migliori serie tv e film in streaming

Migliori serie tv e film in streaming: Narcos, Game of Thrones 7 e King Arthur

Torna la rubrica sulle migliori serie tv e film in streaming. Tra narcotraffico, finali di stagione e Re della strada, si preannuncia una grande settimana di binge-watching

Mentre la tv generalista se la prende comoda, quella digitale è più attiva che mai. D’altronde, per i vari Netflix, Rakuten Tv, Now Tv e Infinity le vacanze non sono mai arrivate. Per tutto giugno, luglio e agosto hanno continuato a buttare online prodotti di qualità: tra le migliori serie tv e film in streaming dell’anno, lanciate quando tutta la concorrenza è con i piedi ammollo su qualche spiaggia. Eppure la strategia funziona, visti i risultati di ascolto registrati da Game of Thrones o l’hype attorno a The Defenders. E adesso? L’estate è agli sgoccioli e i vari canali di tv digitale stanno per lanciare le “bombe” autunnali. Ecco le migliori uscite di questo fine agosto/inizio settembre.

Narcos 3: La mafia uccide anche a settembre (e senza Pablo)

Riusciremo mai a sconfiggere il traffico di stupefacenti? Probabilmente no; almeno fino a quando la gente non smetterà di “farsi”. Questo è il postulato della serie Netflix Narcos, arrivata alla 3° stagione. E infatti non basta ammazzare il più grande trafficante della Storia, per placare un business che sposta miliardi ogni anno. In Narcos 3 infatti Pablo Escobar non c’è, deceduto nella stagione passata. Spoiler? Macché: i producer della serie tv annunciarono la dipartita di Pablo fin da subito. Del resto, bastava conoscere la realtà dei fatti. Così la palla “narrativa” passa a Pena il quale continua a indagare e a combattere dalla parte della legge. È lui che sentiremo in voce over, raccontarci per filo e per segno le vie infinite del narcotraffico. Il grande nemico diventano i gentiluomini di Cali, cartello della mafia che negli anni ’80 e ’90 arrivò a controllare l’80% del mercato della cocaina mondiale. Che dire: guai a perdersi una delle migliori serie tv e film in streaming. 

Game of Thrones 7 – Finale di stagione

Difficile scrivere qualcosa sulla 7° stagione di Game of Thrones (qui dove guardarla) senza rischio di spoiler. Possiamo soltanto prendere atto che per quasi tutti i fan è stata una delle stagioni più “divertenti”. Tanta azione, pochi tempi morti e i soliti colpi di scena al cardiopalma. Ora siamo arrivati alla fine: domenica 27 agosto sulla HBO è andato in onda l’ultimo episodio, recuperabile attraverso la replica su SKY Atlantic (ore 21) e la piattaforma di migliori serie tv e film in streaming NOW Tv. Dal 2014 Game of Thrones è diventata la serie tv più seguita di sempre, stracciando il campione precedente (I Soprano) di parecchi milioni di spettatori. 16 milioni soltanto in America per la prima puntata, con una media di 10 per tutte le successive. Non male, anche senza tenere conto dei “play” che Game of Thrones 7 totalizza in streaming (legali o illegali) in tutto il mondo. Come recuperarsi il finale di stagione intitolatoThe Dragon and the Wolf? Su NOW Tv è già disponibile, a questo link. I più tirchi possono aprirsi il periodo di prova di 14 giorni (gratis) e spararsi tutto Game of Thrones 7. Al ritmo di una puntata ogni 2 giorni, ce la si fa tranquillamente.

King Arthur – Il potere della spada

Basta serialità, per piacere. Qualcuno si ricorda dei tempi “ristretti” (si fa per dire) del caro vecchio lungometraggio? L’offerta su internet è forte anche su quel fronte. In particolare Rakuten Tv possiede tra le migliori serie tv e film in streaming, con un occhio di riguardo per la settima arte. Da pochi giorni nel catalogo hanno aggiunto King Arthur – Il potere della spada (QUI il link per vederlo). Regia di Guy Ritchie, con Charlie Hunnam nei panni del Re e Jude Law in quelli di Vortigern. Al box office pare sia stato un flop, ma King Arthur non è affatto un brutto film. È in pieno Ritchie style: la rilettura di un mito britannico, in salsa pop e pulp. Montaggio nervoso, ottime scene di lotta e grande qualità di storytelling. La vicenda si concentra sulla formazione del piccolo Artù, che vede morire la madre uccisa dal perfido zio. In seguito cresce in un bordello e impara a difendersi nel pericoloso ghetto della città. Poi, la lenta risalita, fino al dominio. Da vedere categoricamente su un ottimo tv da almeno 50 pollici. Il “Re” merita un certo riguardo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *