digeribile, perché l’alimento liquido viene digerito molto più velocemente (da 3 ore si passa a 15 minuti). L’assorbimento è ottimizzato: dal 17% per frutta solida, al 65% se in forma estratta. Quale comprare? Consigliamo l’estrattore Philips HR1882/31: economico, funzionale e poco ingombrante.

Philips HR1882/31

È uno dei tanti estrattori di succo presenti sul mercato. Ci piace per il prezzo abbordabile, le funzioni e le dimensioni ridotte. Su Amazon i clienti ne vanno pazzi, tanto da erigerlo a “prodotto consigliato”. Brevemente, come funziona? Ha una potenza di 200 Watt, un funzionamento non-stop per 30 minuti e senza alcuna lama. Separa il succo dalla polpa con la sola forza della spremitura, rendendo il liquido viscoso e ricco di fibre. C’è molta plastica, vero, ma ogni componente è lavabile in lavastoviglie e la qualità costruttiva è ottima (Philips è una certezza da questo punto di vista). Processa qualsiasi tipo di vegetale: dalla morbida insalata, ai tuberi più duri (carote). Il contenitore della polpa tiene 1,5 litri, che è sufficiente per un’intera famiglia. Il prezzo che porta (139 €) ne fa uno dei migliori elettrodomestici da cucina smart imprescindibili. Le vostre colazioni non saranno più le stesse.

Friggitrici ad aria

Prodotto curioso con un’idea alla base che “spacca” alla grande. Si basa sul principio (basilare) che a friggere un alimento non è l’olio, ma le alte temperature. La crosta formata sullo strato superficiale della patata o altra verdura è indotto dall’olio, che funziona da mero conduttore di calore. Una friggitrice d’aria altro non fa che sostituire il liquido grasso con l’aria, diminuendo notevolmente il grasso contenuto nel prodotto finito. Le friggitrici ad aria non sono troppo costose, ma bisogna prepararsi a dei consumi elevati durante l’utilizzo: la temperatura minima per la frittura è 200 gradi e per raggiungerli serve parecchia energia. Ne guadagnerete però in dietologi, cardiologi e – cosa più importante – la vostra salute. Quali friggitrici ad aria comprare? La Philips Avance Collection HD9652/90 è il non-plus ultra.

Philips Avance Collection HD9652/90

Costa parecchio e ci sono soluzioni più economiche. Qui trovate la guida completa, con le friggitrici ad aria ordinate per prezzo. Questa Philips Avance Collection offre una capacità del vassoio di 1,4 chili, che bastano per 4-5 persone. Funziona anche con la carne (come pollo intero o braciole) ed eventuali contorni. È molto comodo perché ha vaschette con divisori, per riporre i diversi alimenti. Raggiunge tranquillamente i 200 gradi centigradi, ma alcuni utenti lamentano i tempi di cottura leggermente dilatati. Da avere in cucina, specie se si deve cucinare per una famiglia intera. Elettrodomestico smart dell’anno? QUI il link diretto per la scheda prodotto Amazon

Bistecchiere smart

Anche cuocere una bistecca ai ferri è diventata una questione hi-tech. Il merito è prevalentemente di Rowenta, che ha tirato fuori dal cilindro una piastra multiuso, con cotture programmabili a seconda della vivanda. Il modello si chiama Optigrill + e regola automaticamente tempi e temperatura, a seconda dello spessore e della tipologia di alimento. La consigliamo perché va oltre alla normale bistecchiera e ci guida nella preparazione dei piatti. Anche per un semplice panino, l’utente viene istruito su quando inserire il pane nelle piastre (devono riscaldarsi prima) e come inserirlo. La distanza delle due piastre si auto-regola, per non schiacciare troppo il prodotto e non rovinarlo. Lo spessore massimo per l’automazione è di 4 centimetri: superata la soglia la bistecchiera smart Optigrill passa in modalità manuale. Magari non un elettrodomestico da cucina essenziale, ma decisamente smart e divertente. QUI trovate la scheda prodotto di Amazon, che la vende a 114 €. Li vale tutti.

Slow Cooker

Ci abbiamo già dedicato più guide, spiegando per filo e per segno i vantaggi della cottura lenta. Hanno la forma di grosse pentole, che si scaldano elettricamente, senza il supporto di fornelli. La carne, le zuppe o le verdure cuoceranno eliminando i grassi in eccesso e con una morbidezza senza precedenti. In più fanno tutto automaticamente, grazie ai sistemi di programmazione a tempo e a temperatura. I consumi per giunta, sono ridotti al minimo. Ottime d’estate, quando l’utilizzo del forno dovrebbe essere vietato per legge. Il modello consigliato è fimato Crock-Pot, brand che per primo ha creduto nei vantaggi della cottura paziente. Il migliore esemplare si chiama SC7500-050, costa sui 90 e su Amazon e cuoce 4,7 chili di roba alla volta. È comoda perché la pentola è in ceramica, estraibile per un utilizzo sui fornelli, nel forno o nel microonde. Ha due livelli di calore e la funzione di mantenimento del calore. Potete impostare la mattina la ricetta, lasciare che la slow cooker lavori per voi e al vostro ritorno la pietanza sarà ancora calda/tiepida. Tra i migliori elettrodomestici per cucina smart: definitiva.

Macchine da caffè super-automatiche

Qui l’automazione arriva a livelli inimmaginabili fino a qualche anno fa. Una macchina da caffè super-automatica equivale ad avere per casa un barman, che prepara la bevanda la mattina al posto vostro. La regina della categoria si chiama Elettra ECAM45.760.W ed è realizzata da DeLonghi. Costa 754 € ma ha vantaggi senza precedenti. Macina, regola la temperatura e l’erogazione del caffè in autonomia, con 13 livelli di autonomia e numerosi programmi preimpostati (tra cui anche Cappuccino). Più importante di tutto però c’è la qualità del caffè: cremosissimo e di color nocciola, mantiene la giusta intensità di sapore e profumo del chicco. Si prende cura da sé e gestisce autonomamente la manutenzione. Un elettrodomestico da cucina che cambia letteralmente la vita. QUI il link per acquistarla direttamente su Amazon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *