Come scegliere la racchetta da paddle: Guida ai migliori modelli

Come scegliere la racchetta da paddle: Guida ai migliori modelli

Il paddle sta spopolando in Italia! Prima di provarci è meglio capire come scegliere la racchetta da paddle. Ecco la guida ai migliori modelli.

Gli amanti dello sport amano mettersi sempre alla prova con attività particolari e ultimamente il paddle tennis è riuscito ad affascinare anche i tennisti più convinti. Il paddle è uno sport a metà strada tra tennis e squash che si pratica con una racchetta a piatto pieno (racchetta paddle) e una palla. Giocare a paddle è facile anche per chi non ha esperienza con il tennis, ma impone una prima conoscenza riguardo le differenze tra paddle e tennis, come scegliere la racchetta da paddle e le regole del gioco.

Dove comprare le racchette da paddle spendendo il meno possibile?

Origini del paddle tennis

Era il lontano 1898 quando il paddle tennis nasceva come un gioco con una racchetta a piatto solido (paddle racquet) ideato da Frank Beal. Da quel momento lo sport esplose in Argentina e riscosse così tanto consenso da fare del Paese la patria dello sport che mescola tennis e squash. La fama del paddle si estese ad altri Paesi latini come il Messico e proprio lì nel 1969 Enrique Corcuera costruì un campo da tennis in giardino concependo l’inclusione dei muri come parte del campo di gioco. Il successo del paddle tennis in diverse nazioni ha promosso la nascita della Federazione Internazionale di Padel a Madrid nel 1991 e la Federazione Italiana Gioco Paddle/Padel (F.I.G.P.) sempre nel 1991.

Paddle o padel?

Il termine ufficiale per indicare questo sport è paddle o paddle tennis, ma la diffusione a macchia d’olio anche in Spagna ha portato alla diffusione del termine “padel”. Oggi è possibile utilizzare paddle, paddle tennis e padel indiscriminatamente per indicare lo sport che si pratica con una racchetta a piatto pieno e una palla.

Differenze tra paddle e tennis

Il paddle tennis è uno sport dinamico molto simile al tennis che presenta qualche piccola differenza e regole diverse. Certo il paddle mantiene le stesse regole per quanto riguarda la palla, il gioco doppio e la divisione a metà campo, ma deve il suo successo dirompente proprio nelle differenze. Ecco le principali differenze tra il Paddle e il tennis:

  1. Campo: Il campo da paddle è più piccolo di quello da tennis (20 metri di lunghezza e 10 metri di larghezza) e viene delimitato in fondo da una parete a forma di “U” e lateralmente da due mezze pareti dure e lisce. Nel tennis, invece, non esiste alcuna barriera di protezione e per questo la pallina può fuoriuscire da qualsiasi lato del campo.
  2. Palla: I due sport sembrerebbero molto simili se non fosse che la palla è più leggera ed esercita meno pressione sulla racchetta nel padel, assicurando un maggior numero di scambi tra gli avversari. Nel paddle, inoltre, la palla è giocabile quando rimbalza una volta a terra prima di essere colpita, tocca le pareti del campo (tranne la rete) e non tocca a terra due volte.
  3. Racchetta: Le racchette da tennis e le racchette da paddle sono costruite con materiali simili (fibra di vetro, carbonio o kevlar), ma sono diversissime. La racchetta da padel ricorda un racchettone da spiaggia: senza corde ma con piccoli fori e dimensioni compatte (più o meno 45 centimetri di lunghezza, 25 centimetri di larghezza e 35-38 millimetri di spessore). Ogni racchetta paddle presenta caratteristiche precise e per questo sapere come scegliere la racchetta da paddle può fare la differenza dentro e fuori dal campo.
  4. Superficie del campo: La superficie del campo da paddle può essere di cemento, terra rossa, materiale sintetico o altro, ma deve seguire le norme previste dalla Commissione Tecnica Federale in termini di durezza, elasticità e ruvidezza. I campi da tennis, invece, possono avere un manto erboso su uno strato terroso, una superficie dura o una porzione di terra battuta.
  5. Battuta: La battuta segna una differenza sostanziale tra paddle e tennis. Il giocatore deve farla rimbalzare sul pavimento una volta e batterla dal basso nel paddle e lanciarla in aria e colpirla al volo nel tennis.
  6. Scarpe: Non esistono grandi regole di abbigliamento, fatta eccezione per le scarpe (diverse da quelle per la pallavolo o per giocare a calcio) e più in particolare per l’ammortizzazione e il grip della suola. Gli scatti, i salti e le torsioni del paddle, infatti, necessitano di scarpe comode, ammortizzate e con grande presa sul pavimento mentre i movimenti del tennis non richiedono caratteristiche particolari.

Come scegliere la scegliere la racchetta da paddle

Le differenze tra il paddle e il tennis aprono il grande interrogativo su come scegliere la racchetta da paddle. Ogni racchetta da padel possiede una forma definita, un suo peso specifico e un materiale differente che influenzano l’esperienza di gioco.

Forma

La forma rotonda, a goccia o a diamante della struttura della racchetta da padel non è soltanto una questione estetica. È una scelta che dipende dal grado di esperienza.

  • Rotonda – La forma rotonda mantiene il bilanciamento verso il manico, migliora la presa e favorisce il controllo durante la partita. È la scelta ideale per i principianti.
  • A goccia – La forma Tear Drop è a metà strada tra gli altri due tipi e assicura un buon rapporto tra potenza e controllo. Solitamente viene scelta dai giocatori con un po’ di esperienza di gioco.
  • A diamante – La forma a diamante sposta il bilanciamento verso l’alto e conferisce grande potenza ai colpi. Va da sé che viene scelta dai giocatori esperti.

Profilo

Il profilo di una racchetta paddle non può superare i 38 millimetri, giacché lo spessore cambia il tipo d’impatto con la palla. In linea di massima maggiore è lo spessore del profilo e maggiore è la velocità di uscita della palla.

Grip

L’impugnatura del manico si rivela indispensabile per ottenere una presa ottimale e una buona esperienza di gioco. È tutta una questione di grip oppure overgrip. Il grip o l’overgrip deve essere regolato in base alla grandezza della racchetta e alle esigenze personali: aggiungere grip significa spostare il bilanciamento verso il manico mentre toglierne un po’ vuol dire spostare il peso nella parte superiore della racchetta.

Facce

Le superfici simmetriche opposte della racchetta da padel si chiamano facce o piatti e permettono una gestione diversa nell’esecuzione dei colpi. Possono essere lisce o ruvide per dare più o meno effetto alla palla oppure in fibra di vetro o carbonio per attutire o meno il colpo della pallina sulla racchetta.

Peso

Il peso della racchetta paddle cambia a seconda del materiale usato per costruire il telaio, variando da un minimo di 350 grammi fino ai 390 grammi. La racchetta giusta è quella che si adatta meglio alla costituzione fisica del giocatore, ricordando che una troppo leggera si rovina prima, rende meno veloce la palla e può danneggiare i tendini e una troppo pesante non è pratica e potrebbe causare lesioni al polso, al gomito e alla spalla. Facendo una stima, però, si può dire che la racchetta da padel ideale per un uomo si aggira intorno a 370-380 grammi mentre quella ideale per una donna va dai 355 ai 370 grammi.

Migliori racchette da paddle

Le racchette da paddle hanno “indicazioni proprie” e per questo sapere come scegliere la racchetta da paddle diventa fondamentale per approcciarsi al gioco in modo corretto. Di seguito, vi suggeriamo alcuni dei migliori modelli, acquistabili comodamente da Amazon o da altri marketplace.

Head Ultimate Power Green 2018: La racchetta da paddle più venduta su Amazon

Head Ultimate Power Green 2018 è una delle racchette a diamante più apprezzate: costa il giusto e offre un’esperienza di gioco positiva. Questa racchetta gode di una protezione extra che aumenta la durata del telaio e una nuova struttura di composizione ibrida InnegraTM che assicura un maggiore assorbimento degli urti e una migliore stabilità. La nuova costruzione a base di strati di carbonio preformato nel tubolare della racchetta regala un maggiore comfort e una rigidità maggiore o minore alle diverse aree del telaio.

In più il processo termico a cui sono state sottoposte le fibre di carbonio del telaio regala maggior potenza e resistenza. Il Comfort Grip System è stato ottenuto con una miscela particolare a base di poliuretano mentre il piatto si presenta in fibra di vetro e nucleo in FOAM. Insomma Head Ultimate Power Green 2018 con i suoi 399 grammi è la racchetta paddle ideale per qualsiasi stile e livello di gioco. Prezzo onestissimo per quello che offre.

Wilson Carbon Force Pro: La racchetta da paddle con strato in carbonio

Wilson Carbon Force Pro è la racchetta da padel che racchiude la qualità Wilson in ogni sua caratteristica, dal design a goccia al comfort di gioco. Tutto in 365 grammi. Carbon Force Pro vanta varie tecnologie: Sharp Hole Technology (foratura che aumenta la forza durante gli impatti), Carbon Fiber Face (telaio in fibra di carbonio che accresce la resistenza) e Tri-Hex Grip (struttura a nido d’ape che migliora la presa di effetti). Potenza e resistenza strizzano l’occhio alla sicurezza grazie al protettore Padel Guard presente sulla parte superiore della racchetta e il laccetto da polso che assicura la racchetta al braccio del giocatore. Infine la schiuma Pro Density Foam dona una maggiore precisione e un maggior controllo in ogni colpo. In assoluto una delle migliori per i professionisti del Paddle: se non sapete quale racchetta scegliere e volete “dormire tranquilli”, affidatevi a Wilson.

Dunlop Impact X-Treme Green: La racchetta da paddle “per tutti”

Dunlop Impact X-Treme è una racchetta da padel per giocatori di livello medio che cercano un modello eccellente senza spendere una fortuna. Questa racchetta regala controllo e comfort: i piatti a triplo strato assicurano colpi precisi mentre la gomma di media densità garantisce un’enorme potenza con un eccellente controllo. Infine la forma Oversize ibrida a profilo piatto di 38 mm garantisce un’esperienza di gioco davvero eccezionale. Per 50 euro, avrete un prodotto completo.

Pala Pádel Nox Ultimate: La racchetta da paddle rotonda, materiali di qualità!

Pala Pádel Nox Ultimate Fiber Pro Yellow è una racchetta da padel rotonda con un ampio punto dolce e design sorprendente. Le facce con inserti giallo fluo in finitura opaca presentano una forma rotonda in grado di offrire un grande controllo e un ampio punto dolce. I piatti in fibra di vetro, il tubolare in carbonio e il nucleo in gomma HR3 realizzano un’eccellente sensazione e un controllo ottimale nella battitura. In più la racchetta Pádel Nox Ultimate Fiber Pro Yellow gode di un bilanciamento talmente equilibrato da renderla la scelta perfetta per i giocatori di qualsiasi livello.

Bullpadel Vertex 18/370/375: La racchetta da paddle per i professionisti

Bullpadel Vertex è la racchetta da paddle pensata per tutti i giocatori professionisti con un alto livello di gioco che cercano la massima potenza. E non solo. Si adatta anche a un gioco intermedio con una buona tecnica. Questa racchetta da padel presenta un peso che oscilla da 365 a 380 grammi, una serie di finiture finite e una custodia originale inclusa. La forma a diamante rende Bullpadel Vertex una racchetta potente con buon controllo (anche grazie alla distribuzione di pesi e forme). Il telaio tubolare in carbonio e la protezione in nylon a due diverse densità con sette ancore protegge dai piccoli urti, il nucleo esterno in fibra di carbonio e carbonio Glaphite dona solidità mentre il materiale interno in gomma EVA offre un’ottima giocabilità. A tutto questo si deve aggiungere che Bullpadel Vertex viene proposta a un prezzo davvero competitivo. Se non si sa quale racchetta da paddle scegliere, tranquilli su BullPadel Vertex.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *