Samsung S8: bordless, la strategia vincente dell’azienda coreana

Filosofia Samsung S8 oltre i tecnicismi: Bixby e bordless, in poche parole concorrenza avvisata

Dopo la presentazione officiale è stato svelato quasi tutto del nuovo gioiello Samsung S8. Per chi non fosse ancora sufficientemente soddisfatto, ricapitoliamo le caratteristiche migliori senza scendere in tecnicismi e facciamo qualche confronto con il maggiore sfidante: Apple. I nuovi Samsung S8 sono molto indicativi per il futuro di questo settore. Stiamo sicuramente entrando in una nuova era per la telefonia, caratterizzata da device sempre più incentrati sullo schermo (come confermato anche dal recente LG G6 e dal futuro iPhone 8). Come si fa a non amare la spazialità dello schermo del nuovo Samsung S8?

Attesa finita: è il momento di tirare le fila

L’azienda coreana ha finalmente messo fine all’attesa, durata parecchie settimane. Un vero e proprio parto per gli addicted che pare si sia concluso con il soddisfacimento delle aspettative. Samsung S8 supera pienamente l’attento vaglio dei fans, rappresentando una totale rottura con il passato. Di sicuro i coreani hanno scelto di percorrere la via della differenziazione, in un mercato super saturo di prodotti validi e concorrenza spietatissima. La disponibilità dei nuovi Samsung S8 ed S8+ è prevista per il 28 aprile in Italia, ma i preorder partono già oggi nel nostro paese. Il costo è alto, di 829€ per S8 e 929€ per S8+, cifre comunque il linea con le soluzioni top della concorrenza e commisurate alle peculiarità dei due device.

Bordless: la nuova mela.

Se pensate all’Iphone cosa vi viene in mente? La mela posteriore. Samsung non era ancora riuscita a trovare un marchio di fabbrica distintivo fino a poco tempo fa. Ora pare definitiva la scelta del “niente bordo”, o bordless. Questo è il nuovo segno distintivo, già utilizzato per i modelli precedenti e minuziosamente ri-disegnato anche per il nuovo Samsung S8. Gli stessi coreani lo hanno presentato come l’ “infinity display”: 5.8 pollici coprono interamente la superfice dello smartphone, compresi i bordi. La visione diventa in questo modo “immersiva”, limpida e infinita, appunto.

Sboccare il Samsung S8: coreani maestri di strategie marketing

Quante volte nei film americani (fantascientifici) avremmo voluto aprire la porta di un laboratorio chimico segreto con il riconoscimento dell’iride??? Che figata! I coreani hanno colto, ancora una volta, i desideri inespressi di molti e li hanno trasformati in realtà. Non vi ingelosite se lo definiamo “la punta di diamante” dell’azienda. Il Samsung S8 e S8+, udite udite, si può sbloccare anche tramite riconoscimento del viso! Basta posizionare il tuo smartphone in posizione selfie per sbloccarlo! E, come se non fosse già abbastanza avanguardistico, si può scegliere di sbloccare il Samsung S8 impostando il riconoscimento dell’iride. Semplice e veloce come un colpo d’occhio.

Bixby Vs Siri: Samsung si complica la vita

L’obiettivo rimane sempre quello di superare l’Iphone. I coreani ci provano predisponendo un nuovo assistente digital: Bixby. Probabilmente hanno scelto un nome non proprio semplicissimo da pronunciare, almeno per noi italiani (forse particolarmente avvantaggiati nella pronuncia di “Siri”). Oltre il nome c’è comunque molta qualità, o almeno promessa di qualità! Pare che, attraverso Bixby, sarà possibile trovare un prodotto online semplicemente fotografandolo o personalizzare le notifiche secondo le proprie abitudini. Secondo Samsung, ogni assistente virtuale sarà diverso e si plasmerà alle esigenze di ogni singolo utente. Praticamente un piccolo schiavo digitale che un giorno rivendicherà i suoi diritti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *