braccialetto fitness

Braccialetto fitness: I migliori fra smartband e tracker per lo sport

Quali sono i migliori smartband? La nostra selezione vuole aiutarvi a scegliere il miglior braccialetto fitness per le vostre esigenze. Prezzi, opinioni, recensioni e guide sui più diffusi tracker in commercio.

Il braccialetto fitness è ormai una consuetudine per gli sportivi e tutti coloro che fanno regolare esercizio e vogliono monitorare la propria salute. Si tratta di un oggetto che può variare molto a seconda dei bisogni, con alcuni modelli che si limitano al semplice monitoraggio dell’attività (activity tracker) fino a sfociare in smartwatch veri e propri, anche se fortemente orientati verso il fitness. La quantità di bracciali smart sul mercato è davvero impressionante, e per questo abbiamo preparato una panoramica sulle migliori smartband che potete trovare in commercio al momento. Vi indicheremo le migliori in rapporto qualità/prezzo, in modo da permettervi di acquistare la banda più adatta alle vostre esigenze.




braccialetto fitness
TomTom Spark 3 è un vero e proprio smartwatch capace di riprodurre musica, nonché tenere sotto controllo tutti i vostri allenamenti

Moov Now, il miglior valore per un braccialetto fitness

Il nostro braccialetto fitness preferito al momento si chiama Moov Now. Costa relativamente poco, offre una vasta gamma di servizi e una durata della batteria praticamente senza precedenti: ben 6 mesi. La varietà di esercizi che consente di monitorare è davvero ampia, dal nuoto alla boxe, passando da qualsiasi tipo di esercizio basato sulle ripetizioni come il sollevamento pesi. Oltre a questo, la modalità di monitoraggio corsa è molto completa e c’è anche la possibilità di controllare l’andamento del sonno. Mancano GPS e sensore di monitoraggio del battito cardiaco, ma al prezzo che viene richiesto sarà difficile trovare migliori smartband di questa.

Fitbit Flex, la certezza di una delle compagnie top nel settore del tracking. La guida.

Fitbit Flex è uno dei migliori tracker di movimento disponibili in commercio. La versione aggiornata, Flex2, resta un prodotto molto semplice, ma che consente di seguire in modo accurato tutta una serie di allenamenti. Ci sono prodotti senz’altro più accurati, in particolare quelli che registrano il battito cardiaco, che permettono di monitorare con maggiore accuratezza sia il dispendio calorico che l’intensità dell’esercizio. Fitbit Flex 2, però, rimane un best-seller in virtù di un costo assolutamente accessibile. Il tracker più economico della famiglia Fitbit costa infatti circa 60 euro, a fronte delle 100 e passa che dovrete spendere per avere un Fitbit Charge, oppure molto di più se volete uno smartwatch vero e proprio come Fitbit Ionic o un Apple Watch, che in Italia raggiunge le 379 euro. Qui potete comparare la famiglia Fitbit e trovare l’oggetto giusto per le vostre necessità di allenamento.

Come funziona Fitbit Flex 2

Fitbit Flex 2 tiene conto di: passi, distanza, calorie bruciate, minuti attivi e qualità del sonno. Non c’è un sensore per monitorare il battito cardiaco e non misura il numero di piani saliti. Non c’è neanche un display vero e proprio, bensì una serie di LED – 5 per la precisione – che comunicano all’utente una serie di funzionalità. Inoltre, il tracker vibra per avvertire l’utente che è arrivato il momento di muoversi o semplicemente come funzione di sveglia. Andiamo a vedere come padroneggiarlo al meglio.

Statistiche accurate per il nuoto

Uno dei motivi che spingono all’acquisto di Fitbit Flex 2 è la possibilità di usarlo in acqua. L’activity tracker è infatti in grado di monitorare il movimento dei quattro stili principali – stile libero, dorso, rana e delfino – e fornire statistiche accurate sui km percorsi e calorie impiegate. Per essere sicuri che tutto venga registrato nel modo più preciso, è necessario seguire delle linee guida. Lo stile, anzitutto, dev’essere uniforme: è molto meglio nuotare per un determinato periodo nello stesso stile, affinché il tracker “registri” meglio l’attività. Inoltre, meglio non fermarsi troppo a lungo a bordo vasca. Il consiglio, nel caso di nuotatori meno allenati, è di muoversi più lentamente e fare meno pause. In tal modo, il Flex 2 sarà in grado di svolgere la propria funzione al meglio.

Come funzionano le notifiche

Anche se manca un display, il sistema di notifiche è molto chiaro una volta imparato. Appaiando il dispositivo con uno smartphone, è possibile ricevere notifiche di chiamate o SMS, che faranno vibrare il tracker. Non lo consigliamo a chi vuole tenere a lungo la carica, perché il “pairing” col telefono rende la vita del Flex molto più breve, ma può essere molto utile per tutti coloro che hanno bisogno di stare dietro a qualsiasi notifica.
Blu: distingue le notifiche provenienti da chiamate e SMS.
Giallo: è il colore delle sveglie silenziose.
Magenta: le notifiche riguardanti i reminder di movimento appariranno in questo colore.
Verde: notifica il progresso giornaliero. Dando due tocchi al braccialetto, i LED si illumineranno in rapida sequenza. I bianchi indicano il progresso in termini di obiettivi da raggiungere, mentre la luce verde comparirà quando avrete raggiunto l’obiettivo che vi eravate prefissi (esempio: 10.000 passi).

Impostare le sveglie silenziose

Una delle caratteristiche più amate di Fitbit Flex 2 sono le sveglie silenziose, grazie al quale potrete alzarvi la mattina senza svegliare il vostro partner oppure impostare dei reminder per non disturbare nessuno in ufficio. Per settarle, basta aprire la pagina delle impostazioni, cliccare su Sveglia silenziosa e poi Imposta sveglia. Potete impostarne fino a un massimo di otto. Al momento della sveglia, il Flex inizierà a vibrare, mostrando un LED giallo. Per fermarla, basta cliccare due volte sul dispositivo, oppure fare 50 passi. Se l’allarme non viene fermato, riparte dopo 9 minuti.

Fitbit Charge 2, il classico dei classici

Mettete insieme una combinazione fra prezzo ragionevole, accuratezza totale delle vostre monitorazioni e un display ampio e capace di mostrare molte informazioni con un semplice clic. Avete appena immaginato Fitbit Charge 2, una delle migliori smartband disponibili in questo momento storico. Per i tanti fan di Fitbit è la migliore, soprattutto se non volete spendere il budget necessario per acquistare un vero e proprio smartwatch, che a conti fatti costa più o meno il doppio. Caratteristiche? Monitoraggio di diversi sport (tranne il nuoto, dato che non è un vero e proprio wearable waterproof), batteria che dura una settimana circa, collegamento al GPS del proprio cellulare nonché l’app Fitbit, vero e proprio valore aggiunto ruspetto a qualsiasi altra smartband.

Samsung Gear Fit 2 Pro, più di una semplice smartband

Samsung Gear Fit 2 Pro non è un prodotto che rivoluziona la gamma fitness di Samsung, ma porta la categoria ad un livello decisamente alto sia in quanto a design, sia per quel che riguarda le tante caratteristiche offerte. Il design potrebbe essere il più attraente mai visto su un braccialetto fitness, grazie anche allo splendido display AMOLED che vi consentirà di accedere ad un gran numero di dati e notifiche direttamente sullo schermo. Oltre alla pura bellezza, questa smartband si conferma tre le migliori in virtù di caratteristiche aggiunte come la presenza di GPS, nonché di un sensore di monitoraggio del battito cardiaco di alta qualità. Non un vero e proprio smartwatch, ma neanche una semplice smartband: al prezzo richiesto, Samsung Gear Fit Pro si conferma senza dubbio fra le migliori soluzioni disponibili.

TomTom Spark 3, elegante e potente

TomTom Spark 3 è la proposta più elegante di TomTom, nonché la più ricca di caratteristiche. Possiamo parlare di un vero e proprio smartwatch e non solo un semplice braccialetto fitness. Tante le opzioni che avrete disponibili al polso, a cominciare dall’ascolto di musica scollegato dallo smartphone (e conseguente connessione diretta alle cuffie wireless). E ancora, la combinazione fra GPS e sensore di navigazione vi consentirà di andare a correre in zone che non conoscete bene senza per questo perdervi. Waterproof, sensore cardio e un’ottima app disponibile sia per iOS sia su Android completano il profilo di uno dei migliori bracciali che potete acquistare. Ottime le due settimane di autonomia prima di doverlo mettere in ricarica.

Huawei Band 2 Pro, entry level ma completa

Se non avete particolari esigenze, Huawei Band 2 Pro riassumerà una buona selezione di caratteristiche in un bracciale smart dalle dimensioni molto ridotte e prezzo contenuto. Sul piatto, Huawei mette un sensore cardio, di potenza aerobica VO2 max, un GPS, monitoraggio del sonno e una notevole capacità della batteria.  Lo schermo molto sottile lo rende adatto anche su abiti casual, anche se ovviamente non è in grado di mostrare tutte le statistiche e opzioni di alcuni concorrenti più voluminosi. Un ottimo braccialetto fitness per iniziare a tenere sotto controllo i propri allenamenti.

Polar M430, confortevole e molto funzionale

Cosa rende Polar M430 una delle migliori smartband che potete comprare? Anzitutto la sua ragion d’essere, ideata per assistervi in tutto e per tutto durante la corsa grazie ad attività di monitoraggio davvero accurate (velocità, andatura, distanza e cadenza del vostro allenamento). Il prezzo sfiora i 200 euro riflette le tante caratteristiche offerte, ma la precisione con cui rende possibile controllare qualsiasi tipo di allenamento rende davvero Polar M430 uno dei migliori braccialetti fitness in assoluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *