Samsung gear iconx

Samsung Gear IconX: Recensione, prezzo, pregi, difetti

Di sicuro c’è che non si torna più indietro: gli auricolari wireless Samsung Gear IconX aprono le porte del futuro allo streaming musicale in libertà!

Solo qualche anno fa non ci saremmo mai arrivati. Correre assolutamente senza fili, senza ingombri, senza portarci dietro un telefono o un mp3. Oggi è possibile con i futuristici Samsung Gear IconX. Direttamente dal 2095! Questo auricolare è nato per soddisfare le esigenze dei più sportivi, ma in realtà farebbe comodo veramente a tutti. Forse il prezzo è ancora un po’ alto, ma prevediamo un abbassamento nei prossimi mesi!

Il doping musicale è vietato!

Ricorderete sicuramente il divieto imposto nel 2007. Era riferito all’uso di auricolari e riproduttori multimediali della “Federazione americana di atletica” per la Maratona di New York. Inizialmente si pensò che il divieto si riferisse a questioni di sicurezza. In realtà si scoprì presto che non si voleva concedere un vantaggio agonistico a coloro che ascoltavano musica durante la corsa. Questa è stata una delle dimostrazioni ufficiali: correre con la musica è come doparsi. Dopo tutto non possiamo negare che ci si annoia molto meno in compagnia dei propri brani preferiti.

Unicità delle Samsung Gear IconX

Tra miliardi di cuffie e auricolari, eccole lì! Uniche (per ora) nel proprio genere. Sembrano degli strani insettini che si cacciano nelle orecchie, oppure dei bottoncini colorati. In realtà, in quel piccolo involucro, possono contenere fino a 1000 brani. Addirittura ogni auricolare ha 4 GB di spazio: quando inserite la musica, il software la copia su entrambi, così potete usarne soltanto uno! Semplicemente toccandoli, sarete in grado di regolare il volume, cambiare traccia, mettere in pausa. Solo pienamente autonomi e non hanno bisogno di essere supportati da uno smartphone. È questa la grande rivoluzione e la totale libertà! In questo preciso momento storico, non esiste niente di paragonabile sul mercato.

Altri vantaggi e svantaggi?

Non lo avevamo ancora specificato, ma si è già intuito che le Samsung Gear IconX sono wireless. Pesano soltanto 7 grammi l’una e hanno una modalità “Ambient Sound” per amplificare i rumori ambientali tramite i 2 microfoni per lato. I gommini in confezione hanno diverse misure, una volta trovata quella adatta al vostro orecchio non avrete problemi di comfort. Sicuramente la batteria non è il loro punto di forza, perché hanno una durata di circa 1 ora e 30 minuti. Questo è un grande limite per i super sportivi che passano ore ed ore al giorno ad allenarsi. E avere roba “spenta” nell’orecchio non deve essere una sensazione particolarmente piacevole. Chi li ha provati ha notato, inoltre, un leggero surriscaldamento degli auricolari durante l’utilizzo. Da quasto punto di vista gli IconX sono forse un po’ “acerbi”.

Auricolari, mp3, activity traker: ma quante funzioni ha?

Le Samsung Gear IconX hanno un sensore cardio integrato in ogni auricolare. Questo sensore serve innanzitutto a mettere in pausa la riproduzione quando vi togliete gli auricolari. Come se non bastasse registra anche il battito durante un allenamento e permette di salvare tutti i dati su S-Healt. Combinato poi con l’accelerometro integrato è in grado di memorizzare i dati di un’attività e inviarli allo smartphone. Piccola “pecca” (che in realtà non ci sembra una tragedia): non c’è una modalità di controllo continuo del battito come nei veri fitness tracker. Si attiva solo quando avviamo un allenamento. Non è possibile tenerle tutto il giorno nell’orecchio, causa batteria, come avevamo già anticipato. Detto ciò, a parte piccoli problemini di nascita e un prezzo abbastanza consistente (204€), ci sentiamo di consigliarle a tutti. E’ uno di quei prodotti da provare una volta nella vita! Concedetevi due minuti per capirne il funzionamento con questo bellissimo video:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *