firewall

Firewall: come testare la sicurezza del proprio sistema?

Avere un firewall non significa essere protetti del tutto. Ecco cosa fare.

Con le notizie sull’attacco informatico del 12 maggio ancora fresche, continuiamo ad affrontare l’argomento della sicurezza informatica e l’uso del firewall. 

Firewall, ma in che modo?

Lo abbiamo già evidenziato nella nostra panoramica. La miglior soluzione per gli ambienti professionali consiste nel combinare firewall hardware e software. Per fortuna degli utenti casalinghi, le loro opzioni sono invece più economiche. Dato che ogni router contiene un firewall, si può dire la migliore consista nello studiare il problema da più angolazioni. Ma soprattutto, si riassume in una parola: aggiornare.

Aggiornare sempre applicazioni e hardware

Uno dei motivi per cui l’attacco ransomware ha colpito così duramente più di cento paesi? Il settore aziendale, sia pubblico che privato, si regge spesso su sistemi non aggiornati. Senza contare le tante aziende che impiegano personale IT inadeguato e non formano gli impiegati a riconoscere le minacce di base. Questo permette agli hacker di penetrarne i sistemi, spesso grazie ad un semplice attacco di phishing. Oppure anche sfruttando vulnerabilità già presenti sulla rete, spesso fatta di componenti obsoleti e software non al passo con i tempi.

Vulnerabilità, cosa sono?

Per immaginare in cosa consiste una vulnerabilità, possiamo prendere ad esempio un’applicazione di FTP per il trasferimento dei file. Ogni programma del genere apre porte sulla rete, che consentono la connessione diretta con altri computer in remoto. Se l’applicazione presenta uno o più punti deboli, l’hacker cercherà di sfruttarli mediante un tool che esegue uno scan delle porte relative al computer sotto attacco. Spesso le vulnerabilità rimangono ignote agli sviluppatori stessi, che se ne accorgono solo dopo mesi o anche anni. Molto spesso, però, la responsabilità cade su chi non effettua aggiornamenti su base regolare. Ecco perché la regola fondamentale è di porre massima attenzione alle componenti della propria rete. Aggiornare periodicamente sia software che hardware è ciò che un utente comune può iniziare a fare subito per essere più al sicuro.

Testare periodicamente il proprio network

Per testare la propria sicurezza dietro un firewall, conviene acquistare un software di terze parti o cercare in rete un servizio online. Il test sarà sempre un’importante routine da seguire per proteggere il sistema. Uno dei tool più utili in questo senso è ShieldsUp, creato dal sito Gibson Research. ShieldsUp consente di effettuare una serie di scan sulle proprie porte per individuarne “falle” e cercare di porvi rimedio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *