tastiera midi controller

Tastiera midi controller: cos’è e quale scegliere tra le migliori

Scopriamo come funziona una tastiera midi controller e quale modello scegliere in base alle singole esigenze di utilizzo del musicista

Partiamo col cercare di spiegare che cosa può essere una tastiera midi…cibo? Roba da mettersi addosso? Uno strumento che produce un suono? Ok, meglio non correre. Chiariamo prima un concetto importante per chi è un purista del buon vecchio sintetizzatore: la tastiera midi è molto altro, per questo prende il nome di tastiera controller midi.

Non abbiamo spiegato ancora niente, effettivamente chi è abituato a collegare cavi audio non capisce che cosa sia la tecnologia midi, con le sue prese strane e gli infiniti campi di applicazione. Vediamo per un secondo cosa significa a livello generale avere a che fare con questa tecnologia, per poi poter scegliere la tastiera controller midi ideale per il caso nostro.

Cosa sono il midi e la tastiera midi

Musical Instrument Digital Interface, altrimenti conosciuto come semplicemente “midi”, è un sistema di comunicazione che consente ai PC e qualsiasi device con presa dedicata (compresi strumenti e hardware come ad esempio i pedali per chitarra) di parlarsi. Il protocollo midi permette di interfacciare a un input di segnale la risposta di un software o un hardware che riprodurrà un suono assegnato.

Di che tipo di input stiamo parlando?

Molto semplice, il segnale può partire da uno strumento midi come ad esempio la tastiera midi, oppure può essere creato tramite la pressione fisica di uno switch o di un pad. Può essere inoltre creato manualmente anche col mouse dentro ad un software DAW (Digital Audio Workstation) ma questo sistema non è intuitivo e soprattutto non può essere utilizzato in situazioni live.In sintesi, il midi è trasmissione di dati musicali, non vero e proprio audio.

Nel caso di una tastiera controller midi, quindi, che cosa possiamo comunicare attraverso questo sistema di trasmissione?

Quando si utilizza un sintetizzatore con uscita midi o una tastiera midi, alla pressione del tasto viene emessa una nota midi. Ogni nota midi suonata può comunicare al device collegato:

  • Pressione e rilascio del tasto
  • Tipo di note suonate, ovviamente anche in senso polifonico
  • Pitch, tramite pitch bender utilizzato durante l’esecuzione della nota o polifonia
  • Dinamica, ovvero con che rapidità e forza viene premuto il tasto
  • Tempo (BPM)
  • Pan canale destro e sinistro
  • Modulazioni
  • Volume

Concentrandoci sullo strumento che sappiamo suonare, in questo caso la tastiera, il pianoforte o il sintetizzatore, vediamo nello specifico cosa troviamo in una tastiera controller midi.

Tastiera controller midi, funzionalità e come sceglierla

A differenza di un piano digitale con connessione midi, che nasce con dei suoni propri a bordo e fa del midi una feature aggiuntiva, le tastiere midi sono create per sfruttare al massimo tutte le potenzialità di questo tipo di connessione. Per questo le tastiere controller midi, oltre ad avere dei tasti ben suonabili (con più o meno ottave fisicamente a disposizione a seconda del prezzo e del modello), hanno potenziometri, pad, pitch, effetti e altri controller molto utili in studio e in situazioni live. In base alle funzioni presenti su ogni modello, sceglieremo la tastiera midi che più si confà alle caratteristiche della musica che suoniamo. Seguendo le opinioni degli utenti vedremo fra poco i 5 modelli più in voga nella fascia di prezzo sotto i 200 euro.

Creati da brand leader nella produzione di strumenti midi, questi modelli differiscono nelle caratteristiche base fra di loro e sono venduti con pacchetti software inclusi. L’importanza del software è fondamentale. Infatti, se l’intenzione è quella tipica, ovvero quella di utilizzare una tastiera controller midi collegata al computer per riprodurre dei Vst (Virtual Instruments), non potremo prescindere dall’avere un pacchetto software e suoni da sfruttare subito. Consideriamo inoltre che le tastiere midi ci permettono di controllare da remoto le DAW e i plugins senza doversi avvicinare al pc. A livello di connettività, per usare una tastiera midi, dobbiamo semplicemente collegarla all’entrata usb del pc o entrata midi della scheda audio, ed il gioco è fatto. Ripassata un po’ di teoria, cerchiamo di capire su che modello orientarci scoprendo i 5 modelli che abbiamo selezionato.

1 – M-Audio Axiom AIR Mini | Tastiera midi

IDEALE PER: chi vuole uno starter pack completo e professionale ad un prezzo economico. Il prodotto, come da slogan è pensato “for the mobile musician”.

Questo mini sintetizzatore di M-Audio è un pacchetto all inclusive e ultra-economico. Un prodotto di un marchio storico che sbalordisce per le features a bordo e il rapporto qualità-prezzo. La tastiera controller midi Axiom è fra i modelli più leggeri di tastiera midi. Essendo un prodotto compatto presenta solo 32 tasti, ovviamente sensibili alla dinamica. Inoltre, è possibile regolare la sensibilità della tastiera in base al proprio stile, adattando la risposta alla pressione. La tastiera midi M-Audio Axiom AIR Mini dispone sopra ai tasti di 8 pad assegnabili su 2 banchi. I pad sono sensibili a dinamica e pressione, permettendo con facilità di fare finger drumming, far partire campionamenti e riprodurre clip audio. Sulla parte frontale della tastiera controller midi ci sono come da prassi i potenziometri assegnabili per il controllo di pan ed effetti.

Grazie al protocollo HyperControl la tastiera midi può interagire con tutti i software più diffusi con ben 10 banchi memoria in cui salvare le configurazioni personalizzate per ognuno dei software più utilizzati. Il device può permettere dunque la gestione del PC e dei software musicali totalmente in modo indipendente da remoto, facilitando l’esibizione live o la sessione di registrazione. I pulsanti sustain, edit e octave sono retroilluminati per poter utilizzare la tastiera controller midi anche in assenza di luce. A bordo ci sono inoltre i pulsanti pitch e modulation, presenti come da prassi su tutti gli strumenti elettronici con tasti. Come se non fosse abbastanza, M-AUDIO completa il tutto con un pacchetto software ricchissimo e di sicura qualità con:

  • ProTools | First | M-Audio Edition la celebre DAW in una versione personalizzata per M-AUDIO
  • Eleven Lite il plugin per la simulazione di cassa e di amplificatore per chitarra (per poter registrare la chitarra direttamente con la scheda audio)
  • Ableton Live Lite la DAW sempre più in voga che permette di esprimersi, editare, improvvisare in un ambiente audio e midi molto intuitivo
  • Xpand!2 una workstation multitimbrica

Per chi non si accontenta M-AUDIO regala un’utilissima libreria di suoni da 2 GB Touch Loops, con timbriche utili alla composizione.


2 – AKAI Professional MPK Mini MKII | Tastiera midi

IDEALE PER: chi vuole un pacchetto completo di suoni con tastiera midi, utenti esperti e musicisti in movimento. Il prodotto ha ottime recensioni, con qualche piccolo appunto sulla fruibilità del software online. In sintesi, un prodotto affidabile ed economico praticamente per tutti i tipi di musicisti.

Un’altra tastiera controller midi compatta e completa di suoni di ogni tipo è quella prodotta da AKAI. Disponibile in vari colori vanta un bel design e un pacchetto di suoni degno del miglior sintetizzatore in circolazione. Akai mette a disposizione quanto serve per catturare l’ispirazione musicale del momento. La tastiera midi prodotta da AKAI è plug and play e trasportabile facilmente grazie alle sue dimensioni. La tastiera controller midi ha 25 tasti sensibili alla velocità dotati di synth-action (risposta stile sintetizzatore), un joystick a quattro vie per il controllo dinamico sia del pitch che della modulazione e otto pad retroilluminati sensibili alla velocità. L’MPK Mini MKII di AKAI dispone inoltre di otto manopole Q-Link a cui assegnare vari parametri.

Collegandosi in usb non necessita di alimentatori o altri cavi per essere utilizzata. Il pacchetto software incluso, interamente gestibile dalla tastiera midi controller, è molto ricco. Che si usi Mac o PC l’ MPK Mini MKII trasforma il portatile o desktop in un piccolo studio di produzione portatile. Utilissimi e degni di nota anche i quattro banchi di memoria che consentono di impostare i preset hardware/software, in modo da richiamare con semplicità i suoni preimpostati sul software collegato. I programmi inclusi nel pacchetto con questa tastiera midi AKAI sono:

  • Hybrid 3 un sintetizzatore virtuale ad alta definizione in grado di creare qualsiasi sonorità, dalla più vintage alla più moderna
  • SONiVOX Wobble un sintetizzatore per musica elettronica con molte funzioni
  • MPC Essentials pacchetto a 64 bit dotato di una libreria di suoni da 1 GB

Il sistema VIP 3.1 inoltre trasforma questa tastiera midi in una sorta di potente sintetizzatore con facili controlli per interfacciare software e hardware.


3 – AKAI Professional APC Key 25 | Tastiera midi

IDEALE PER: chi vuole un pacchetto completo di suoni con tastiera midi, utenti esperti e musicisti in movimento. Il prodotto spopola a livello di apprezzamento fra gli utenti. Affidabile, completo e molto indicato per chi fa un ampio uso di pad con la tastiera controller midi.

Un altro modello progettato da AKAI, che in materia di tastiera midi è un esempio per tanti produttori, è l’APC Key 25. Pensata per il musicista che suona live e per chi compone, questa tastiera controller midi unisce la possibilità di gestire in remoto Ableton Live ai classici suoni da sintetizzatore. Il tutto sfruttando la facilità della connessione USB plug and play. Suonare melodie, accordi e creare linee di basso diventa così un lavoro intuitivo.

La feature che spicca in questo modello è l’abbondanza di pad assegnabili a disposizione. Come abbiamo chiarito nell’introduzione la necessità di avere più o meno tasti suonabili è una scelta personale, basata sul genere che intendiamo suonare e sull’utilizzo della tastiera midi. Quindi se la presenza di soli 25 tasti non ci preoccupa, questo può essere davvero il miglior modello di tastiera midi da scegliere. Le caratteristiche principali come dicevamo sono l’interfaccia mappata per Ableton Live e 40 pad per lanciare le clip. I 25 tasti suonabili hanno un’azione stile sintetizzatore e le manopole sono programmabili per controllare qualsiasi parametro.

I pad sono disposti su 5 file di 8 elementi e sono retroilluminati con tre colori diversi. Tra le tantissime features, la tastiera midi AKAI dispone di tasti assegnati per il pitch shifter e il cambio di ottava, oltre ai tasti play/pause e rec. Nel pacchetto non mancano i ricchi software per sbizzarrirsi nelle creazioni di ogni tipo:

  • Ableton Live Lite la DAW ideale per creare, improvvisare e registrare in un ambiente midi/audio
  • Hybrid 3 di AIR Music Tech un ricco sintetizzatore virtuale ad alta definizione
  • Twist di SONiVOX con una raccolta di sample e di loop elettronici Toolroom Records

4 – Arturia, sequencer polifonico KeyStep a 32 tasti | Tastiera midi

IDEALE PER: musicisti elettronici con propensione all’improvvisazione e all’utilizzo live. Un prodotto particolarmente indicato per chi vuole un sequencer pratico con cui sbizzarrirsi e controllare accordi, ritmi, effetti e melodie, magari improvvisandoci sopra. Non indicata solo per chi cerca una suonabilità stile pianoforte con molte ottave.

Arturia, come da motto “your experience, your sound” è leader nella produzione di soluzioni ideali e personalizzabili per la musica elettronica. Non fa eccezione questa tastiera midi con 32 tasti, molto apprezzata dagli utenti e piena di funzioni pratiche. Questa tastiera controller midi ha a bordo un sequencer ed un arpeggiatore. I tasti sono di ottima fattura e sensibili alla dinamica. La tastiera midi KeyStep dispone di numerose uscite:

  • 3 uscite CV
  • SYNC IN e OUT
  • MIDI IN e OUT
  • MIDI tramite USB

Questa alta connettività permette di sincronizzare e riprodurre col sequencer incorporato qualsiasi strumento, software o hardware esterno. Qualsiasi suono da fonte esterna, come quello proveniente da un sintetizzatore può essere dunque processato e riproposto durante l’esibizione o la registrazione con KeyStep. In poche parole, ad un prezzo accessibile, abbiamo di fronte una tastiera controller midi con sistema integrato per la creazione e l’improvvisazione. Ovviamente anche le DAW possono essere gestite tramite la tastiera midi senza bisogno di avere sott’occhio il pc. Questo strumento compatto dunque è l’ideale per chi ama la musica elettronica, visto che permette di avere la potenza di una workstation musicale in uno spazio ridotto. A livello di controlli on board troviamo 4 pulsanti per il sequencer, due pad per controllo pitch e modulation, 4 tasti per aumentare/diminuire le ottave e per le funzioni shift/hold, 3 potenziometri con varie funzioni e lo switch fra modalità sequencer e arpeggiatore.


5 – M-Audio Keystation 88 II | Tastiera midi

IDEALE PER: chi cerca una tastiera controller midi completa e predilige la presenza di tasti di dimensioni e qualità da sintetizzatore/piano elettrico. Indicatissima per chi vuole completare il proprio studio musicale sfruttando il software in bundle con una tastiera midi scarna, ben costruita e orientata verso chi ama esprimersi con l’utilizzo di molti tasti, senza ricorrere a pad o troppi controller aggiuntivi a bordo.

Ed ecco come ultimo prodotto la tastiera midi per chi non si accontenta. Dotata di tasti semipesati indicati per una suonata simile a quella di un pianoforte, la Keystation 88 è la tastiera controller midi topseller del brand americano M-AUDIO. Nonostante gli 88 tasti a disposizione si mantiene un prodotto trasportabile e leggero, ideale per studio e live. Per chi ama suonare la tastiera come un sintetizzatore collegandola ai VST sul computer, questo è il prodotto più indicato fra quelli che abbiamo visto. Il midi veicolato da cavo usb rende questa tastiera controller midi “plug and play” e “easy to use”. Grazie al pacchetto software incluso si possono registrare brani interi e sfruttare ampie librerie di suoni (che sono ovviamente sempre espandibili).

Sicuramente fra le migliori tastiere midi per la qualità di costruzione, la Keystation 88 garantisce una lunga durata nel tempo.  La tastiera midi dispone di un’uscita midi output per device midi esterni, tasti direzionali per controllare i software da tastiera, controlli per octave up/down e delle comodissime manopole laterali per il controllo di pitch e modulation. A garantire una suonabilità più classica troviamo inoltre due entrate jack per collegare un pedale volume e un pedale sustain. Tornando sul software incluso troviamo nel pacchetto i classici più amati dagli utenti:

  • Ableton Live Lite per Mac e PC
  • ProTools | First | M-Audio Edition
  • Eleven Lite per la simulazione di amplificatori e casse
  • Eighty Eight Ensemble un VST che emula il suono di un pianoforte Steinberg
  • Xpand2 con la sua libreria di suoni
  • Touch Loops la libreria di campioni da 2 GB della Touch Loops

In conclusione, la Keystation 88 offre tutte le comodità per suonare senza limiti e programmare musica, offrendo allo stesso tempo tutto il necessario per completare il nostro studio di home recording.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *