migliori bollitori elettrici

Migliori bollitori elettrici: la top 3 Kenwood, Electrolux, Kitchenaid

Ci piacciono le classifiche: confrontiamo le marche dei migliori bollitori elettrici secondo le caratteristiche d’uso, prezzi e offerte.

Chi l’ha detto che solo gli inglesi bevono il tè alle 17? Molti italiani stanno adottando stili di vita sempre più salutari e si stanno avvicinando al mondo (sconosciuto ai più, diciamoci la verità) di tè, tisane e infusi. Si sa che stiamo parlando di un prodotto ad uso tendenzialmente autunnale-invernale. Ciò non vuol dire smettere di utilizzare il bollitore in primavera-estate. Una volta “infuse” in acqua calda, le nostre bevande preferite possono essere riposte in frigo e consumate con tanto ghiaccio. E magari un cucchiaio di miele, tutta salute! Di seguito vi illustreremo quali sono i migliori bollitori elettrici e le varie caratteristiche. Per chi non ha mai comprato un bollitore iniziamo col puntare l’attenzione sui materiali. Se avete bisogno di un prodotto in grado di durare anni, dovrete necessariamente optare per i bollitori in metallo (igienici e indistruttibili). Molto comodi i bollitori in plastica quando si viaggia. Grazie alla loro leggerezza e compattezza possono occupare poco posto con un peso minimo. Se invece volete puntare sull’igiene optate per il vetro, naturalmente poco indicato al trasporto data la fragilità.

Kenwood al 3° posto: bello e “giusto”

In questa classifica vogliamo premiare i prodotti appartenenti alla categoria dei migliori bollitori elettrici. Sicuramente questo Kenwood sale sul podio grazie al prezzo contenuto di 72€ e alle sue caratteristiche. Ha una capacità di 1,6L, con indicatore del livello dell’acqua. Per i più distratti ricordiamo che si spegne automaticamente, evitando di farvi tornare in casa a controllare una volta usciti. Pratica l’assenza di filo sul bollitore (presente sulla base), che permette una maggiore mobilità dello stesso. Per esempio, una volta staccato dalla base, potrete portarlo a tavola in tutta libertà. Ha una potenza di 2200W e un peso di 1,28 kg. L’estetica retrò conferisce a questo bollitore un valore aggiunto, ma potete giudicare voi stessi.

Electrolux EEWA7800: 2° posto meritato

Saliamo di prezzo (87€) e saliamo in classifica. Nella lotta per la sopravvivenza dei migliori bollitori elettrici, Electrolux sorpassa Kenwook grazie ad una maggiore capacità, funzione mantieni al caldo, temperature preimpostate e tanto altro. Ma procediamo per gradi. Innanzitutto una capacità di 1,7L permette di preparare circa 6 tazze di tè. La funzione “keep warm” consente di riscaldare l’acqua per un breve periodo di tempo successivo all’ebollizione. Le temperature preimpostate sono molto comode per chi è abituato ad andare dal barista a chiedere roba del tipo: “un cappuccino caldo, che sia tiepidino ma non freddo”. Ecco, impostate la temperatura desiderata, una volta per tutte, e lasciate lavorare il barista in velocità.

Kitchenaid al 1° posto: fosse un concorso di bellezza vincerebbe comunque

Il Kitchenaid 5KEK1522EOB sbarca il lunario al primo posto tra i migliori bollitori elettrici. Rinuncia un pochino alla capienza, pari a 1,5L, ma punta sul termostato regolabile (molto preciso), la custodia per il cavo per ottimizzare l’ordine in cucina. Kitchenaid presta sempre un occhio di riguardo anche al design.  Soprattutto con un elettrodomestico tendenzialmente ingombrante che spesso non può essere stipato ed è sempre in bella mostra sul bancone della cucina. Potenza: 2400 W! La bellezza purtroppo si paga sempre e con 170€ vi portate a casa la “miss dei bollitori elettrici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *