pc gaming

PC Gaming: Guida all’assemblaggio fascia alta, migliori CPU, GPU e schede madri

PC gaming: come assemblare il proprio computer senza spendere un patrimonio? Di seguito la guida sulle migliori componenti 

Il PC gaming può rivelarsi un hobby costoso. Basta pensare che per un PC desktop o un notebook di alta qualità, si superano tranquillamente i 3000 €. In fondo era uno dei difetti principali che riscontrammo per l’Acer Predator, ma il discorso vale su qualsiasi prodotto della concorrenza. L’alternativa sono le console di ultima generazione, che hanno ottime prestazioni a cifre decisamente modiche. Come scrive l’editor di PC Gamer in questo articolo, se si hanno 7-800 € di budget meglio spenderne meno e comprarsi una PS4 o una Xbox (è pure in arrivo la nuova One X). Sopra i 1300 € invece, comincia a valer la pena investire in un PC. Ci permettono di comprare scheda grafica, memoria RAM e CPU di livello. Volete il top? Quello si ha dai 3000 € in su e si arriva fino ai 5000 €. Insomma con il PC Gaming non si scherza.

pc gaming guida all'acquisto

Pre-assemblato o fai-da-te?

Le opzioni per il giocatore sono due: la prima è che può comprarsi un modello già assemblato, scegliendo una delle tante linee disponibili sul mercato. Le più famose sono la Asus ROG (acronimo che sta per Republic of Gamers), l’Acer Predator, l’HP Omen e i Gigabyte. Si spende tanto ma si ha già tutto pronto all’uso. Altrimenti per risparmiare, ci si può “montare” il PC da Gaming da soli, comprando le singole componenti. È laborioso, ma decisamente più stimolante. L’assetto – così come il budget – lo si decide personalmente. In ogni caso la cifra complessiva resta sopra i 2000 €, ma il bello è che si decide se puntare di più su una componente o un’altra. C’è chi preferirà una maggiore resa sonora, chi grafica, chi invece baderà alla grandezza del monitor o alla coolness del case. Questa guida all’assemblaggio per il PC gaming si rivolge agli “smanettoni”, i quali sentono l’esigenza di fare tutto da sé.

CPU: Quale processore scegliere?

Sappiamo tutti che la CPU è il cuore pulsante della nostra macchina da gaming. E sappiamo tutti che la grande sfida è tra AMD e Intel. Entrambi hanno pezzi da novanta: rispettivamente il Ryzen 7 e l’Intel i7-770K. Quale comprare? Senza ombra di dubbio il secondo. Non che il Ryzen sia un cattivo processore – anzi – ma per il PC gaming il processore Intel è semplicemente più adatto. A dimostrarlo ci sono centinaia di test, svolti su giochi e in condizioni differenti e raccontati dalle varie riviste di settore. E il motivo è molto semplice: l’Intel i7-7700K ha una velocità di clocks più elevata, combinata con un’architettura più evoluta. Il Ryzen invece punta tutto sul numero di core, molto utili in altri campi, come nel video editing.

 

Non solo 7700K

Il processore i7-7700K è un po’ il compromesso perfetto tra qualità e prezzo. Lo trovate a 389 € in qualche store, nella versione a 4,2 GHz. Altrimenti a prezzi simili sugli altri siti di e-commerce. Proprio non vi piace l’i7 7700K? L’alternativa è l’i7 6700K che ha prestazioni e costi paragonabili. Proprio non ce la fate a comprare Intel Core? Allora dirigetevi sull’AMD Ryzen 7 1800x da 3.6GHz. il prezzo è comunque più alto nel rapporto alle prestazioni: 536 €. Troppo!
Spesa media consigliata: 350-400 €.

Scheda madre

Similitudine culinaria? La scheda madre è come l’impasto  della pizza: da cliente puoi sceglierla con i gusti migliori (bufala, quattro stagioni, diavola…), ma se la farina e il lievito sono scadenti… la pizza ti lascerà insoddisfatto. Dunque nell’assemblaggio del proprio PC, meglio non fare i taccagni e puntare su motherboard di qualità. Sulle Hero si va sul sicuro. Stiamo parlando di una produzione Asus, facente parte della Repubblica dei Gamer (ROG). La Maximus IX Intel Z270 ATX è un po’ il TOP, con la sua tecnologia LED Aura Sync RGB, la sua DDR4 a 4133 MHz e l’USB 3.1. è disponibile anche nelle versioni Apex e Formula, forti di alcune migliorie tecniche. Però onestamente troviamo i prezzi esagerati, a tal punto da consigliare la versione “Base”. Risparmiate (a seconda di dove la si acquista) anche 100-150 €. Alternative? Di quel livello, quasi nessuna. Ci si avvicina con la MSI M7 e con la Gigabyte 8. I costi però non giustificano le prestazioni.
Spesa media consigliata: 300 €.

Quanta RAM serve?

Domanda fondamentale. Risposta secca: 32 GB. Perché? In ambito PC gaming è meglio puntare sulla quantità di RAM piuttosto che sulla velocità di clock della memoria stessa. Quella serve in situazioni di overclocking estremo (ci sono addirittura delle olimpiadi…) e ha un’utilità solamente in un sistema da 3-4000 € di budget. Dunque puntate sulla quantità: oggigiorno il minimo per far girare un gioco su PC è 8 GB, 16 sarebbe meglio e vi risparmiate probabili inceppamenti e buffering. 32 GB vi levate il pensiero e nelle operazioni di multitasking il vostro PC volerà senza problemi. La marca la lasciamo scegliere a voi (le più affidabili sono le solite: Corsair, G.Skill, Kingstone Technology), ma come spesa va benissimo qualcosa dai 200 ai 300 €.
Spesa media consigliata: 250 €

Scheda Grafica

E qui si arriva al fulcro centrale. La scheda video è la componente fondamentale in un sistema di PC gaming. La campionessa della categoria è la Nvidia GTX 1080, da poco “spodestata” dalla nuova arrivata GTX 1080 Ti. A completare la squadra, c’è la GTX Titan Xp, dalle prestazioni mostruose. Il prezzo esagerato (attorno ai 1200 €!) l’ha sempre esclusa dai giochi delle più vendute. Il costo, preparatevi, è sempre consistente, ma in ambito PC Gaming non ha davvero senso comprarsi una scheda video mediocre. Evitate magari i modelli ambiti dai miner di Bitcoin ed Ethereum (come la GTX 1070), almeno in questo periodo di sovrapprezzo. Sul versante AMD c’è la serie RX: la 470, la 570 e la 580 sono buone e costano decisamente meno delle concorrenti Nvidia. Considerate che una GTX 1080 costa all’incirca sui 600 €, mentre la Radeon RX raramente supera i 300 €. Cosa scegliere? Noi siamo per la Nvidia: piuttosto risparmiate sulla CPU, ma la scheda grafica deve essere al top.
Spesa media consigliata: 500-600 €

SSD o HDD? Per non sbagliarsi, facciamo entrambi

Ne abbiamo già parlato approfonditamente in un articolo dedicato. Per il PC Gaming ribadiamo gli stessi concetti. L’ideale è accoppiare i due sistemi di storage. Sulla memoria a stato solido installate il sistema operativo e i vari giochi. Sull’Hard Disk ci si salva tutti gli altri dati. Quanto spendere? Qui si va sul risparmio, ma di qualità. Per le esigenze gaming basta una Samsung 960 da 512 GB. O anche una Samsung 850 Pro da 256 GB. Insomma con 150-200 € per l’SSD e altrettanti per l’HDD, dovreste cavarvela egregiamente.
Spesa media consigliata:150 € per l’SSD, 150 € per l’HDD.

Case: Tamarro, ma al punto giusto

Anche l’occhio vuole la sua parte. Perché è vero che un libro non si giudica dalla copertina, ma se spendiamo 2000 € in PC, bisognerà pur che non sfiguri in salotto. Oltretutto un buon case, preserverà l’apparecchio dal surriscaldamento e faciliterà le operazioni di assemblaggio. In questo ambito la fa da padrone la Cooler Master, che offre modelli con LED, forme e ventole variegate. A noi piace molto l’HAF X: elegante, “tamarro il giusto” e non troppo costoso. Con meno di 200 € ve la cavate e avrete un sistema di ventilazione di primo livello. “HAF” in effetti sta per High Air Flow (corrente d’aria verso l’alto): sofisticato sistema che espelle l’aria calda verso l’alto e mantiene al fresco tutte le componenti del PC. Un must, nell’ambito del PC Gaming.
Spesa media consigliata: non più di 200 €

Monitor

Tralasciando sulle componenti di comando, passiamo alla parte visiva del nostro sistema di PC gaming. Insomma abbandoniamo lo scatolone hardware, per passare al monitor. Abbiamo preparato per voi una guida completa con i modelli e le specifiche migliori. In questa sede più che citare modelli, riassumiamo i concetti importanti. Anzitutto la vita di un monitor dura mediamente di più di quella di un PC. Quindi sono soldi investiti bene, perché per almeno una decade funzionerà a meraviglia. Occhio però! Compratelo in funzione della scheda video che possedete, per sfruttare appieno le prestazioni dell’uno e dell’altra. Infine prediligete i pannelli IPS: tecnologia all’avanguardia molto adatta ai colori, alla dinamicità e alle forme dei videogiochi. Stesso discorso vale per il refresh. La frequenza di aggiornamento deve essere elevata. Meglio se superiore ai 90-100 Hz. La risoluzione? Dipende dalla GPU, ma almeno un 1080p. Le dimensioni? Dai 23 pollici in su. Ancora meglio se vi dirigete sui widescreen da 21:9. L’esperienza videoludica sarà una bomba.
Spesa media consigliata: Minimo 300 €.

Acer XR342CK LCD Monitor 34"
Prezzo: EUR 841,30
Risparmi: EUR 471,13
Price Disclaimer

Quanto bisogna spendere?

Se si vuole assemblare un sistema di PC gaming adeguato la spesa giusta si aggira attorno ai 2000 €. È il totale che abbiamo preso in considerazione noi, per stilare la guida ed è quella consigliata dalla maggior parte degli esperti. Budget più consistenti li riserviamo ai gamer estremi, o chi possiede un conto in banca a 6-7 zeri. Vale la pena spendere 2 pezzi da mille per giocare a Battlefield 1, a Destiny o a Halo Wars? Secondo noi sì, a patto che ogni tanto si trovi il tempo per staccare il PC, uscire di casa e farsi una passeggiata. Quella non costa nulla e offre un’esperienza talmente realistica da superare le prestazioni di qualsiasi motore grafico esistente. Provare per credere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *