Hard disk stato solido

Che cos’è e perché risulta essere tanto pratico l’hard disk stato solido

Hard disk a stato solido: sono da preferire a quelli meccanici? Qual è la loro affidabilità e che prezzi hanno? Hard disk esterno stato solido: cosa sapere.

Uno tra i componenti più importanti che si utilizza insieme al computer e ad altri device è l’hard disk. Oggi parleremo di una distinzione che individua due diverse categorie di supporti. Gli hard disk esterni più conosciuti, ovvero quelli a disco meccanico, come il WD Elements, e gli hard disk stato solido, noti anche come SSD. Quest’ultima tipologia ormai è in grande ascesa, merito anche dei prezzi che si fanno via via più concorrenziali. L’hard disk a stato solido, in linea generale, si rivela in grado di garantire maggiore stabilità non avendo parti meccaniche interne collegate che potrebbero risentire di cali di tensione o urti. Inoltre l’hard disk esterno stato solido è davvero compatto, estremamente portatile e adatto allo stile di vita contemporaneo che spesso ci vede in giro con laptop, tablet e apparecchi mobili. Dunque si può dire hard disk a stato solido vantaggi e zero controindicazioni? Leggete per avere tutte le informazioni necessarie per decidere se acquistare un SSD esterno e quale modello in particolare.

Hard disk stato solido: confronta i prezzi

Back up sicuro con l’hard disk stato solido

Tutti noi più o meno siamo possessori di uno o più hard disk: sia che accumuliamo file per lavoro o durante lo svago e il tempo libero, abbiamo una quantità di contenuti che vogliamo salvare e che spesso pesano sulla memoria del computer. Scatta quindi in automatico la necessità di esternalizzarli. Dai semplici documenti di testo a file pesanti d’immagine, foto, render oppure musica, film, estensioni multimediali, occuperanno più o meno spazio memoria

Quindi per scegliere il disco esterno giusto bisogna valutare anche il peso dei file che gestiamo. Un valore che viene espresso in Gigabyte (GB) o Terabyte (TB) per gli apparecchi più capienti. Senza tralasciare, poi, anche la velocità di trasferimento dati. Successivamente potremmo pensare se affidarci a una tecnologia meccanica o a un dispositivo SSD: con ogni probabilità già conosciamo le qualità e le criticità della prima (legate soprattutto all’improvvisa perdita di dati causata da un guasto meccanico, appunto, o dalla caduta, un urto che può colpire il device), allora soffermiamoci sulle caratteristiche e l’affidabilità dell’hard disk stato solido.

Un dispositivo che ha dalla sua parte anche l’estrema compattezza: inutile negare che i dischi rigidi canonici non sono poi così pratici da portare in giro. Spesso vanno dotati di custodia protettiva, la loro potenziale delicatezza è un limite rispetto a uno stile di vita dinamico e poco stanziale, quello che rappresenta la quotidianità urbana di molti. Invece un SSD in genere è poco più grande di una penna USB e privo di criticità legate a urti o cadute.

Hard disk a stato solido: le caratteristiche

Un hard disk stato solido è costituito da una memoria flash e non da diverse componenti meccaniche assembrate. Infatti il nome Solid State Drive (SSD) deriva proprio da tale condizione di coesione: si tratta di una tecnologia già conosciuta, quella ad esempio delle schede memoria dedicate alle fotocamere, riportata però su proporzioni maggiori. Infatti esistono hard disk a stato solido di svariate capacità di archiviazione, proprio come accade con i dispositivi meccanici.

Hard disk stato solido vantaggi: bisogna entrare nell’ottica di questo sistema e sapere che acquistando un hard disk esterno stato solido si avrà prima di tutto maggiore sicurezza per ciò che riguarda l’archiviazione dei file, meno soggetti agli sbalzi meccanici. Inoltre si godrà anche di una maggiore velocità di elaborazione. Di contro il loro punto focale potrebbe non essere la grande capienza, seppure ormai è facile trovare in commercio SSD da oltre 1 TB.

Le differenze tra meccanica e memoria flash

Molti fanno notare come la dicitura hard disk stato solido non sia pienamente corretta: infatti le componenti SSD sono proprio da definirsi come memorie flash. Mentre l’hard disk è quello creato da piatti di rotazione e altri elementi. Hard disk stato solido vantaggi, certamente come già accennato la mancata presenza di piccole parti meccaniche multiple elimina alla base il problema della loro rottura per via di urti accidentali. Va comunque anche detto che un hard disk a stato solido, dopo tante sovrascrizioni e circa 6 anni di utilizzo, potrebbe usurarsi fino all’inservibilità. La rimozione delle parti meccaniche nei dispositivi di archiviazione è stata possibile grazie allo sviluppo dei collettori SATA, ormai arrivati oltre la terza generazione, tra aggiornamenti e miglioramenti. Piccola curiosità: questa tecnologia è nata ormai più di 25 anni fa grazie alle ricerche del marchio SanDisk, tutt’oggi attivo e leader di mercato. Le sue schede di memoria MicroSD e SD per macchine fotografiche digitali sono tra le più vendute di sempre.

Devo scegliere un SSD o un hard disk?

Quando dobbiamo acquistare un’unità di archiviazione pensiamo alle nostre esigenze. Per noi è più importante avere tanto spazio memoria, anche ben oltre sopra 1 TB? In questo caso possiamo continuare a preferire i classici hard disk esterni che ben conosciamo, valutando l’autorità del marchio che lo produce e le opinioni di chi già li utilizza. Se invece la priorità per noi va verso la stabilità del dispositivo e la velocità di archiviazione, allora via libera all’hard disk stato solido. Ormai le fasce di capienza di un hard disk esterno stato solido si sono allineate a quelle dei dispositivi meccanici. Per cui sarà facile trovare SSD di fascia media da circa 500 GB fino a quelli da 1TB o da 2TB e pure oltre.

Prezzi, modelli, opinioni: guida all’acquisto di un hard disk stato solido

Tra affidabilità e convenienza, vediamo quali sono gli hard disk stato solido preferiti dagli utenti del web. In particolare la guida è dedicata a chi ha l’esigenza di comprare un hard disk esterno stato solido: compattissimo, sicuro, facile da gestire e trasportare in ogni situazione. Ecco quindi i prodotti che hanno spopolato online e che potrebbero diventare il nuovo standard per l’archiviazione dati.

1 – FFTH hard disk esterno portatile da 1 TB

L’hard disk stato solido con cui iniziamo questa panoramica è l’FFTH hard disk esterno portatile da 1 TB. A un prezzo davvero irrisorio affronta una capacità di storage enorme in dimensioni compattissime, quasi più piccolo di un i-pod. Questo hard disk a stato solido è dedicato a chi vuole capire la resa di tale tecnologia senza investire troppo. Perfetto per salvare i videogiochi preferiti, la musica, i film, le foto delle vacanze. Non ce la sentiamo di garantire la totale affidabilità, ad esempio, per importanti file di lavoro per quanto i riscontri sembrino ottimi. L’hard disk esterno stato solido è compatibile con la maggior parte dei sistemi operativi, da PC a Mac, compreso Linux e le console come la Xbox. Un tocco lezioso e coloratoviene restituito dalla scocca: gradevole anche come idea regalo.

L’SSD è dotato di USB 3.1 Type-C per trasferimenti di file ultra veloci, grazie alla quale non serve alcun software d’installazione sul computer. La porta si trova su entrambe le estremità dell’hard disk stato solido: se una delle due finisce per usurarsi si potrà sempre sfruttare l’altra prolungando la longevità del device. Il quale è coperto da una garanzia di 2 anni. Chi l’ha acquistato riporta feedback piuttosto positivi, per questo lo segnaliamo. Tantissimo spazio, 1 TB sarà sufficiente per anni, all’interno di quello che praticamente si può considerare il corpo di una pen drive USB: qui si capisce sul serio come la tecnologia faccia di continuo passi da gigante.


2 – KingDian External SSD da 240 GB

Ancora un hard disk stato solido dedicato a chi ha esigenze normali di archiviazione: è il KingDian External SSD da 240 GB. KingDian produce lo stesso hard disk esterno a stato solido anche nelle taglie da 120 GB e 240 GB. Pratica, davvero smart, questa SSD è l’ideale per salvare le foto scattate con lo smartphone, i video e i file di testo. Diciamo che non è esattamente il massimo per file di grosse dimensioni, come grafiche professionali o render. Infatti si tratta di un prodotto economico destinato a un pubblico consumer.

La capacità di scrittura e lettura di questo piccolo hard disk a stato solido è davvero sorprendente: 385/335 Mb al secondo senza il rischio di crash. Inoltre gode di una garanzia di 3 anni. Chi ha avuto modo di acquistarlo lo consiglia perché è davvero tanto veloce, molto più capiente di una qualsiasi pennetta USB e con la stessa portabilità. Prezzo contenuto rispetto alle buone performance del prodotto.


3 – TCSUNBOW SSD portatile da 500 GB

Anche se non prodotto da un marchio blasonato il TCSUNBOW SSD portatile da 500 GB incontra il favore degli acquirenti. Disponibile in diverse fasce di capienza, qui parliamo dell’hard disk stato solido da 500 GB. Adatto a chi ha bisogno di abbastanza spazio, risponde a esigenze di archiviazione intermedie. Dispone della tecnologia NAND e della USB veloce 3.0 Type C. La scocca esterna è in solido metallo delle dimensioni analoghe a quelle di una pen drive

Per ciò che riguarda l’hard disk stato solido vantaggi, tra di essi si può senza dubbio annoverare la velocità di lettura e scrittura: qui si attesta tra i 368 e i 342 Mb al secondo. Quindi significa, per essere concreti, che 5 GB di contenuti possono essere traferiti con 50 secondi in meno rispetto alla media degli apparecchi che non dispongono di USB 3.0. Questo SSD può essere collegato a tutti i device compatibili, compreso lo smartphone, da cui salvare direttamente i file. Perfetto da portare sempre appresso è progettato per sopravvivere a tutti gli urti della vita contemporanea.


4 – Yottamaster SSD esterno portatile da 1 TB

Yottamaster SSD esterno portatile da 1 TB è un hard disk stato solido…di nome e di fatto. Dal design curato e particolare che rimanda al cubo di Rubik, pur nelle sue ridotte dimensioni (sta nel palmo di una mano) è indistruttibile, con la scocca in alluminio anti-urto e a prova d’infiltrazione d’acqua o di sporco. La superficie è trattata con una finitura anodizzata spray. A parte l’estetica, questo hard disk a stato solido è assolutamente performante: con USB 3.1 di seconda generazione dispone di una velocità in lettura e scrittura di 950 Mb al secondo

Con una notevolissima capienza di 1 TB è l’ideale per grafici, fotografi e videomaker che hanno necessità di esportare file pesanti in breve tempo. La compatibilità è assicurata con tutti i sistemi operativi e gli smartphone, eccezione fatta per i-PhoneGarantito 3 anni, potrete portarlo in tasca, nello zaino, appeso alla cintura e nulla lo scalfirà, così come i dati al suo interno rimarranno protetti. Assolutamente da provare, grande rapporto qualità/prezzo.


5 – SanDisk Extreme SSD portatile da 2 TB

SanDisk è il marchio per eccellenza quando si parla di dispositivi per l’archiviazione dati e schede memoria. Qualità e affidabilità rappresentano la carta d’identità del SanDisk Extreme SSD portatile da 2 TB. Un hard disk esterno stato solido tra i più venduti, anche nella versione super capiente da 2 TeraPratico, smart e anche bello col suo design che denota attenzione al dettaglio (il gancetto per attaccarlo a un moschettone) è pronto per viaggiare sempre al vostro fianco. Ideale per traferire file di grandi dimensioni, come le foto estratte da reflex professionali, elaborati grafici e tecnici.

L’hard disk stato solido in questione non teme caldo, freddo, condizioni esterne avverse: progettato per essere del tutto impermeabile a sporco e umidità manterrà sempre al sicuro i file che gli affiderete. Infatti vanta anche la certificazione con punteggio IP-55, che attesta la sua resistenza anche a cadute da altezze superiori a 2 metri. La velocità in scrittura e lettura del dispositivo è di 550 Mb al secondo e la grande capienza lo rende adatto anche a chi deve farne un utilizzo professionale. 

Oltre a essere presente il cavetto di collegamento al computer di tipo C, si troverà pure l’adattatore di tipo A: in questo modo è garantita un’ampia compatibilità dell’apparecchio SSD sia con PC e Mac attuali, sia con quelli più datati. La maggior parte degli acquirenti del web che ha deciso di prendere questa memoria flash non può che dirsi soddisfatta dell’acquisto. Potente, performante, piccolissima e anche curata nell’estetica. Qualcuno ha ravvisato dei problemi di sconnessione del dispositivo durante il trasferimento dei file, ma sembrano comunque essere casi isolati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *