Quale congelatore scegliere? Guida ai migliori verticali e orizzontali

Quale congelatore scegliere? Guida ai migliori verticali e orizzontali

Guida all’acquisto dei migliori congelatori a libera installazione: recensione dei modelli verticali, orizzontali e professionali.

Quante volte vi siete ritrovati col freezer pieno? Quante volte avete tentato gli incastri più creativi pur di farci entrare tutto? Congelare è un’esigenza, soprattutto oggi: il tempo non basta mai e avere a disposizione dei cibi pronti (magari anche cucinati da noi) da scongelare all’occorrenza è comodo per organizzare le nostre giornate così frenetiche e piene di impegni. Ecco perché, oltre al frigorifero con freezer integrato, dotarsi di un congelatore a libera installazione può essere la soluzione a tutti i nostri problemi di spazio (e di tempo). Si, ma quale congelatore comprare? Il mercato oggi offre numerosi modelli, con caratteristiche differenti, con diversi sistemi di congelamento, con classi energetiche differenziate e così via. Ed è qui che entriamo in gioco noi, proponendovi un’approfondita guida all’acquisto dei migliori congelatori.

I modelli di congelatore recensiti

Perché comprare un congelatore? Ecco a cosa serve

Le nostre nonne sapevano (e sanno bene) l’importanza di avere a disposizione un congelatore spazioso, capace di accogliere sia le preparazioni homemade che i cibi surgelati comprati al supermercato: avere cibi congelati sempre a disposizione è necessario per poter contare su una cena o pranzo quando si ha poco tempo da dedicare ai fornelli, ma non solo. Regine di economia domestica, le nonne sanno anche che non si butta via niente: ed è anche questo il motivo per il quale nelle loro case spesso troviamo un congelatore a libera installazione, ovvero non incassato nei mobili, oltre al normale frigorifero con scomparto freezer.

Un congelatore, infatti, serve ad evitare inutili sprechi di cibo: congelare gli alimenti, infatti, significa farli durare più a lungo. Come? Il congelamento abbatte i batteri e preserva la freschezza, la qualità e le proprietà organolettiche dei cibi senza andare a intaccare le loro proprietà nutritive. Comodo no?

E allora andiamo immediatamente a capire le caratteristiche delle diverse tipologie di congelatori a libera installazione presenti sul mercato per capire come scegliere e acquistare il congelatore migliore, nonché il più adatto alle nostre esigenze.

Scegliere il congelatore in base alla classe (stelle)

Quale congelatore comprare? Cominciamo a fare u po’ di chiarezza sul tema partendo dalle classi. Tutti i congelatori venduti, infatti, sono divisi per classi che vanno da una quattro stelle. Qui sotto un comodo schema per fare una scelta oculata.

  • Congelatori a una stella: arrivano a una temperatura di -6° e servono per conservare gli alimenti surgelati ma non a congelare quelli freschi.
  • Congelatori a due stelle: raggiungono i -12° e, come i precedenti, servono per conservare gli alimenti surgelati ma non a congelare quelli freschi. Conservano gli alimenti fino a un mese.
  • Congelatori a tre stelle: arrivano a una temperatura di -18 gradi e differiscono dai precedenti solo per la durata della conservazione dei cibi, che arriva a un anno.
  • Congelatori a quattro stelle: arrivano sempre a -18° ma sono studiati appositamente sia per conservare i surgelati che per congelare gli alimenti freschi. Anche in questo caso la conservazione dura un anno.

Le classi energetiche dei congelatori

Quando compriamo un congelatore dobbiamo tener presente anche la classe energetica, che va a inficiare sui consumi e, quindi, sulla bolletta elettrica. A una classe maggiore corrispondono prestazioni migliori a ridotto consumo energetico. La classe migliore energetica migliore è la A+++, poi si scende fino alla classe G. In generale se cercate ottime prestazioni a consumi energetici ridotti vi conviene scegliere le classi comprese tra la A+++ alla C.

Congelatore no frost o statico?

Quando si parla di congelatore no frost o cogelatore statico si sta parlando della tecnologia con la quale è stato ideato il sistema di raffreddamento.

  • Congelatore statico: è il congelatore più tradizionale. La diffusione dell’aria fredda avviene in modo naturale e, per questo, il congelatore statico è soggetto alla formazione della cosiddetta brina. Almeno una volta all’anno, quindi, sarà necessario sbrinare il congelatore per permettergli di funzionare al meglio.
  • Congelatore no frost: è un congelatore evoluto, in cui il congelamento avviene attraverso l’immissione di aria fredda che, però, viene ventilata in modo forzato così da mantenere umide le pareti del congelatore evitando così la formazione della fastidiosa brina. In questo caso, quindi, non ci sarà bisogno di procedere all’annuale (e faticoso) sbrinamento.

La classe climatica dei congelatori

Quando si acquista un congelatore è importante anche tener presente la classe climatica dell’elettrodomestico acquistato. Questa, infatti, ci suggerirà il luogo in cui il congelatore va posizionato. La classe climatica, infatti, si riferisce alla temperatura ambientale esterna al congelatore. Posizionare un congelatore al di fuori della sua classe climatica significa sia uno sforzo del motore (con conseguente riduzione della durata dell’elettrodomestico) che un consumo energetico maggiore, che andrà quindi a far aumentare la nostra bolletta elettrica.

Le classi climatiche dei congelatori sono indicate attraverso particolari sigle, che vi riportiamo qui sotto:

Classe climatica SN – il congelatore va posizionato a una temperatura ambientale compresa tra i 10 ed i 32°C
Classe climatica N – il congelatore va posizionato a una temperatura ambientale compresa tra i 16 e i 32°C
Classe climatica ST – Il congelatore va posizionato a una temperatura tra i 18 e i 38°C
Classe climatica T – il congelatore va posizionato a una temperatura ambientale che va dai 18 ai 43°C

Orientamento del congelatore: a pozzetto o a colonna?

Il congelatore va scelto anche in base all’orientamento dell’elettrodomestico. In commercio esistono sostanzialmente due tipologie di congelatori: quelli a pozzetto (orizzontali) e quelli a colonna (verticali).

Congelatori a colonna: i congelatori verticali si presentano in tutto e per tutto come normali frigoriferi. Lo sportello, si aprirà, infatti da destra verso sinistra o da sinistra verso destra. L’organizzazione degli alimenti in esso contenuti quindi sarà più semplice, perché al suo interno sono inseriti comodi cassetti. Se l’utilizzo è quindi senza dubbio più comodo, il rovescio della medaglia sta nel consumo maggiore di energia e una maggiore dispersione del freddo.

Congelatori a pozzetto: i congelatori a pozzetto sono dotati di uno sportello che si apre dal basso verso l’alto e, oltre ad avere generalmente una capienza maggiore, disperdono anche meno aria fredda quando il coperchio viene aperto. Certamente, si tratta di congelatori più scomodi da utilizzare rispetto a quelli a colonna perché per prendere (o riporre) il cibo sarà necessario chinarsi.

Fatta questa doverosa premessa possiamo passare alla recensione dei congelatori migliori. Li abbiamo selezionati sia verticali che a pozzetto.

Congelatore San Giorgio verticale SF18SW

Cominciamo con un congelatore made in Italy e, precisamente, a marchio San Giorgio. Si tratta del modello a libera installazione SF18SW: siamo alle prese un congelatore verticale caratterizzato da un sistema di raffreddamento statico: sarà quindi necessario provvedere all’annuale sbrinatura delle pareti del vano. La classe energetica, tuttavia, è A+, quindi si tratta di un congelatore che promette ottime prestazioni per un consumo energetico ridotto. La capacità è di 180 L che, netta, diventa 160 litri. La classe climatica è N-ST e, internamente, raggiunge una temperatura di -18°. Silenzioso e spazioso, si tratta di un congelatore abbastanza capiente: i cassetti sono molto grandi e visto a quanto viene venduto, il rapporto qualità-prezzo è ottimo. Unica pecca, probabilmente, la mancanza di una luce interna che si accende automaticamente all’apertura dello sportello. Il prezzo tuttavia, è dalla sua parte. Su Amazon, infatti, troviamo il congelatore San Giorgio SF18SW a poco meno di 250 euro. Un vero affare.

Congelatore Beko verticale FSA13020

Passiamo al marchio Beko (ne avevamo già palato qua) per scoprire le caratteristiche del modello di congelatore FSA13020. Siamo di fronte, anche in questo caso, a un congelatore a colonna, verticale e dotato di comodi cassetti. Come il precedente, questo modello ha una classe energetica A+, una classe climatica SN-T con sistema di raffreddamento statico: è quindi necessario lo sbrinamento manuale annuale. Nonostante le dimensioni ridotte (ha una capacità di 127 litri con capacità netta di 117) questo congelatore Beko ha tuttavia tanti punti a favore. A differenza del precedente è dotato del congelamento rapido e, soprattutto, della luce interna, capace di illuminare uniformemente l’interno del vano. Ma non finisce qui: possiede anche una caratteristica molto comoda quando si va in vacanza: l’autonomia di raffreddamento senza corrente fino a 67 ore. Se, quindi, si verifica un blackout mentre non sei a casa, il congelatore Beko salverà la freschezza dei tuoi alimenti per quasi 3 giorni senza necessitare di corrente elettrica. Venduto su Amazon direttamente da Beko a poco più di 250 euro è un vero e proprio affare. Fidatevi.

Mini congelatore Bomann GB 388

Dedicato a tutti coloro che hanno a disposizione poco spazio ma non vogliono rinunciare alla comodità di avere un congelatore dedicato, ecco il congelatore Bomann verticale modello GB 388. Si tratta di un congelatore dalle dimensioni ridotte ma caratterizzato da un’ottima classe energetica, la A++. Con una capacità di soli 32 litri (30 netta), è un congelatore a 4 stelle molto silenzioso dotato di due scompartimenti. E’ ottimo per un single o una coppia a cui non basta il piccolo freezer integrato nel frigorifero. Insomma, ottime prestazioni a dimensioni ridotte per un prezzo accessibilissimo su Amazon, dove è venduto a soli 145 euro.

Bomann GB 388 - Congelatore
Prezzo di listino: EUR 148,90
Prezzo: EUR 148,90
Price Disclaimer

Congelatore AKAI orizzontale ICE153

Passiamo ai congelatori a pozzetto parlandovi di Akai (non per i televisori, fortunatamente) e, precisamente, del modello ICE154. Si tratta di un congelatore orizzontale con apertura dall’alto che permette, quindi, una minor dispersione del freddo una volta che viene aperto lo sportello. E’ decisamente capiente: il volume netto, infatti, è di ben 142 L. La classe energetica è A+ (le prestazioni sono quindi sono ottime) e la classe climatica è N/ST. Una delle caratteristiche che rendono questo modello di congelatore diverso dagli altri è la presenza, oltre ai piedini, di due comode ruote che permettono di spostare l’elettrodomestico con facilità. Non è purtroppo dotato di luce interna, abbastanza comoda soprattutto nei congelatori orizzontali. Altra caratteristica positiva è la presenza di una comoda manopola di regolazione (che permette di impostare la potenza da 0 a 7) e di 3 luci LED che ci consentono di capire se l’elettrodomestico sta funzionando correttamente. A giocare a favore di dell’Akai ICE153 è sicuramente il prezzo, che fa davvero gola: su Amazon, infatti, lo troviamo a 160 euro circa.

Congelatore Haier a pozzetto, modello HCE203R

Eccoci a parlare del marchio Haier e precisamente del congelatore a pozzetto modello HCE203R. Siamo di fronte a un congelatore a libera installazione molto capiente, con una capacità netta di 203 litri. Si tratta di un modello di recente fabbricazione (dotato quindi di display elettronico) con classe energetica A+ e classe climatica SN-T. Dalla sua ha senza dubbio il basso livello di rumorosità, che compensa la mancanza di una luce interna al vano. La funziona congelamento rapido, tuttavia, è senza dubbio molto comoda perché permette ai cibi di raggiungere molto velocemente lo stato di congelamento, così da preservarne le proprietà nutritive ed organolettiche. Provvisto addirittura di una serratura con chiave, anche questo congelatore a pozzetto è dotato della funzione di autonomia di conservazione, che permette all’elettrodomestico di funzionare per 37 ore senza energia elettrica. Insomma, siamo di fronte a un ottimo congelatore che, su Amazon, è venduto alla cifra di circa 210 euro. Un ottimo affare.

Congelatore Bosch verticale GSN54AW30

Se state cercando dei congelatori professionali e non sapete quale scegliere, il congelatore verticale Bosch modello GSN54AW30 potrebbe essere proprio quello che fa per voi. Siamo di fronte a un congelatore dotato di funzione no frost, quindi perfetto per coloro che non vogliono procedere alla sbrinatura annuale del vano. Niente più ghiaccio sulle pareti per un congelatore che vanta una classe energetica A++. Ma non finisce qui: questo congelatore professionale vanta anche una tecnologia Fresh Sense, ovvero una serie di sensori capaci di tenere sotto costante controllo la temperatura del congelatore in relazione alla temperatura ambientale, così da generare una temperatura interna costante e ottimale per i cibi. La capienza è un altro punto a favore, soprattutto per coloro che hanno molto spazio a disposizione: ben 323 litri netti totali. Ma non finisce qui: illuminazione interna a led, il congelamento rapido denominato “superfreezing” e il sistema Multi Airflow rendono questo congelatore professionale un vero top di gamma. Certo, il prezzo non è basso (circa 850 euro su Amazon) ma le caratteristiche sono eccezionali.

Congelatore Klarstein Iceblokk Hybrid verticale

Tra i congelatori professionali verticali non potevamo non nominare l’Iceblokk Hybrid di Klarstein: 227 litri di volume per un vano dotato di ben 7 livelli, ottimi per organizzare la destinazione di ogni cibo. Ma la caratteristica più entusiasmante, tuttavia, è senza dubbio la tecnologia ibrida: il congelatore può facilmente trasformarsi in un frigorifero impostando la temperatura desiderata attraverso un comodo touch screen. Altre caratteristiche desiderabili? La funzione total no frost, il sistema multi airflow e la bassa rumorosità dell’elettrodomestico. Insomma, si tratta di un vero e proprio gioiello tra i congelatori professionali verticali. L’Iceblokk Hybrid di Klarstein è venduto su Amazon a circa 550 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *