Corsair One: recensione ed opinioni del Desktop da gaming di Corsair

Corsair One: recensione ed opinioni del nuovissimo Desktop da gaming di Corsair

Non avreste mai detto che Corsair avrebbe prodotto un PC assemblato da Gaming vero? Ed invece ecco qua Corsair One, in tutto il suo splendore

Corsair One ha una peculiare caratteristica, la fascia di prezzo a cui si rivolge e la componentistica al suo interno, ma andiamo a scoprire insieme questo bellissimo desktop da gaming.

Perché Corsair ha deciso di fare questo passo?

Tutti noi conosciamo Corsair per la sua lunga storia di produzione e messa in commercio di prodotti ed applicativi web. Componenti, memorie interne, schede madri e molto altro ancora. L’azienda col logo della nave a tre vele ha deciso da sempre di puntare alla qualità dei suoi prodotti, e fu una previsione che ancora oggi la fa essere fra i primi competitor al mondo. Da qui dunque, come mai la decisione di produrre un PC Desktop di fascia alta per il gaming? Le risposte possono essere molteplici.

Se da una parte infatti abbiamo aziende che da sempre hanno deciso di personalizzare prodotti già esistenti tramite accordi commerciali, come MSI, ZOTAC ecetera, Corsair fino a questo momento non aveva ancora preso piede in questo senso, relegandosi più ad azienda produttrice. Da qui forse la necessità di dare vita a qualcosa di estremamente personale, e che fosse in grado di dare una svolta all’azienda.


Cosa dobbiamo aspettarci dal Corsair One?

Da un’azienda come Corsair sicuramente ci aspettiamo qualcosa che sia all’altezza delle aspettative di un gamer di fascia alta. La perfezione dei dettagli ed un gusto per la componentistica non indifferente hanno portato Corsair a sviluppare un planning di marketing molto profondo, che potesse in qualche modo influenzare l’opinione dei giocatori e portarli dalla loro parte. In questo modo si è dato vita ad un PC Desktop, Corsair One, che in qualunque sua configurazione possa solamente dare il meglio di sé.


Come si presenta esteticamente?

Corsair One, in qualunque variante lo si compri, si presenta sempre come un enorme monolite nero, chiuso dentro ad un case full tower prodotto ovviamente dall’azienda stessa. L’aspetto che ne deriva è molto spaziale, con prese d’aria sulla superfice e sulla parte superiore. La cosa interessante però è l’ottimizzazione dello spazio operata da Corsair. Infatti ci troviamo si di fronte ad un case di grandi dimensioni in termini di altezza, ma non di spessore.

L’azienda ha infatti deciso di puntare su un case compatto, per comprimere lo spazio ed essere utilizzabile anche da chi non ha a disposizione una enorme superfice sulla quale appoggiare il proprio computer. Se si osservano foto di PC assemblati in ambito gaming soprattutto, ma anche in altri campi, troviamo case enormi, full tower veri e propri che lasciano poco spazio alla scrivania. Ottima dunque la soluzione di Corsair di voler ottimizzare lo spazio in modo del tutto naturale, e come vedremo senza privare il computer di alcuna caratteristica peculiare.


Cosa bolle sotto al cofano? Due alternative mostruose

A livello di chipset Corsair ha deciso di puntare forte. In entrambe le versioni presenti su Amazon infatti e disponibili all’acquisto, abbiamo due processori top di gamma nella loro categoria. Da una parte nel modello più completo abbiamo un Intel I9 di ultima generazione; si tratta della nona generazione di processori Intel, arrivati sul mercato non molto tempo fa. In questo particolare modello abbiamo una frequenza di clock massima che arriva a 3,6GHz di potenza, con possibilità anche di avere il moltiplicatore sbloccato di fabbrica.

Nel modello meno performante ma comunque assolutamente high level dal punto di vista delle prestazioni, abbiamo un Intel I7 di scorsa generazione, con una frequenza massima di 4,8GHz con moltiplicatore sbloccato di fabbrica, il che consente anche di avere a che fare con molta più energia qualora ne avessimo bisogno.

Nel caso del Corsair One I9 nonostante vi sia meno frequenza, abbiamo una memoria interna molto più ampia, che consente gaming ed editing ad altissime prestazioni. In tutti e due i modelli i processori sono affiancati a 32GB di RAM, che possono essere tranquillamente sostituiti, specialmente nel caso dell’I9, con una memoria fino a 64GB totali.


La grafica, un marchio su cui contare sempre

Se dal lato del processore Corsair non ha badato a spese, dal punto di vista della grafica è stato fatto un lavoro davvero egregio. In tutti e due i modelli infatti è presente una scheda grafica Nvidia RTX 2080 con 8GB di memoria dedicata. Si tratta di una scheda grafica completa, che come tutti i modelli RTX monta al suo interno non solo il sistema di AI che regola automaticamente le impostazioni durante il gioco man mano che la utilizziamo, ma anche il rivoluzionario sistema di Ray Tracing per il posizionamento delle ombre durante il gioco.

Questo sistema innovativo prodotto da Nvidia stessa ha la capacità di riflettere la luce naturale prodotta dagli elementi scenici durante il gioco in modo del tutto automatico. Questo non solo rende la scena più veritiera, ma consente anche una velocità e fluidità di gioco mai vista prima di ora. Questo è il motivo della scelta di processori così potenti, soprattutto con il moltiplicatore dei core sbloccato. Una scheda del genere consuma molta energia, specialmente in giochi molto pesanti e con tantissimi dettagli. Nota di biasimo positivo per la versione più costosa, monta una RTX 2080 come l’altro, ma in questo caso è anche la versione Ti, che consente prestazioni ancora maggiori e l’accesso a ben 11GB di memoria dedicata.

Mentre nel caso del modello I7 abbiamo una versione Super, meno performante ma comunque molto potente. In tutti e due i casi inoltre, forti della loro tradizione in questo senso, i due PC sono coadiuvati da due impianti di raffreddamento a liquido, sia per il processore che per la scheda grafica. Grazie al radiatore ed al waterblock presenti sulla piastra madre, sarà possibile avere sempre temperature sotto controllo e nessun rischio di surriscaldamento o di malfunzionamenti.


Accessori e memoria interna, qui si fa sul serio

Nel caso invece di memoria interna, anche qui Corsair non ha badato assolutamente a spese. Da un lato abbiamo un veloce SSD da ben 2TB, su cui viene ospitato sia il sistema operativo che la memoria interna del PC, mentre sull’altro modello abbiamo una memoria da 2TB ugualmente, ma in formato HDD. Questo significa che come tempistiche di caricamento, informazioni e fluidità, il modello con SSD non ha eguali. Allo stesso modo invece abbiamo 3 porte USB 3.0, 3 porte USB classiche, una porta ethernet ad alte prestazioni, una display port ed un ingresso HDMI ovviamente per la scheda grafica. Abbiamo anche delle ventole posteriori che raffreddano l’interno del computer, anche se con il sistema a liquido diventano quasi superflue più che utili.


Il prezzo ed il verdetto finale, quale scegliere?

Partiamo dal presupposto che computer del genere hanno prezzi ovviamente commisurati all’hardware che hanno al loro interno. Il costo del modello I9 si aggira attorno ai 3800 euro, mentre quello I7 ai 3100 euro. Con una cifra del genere otteniamo un PC di fascia altissima, con componenti di alta fascia, case completamente in alluminio, raffreddamento a liquido e molto altro ancora. Ovviamente c’è da considerare che parliamo di una spesa assolutamente non alla portata di tutti, e che con la medesima cifra il PC può essere costruito anche da soli.

Questi computer Corsair One però non si rivolgono agli smanettoni del PC, si rivolgono piuttosto a coloro che vogliono giocare col computer alla grande ma non vogliono avere pazienza nel costruirselo. Corsair ha fatto un lavoro egregio su questi computer, portando la sua esperienza pluriennale al servizio del cliente e portando soprattutto una ventata di novità nel campo dei Desktop da gaming. Grazie a questo sistema si è assicurata una fetta di pubblico che prima, vendendo singole componenti, non aveva. Per quanto riguarda la scelta, possiamo affermare che per 700 euro di differenza forse sarebbe meglio puntare sul modello maggiore, dato che la presenza della RTX 2080 Ti vale quasi da sola l’investimento da fare.

Un modello fuori catalogo

Esiste anche una terza scelta nel catalogo Corsair One. Si tratta di un Desktop assemblato, che però si rivolge ad un pubblico che può spendere leggermente meno soldi. Parliamo sempre di un PC che costa al momento attuale 2900 euro, ma a questo prezzo ci si porta a casa un I7 di due generazioni fa, una RTX 2080 base con 8GB di RAM, 2TB di memoria interna, raffreddamento a liquido e case in alluminio. Una specie di versione standard degli altri due PC. Si sconsiglia tuttavia l’acquisto di questo modello, a meno che non si voglia a tutti i costi un PC da gaming di fascia alta firmato da Corsair.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *