Come iniziare a fare yoga: 5 attrezzi indispensabili per la casa

Come iniziare a fare yoga: 5 attrezzi indispensabili per la casa

Mettersi in forma senza uscire di casa non è un più un sogno. Scopriamo insieme i 5 attrezzi indispensabili per fare yoga in casa.

Il trantran quotidiano costringe chi vuole mettersi in forma e gli appassionati di fitness a ripiegare su attività indoor, dagli esercizi con attrezzi da palestra allo yoga home made. Lo yoga offre notevoli benefici dal punto di vista psicofisico anche quando si sceglie di praticarlo tra le mura domestiche. Da un lato il corpo viene scolpito e diventa più flessibile mentre dall’altro lato la respirazione allontana preoccupazioni e stress. Ma come iniziare a fare yoga? Ecco una rapida guida, con tutti gli attrezzi da avere per cimentarsi in questa disciplina affascinante.

Ecco i prodotti TOP per fare yoga in casa:

Come iniziare a fare yoga a casa?

Un corso di yoga permette l’accesso a un insegnante, un metodo e una serie di consigli per evitare errori di postura e altro: Se dovete cominciare a fare yoga, noi consigliamo comunque di prendere qualche lezione. Tuttavia è legittimo praticare yoga anche a casa. Magari ripetendo gli esercizi imparati al corso fatto fianco a fianco all’insegnante. Il mondo dello yoga però, è tanto affascinante, quanto complesso! Ecco cosa dovreste sapere (è un’infarinatura per punti!) prima di iniziare a fare yoga a casa.

Metodi: Lo yoga è una disciplina millenaria che comprende varianti diverse, da quelle più statiche come l’Iyengar o l’Hatha Yoga a quelle più dinamiche come l’Ashtanga, il Power Yoga o il Vinyasa Flow. La prima cosa da fare per iniziare a fare yoga a casa è scegliere lo stile più adatto alle esigenze personali, valutando le aspettative, i problemi specifici e le abitudini di vita.

Libri: Lo yoga è un mondo tutto da scoprire e i libri sull’argomento possono offrire un quadro completo tanto su altri aspetti dello yoga (storia, scuole di pensiero, stili, posizioni, maestri e altro) quanto sulla pratica. Amazon ad esempio, è pieno di ottime letture sul tema. Date un’occhiata qui per vedere l’elenco completo.

Video: I principianti non devono lasciarsi scoraggiare dall’assenza di un insegnante a casa perché la situazione può essere risolta con video lezioni e tutorial. Certo un corso di yoga coinvolge un insegnante e comporta la correzione di eventuali errori, ma i video e i corsi online permettono di praticare yoga come e quando si desidera. Sono un’opzione da tenere in considerazione: specie se si ha poco tempo e un budget ridotto.

Attrezzi: Lo yoga home made non richiede attrezzature sofisticate, ingombranti o costose. Basta avere a disposizione un abbigliamento adatto e piccoli attrezzi per fare yoga come tappetini, cuscini, mattoni e altro. Vanno comunque scelti con cure: Ecco perché abbiamo stilato la guida. Risparmierete e comprerete il meglio per praticare yoga a casa vostra.

Cosa comprare per fare yoga

I principianti e chi vuole esercitarsi anche a casa devono scegliere cosa comprare per fare yoga, valutando dimensioni e costi di ogni prodotto. Quello di cui non posso fare a meno è un abbigliamento elastico e aderente, un tappetino, un paio di cuscini e mattoni, uno speaker Bluetooth e un diffusore di aromi.

1 – Tappetino

Il tappetino è uno degli attrezzi per fare yoga che non possono mancare, ma deve essere scelto valutando le caratteristiche fisiche che definiscono aderenza, durabilità, comfort e consistenza.

  • Materiale: Sono diversi, ma tra i più comuni ci sono il PVC (antiscivolo ma non ecosostenibile), il cotone (assorbente ed ecosostenibile ma con poco grip) e la gomma naturale (presa simile al PVC ma senza il rischio di per chi soffre di allergie).
  • Lunghezza: Deve consentire di usare al meglio il tappetino anche durante le fasi di allungamento.
  • Larghezza: Il valore standard è pari a 60-65 centimetri e solitamente va bene per tutti, ma esistono anche tappetini yoga leggermente più larghi.
  • Spessore: Può rendere più o meno confortevole il tappetino, specialmente quando si svolgono esercizi da seduti o sulle ginocchia.
  • Struttura: La struttura a “celle aperte” assorbe il sudore per stili di yoga in cui si suda e la struttura a “celle chiuse” sostiene tutti gli stili statici.
  • Prezzo: Il costo di un tappetino yoga va 10 a 100 euro a seconda delle caratteristiche fisiche del prodotto.
  • Durabilità: La durata di un tappetino dipende dal materiale e dalla modalità con cui lo si mantiene (lavaggio, esposizione al sole e così via).

La valutazione di ogni caratteristica può aiutare a trovare il tappetino giusto per praticare yoga in casa. Quali sono i migliori?

Manduka Prolite: Il top di gamma resistente a tutto

Il tappetino da yoga Manduka Prolite rappresenta la scelta confortevole, funzionale ed ecosostenibile degli appassionati di yoga. La superficie “a celle chiuse” tiene fuori umidità e sudore, impedisce lo sviluppo di batteri e non si rovina col passare del tempo. La densità e l’ammortizzazione del tappetino aiutano a proteggere le articolazioni e a evitare eventuali infortuni. Le sue dimensioni (180 centimetri di lunghezza, 61 centimetri di larghezza e 4,7 millimetri di spessore) lo rendono un tappetino da yoga top di gamma. Ottimo anche il prezzo Amazon.

Yoga mat Reebok: Il tappetino per fare yoga a casa

Il tappetino yoga Reebok è il modello ideale per chi vuole fare yoga in casa senza rischi e senza spendere troppo. Questo tappetino resta uniforme anche quando viene compresso grazie allo spessore da 1,5 centimetri e alla consistenza unica del materiale. Tutto strizzando l’occhio al comfort. Un altro punto di forza è la lunghezza pari a 173 centimetri che offre una superficie grande su cui esercitarsi con le posizioni yoga. Infine le asole integrate permettono di conservare il tappetino in modo semplice e veloce e sistemarlo in uno spazio ridotto. Prezzo più che buono, per essere un prodotto di marca.

Manduka Eko SuperLite: Il tappetino superleggero da viaggio

Manduka Eko SuperLite è un tappetino da viaggio che non rinuncia a prestazioni elevatissime: grip eccezionale e materiale ecosostenibile. Per prima cosa può essere ripiegato e riposto anche nelle borse da viaggio grazie al suo peso (0,9 Kg) e alle sue dimensioni (180 centimetri di lunghezza, 61 centimetri di larghezza e 2 millimetri di spessore). La gomma naturale e biodegradabile del tappetino non causa problemi, non sbiadisce, non si sfalda e offre un comfort eccezionale in qualsiasi luogo. In ultimo il materiale della superficie assicura un grip superiore, anche quando si suda leggermente. Noi lo consigliamo vivamente: prezzo e costruzione davvero al top.

2 – Abbigliamento consono

Lo yoga richiede un abbigliamento elastico e aderente che non ostacoli i movimenti e la tenuta delle posizioni. Un esempio? I jogger o i leggins per le donne e i pantaloni tuta per lui. Seguendo un po’ la saggezza della disciplina millenaria, bisogna liberarsi dei fronzoli anche nell’outfit indossando canotte o t-shirt, felpa e pantaloni che non nascondono le linee del corpo. In questo senso mettere in evidenza la silhouette diventa un modo per sottolineare i comportamenti sbagliati ed eseguire facilmente gli asana (anche quelli a testa in giù). La scelta non deve trascurare neanche la qualità dei tessuti e la loro capacità di far traspirare la pelle e assecondare i movimenti. Quali indumenti comprare per fare yoga a casa? Ora lo vediamo per bene.

Aurique: Jogger da donna super comodi

Aurique (sottobrand di Amazon) propone dei jogger da donna perfetti per praticare yoga e trascorrere il tempo libero. Sono morbidi e alla moda! Questi jogger in poliestere vantano vita regular, tasche laterali, elastico alla caviglia ed elastico in vita con coulisse. Una volta indossati si rivelano aderenti (ma non troppo) e morbidi e per questo si adattano sia alla pratica yoga che alle uscite informali. Buono e popolare il prezzo.

Homebaby: I leggings con effetto push-up

I leggins Homebaby permettono di vivere l’esperienza dello yoga in casa in modo interessante e confortevole, senza rinunciare a un tocco trendy. Questi leggins presentano una forma sagomata che definisce la silhouette, agevola i movimenti ed mostra eventuali posizioni scorrette. Il materiale di composizione (88% poliestere e 12% elastan tessuto) lascia traspirare la pelle e dice addio al sudore durante l’attività fisica. Infine il design attillato è accompagnato da una vita alta che veste bene sia le ragazze giovanissime che le signore. Qui trovate i più economici in assoluto.

Ultrasport Advanced Jivan: I pantaloni da yoga per lui

I pantaloni da yoga Jivan di Ultrasport Advanced sono i compagni di allenamento ideali per l’uomo che vuole praticare yoga anche a casa. Questi pantaloni sono stati realizzati in tessuto bi-stretch (88 % poliestere, 18 % elastan) per assicurare il comfort e la massima libertà di movimento. In più la fascia elastica in vita con coulisse interna assicura vestibilità e tenuta mentre le due pratiche tasche laterali li rendono i pantaloni perfetti anche per il tempo libero.

3 – Cuscini e “mattoni”

I cuscini e i mattoni da yoga non possono mancare quando si decide di praticare yoga in casa. Ma andiamo con ordine. I cuscini da yoga si distinguono in cuscini da meditazione (“Zafu”) e cuscini da rilassamento (“Bolster”), ma entrambi puntano a rendere la posizione a gambe incrociate più comoda, a reggere la schiena dritta da seduti e a evitare la sensazione di formicolio. Il cuscino deve essere scelto considerando varie caratteristiche, prime tra tutti la forma, la fodera e l’imbottitura.

  • Forma: La forma dipende della posizione mentre l’altezza è condizionata dall’altezza dell’utilizzatore (18 centimetri e oltre per persone alte e 12-15 centimetri per persone di statura normale o bassa).
  • Fodera: La fodera esterna deve essere sfoderabile e lavabile in lavatrice, oltre che di un materiale naturale e ipoallergenico.
  • Imbottitura: L’imbottitura viene deve adattarsi al corpo senza assottigliarsi e perdere volume col passare del tempo.

Per quanto riguarda i blocchi o mattoni da yoga, invece, dobbiamo pensarli come ad attrezzi per fare yoga studiati per facilitare l’esecuzione delle posizioni, mantenere la postura e intensificare l’allungamento. Oltre a ciò i mattoni si rivelano degli ottimi sostituti dei cuscini durante la meditazione e le posizioni più difficili da mantenere. In commercio è possibile trovare blocchi di dimensione, colore e prezzo differenti, ma in linea di massima tutto dipende dal tipo di allenamento che si intende costruire a casa.

  • Schiuma EVA: Il polistirene espanso rende i blocchi leggeri, morbidi, economici e trasportabili. Sono perfetti per chi è alle prime armi, chi non vuole spendere troppo o chi pratica stili meno dinamici.
  • Sughero: Il sughero è un materiale solido ed ecosostenibile che offre aderenza e un’ottima presa in qualunque situazione. Si rivela perfetto per gli stili di yoga più dinamici.
  • Legno: Il legno restituisce solidità e durabilità, ma rende i blocchi poco leggeri e poco confortevoli.
  • Bambù: Il bambù di alta qualità è più leggero rispetto al legno e si rivela più confortevole nell’uso.

Reehut Zafu: Il cuscino in cotone e imbottitura in grano saraceno

Il cuscino per la meditazione yoga Reehut rappresenta l’unione perfetta tra la fermezza e la flessibilità che si cerca nello yoga. L’imbottitura con baccelli di grano saraceno organico è sigillata all’interno di una sacca che a sua volta facilita la sua rimozione e il suo inserimento nel rivestimento in cotone o canapa con cerniera. Il cuscino è solido senza perdere in termini di morbidezza e flessibilità quando deve favorire la postura, alleviare la tensione sulle articolazioni e sostenere la colonna vertebrale. La presenza di una presa robusta permette di spostare e trasportare il cuscino senza troppi sforzi. Le due varianti (30 centimetri di diametro e 11 centimetri di altezza e 33 centimetri di diametro e 11 centimetri di altezza) rendono Reehut Zafu adatto a tutti i livelli e stili di meditazione yoga.

REEHUT Block Yoga: I mattoni in schiuma ad alta densità ecologici e leggeri

Reehut propone dei mattoni in schiuma Eva ad alta densità, ecologici e leggeri perfetti sia per i principianti che per i più esperti. Block yoga è stato realizzato con l’ecologica schiuma EVA ad alta densità per sostenere l’allenamento, rivelandosi robusto e leggero, compatto e flessibile, antiscivolo e antisudore. Le sue dimensioni (23 x 15 x 10 centimetri) offrono un’area capace di supportare bene le parti del corpo ed evitare eventuali lesioni durante gli esercizi. I bordi smussati di questi blocchi yoga offrono una presa comoda e stabile e impediscono incidenti durante l’allenamento. Infine, oltre a essere un ottimo attrezzo yoga, può diventare uno schienale che aiuta a mantenere la posizione corretta da seduti ed evita problemi alla schiena. Molto economici: da comprare se non altro per “averli lì” a ogni eventualità.

4 – Uno speaker bluetooth per la giusta atmosfera

Gli speaker Bluetooth (già affrontati parecchie volte) sono altoparlanti portatili che permettono di ascoltare musica o una lezione di yoga senza essere vicino alla cassa o rischiare di cadere durante le posizioni. Si controlla tutto tramite smartphone, da remoto. Non costano molto e sono ottimi perché decisamente versatili. Come sceglierlo?

  • Qualità sonora: La qualità audio può fare la differenza durante la pratica dello yoga a casa, specialmente se si vuole ascoltare musica.
  • Portabilità: La portabilità è essenziale per riuscire ad allenarsi in qualsiasi stanza della casa. Quindi occhio alle dimensioni e al peso!
  • Autonomia: L’autonomia indica le ore di ascolto possibili con una sola ricarica e quindi quante sessioni di yoga si possono eseguire prima di una nuova ricarica.
  • Impermeabilità: Il fattore impermeabilità è importante se si desidera portare lo speaker in cantina oppure ci si dedica a uno stile dinamico.
  • Potenza: La potenza espressa in Watt è indicatore delle performance dello speaker, ma non sempre una maggiore potenza corrisponde a una maggiore qualità.
  • Funzioni extra: Le funzioni extra possono declinare lo speaker ad altre funzioni: collegamento con NFC, connessione di più dispositivi e così via.

JBL Charge 4 Speaker: L’altoparlante portatile super accessoriato e waterproof

JBL Charge 4 Speaker è la cassa portatile super accessoriata e impermeabile che si può utilizzare all’aria aperta come al chiuso. Questo speaker trasmette musica in streaming wireless ovunque, resiste alle intemperie e riproduce un suono di alta qualità fino a 20 ore grazie a una batteria ricaricabile agli ioni di litio da 7800 mAh. Il power bank integrato permette di collegare fino a due smartphone o tablet mentre il microfono integrato elimina qualsiasi rumore ed eco e assicura chiamate in vivavoce cristalline. Inoltre la presenza di JBL Connect+ e Bluetooth permette di connettere oltre 100 diffusori e vivere appieno l’esperienza sonora. Per praticare lo yoga basta e avanza.

5 Un diffusore di aromi

Il diffusore di aromi riesce a creare l’atmosfera giusta e a far trovare la concentrazione necessaria per immergersi nel mondo dello yoga. In effetti la diffusione di oli essenziali può riequilibrare le energie dell’organismo, migliorare la meditazione e favorire la pratica dello yoga anche a casa. Per ottenere questo è necessario scegliere oli essenziali di ottima qualità e il diffusore giusto:

  • Bruciassenze: I bruciaessenze non sono altro che contenitori nei quali vengono versate le gocce di olio essenziale, che a loro volta vengono riscaldate dal calore di una candela.
  • Diffusori a bastoncini: I bastoncini di bambù vengono impregnati di un liquido ed espandono l’odore degli oli essenziali nell’aria.
  • Diffusori elettronici: I diffusori a ultrasuoni sembrano delle lampade per la cromoterapia che rilasciano gli aromi e fungono da umidificatori.

AUKEY BE-A5: Il diffusore di aromi ad ultrasuoni

AUKEY BE-A5 è un diffusore umidificatore con 7 colori LED che crea l’atmosfera giusta per lo yoga e concentrarsi. Il meccanismo di atomizzazione ad ultrasuoni combina l’olio essenziale al vapore e realizza una maggiore quantità di ioni negativi. L’aroma dell’olio essenziale viene diffuso nell’ambiente e purifica l’aria, migliorando l’umore e allentando lo stress. Il serbatoio dell’acqua da 500 ml è sufficiente per poter usare il diffusore anche tutta la notte, il timer premette di impostare un orario e lo spegnimento automatico realizza un uso sicuro. La modalità con più vapore rende l’aria umida e profumata in minor tempo e prolunga l’effetto per 8 ore mentre la modalità con meno vapore rende l’aria umida in modo omogeneo e aumenta l’effetto per 16 ore. In ultimo, ma non per importanza, la luce a 7 colori costruisce un ambiente accogliente in cui allenarsi e migliora l’umore. A meno di 40 euro lo trovate su Amazon, a questo indirizzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *