recupero dati

Recupero dati da cellulare: ecco come procedere

Recuperare i dati da cellulare può essere un gioco da ragazzi in termini di tempo, ma occhio a non cedere ai rischi del “fai da te”

Chi ha bisogno di provvedere al recupero dati da cellulare e ha in mente di affidarsi al fai da te rischia di commettere uno sbaglio decisamente pericoloso, anche perché non di rado i consigli che vengono forniti sul web sono scritti da semplici appassionati e non da professionisti del settore. Per questo motivo è decisamente preferibile fare riferimento a una ditta specializzata in recupero dati, per poter contare non solo sull’esperienza di tecnici qualificati, ma anche sulla disponibilità di mezzi e strumenti all’avanguardia, tali da garantire percentuali di successo molto elevate. Serve a ben poco, inoltre, scaricare e poi installare sul telefono software di dubbia provenienza: in effetti, meno si interviene sui dati archiviati in memoria e più è semplice recuperare i file che sono andati perduti.

I rischi che il fai da te può innescare

Agire in autonomia e senza la necessaria esperienza quando si tratta di recupero dati non è mai conveniente, insomma. Di solito si pensa di intervenire da soli quando vengono riscontrati dei problemi dal punto di vista del software. Tuttavia, vale la pena di sapere che di solito la cancellazione dei dati si verifica per sovrascrittura, il che vuol dire che i dati spariscono nel momento in cui sono sostituiti da altri. Insomma, ricorrere a programmi presi da Internet è inutile nei migliori dei casi e pericoloso nei peggiori.

La manipolazione del firmware

Non sono rare le circostanze in cui per il recupero dei dati è necessaria la manipolazione del firmware del produttore: si tratta di accedere a una parte della memoria interna che in genere è chiusa e impenetrabile. Altre volte, le origini del problema vanno individuate in un danneggiamento fisico o comunque in un guasto a livello hardware: si pensi, per esempio, a un corto circuito, alla rottura di uno schermo o alla semplice usura, che con il passare del tempo può far smettere di funzionare uno smartphone. Gli inconvenienti in grado di determinare un danneggiamento fisico, d’altro canto, sono potenzialmente numerosi: il contatto con l’acqua, per esempio, che è ancora più problematico quando si tratta di acqua salata come quella del mare, che è più corrosiva.

Il recupero dati è sempre possibile?

Affermare che il recupero dati abbia successo nel 100 per cento dei casi sarebbe una bugia, ma quel che è certo è che esso è possibile anche in occasioni in cui in apparenza non ci sono speranze: non solo quando il cellulare si è rotto dopo una caduta, ma anche quando è stato schiacciato in modo accidentale o quando è stato bruciato a causa di un incendio. Per capire se il recupero sia possibile, è indispensabile affidarsi a una realtà di tecnici specializzati, ricordando che il recupero dei dati non equivale al ripristino della funzionalità del telefono: in altre parole, è possibile che i dati vengano recuperati ma che il dispositivo non sia più utilizzabile.

recupero dati

Come avviene il recupero dei dati

In genere per il recupero dati c’è bisogno di procedere all’interno di una camera bianca, che è un ambiente sterile in cui sono presenti strumenti specializzati e che si caratterizza per l’azione di filtri che purificano l’aria, in modo da eliminare tutte le particelle e i residui che si potrebbero depositare su superfici molto delicate e sensibili come quelle dei dispositivi elettronici. Una volta che sono stati estratti, poi, i dati possono essere trasferiti su un altro device.

Quali dati si possono recuperare

La varietà dei dati che possono essere recuperati con questa procedura è molto ampia, e va dagli sms ai messaggi di posta elettronica, passando per i contatti salvati nella rubrica telefonica, senza dimenticare i dati che riguardano la navigazione su Internet. Ma lo stesso vale per le note, per i documenti, per le foto, per le chat di Whatsapp, per le conversazioni di Messenger e per tutti i contenuti multimediali, inclusi i video. Per mezzo delle tecnologie attuali, inoltre, è possibile recuperare i dati perfino da cellulari che risultano danneggiati in modo grave o che hanno smesso di funzionare del tutto: per procedere, infatti, non è indispensabile che lo smartphone sia acceso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *