Quale longboard comprare: Come scegliere la tavola giusta

Quale longboard comprare: Come scegliere la tavola giusta

Guida alla scelta del longboard: quale comprare e che tavola scegliere? Ecco i marchi migliori e i modelli entry level per avvicinarsi alla disciplina.

Quando si parla di mobilità sostenibile in città la mente va subito alle biciclette. Oggi, tuttavia, la gamma dei mezzi di trasporto a emissioni zero disponibili sul mercato si è ampliata a dismisura, complici anche le influenze proveniente da ooltreoceano. Tra questi primeggia – senza dubbio alcuno – il longboard. Si tratta di una tavola ideata appositamente per girare su strada tanto che, con un po’ di allenamento e un po’ di pratica, ha tutte le carte in regola per diventare il mezzo di trasporto preferito per muoversi velocemente sul reticolato urbano. Complice anche la sua comparsa nel film “I segreti di Walter Mitty”, il longboard ha conquistato una fetta sempre più cospicua di mercato ed è entrato nel cuore dei “corridori” urbani su ruote.

Cos’è il longboard?

La struttura del longboard ricorda moltissimo quella di una tavola da skate. E l’intuizione non è del tutto sbagliata: il longboard è il fratello dello skateboard, del quale rappresenta una ben diversa variante. La differenza tra longobard e skateboard sta sia nell’utilizzo della tavola sia nella sua conformazione e struttura: il longboard, infatti, esce dal circuito degli skatepark per conquistare le strade asfaltate, cittadine e non. Più veloce e stabile di uno skateboard, si differenzia da quest’ultimo anche per la grandezza e la forma della tavola. Visibilmente più lungo di un normale skateboard, è contraddistinto da una tavola larga, più pesante e – solitamente – non (o leggermente) convessa. Appare chiaro, quindi, che tra i motivi sottesi all’acquisto di un longboard c’è soprattutto la stabilità della tavola: con un po’ di pratica potrà diventare un mezzo di trasporto perfetto per la vita cittadina.

Come scegliere un longboard

Quale longboard comprare? E come scegliere la tavola giusta? Se siete interessati all’acquisto di un longboard, prima di porvi l’annosa domanda sarebbe opportuno capire – a monte – l’utilizzo che volete fare di questa tavola. Come in tutte le discipline, infatti, anche per il longboard esistono diversi tipi di tavole e gomme, destinate a usi diversi. Fermo restando che qualunque longboard può essere utilizzato per lo spostamento urbano su strada, se vi volete avvicinare alla disciplina nuda e cruda è bene conoscere le varie discipline sottese così da capire quale tavola scegliere in base alla sua destinazione d’uso.

Downhill: a dirci di che si tratta lo dice la parola stessa, “giù dalla collina”. Il downhill è una disciplina che va a braccetto con la velocità… in discesa!

Freeride: anche in questo caso il longboard viene utilizzato in strade in discesa (ma meno pendenti!) ma raggiunge velocità più basse rispetto al downhill.

Carving e cruising: si tratta senza dubbio delle due discipline più diffuse tra i longboarders. In questo caso il longboard viene utilizzato, semplicemente, per spostarsi da un punto all’altro. E’, insomma, la disciplina perfetta per la vita in città.

Freestyle: così come accade per lo skate, anche il longboard si presta a evoluzioni e tricks. E il freestyle è il nome della disciplina di cui stiamo parlando.

Longboard o cruiser?

Quando si sente parlare di longboard, molti nominano il cruiser. I neofiti potrebbero pensare che i due termini siano sinonimi ma, in realtà, non è così. Longboard e cruiser sono due cose diverse. Il cruiser, infatti, altro non è che la via di mezzo tra uno skateboard e un longboard. Si può dire, insomma, che il cruiser sia uno skateboard da strada. Più piccolo e dotato di ruote larghe (e di gomma) il cruiser è la scelta perfetta per chi necessita un mezzo di trasporto leggero e agile per piccole distanze con cui, magari, fare anche dei piccoli tricks. Generalmente il cruiser è caratterizzato da una tavola corta (meno di 80 cm) e, per questo, è dotato di meno stabilità di un classico longboard (lungo più di 80 cm). Scegliere un cruiser o un longboard, quindi, dipende essenzialmente dall’uso che ne volete fare. Il cruiser è perfetto per chi cerca un mezzo dinamico e veloce con cui fare – eventualmente – evoluzioni, mentre i longboard sono perfetti per chi vuole fare “passeggiate” su ruote su distanze più lunghe. In questo particolare articolo ci concentreremo solo sui longboard. Se invece cercate i Penny, consultate quest’altra guida. Per un confronto tra pattini in linea (Roces vs Rollerblade), quest’altro.

Quale longboard comprare?

Ora che abbiamo fatto una bella panoramica sull’argomento possiamo concentrarci maggiormente sullo shopping. Avendo ben chiaro in mente l’uso che si vuole fare del longboard sarà infatti più semplice capire quale longboard comprare e come scegliere la tavola giusta. Diamo il via alle nostre recensioni!

Longboard Ridge Monster Twintip: entry level perfetto per principanti

68 euro

Longboard Globe nero: estetica minimal e grande tenuta di strada

159 euro

Longboard MAXOfit Long Beach: un nome che è tutto un programma

127 euro

Jucker Hawaii Donator: il longboard che sostiene i progetti solidali

139 euro

Atom Drop Through: il non plus ultra dei longboard

340 euro

Longboard Ridge Monster Twintip: un entry level perfetto per i principanti

104 cm di lunghezza per 22 cm di larghezza. Il Monster Twintip di Ridge è un un longboard perfetto per i principianti e per tutti coloro che sono alla ricerca della stabilità su strada. E’ senza dubbio un longboard entry level, ottimo per tutti coloro che si sono avvicinati da poco a questa disciplina. Ottimo per girare in città (anche in tratti in cui l’asfalto non è perfettamente liscio) il Monster Twintip di Ridge ha ruote che scorrono molto bene. Perfetto per percorrere lunghi tratti, provate a immaginarvi su un lungo mare con i capelli e il viso accarezzati dalla brezza marina. Impagabile! Insomma, si tratta del longboard perfetto per chi vuole provare questo mezzo di trasporto senza spendere cifre esorbitanti. Su Amazon, infatti, il Monster TwintTip è venduto a meno di 70 euro.

Longboard Globe nero: estetica minimal per una grande tenuta di strada

Passiamo a un longboard a marchio Globe, storico brand australiano fondato nel 1985 e specializzato in skateboards e streetwear. 101 cm di lunghezza per 27 cm di larghezza fanno di questo longboard una tavola particolarmente stabile. Una classica forma a mattarello per un longboard del quale, oltre alla stabilità, si apprezza anche l’estetica,  minimalista ma ricercata allo stesso tempo. Realizzato con otto strati di legno di acero, anche in questo caso siamo di fronte a un modello entry level, perfetto per tutti coloro che vogliono acquisire i rudimenti della disciplina. Rispetto al modello precedente il prezzo a cui è venduto su Amazon si alza un po’ (circa 150 euro) rimanendo, tutto sommato, in una fascia di prezzo totalmente accessibile.

Globe, Longboard, Nero (Black/Gold), Standard
Prezzo di listino: EUR 159,95
Prezzo: EUR 159,95
Price Disclaimer

Longboard MAXOfit Long Beach: un nome che è tutto un programma

Un nome che è tutto un programma per questo longboard di MAXOfit: le palme con cui è decorata la tavola fanno pensare immediatamente al mare e a una lunga passeggiata su ruote con vista oceano. Perché abbiamo di fronte un ottimo longboard a un prezzo accessibile: 104 cm di lunghezza per 24 di larghezza, è perfetto da utilizzare sulle lunghe distanze.  Si tratta senza dubbio di una tavola che, dalla sua, ha l’estrema stabilità e la tenuta di strada. Dalle ruote belle grandi alla forma della tavola (a mattarello), tutto concorre a dare a chi lo usa il metro del terreno su sta viaggiando. Insomma, siamo di fronte a un longboard decisamente solido, perfetto per tutti coloro che sognano la California!  Venduto su Amazon a meno di 130 euro, è un ottimo affare per chi cerca un longboard con cui prendere confidenza col mezzo.

Jucker Hawaii Donator: il longboard che sostiene i progetti solidali

Passiamo a parlare del marchio Jucker Hawaii per presentarvi un modello nato dalla collaborazione con Skate-aid, l’associazione di Titus Dittmann, che supporta progetti rivolti ai giovani con lo scopo di abbattere le barriere culturali, le guerre o le diversità tra poveri e ricchi. Per ogni Longbord Donator venduto, Juker Hawaii si impegna a devolvere il 10% del ricavato a Skate-Aid. Beneficienza a parte, abbiamo di fronte un longboard che, rispetto agli altri recensiti finora, presenta una classica forma da tavola da surf. Lungo 107 cm e largo 27, presenta delle ruote soft cruiser perfette per avere massima tenuta di strada, avvantaggiata altresì dalla lunghezza e dalla larghezza della tavola. La tavola, in particolare, è realizzata con 7 strati di acero canadese, decorata con splendidi fiori di ibisco su sfondo nero, sui quali primeggia il logo della già citata associazione Skate-Aid. Venduto a meno di 140 euro su Amazon è un modo per avvicinarsi al variegato mondo del longboard… facendo del bene!

JUCKER Hawaii Cruiser Longboard Donator
Prezzo di listino: EUR 139,95
Prezzo: EUR 139,95
Price Disclaimer

Atom Drop Through: il non plus ultra dei longboard

L’ultimo longboard che presentiamo in questa carrellata appartiene senza dubbio a una categoria superiore: si tratta di una tavola destinata a chi vuole avvicinarsi alla disciplina in grande stile. Questo longboard a marchio Atom è perfetto sia per fare downhill che per viaggiare su lunghe distanze senza fare troppa fatica. Realizzato con la già citata forma “a mattarello”, la tavola è in bamboo, cosa che la rende più leggera delle precedenti e molto più veloce. Il design, poi, lascia letteralmente senza fiato: si tratta di un longboard esteticamente bellissimo, non trovate? Quelle appena descritte sono caratteristiche che, ovviamente, fanno lievitare il prezzo ma, per chi è alla ricerca di una tavola di qualità superiore, ne vale letteralmente la pena. Pollici alzati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *