Cuffie Beats: AKG, House of Marley, Sennheiser, alternative economiche

Cuffie Beats: AKG, House of Marley, Sennheiser, alternative economiche

Cuffie Beats, sono il top? probabilmente sì, ma il prezzo va oltre le possibilità di molti. Ecco tre alternative, firmate AKG, Sennheiser e House of Marley

Che valgano la spesa consistente o meno, una cosa è certa: le cuffie Beats spaccano. Sappiamo però che 300 € non piovono sulla testa a nessuno e per molti spenderli per un paio di cuffie è impossibile. Così, dopo la serie sui tv economici (Haier, Hisense e Changhong), proponiamo una guida sulle cuffie on ear della categoria. Abbiamo preso tre marche e altrettanti modelli, alternativi alle mitiche cuffie Beats by Dr. Dre. Lasciate fare a noi e godetevi un “playlist” in salsa hi tech per sentire musica in altissima qualità. AKG, The House of Marley e Sennheiser faranno il resto.

AKG: Austrians do it better

Sono poche le specialità made in Austria, ma quelle poche, sono insostituibili: il Wiener Schnitzel, la torta Sacher e la musica classica, aggiungeteci l’ingegneria meccanica di pregio. In particolare la AKG – acronimo di Akustische und Kino-Geräte Gesellschaft m.b.H – produce cuffie e auricolari pazzeschi. Noi consigliamo il modello AKG Y50, dal prezzo decisamente invitante. Sono 98 €, comprendenti un range di frequenza a 16 – 24000 Hz, placcature dei contatti in oro, 100 mW in entrata, sensibilità di 115 dB. Sarete attaccati all’obsoleto cavo jack 3,5 mm, ma per noi non costituisce un grosso problema. Anzi: eviterete interferenze, batteria scarica e lievitazione del costo. Che aspettate? Compratele e non ve ne pentirete. Disponibili in colorazioni rosso, nero, giallo, blu.



House of Marley: Welcome to Zion

Marca atipica, sia nel design che nelle caratteristiche. I modelli di cuffie The House of Marley hanno una forte connotazione reggae e non possono mancare nel “complete pack” del rastaman duro e puro. Materiali naturali, auricolari in legno e tessuto, aspetto spartano ma elegante. Le prestazioni si adattano ai bassi pompati tipici del reggae e i comandi sono accessibili. Sull’esterno della cuffia destra infatti, ci sono i tasti per regolare il volume e i “freccia avanti – frecci indietro” per cambiare canzone. Unico neo? Segnalato da Maurizio Natali, nella sua recensione su Saggiamente. Pare che le The House of Marley bluetooth soffrano di una connessione ballerina e talvolta la riproduzione subisce pause imperdonabili. Se le comprate con cavo jack, non ci sono problemi. Il prezzo di listino viaggia attorno ai 150 €.

Sennheiser MM 400-X: la qualità, senza svenarsi

Vi abbiamo già parlato delle Sennheiser, ma i modelli sono talmente tanti che ci vorrebbe un blog a parte per trattarli tutti. Qui prendiamo in esame le MM 400-X: non proprio economiche, ma comunque meno care delle cuffie Beats Pro da 392 €. Certo, stiamo parlando di due cuffie molto distanti, ma la qualità è praticamente la stessa. Anzitutto sono cuffie bluetooth, dunque niente impicci con il filo. Poi hanno il controllo volume sulla cuffia e si connettono facilmente ai nostri smartphone. che siano Samsung S7, Edge o il prossimo Samsung S8. “Con il solo premere di un pulsante, è possibile passare rapidamente dal telefono al lettore, offrendo un suono stereo eccellente”, è scritto nella descrizione. Ovviamente c’è anche il microfono, per effettuare la chiamata senza dover prendere tra le mani il device.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *