Vernee: Quale comprare? La guida agli smartphone cinesi economici

Vernee: Quale comprare? La guida agli smartphone cinesi economici

Tra i tanti smartphone cinesi ci sono i Vernee: fregatura o affare? E quale comprare? La guida completa per non buttare via soldi e fiutare l’affare (e il modello) giusto

Brand curioso, Vernee. Ovviamente cinese, nato da pochissimo e già sulla bocca di molti. Chissà se i suoi giovani fondatori si sarebbero mai aspettati un successo così improvviso. Col senno di poi c’era da aspettarselo, perché i prodotti Vernee – al netto dei difettucci nei dettagli – rientrano a pieno titolo tra i migliori smartphone cinesi economici. Non sono gli unici (e nemmeno i migliori), perché nella sola Shenzhen hanno sede colossi come Huawei, Xiaomi, Umidigi ed Elephone, tanto per citare i più popolari. Però gli smartphone Vernee hanno personalità e caratteristiche ben definite. Di modelli azzeccati ce ne sono: da Vernee Thor, al Vernee MIX 2, agli ultimi lanciati Vernee X e X1. Vernee: quale comprare? E stiamo parlando di una fregatura o di un affare imperdibile? La diffidenza è comprensibile, la curiosità altrettanto. Ecco la guida ai migliori smartphone cinesi economici di Vernee.



Caratteristiche generali: Come sono i Vernee?

Partiamo dal generale, per scendere nello specifico. Vernee non costruisce smartphone equilibrati. Preferisce eccellere su alcuni frangenti, a costo di fallire su altre specifiche. Come sono i Vernee, dunque? Dipende dai modelli, ma ci pare che l’evoluzione sia comunque verso l’alto. I primi modelli presentavano serie criticità: ci viene in mente il Vernee Mars, con poca ottimizzazione del sistema, bassa autonomia della batteria e una connettività ballerina. Ma anche il Vernee Apollo e la sua versione Lite hanno dato diversi problemi agli utilizzatori. Discorso diverso per altri modelli, alcuni di essi vivamente consigliati. Il Vernee Mix 2 non brillerà per originalità (è uguale all’omonimo di Xiaomi) ma a livello di sistema fila liscio come l’olio. Stesso discorso per i nuovi Vernee X, che hanno ricevuto la benedizione della critica di settore. Senza parlare del V2 Pro, attualmente in fase di lancio e che promette di dare una nuova linfa alla concezione di smartphone.   

 

Quale Vernee NON comprare: Gli smartphone bocciati

Per evitare fregature, ci prodighiamo a sottolineare gli smartphone Vernee che è meglio evitare. Partiamo dai Vernee Apollo e Apollo Lite: sulla carta molto interessanti, specie per il prezzo che portano (stiamo ampiamente sotto i 150 €). Alla prova effettiva, si riscontra il problema madre: la ricezione è davvero difettosa. Stessa storia per il Vernee Thor, che in più ha un problema nel sensore di prossimità e mentre si chiama c’è il rischio di premere a caso icone sullo schermo. Tutti gli altri modelli invece, tra alti e bassi, hanno una costruzione più solida e risolvono in parte i problemi di ricezione. Vernee: quale comprare? Ecco i modelli consigliati.

Vernee M5

Semplice, compatto e molto economico. Il Vernee M5 è perfetto per chiunque stia cercando uno smartphone cinese sui 100 €. Su Gearbest è acquistabile nella versione internazionale a 119 € con l’italiano nelle lingue disponibili e nessun problema di compatibilità con le nostre bande). Su Amazon costa un po’ di più (158 €) ma vi arriverà entro pochi giorni. Specifiche pirotecniche, ma come sempre da prendere con le pinze: la CPU è una Mediatek MT6750T con 4 GB di RAM e 64 per la memoria utente. La GPU è una Mali T860, non nuovissima ma sufficiente anche nel gaming più impegnativo. Ottimo il Bluetooth 4.1, con GPS non sempre preciso (perché talvolta perde il segnale) e un Wi-Fi è mono banda ma migliorato rispetto ai modelli Vernee precedenti. Reparto fotografico? Niente male: diciamo che fa poco, ma lo fa bene. Sono 13 megapixel con flash led, i video arrivano a 720p con 30 fps. La fotocamera secondaria (anteriore) ha 8 megapixel e una risoluzione video da 480p. Cosa ci piace? Tutto sommato è lo smartphone più equilibrato di Vernee. Fa poco, ma bene e “sboroneggia” soltanto sulla CPU. Cosa non ci piace? Qualche lag ogni tanto, una obsolescenza programmata quasi certa e la mancanza del NFC.

Vernee M6

Uscito da poco, è uno dei migliori smartphone cinesi economici del 2018. È anche uno dei più belli, grazie al suo design elegante e professionale. Via l’aspetto cheap in favore di una scocca totalmente in metallo e sottilissima. In tutto lo smartphone è spesso 6,9 millimetri e pesa poco più di 150 grammi. Android 8.0, con qualche personalizzazione by Mediatek. La vera novità (si fa per dire) consiste nel formato 18:9 borderless, montato però su uno smartphone economico. Non ci dilungheremo troppo sulle prestazioni, che paiono essere buone per la fascia di prezzo di riferimento. In chiusura citiamo il comparto fotografico, aggiornato e migliorato rispetto al Vernee M5: sensore da 16 megapixel per la fotocamera posteriore, con ottima velocità di messa a fuoco. Ma ancor più interessante è la anteriore: 13 megapixel per una resa di selfie davvero inaspettata. Meglio di tanti smartphone blasonati o con ottiche multiple per quell’odioso effetto bokeh. Su Gearbest viene 135 € e su Amazon 159-200 €. Un best buy che dimostra quanto Vernee avrà da dire negli anni futuri.

Vernee MIX 2

Il Vernee MIX 2 ha il grande difetto di essere uno spudorato clone: nessuna ricerca estetica, poco avanzamento tecnologico e zero fantasia. È “spiccicato” allo Xiaomi Mi Mix 2, bazel-less su tre bordi e dalla forma molto squadrata e minimal. Il Vernee MIX 2 però ha anche numerosi pregi, che sarebbe ingiusto non riconoscere. Anzitutto ha un hardware di tutto rispetto, come da tradizione del marchio: CPU Helio P25 octa-core, con 4 o 6 GB di RAM e 64 di memoria utente. Mali T880 MP2 che va bene per velocizzare i processi grafici dello smartphone. Anche lo schermo – pur essendo un IPS di media qualità – stupisce per risoluzione (Full HD+), dimensioni (6 pollici) e brillantezza dei colori. Comparto fotografico sottotono, ma capace comunque di produrre immagini soddisfacenti per un utilizzo social. La vera bomba però, Vernee MIX 2 la tira fuori con la batteria: 4200 mAh ne fanno un battery phone dalla durata invidiabile. Il prezzo è da non credere: 179 € su Amazon e 127-160 € su Gearbest.

Vernee X

È il flagship di casa Vernee, nonché uno dei migliori smartphone cinesi economici sul mercato. Uscito da poco, ha ricevuto ottime recensioni dalla stampa più scettica. Vernee da comprare? Probabilmente sì, se state cercando l’offerta giusta per uno smartphone prestante. Lo schermo va bene e non presenta alcuna criticità: la risoluzione, i colori e la resa reggono le dimensioni consistenti del display (6 pollici). Il processore gira bene: è un Mediatek MTK6763 Octa Core da 2,0 GHz che ben interagisce con il sistema operativo. Benissimo la memoria: 6 GB di RAM con 128 di ROM che farebbero impallidire qualsiasi smartphone top di gamma. Cosa non va? Delude la fotocamera posteriore, perché è una doppia che lavora male nella parte software e non regge il confronto con la concorrenza. Non dimentichiamoci però il punto forte del Vernee X: una batteria di 6200mAh che garantisce oltre 15 ore di schermo acceso. Consigliato? Per il prezzo che porta assolutamente sì: 210 € su Amazon è un best buy.  

Vernee X1

Fondamentalmente è un Vernee X, ma leggermente aggiornato e con una capacità di memoria intermedia. Il modello X in effetti, è disponibile in due versioni: 4-64 o 6/128 di RAM/ROM. Il Vernee X1 ha un rapporto più equilibrato, con un 6-64 GB di RAM/ROM. Altre novità? Riguardano il sistema operativo con migliorie su Android, meno rallentamenti, lag o freeze. In particolare ci pare adatto al lato gaming e pare che il team di Vernee abbia testato lo smartphone su numerosi titoli del catalogo Android. L’hardware è migliorato, ma sono piccolezze: SoC Mediatek Helio P23 octacore da 2,5 GHz (invece dei 2,0 del Vernee X) con GPU Mali G71 MP2. Notevole il lavoro di ottimizzazione VOS, per aumentare le performance del 10% e ridurre i consumi energetici del 15%.  Dual camera sia sul posteriore che sul lato anteriore (13+5 megapixel la prima, 16+5 la seconda) e una batteria che fa spavento. 6200 mAh assicurano 4 giornate di ricarica per giornate stress nella media. Il prezzo è incredibilmente basso: 150 € su Gearbest, nella versione internazionale.

Vernee: Quale comprare? La guida agli smartphone cinesi economici

Vernee V2 Pro

I presupposti ci sono tutti e forse ci troviamo di fronte a uno dei migliori smartphone cinesi del 2018. Il lancio è previsto a fine maggio e sul sito ufficiale è possible consultarne tutte le caratteristiche. Apprezziamo soprattutto il coraggio, nel proporre un prodotto estremamente lontano dal trend del momento. È uno smartphone per, avventurieri, sportivi e chiunque cerchi resistenza e impermeabilità. Ha una scocca rinforzata e che non necessita cover aggiuntive. Standard d’impermeabilità IP68, che lo protegge in immersioni complete e resistente a sbalzi di temperatura (dai -30 gradi ai +60). In più una doppia tecnologia satellitare, che comprende GPS e GLONASS per essere sempre orientati. Bussola, giroscopio e contapassi sono ovviamente compresi nelle funzionalità. Doppia fotocamera da 21+5 megapixel posteriore e che – dalle prime immagini arrivate in rete – sembra molto promettente. Il prezzo ancora non si conosce, ma se fosse attorno ai 200-250 €, potrebbe diventare il best buy del 2018.

Vernee: Quale comprare? La guida agli smartphone cinesi economici

Vernee: quale comprare. Considerazioni finali

Fregatura o affare? Ecco la domanda che viene da porsi di fronte a brand tanto giovani ed economici. Sui Vernee la risposta non è per nulla netta. Semplificando potremmo ribadire la nostra preferenza verso smartphone Vernee nuovi, lasciando perdere i primi (imperfetti) modelli. Li consigliamo a chi cerca un battery phone economico, da utilizzare non tanto per il lato telefonico, quanto come accessorio per attività all’aperto e in condizioni “estreme”. È ottimo come secondo telefono, da maneggiare senza troppa cura. Vi cade? Non è un problema, visto che scocche e vetro del display sono sempre resistenti. Non è particolarmente prestante? Per le app più comuni vanno molto bene. Vernee ha le carte in regola per diventare uno dei grandi player del mercato smartphone? Assolutamente sì: non ci stupiremmo se, tra qualche anno, diventassero un avversario serio di Apple, Samsung e Huawei. staremo a vedere. Vernee: quale comprare? Il prossimo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *