Come scegliere un case per pc da gaming: La guida ai migliori modelli

Come scegliere un case per pc da gaming: I migliori per una postazione che spacca

Domanda difficile: come scegliere un case per pc da gaming? E quali sono i migliori modelli? Ecco i migliori modelli per videogiocare

E’ forse la componente più importante di un pc fisso. Non è solamente il box che contiene tutte le componenti, ma è anche l’elemento più importante nell’assemblaggio di un computer. Cerchiamo di scoprire come scegliere un case per pc da gaming e quale comprare fra i migliori disponibili.

Cosa è esattamente un case?

Quando si assembla un PC Desktop Home Made, forse la componente più importante a cui dobbiamo prestare attenzione è proprio il case, ovvero il box che farà da alloggiamento a tutte le nostre componenti. Questo perché non si tratta di un parallelepipedo che ha in sé viti ed attacchi di vario genere, ma perché alcune sue mancanze o aggiunte potrebbero far funzionare meglio o peggio la nostra workstation. Il case si occuperà infatti di regolare la temperatura, alloggiare la scheda madre e suo posizionamento e di ospitare eventuali elementi di corredo come sistemi a liquido, ventole aggiuntive, slot per SSD e così via. Capiamo bene dunque quanto la scelta di questo elemento nella nostra lista componenti sia di vitale importanza, soprattutto in certi tipi di computer. Gli utenti che amano assemblare i propri PC fissi appartengono a due categorie: i gamers e i professionisti. Mentre i primi sfrutteranno ovviamente il computer per videdogiocare ai loro titoli preferiti, magari effettuando streaming o dirette online, i secondi cominciano a “sfruttare” le componenti e le tecnologie dei gamer, per lavorare in maniera sempre più fluida. Il case è una di queste componenti. Ma come scegliere un case per pc da gaming? Ecco la guida e i migliori modelli.

Case PC da gaming, cosa significano le sigle mid tower, full tower, semi tower ecc?

Quando si scelgie uno tra i migliori case da gaming, la prima caratteristica a cui dovremo prestare attenzione sono le dimensioni, ovvero lo spazio globale che andrà ad occupare il nostro computer. Nel corso del tempo le aziende si sono specializzate in tre grandi famiglie di case, che ancora oggi vengono utilizzate. Abbiamo i semi-tower, o mini-pc che dir si voglia, case molto piccoli e solitamente poco spaziosi, adatti alla costruzione di computer compatti per chi ha problemi di spazio sulla scrivania o nel luogo in cui il computer sarà posizionato. Abbiamo poi i mid-tower, ovvero i case che hanno le medesime dimensioni dei pre-assemblati che possiamo trovare nelle grandi catene di elettronica, box mediamente grandi che hanno però alcuni limiti su certe tipologie di componenti (scheda madre e scheda video in primis). Infine per chi non accetta compromessi e vuole solo il meglio del meglio, abbiamo i full-tower, veri e propri colossi per non avere alcun problema di spazio ed effettuare anche eventuali upgrade nel corso degli anni.

I migliori case PC da gaming hanno un problema, la compatibilità

Nella nostra ricerca dovremo effettuare una scrematura a seconda delle componenti che andremo ad alloggiare all’interno del case stesso. Questo è uno dei motivi per cui la scelta del case per un PC è una operazione molto importante, che solitamente viene effettuata per ultima nella lista di componenti. Le compatibilità ed eventualmente i limiti delle componenti stesse sono indicate nelle specifiche di ognuna, particolarmente nelle schede madri, il pezzo forse più ingombrante assieme all’alimentatore. Anche gli Hard Disk o eventualmente gli SSD possono avere problemi di compatibilità, i primi per quanto riguarda le dimensioni (che possono andare da 2,5 a 5,5), mentre i secondi per la mancata presenza degli slot per ospitarli, che nel caso di box economici spesso non vengono forniti.

Come scegliere un case per pc da gaming: La guida ai migliori modelli

Cable management? L’ordine è importante, ma anche l’occhio vuole la sua parte

Aspetto fondamentale quando andiamo ad osservare le sue caratteristiche, è la possibilità di effettuare un cable management ordinato e che non dia troppo fastidio alle varie componenti. Spesso i case molto grandi, come i full tower, hanno piastre posteriori che permettono di far passare i cavi delle GPU e delle ventole. E’ un modo per tenere le componenti molto ordinate, racchiudendole al di fuori della “fossa” in cui vengono alloggiate le parti del computer, tenendo anche lontana una buona parte della polvere. Per quanto riguarda il discorso estetico invece, beh: si sa che l’occhio vuole la sua parte, e quando si parla di case PC da gaming questo discorso è quasi intrinseco, dato che gaming molto spesso va a braccetto con estetica esagerata.

Cooler Master MasterBox Lite 5, il freddo polare nella vostra stanza

Cooler Master è uno dei brand più quotati e conosciuti nel mondo del gaming e del PC assembly, con centinaia di componenti create o modificate al fine di venire incontro alle esigenze di tutti gli utenti. L’azienda è sempre stata specializzata in sistemi di raffreddamento e case, per cui non potevamo non inserirne nella nostra lista. Abbiamo cercato nei paragrafi di capire come scegliere un case PC da gaming, in questo caso abbiamo un piccolo mid-tower che alloggia una sola ventola posteriore, ma che viene fornita con tecnologia superfan. Questo significa non solo che le pale della ventola stessa sono più grandi del normale, ma che è possibile controllarne ogni funzione tramite il software dedicato (fornito con il case stesso). Il design aggressivo – ma non troppo – di questo box fa la sua figura sulla scrivania, un profilo spigoloso ed un dualismo fra il nero satinato ed il rosso del bordo, ne fanno anche una discreta gioia per gli occhi, pur non avendo spazio e possibilità di alloggiare LED frontali. A meno che non se ne vogliano installare nei bordi interni.

Questo case Cooler Master supporta al suo interno tutti i principali tipi di formato per quanto riguarda le schede madri, ATX, mini-ATX e micro-ATX, rendendosi camaleontico. Oltre alla ventola in dotazione, ne possono essere aggiunte altre 3 da 120 o 140mm, mentre il cable management è facilitato dal pannello che va a chiudere la parte posteriore nascondendo i cavi stessi. Un case da gaming adatto a chi vuole iniziare a costruirsi la propria macchina da guerra, il raffreddamento e l’ottimo circolo dell’aria saranno dalla vostra parte. A poco più di 50 euro, è un vero affare entry level.

Itek ITGCR03, rosso è il colore dei vincenti

Passiamo invece ad un altro case da gaming entry level, prodotto da Itek. Azienda presente non da tantissimo tempo sul mercato come la storica precedente, ma con tutte le carte in regola per spaccare il mercato stesso come una incudine. Sua skill principale è quella di offrire agli utenti prodotti di qualità discreta ad un prezzo davvero accessibile, anche utenti medio/bassi o newbie. In questo caso abbiamo il loro mid-tower rosso e nero, con compatibilità MB per schede ATX e M-ATX, adatto dunque sia agli utenti iniziali che a quelli avanzati, sconsigliato invece per i pro-level. Il LED rosso frontale riprende anche la colorazione della ventola che viene fornita, ed a cui ne possono essere collegate anche altre in serie.

Le forme di questo case sono decisamente più aggressive del precedente, con gli spigoli lisci che vengono sostituiti da curve sinuose ed elementi sporgenti, il che ne fanno anche un ottimo oggetto di design sulla scrivania. Itek dota questo case anche di 1 porta USB 3.0 e 2 porte USB 2.0, più due ingressi jack audio, 3 ingressi interni per gli HDD e ben due alloggiamenti per SSD, non male se pensiamo alla sua fascia di prezzo. Dal peso senza componenti di 3,8 Kg e con un alloggiamento ventole fino a 160mm, questo case di Itek si prende una fetta di mercato abbastanza ampia, considerando anche il prezzo irrisorio a cui viene proposta, e che permette agli utenti di investire maggiormente su altre tipologie di componenti come la scheda video o il processore.

Aerocool Aero 300: Dedicato a chi non ha spazio in scrivania

Aerocool è un altro di quei brand che spesso non viene citato quando parliamo di case da gaming o comunque di case per PC. Eppure l’azienda nel corso del tempo ha saputo crearsi una folta schiera di appassionati, fra le quali la parola d’ordine è una sola, qualità e resistenza. Prendiamo per esempio uno dei suoi mid tower più venduti. Parliamo di un case completamente realizzato in alluminio ed acciaio con barre di rinforzo ed elementi di corredo. La cosa che lo rende unico nel suo genere però, è la cura per i dettagli che Aerocool ha messo nel sistema di ventilazione. Ogni elemento di questo case è progettato per permettere alle ventole ed al sistema di raffreddamento di funzionare a dovere. Il coperchio superiore è stato progettato di modo che possa tranquillamente ospitare un sistema a liquido senza bisogno di alcuna modifica. Non parliamo di un sistema completo con tanica e refrigerante, ma di un basilare radiatore con waterblock da inserire al di sopra del processore. Non male se pensiamo che spesso questi impianti sono destinati a case full tower di grandi dimensioni, bello invece vedere come una azienda abbia ascoltato i consigli dei suoi clienti ed abbia dato vita ad un prodotto del genere. Tra i migliori case per PC in circolazione. Specie per i mid-tower.

NZXT CA-N450W-M1: esagerato!

NZXT è un brand che ha fatto dell’esagerazione e dell’appariscenza le sue armi vincenti. I prodotti come i case per PC da gaming prodotti da questo brand sono sicuramente fra i migliori che si possano trovare sul mercato nella fascia media di prezzo. Questo modello in particolare è un mid tower dalla forma imponente, con i suoi pannelli frontali ondulati che lo fanno assomigliare ad una astronave aliena. Oltre a questo abbiamo anche la possibilità di installare una scheda madre di medie dimensioni, varie ventole per il raffreddamento oppure un radiatore con sistema a liquido. Questo case per PC infatti è stato adattato da NZXT per ospitare anche un waterblock ma non una pompa a liquido, per il quale invece è necessario un full tower. Nel campo dei case per PC da gaming questa azienda non è seconda a nessuno, se non altro perché riesce a proporre prodotti di alta qualità a prezzi concorrenziali, se contiamo ad esempio che questo modello su Amazon viene venduto a circa 150 euro, un vero affare. Se siete alla ricerca di un case che soddisfi il tamarro che c’è in voi, puntate su questo.

Thermaltake Core P5, quando il design diventa la tua Excalibur

Avete presente quei PC davvero “cool” che si vedono in alcuni video sul web? Quelli pieni di trasparenze o di sportelli per guardarvi all’interno? Beh, con questo case di Thermaltake potrete far invidia anche a loro. Abbiamo di fronte un prodigio dell’ingegneria informatica moderna, un case mid tower con pannello trasparente e piedi di fissaggio per poter essere alloggiato anche a parete, lasciando completamente scoperte tutte le componenti che andremo ad installare all’interno. Può ospitare ben 4 o 5 ventole in serie, che possono essere alloggiate sul lato esterno del case, proteggendo le componenti dalla polvere. Ovviamente data la presenza del pannello esterno con l’assenza di longheroni alti e bassi, questo case è molta estetica e poca comodità, ma allo stesso tempo anche molta sostanza.

Thermaltake lo ha dotato di 3 porte USB 3.0 e 3 porte USB 2.0, più una uscita audio HD sulla parte posteriore. Il bello di questo case è la sua versatilità di utilizzo, dato che può essere montato in tre posizioni diverse, da quella sdraiata alla parete passando per quella verticale, con incluso anche un supporto appositamente creato per la GPU. Lo spazio “mancante” laterale inoltre consente anche di installare radiatori per il raffreddamento a liquido e GPU molto lunghe e possenti. Insomma, un case per chi non ha e non vuole problemi di spazio. Il cable management è gestito divinamente dalla piastra posteriore, mentre sono presenti alloggiamenti per HDD fino a 2,5 ma nessun ingresso per gli SSD, dato che la forma del case non lo permetterebbe. Adatto ai modder incalliti e non, questo case Thermaltake risponde saggiamente alla domanda come scegliere un case per PC da gaming se si vuole far invidia a tutti?

Corsair Graphite 780T, i bambini grandi si divertiranno come matti

Cominciamo ad alzare il tiro dei nostri case per PC da gaming parlando di questo full-tower costruito e venduto da Corsair, altro brand storico e riconosciuto a livello mondiale per quanto riguarda le componenti. In questo caso il loro è un enorme full tower con alloggiamento ATX che può ospitare ventole fino a 140mm, ed anche moltissimi LED aggiuntivi, che possono essere installati sia sulla parte anteriore che laterale.  Il look assolutamente futuristico di questo case viene rafforzato dal basamento con doppio piede a barra, che lo rialza in maniera considerevole e lo rende fiero e compatto al tempo stesso sulla scrivania. Le ventole che possono essere installate sono 12, il che lo rende una scelta saggia e quasi obbligata per chi pratica hardcore gaming o operazioni di overclocking, dato che queste tipologie di skill debbono essere necessariamente supportate da un ampio spazio in cui dissipare calore ed installare le componenti aggiuntive. Si rivela anche un case ottimo per la costruzione di impianti a liquido sia con tanica di supporto che anche con semplice radiatore, che può essere installato sia nella parte superiore che inferiore del case. Una macchina da guerra pronta a scattare, e che farà la gioia di tutti i “bimbi grandi” che amano armeggiare con le componenti per computer. Costicchia, ma vale fino all’ultimo centesimo speso.

DeepCool Quadstellar Case, la X indica dove scavare

Se siete alla ricerca di un altro pezzo di design unico, buttatevi su questo DeepCool, che grazie alla sua forma unica nel suo genere, farà la gioia di tutti gli appassionati. A fronte di un considerevole investimento monetario, vi porterete a casa un full-tower degno di questo nome, in cui tutte le componenti possono essere alloggiate in uno dei 4 “petali” della stella creata da DeepCool, il che ne fanno uno dei migliori case per PC da gaming in circolazione. Dotato di compatibilità con schede madri E-ATX, questo case può supportare anche 3 GPU in parallelo con tecnologia SLI o Crossfire, e fino ad 8 Hard Disk interni, grazie agli slot predisposti allo scopo. Un case che non lascia molto spazio ai dubbi, quanto piuttosto alle certezze di poter effettuare modding di alto livello anche grazie alla compatibilità con gli alimentatori più lunghi e pesanti sul mercato.

Ogni “petalo” è dedicato ad una funzione diversa, compreso il backplate in cui trovano posto porte USB, jack audio e tutti gli ingressi del caso, mentre la solida struttura in acciaio può ospitare anche ventole aggiuntive, LED e quant’altro per rendere questo PC case unico nel suo genere. Non troverete un case per PC da gaming con un design più particolare di questo, rimanda molto alla serie OMEN di HP, e come essa a fronte di un grande investimento, darà ampie e durevoli soddisfazioni, dato che le possibilità di modifica sono pressoché infinite.

Corsair Obsidian 500D RGB SE: La qualità illuminata a giorno

Corsair è sempre stata una vera e  propria manna dal cielo per gli appassionati di modding e di PC assemblati. Le sue componenti sono fra le migliori sul mercato, ed i suoi case per PC non sono da meno. La serie Obsidian è nata per i giocatori più esigenti, per coloro che vogliono una spinta in più alle proprie componenti senza rinunciare a nulla. Parliamo di un case mid-tower in vetro temperato ed acciaio, il che dona non solo un tocco estetico notevole al PC stesso, ma aumenta le prestazioni grazie al vetro ed alla sua ottima capacità conduttiva. Troveremo all’interno spazio per alloggiare un hard disk ed una scheda madre di medie dimensioni, svariati slot per le ventole e strisce LED, ed inoltre questo case per PC ha anche la possibilità di settare le eventuali luci su comandi prestabiliti, per un effetto scenico unico. Doppio pannello laterale apribile su entrambi i lati per avere facile accesso alle componenti, ed una qualità costruttiva unica nel suo genere. Se cercate un case da gaming che riesca con una piccola spesa a farvi sognare, allora Corsair fa al caso vostro.

Thermaltake Level 20 Tempered Glass Edition, il non plus ultra

Eccoci arrivati alla vetta della nostra classifica, un case per PC da gaming che costa quanto un PC di fascia medio/alta, parliamo del Level 20 progettato e distribuito da Thermaltake. Come abbiamo visto l’azienda è una fan del vetro e delle trasparenze, ed infatti ha dotato questo enorme full-tower di un corpo laterale diviso in tre sezioni distinte, tutte e tre protette da uno spesso e bellissimo vetro temperato, adatto a far vedere le componenti all’interno e ad alimentare l’effetto “wow” sugli utenti. Controller digitale e ben 4 ventole integrate di fabbrica, a cui ne possono essere aggiunte molte altre. Alloggiamento dedicato per installare più schede video in parallelo, ma anche un enorme radiatore per il raffreddamento a liquido.

Il case si presenta come solido e compatto, realizzato in vetro ed acciaio, con un peso ben superiore ai 10 Kg senza componenti all’interno, viene dotato anche di un pannello frontale di controllo personalizzabile e gestibile tramite il programma installato. Questo case è dedicato sia ai gamers che vogliono dare vita alla loro macchina definitiva, ma anche a coloro che vogliono costruire un PC professionale senza alcun limite, data la sua compatibilità anche con enorme schede madri E-ATX. Il livello 20 di Thermaltake forse non sarà “brillante” o particolare come il predecessore, ma sicuramente non ha alcun problema ad ospitare una lunghissima lista di componenti ed elementi per dare vita al più potente computer su piazza, sia per videogiocare che per editare. Se non sapete quale case per pc da gaming comprare volete il top assoluto, eccovi serviti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *