I maxischermi a led in pubblicità

I maxischermi a led in pubblicità

I vecchi cartelloni pubblicitari hanno lasciato spazio ai maxischermi LED pubblicitari: ecco il perché del loro successo

Sulle strade, all’esterno e all’interno dei centri commerciali, a volte anche nei centri storici di alcune città i vecchi cartelloni pubblicitari hanno lasciato spazio ai maxischermi LED pubblicitari. Si tratta di installazioni di grandi dimensioni, costituite non dalle classiche immagini su carta, ma da veri e propri schermi a LED, solitamente costituiti da display più piccoli accostati, gestiti da appositi software. Dal punto di vista pubblicitario si tratta di installazioni decisamente interessanti, perché le tante immagini che vi si possono mostrare sono enormemente più utili rispetto a quelle statiche, dei cartelloni pubblicitari tradizionali.

Come scegliere un maxischermo a LED

L’offerta di maxischermi LED pubblicitari oggi disponibile in commercio è sufficientemente ampia da rispondere a qualsiasi tipo di richiesta. Per selezionare il maxischermo, o Ledwall, più adatto per la specifica situazione è necessario, prima di tutto, ragionare sulla situazione di utilizzo. Le differenze tra i prodotti adatti ad essere installati all’aperto e quelli pensati per l’interno sono infatti enormi. Prima di tutto perché un maxischermo Led montato all’aperto necessita di essere costruito in modo da resistere alle intemperie, alla pioggia in primis.

Oltre a questo per poter essere visto anche a grande distanza la capacità di illuminazione e il contrasto devono essere elevati, in modo anche che la visibilità sia perfetta indipendentemente dal tipo di luce che colpisce lo schermo. Un elemento che differenzia molto i maxischermi è il cosiddetto passo, ossia la distanza tra i LED. Tale distanza influisce in modo importante sulla risoluzione, elemento che va considerato tenendo conto anche della distanza dello spettatore medio dal pannello.

Quanto costa un maxischermo LED

Il prezzo di questo tipo di dispositivo dipende da una serie di fattori. Tra cui vogliamo ricordare le dimensioni: ovviamente più un pannello è ampio e maggiore sarà il suo prezzo, a parità di prestazioni. Tutte le caratteristiche poco sopra trattate influiscono in modo diretto sul prezzo di un maxischermo; ovviamente un prodotto adatto ad essere installato all’interno di un centro commerciale o di un punto vendita avrà un costo inferiore rispetto ai prodotti da esterno, considerando sempre un contrasto, un passo e una luminosità pressoché identici.

Alcune aziende offrono anche la possibilità di noleggiare maxischermi a LED, in modo da poterli utilizzare per brevi periodi di tempo, senza dover sborsare cifre eccessivamente elevata per l’acquisto del dispositivo. Una soluzione che consente di sostituire periodicamente lo schermo, modificandone dimensioni e tipologia.

Il software

Trattandosi non di un singolo schermo a LED, ma di più schermi posizionati vicini, che devono però funzionare all’unisono, è chiaro che avere a disposizione un buon software di gestione facilità l’uso di questo tipo di dispositivo. Sono infatti disponibili appositi programmi, che consentono di sfruttare al meglio il maxischermo, sia per la trasmissione di immagini statiche, che per le immagini in movimento. Il software gestisce le immagini, ma permette anche di calendarizzare e ottimizzare ciò che si trasmette. In alcune zone i maxischermi LED da esterno sono attivi 24 ore al giorno, con possibilità anche di vendere gli spazi pubblicitari nel corso della giornata. Chiaramente meglio si gestiscono le tempistiche e maggiori sono i risultati ottenibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *