Battery grip

Battery grip: una “spintarella” di energia per la batteria della fotocamera

Battery grip, ovvero uno degli accessori aggiuntivi più richiesti per le fotocamere: battery grip Canon, Nikon e per molti altri modelli di fotocamera.

Quando le nostre esigenze di scatto prevedono sessioni abbastanza lunghe o servizi fotografici complessi, con ogni probabilità si avvertirà l’esigenza di un battery grip. Ciò in particolar modo quando la nostra è una fotocamera mirrorless, rinomata tipologia di camere dedite a consumare molto rapidamente una singola carica. Esistono ovviamente battery grip per reflex, tra cui battery grip Canon e battery grip Nikon. Anche le DSLR sono soggette a un repentino esaurimento della carica quando le si utilizza in maniera davvero molto intensiva (si pensi, ad esempio, ai fotografi di matrimonio). Questi accessori possono aumentare parecchio l’autonomia delle fotocamere e, al contempo, rendere l’impugnatura più ergonomica e salda, soprattutto se si scatta usando la macchina in verticale.

Battery grip: confronta i prezzi

Da non perdere

Battery grip: i più venduti sul web

Per prolungare l’autonomia delle batterie e, di conseguenza, delle nostre fotocamere si possono applicare ai dispositivi i battery grip. Al loro interno sono collocabili una o più batterie al litio aggiuntive e/o di tipo AA. Oltre a fornire una “spinta energetica”, è un dispositivo in grado di estendere la superficie di presa della fotocamera. L’impugnatura risulterà così più agevole, in qualsiasi verso si decida di utilizzare lo strumento di ripresa, soprattutto in verticale. Avere un battery grip può risultare davvero molto utile quando si possiede una macchina fotografica assai piccola e compatta, come ad esempio una mirrorless. Ecco una selezione degli articoli più utilizzati e comprati sul web.

1 – Fujifilm VPB-XH1 Vertical Power Booster Grip per X-H1 | Battery grip

Utilizzare un battery grip è sempre “cosa buona” e utile quando la nostra fotocamera è una mirrorless. Si sa che questo tipo di macchine fotografiche sono delle e vere e proprie mangia carica. Compatte e performanti, rappresentano ormai il presente e il futuro della fotografia digitale, ma il loro punto forte non è di sicuro l’autonomia della batteria. In confronto le fotocamere reflex godono di migliori risultati, nonostante battery grip Canon o battery grip Nikon, ad esempio, siano molto venduti tra i professionisti che lavorano con workflow intensivo. Comunque, quello di cui parleremo è il Fujifilm VPB-XH1 Vertical Power Booster Grip per X-H1. Come dice il nome stesso del prodotto, si tratta di un battery grip dedicato alla fotocamera Fuji X-H1, una dei “best buy” della notissima casa giapponese. Mirrorless “tuttofare” che comunque tende a consumare abbastanza a livello di carica della batteria.

Le caratteristiche del Fujifilm VPB-XH1 Vertical Power Booster Grip per X-H1

Ovviamente parliamo di un ricambio originale Fujifilm: tutto da guadagnare in fatto di affidabilità del dispositivo. Un prodotto di sicura qualità, il Fujifilm VPB-XH1 Vertical Power Booster Grip per X-H1 è completamente impermeabile a polvere e pioggia (come si dice secondo la terminologia tecnica: tropicalizzato) e in grado di essere operativo a temperature anche sotto i -10°.

Al suo interno si possono dislocare fino a 2 batterie di tipo NP-W126S, che possono estendere l’autonomia della fotocamera Fuji X-H1 fino a circa 900 scatti. E di conseguenza portano anche a un aumento del tempo durante il quale effettuare delle riprese video. Che passa così a un totale di 30 minuti. Il battery grip è inoltre corredato di alimentatore AC e di jack per le cuffie da 3,5 mm di diametro. Usarlo sulla propria X-H1 aiuterà anche a migliorare la presa della macchina fotografica stessa, viste le sue minute dimensioni.

Ovviamente chi già ha acquistato il Fujifilm VPB-XH1 Vertical Power Booster Grip per X-H1 non si pente della scelta e consiglia a tutti i possessori di questa camera di orientarsi verso un battery grip originale per avere una resa realmente migliore dell’autonomia della stessa.


2 – Sony VGC2EM impugnatura verticale compatibile | Battery Grip

Se una macchina fotografica digitale mirrorless “entry level” consuma abbastanza velocemente la carica di una singola batteria, figuriamoci un dispositivo avanzato e/o professionale. La fotocamera Sony Alpha 7M2 è stata, durante tutto lo scorso anno (ed è ancora), una delle più vendute ed esaltate tra le mirrorless sul mercato. Una macchina full frame compattissima, in grado di coniugare l’alta risoluzione delle immagini, la possibilità di stamparle anche in grandi dimensioni e la maneggevolezza di un body mirrorrles. Ma, chi ha esperienza con questo tipo di apparecchi ben sa quanto rapidamente la carica di una singola batteria svanisca scatto dopo scatto. Il confronto con una reflex è impietoso. Quest’ultima tipologia di camera ha un’autonomia molto maggiore. Per ovviare al problema, anche Sony ha sviluppato un apposito battery grip. Ovvero la Sony VGC2EM impugnatura verticale compatibile per la mirrorles Alpha 7M2.

Le caratteristiche della Sony VGC2EM impugnatura verticale compatibile

Questo accessorio originale è progettato per alloggiare al suo interno 2 batterie di tipo NPFW50. Oltre ad avere lo scopo di prolungare la carica della macchina fotografica, consente di effettuare la migliore impugnatura in senso verticale. Disegnata in maniera ergonomica, la Sony VGC2EM rende completamente salda la presa della mirrorless anche quando abbiamo la necessità di equipaggiarla con obiettivi assai pesanti.

I tasti di controllo e per la gestione delle principali impostazioni, presenti sul body della Sony Alpha 7MII, sono stati riprodotti anche sulla VGC2EM impugnatura verticale compatibile. In ogni senso si decida ti utilizzare la camera tutto risulterà pienamente amministrabile, in maniera intuitiva. Anche i pulsanti che si possono personalizzare, secondo il menù Sony, li si potrà ritrovare sulla Sony VGC2EM impugnatura verticale compatibile.

Del tutto stagno a umidità e polvere, il battery grip è tropicalizzato, utilizzabile in tutte le condizioni climatiche, anche estreme. Per chi lavora con una Sony Alpha o, in ogni caso effettua medie/lunghe sessioni di scatto, troverà l’esigenza di un battery grip indispensabile. Qual migliore dispositivo se non l’originale? Chi già l’ha acquistato sul web lo consiglia caldamente.


3 – Olympus HLD-6 impugnatura e caricabatterie per fotocamera OM-D E-M5 | Battery grip

Il battery grip per fotocamera mirrorless Olympus HLD-6 impugnatura e caricabatterie per fotocamera OM-D E-M5 è destinato esattamente al modello specifico OM-D E-M5 e non i successivi (Mark II). Il produttore vuol sottolinearlo per sventare gli equivoci e per evitare che venga acquistato per sbaglio. Nel suo genere si tratta di un battery grip innovativo, in quanto ha la predisposizione per l’attacco dedicata per l’orientamento verticale o orizzontale. A seconda della direzione con la quale si decide di scattare si potrà scegliere una delle 2 diverse parti in cui è suddivisa la presa.

Le caratteristiche dell’ Olympus HLD-6 impugnatura e caricabatterie per fotocamera OM-D E-M5

I tasti riprodotti sul battery grip sono quelli principali per attivare la OM-D E-M5. Tra loro, un pulsante di scatto in più per rendere maggiormente confortevole e veloce tale operazione, quando si tiene la macchina fotografica impugnata in verticale. Inoltre si troveranno anche un paio di ghiere aggiuntive e i tasti personalizzabili (Fn) per un controllo ancor più rapido e intuitivo delle impostazioni. Oltre a prolungare l’autonomia della vostra mirrorless, con una batteria del tipo BLN-1, l’Olympus HLD-6 impugnatura e caricabatterie per fotocamera OM-D E-M5 vi permetterà di reggerla saldamente in mano.

Il design ergonomico del grip è appositamente studiato per non farvi mai assumere una posizione scomoda o poco naturale durante gli shooting, anche prolungati. Utilissimo l’interruttore che attiva il blocco dei pulsanti: non si rischierà di premerli in maniera accidentale e inconsapevole. L’ Olympus HLD-6 impugnatura e caricabatterie per fotocamera OM-D E-M5 può portare l’autonomia della fotocamera fino a circa 640 scatti. In ogni caso si tratta di un battery grip che è pensato più che altro per facilitare l’impugnatura della mirrorless OM-D E-M5.


4 – Pentax 38607 battery grip D-BG6 | Battery grip

Prima di parlare dei battery grip Canon e dei Battery grip Nikon, riteniamo opportuno fare una panoramica anche sul medesimo tipo di accessorio, dedicato però ad altri modelli di fotocamera. Dopo aver parlato dei grip per alcuni dei più diffusi apparecchi mirrorless, tra i più venduti sul web, passiamo in esame un battery grip per la reflex Pentax K-1. Una fotocamera super professionale e super performante, full frame ed equipaggiata con un sensore da oltre 36 Megapixel. Chi conosce bene il mondo della fotografia capisce il valore degli apparecchi Pentax e la loro altissima qualità costruttiva e performativa. Che si riflette anche in un complemento relativamente semplice, come il Pentax 38607 battery grip D-BG6.

Le caratteristiche del Pentax 38607 battery grip D-BG6

In grado di implementare notevolmente l’autonomia della fotocamera, all’interno del Pentax 38607 battery grip D-BG6 si può sistemare una batteria a ioni di litio del tipo D-LI90 oppure semplicemente 6 batterie AA, le più diffuse in commercio. Impugnare una Pentax K-1 con il suo grip originale sarà anche molto più comodo, quando si scatta in verticale. Su di esso sono riportati gran parte dei tasti funzione più utilizzati e indispensabili, presenti sul body orizzontale.

Tra questi ecco: il tasto di scatto, quelli AE e AF, il tasto ISO e quello per la compensazione dell’esposizione, nonché il pulsante Verde e le ghiere elettroniche. Possibile anche sfruttare il comando Anteprima. Il Pentax 38607 battery grip D-BG6 è completamente tropicalizzato, in grado di essere operativo anche a -10°.Ad oggi è l’unico compatibile con la Pentax K-1 e chi lo ha già acquistato online ne restituisce feedback positivi e, soprattutto, lo trova davvero un complemento indispensabile.


5 – Nikon MB-D12 battery pack | Battery grip

Eccoci arrivati a parlare dei battery grip Canon e dei battery grip Nikon, dedicati ai modelli di fotocamera forse più diffusi e venduti sul mercato. Il Nikon MB-D12 battery pack è un accessorio originale e progettato esclusivamente per le macchine fotografiche digitali Nikon D800, Nikon D800E, Nikon D810 e Nikon D810D. Modelli quindi di fascia professionale, full frame. Questo grip può ospitare una batteria ricaricabile al litio EN-EL15 (o EN-EL18) oppure 8 batterie AA o di pari tipologia, ma ricaricabili.

Le caratteristiche del Nikon MB-D12 battery pack

Un altro effetto che produce il Nikon MB-D12 battery pack, oltre a permettere di scattare più a lungo, è l’aumento della frequenza di scatto a raffica sulle macchine compatibili, che, impiegando questa estensione arriva a 6 fps. Ovviamente, come la maggior parte degli articoli di questo genere, migliora sensibilmente la stabilità dell’impugnatura, quando si scatta usando la camera in verticale. Sull’accessorio sono presenti: il pulsante di scatto, un multi selettore, il tasto AF e le ghiere si selezione principale e secondaria.

Attraverso il menù delle impostazioni si potrà decidere quali batterie consumare per prime: se quella alloggiata direttamente nel body della fotocamera o quelle all’interno del grip. Il Nikon MB-D12 battery pack verrà fornito con un pratico contenitore morbido in cui riporlo. Il costo di questo complemento non è esattamente economico, ma la qualità impareggiabile e in grado di preservare la camera da malfunzionamenti dovuti a device non conformi e a prezzo stracciato.


6 – Canon BG-E 14 battery pack esterno per Canon EOS 70D, 80D e 90D | Battery grip

Dopo il battery grip Nikon, pensato per modelli di tipo professionale della serie D800, ecco il battery grip Canon. Progettato per le fotocamere Canon EOS 70D, 80D e 90D, gode di un’ottima compatibilità in quanto il firmware lo rende aggiornabile. Uno dei caricatori più venduti e usati dai fotografi “canonisti”.

Le caratteristiche del Canon BG-E 14 battery pack esterno

Il Canon BG-E 14 battery pack esterno consente di alloggiare al suo interno una batteria al litio compatibile e 6 pile di tipo AA. Il prodotto migliora l’ergonomia e la presa della fotocamera sulla quale lo si aggancia. Per ciò che riguarda Canon, si raccomanda ancor più l’acquisto di accessori originali: l’esperienza degli acquirenti con device considerati compatibili si è spesso rivelata molto negativa. I contatti non assicurano una trasmissione adeguata e fanno spengere la macchina, al contrario del Canon BG-E 14 battery pack esterno.

Un grip utilissimo per prolungare i tempi di scatto e per assicurare sempre il massimo della comodità durante gli shooting. Le chiacchiere stanno a zero: il Canon BG-E 14 battery pack esterno è l’unico utilizzabile al massimo delle potenzialità sulle macchine digitali del marchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *