HD esterno

HD esterno: WD Elements 2tb prime impressioni e inizializzazione Mac

“Prova su strada” dell’HD esterno WD Elements 2tb, acquistato su Amazon e subito messo all’opera: inizializzazione Mac del più venduto HD esterno 2tb.

Per impellenti esigenze di spazio (completamente esaurito!) sul mio MacBook Pro ho dovuto acquistare un HD esterno. Dopo aver valutato varie opzioni, la mia scelta è stata un HD esterno 2tb, nello specifico il WD Elements 2tb. Solitamente il mio volume maggiore di file è rappresentato da immagini, in quanto, tra le altre cose, mi occupo di fotografia. Jpeg, Tiff e soprattutto Raw di grandi dimensioni (prodotti da una fotocamera full frame) necessitano spesso di essere archiviati su un HD esterno. Dopo un servizio fotografico scarico la mia scheda memoria sul computer e periodicamente cerco di spostare i file più vecchi sull’HD esterno. Beh, a dire il vero questo accade quando non riesco più a vedere lo sfondo del desktop, sotto alle più disparate cartelle che si sovrappongono le une alle altre! Infatti l’acquisto di questo HD esterno è anche un monito a tenere in ordine l’archivio. Perché, diciamocelo, la storia per cui gli artisti sono sempre disordinati è la solita giustificazione alla più melliflua pigrizia.

Western Digital, come altri marchi specializzati, produce anche validi hard disk interni, se poi vorrete, potrete prendere in considerazione anche un hard disk SSD. Se poi, come me, lavorate o gestite tipologie particolari e specifiche di file, ad esempio immagini, video, e altro, puntate anche su una buona scheda video. Advister vi consiglia le schede video Zotac o quelle migliori per chi carica molti dati lavorando con il montaggio video il rendering. In quest’ultimo caso pensiamo naturalmente a progettisti, architetti e designer. Ad ognuno il suo, in base alle proprie esigenze specifiche. Tornando alla scelta dell’HD esterno, vi starete quindi chiedendo che cosa mi ha portato a scegliere l’HD esterno WD Elements 2tb piuttosto che un altro dispositivo? Vediamo le motivazioni e la procedura di inizializzazione Mac.

HD esterno 2tb Wd Elements, perché sceglierlo?

Le motivazioni che mi hanno condotta all’acquisto dell’HD esterno Wd Elements, un Hd esterno 2tb, si possono facilmente riassumere secondo i seguenti punti:

  • Budget relativamente limitato.
  • Già presenti sul computer 500 gb di file da archiviare sul nuovo HD esterno.
  • Ricerca di un HD esterno compatibile con il Mac e il suo sistema operativo.
  • Desiderio di un dispositivo che fosse di un brand conosciuto, per la sicurezza psicologia che trasmette. Un HD esterno è un dispositivo fondamentale! Perdere i dati rappresenterebbe una vera e propria sciagura.
  • Mi sono orientata su un HD esterno con una capacità di 2tb in quanto già posseggo un hard disk di queste dimensioni, che mi ha accompagnata per svariati anni e ho pensato che il nuovo potrebbe fare altrettanto. Inoltre il prezzo degli hard disk esterni da 2tb è, in linea generale, quello che più si avvicinava al mio tetto di spesa, cercando su Amazon. Un’altra importante caratteristica per il mio HD esterno è essere riconoscibile come periferica e scrivibile sul sistema operativo Apple.
  • Dopo aver brevemente valutato modelli ritenuti specifici a tale scopo, ma più costosi, ho preferito orientarmi verso l’ HD esterno 2tb Wd Elements benché si dichiarasse la necessità di una procedura di inizializzazione Mac, più banalmente una formattazione. Altra cosa che mi ha fatto propendere per tale HD esterno è la sua appartenenza alla selezione Amazon’s Choice. Sapevo quindi che i clienti che l’hanno già acquistato si sono ritenuti soddisfatti della scelta, e infatti leggere le loro opinioni mi è stato veramente molto utile, se non fondamentale.
  • Inoltre è un HD esterno da 2tb a un prezzo davvero vantaggioso rispetto alla media e, altra cosa importante, mi sarebbe arrivato a casa in breve tempo, massimo 3 giorni. Come effettivamente è stato, con una consegna puntualissima, oltretutto di sabato mattina, grazie ad Amazon Prime.

Hd esterno, indice prodotti recensiti

Western Digital Elements, portable hard disk esterno da 2tb

Hd esterno 2tb Wd Elements, le mie opinioni

Bando alle ciance, passiamo al vero “stress test” dell’HD esterno Wd Elements da 2tb.

Western Digital Elements, portable hard disk esterno da 2tb | HD esterno migliore per rapporto qualità/prezzo

Appena arrivato, l’HD esterno si presenta all’interno di una scatola assai piccola e compatta. Tanto che penso: “Ma davvero è il mio HD esterno 2tb Wd Elements? Non ci sarà stato un errore?” E invece è proprio lui. Anche sulla costola laterale della confezione c’è scritto che questo HD esterno necessita di inizializzazione Mac.

HD esterno

Procedo all’”unboxing” dell’HD esterno: lo trovo ben protetto da un’ulteriore custodia in plastica, oltre al cartone della confezione esterna. Mi rassicuro quindi definitivamente “sulle sue condizioni”, non può certamente essere stato danneggiato durante le fasi di spedizione. Sicuramente un plus per Western Digital in materia di packaging, semplici e efficaci nel proteggere il contenuto.

HD esterno

All’interno trovo, oltre all’HD esterno, il cavetto USB 3.0 e il certificato di garanzia. Non ci sono istruzioni, solo una figura intuitiva che specifica nuovamente la questione dell’inizializzazione Mac per il dispositivo. Si tratta di un HD esterno di dimensioni veramente minuscole e leggerissimo. Poco più grande di un mouse, l’HD esterno Wd Elements confrontato col suo “collega” sempre da 2tb in mio possesso, sembra ancora più minuscolo. C’è da dire che l’HD esterno Wd Elements è concepito esattamente per essere portatile, quindi, in realtà non ci si dovrebbe stupire di fronte alla sua compattezza. Certo è che viene in qualche modo da chiedersi se riuscirà davvero a contenere in sicurezza tutti i nostri file. Ma ovviamente anche questo, con ogni probabilità, è un fattore psicologico. In definitiva l’HD esterno 2tb appare robusto, maneggevole, interamente di colore nero.

HD esterno

A questo punto collego l’HD esterno al mio MacBook Pro, tramite USB. Effettivamente mi accorgo che, aprendo la finestra collegata al dispositivo, questa appare grigia. Provando a copiare un file all’interno dell’HD esterno, l’operazione risulta impossibile. Il processo di inizializzazione Mac va quindi davvero effettuato. Prima d’ora non avevo mai avuto “problemi” di formattazione con i precedenti modelli di hard disk esterni, seppur notevolmente più vecchi. Rimango quindi un po’ dubbiosa sul formato in cui è meglio formattare l’HD esterno Wd Elements. La scheda di supporto fornita sul sito Western Digital è completa ed esaustiva. Decido tuttavia di chiedere aiuto al vero “Salvatore”, colui il quale ci tira sempre fuori dalle beghe tecnologiche. Il mitico Aranzulla!

Come formattare l’HD esterno Wd Elements: inizializzazione Mac

L’inizializzazione Mac dell’HD esterno Wd Elements è molto più semplice di quanto si pensi. Eccola spiegata passo passo:

  • Cliccate sull’icona del Finder del vostro Mac, per iniziare la procedura di inizializzazione Mac, altrimenti l’HD esterno non vi permetterà la scrittura dei file al suo interno.
  • Nel menù laterale sinistro del Finder (“Preferiti”), cliccare sulla cartella “Applicazioni”.
  • A questo punto, per continuare nella procedura di inizializzazione Mac per l’HD esterno 2tb Wd Elements, cliccare due volte sulla cartella “Utility”. Nuovamente, cliccare due volte sulla cartella “Utility disco”.
  • Noterete che si sarà aperta una finestra. Sul lato sinistro sono evidenziati gli hard disk interni ed esterni collegati. Selezionare Wd Elements. Dovrebbe aprirsi un’ulteriore finestra di dialogo più piccola. Qui, se lo si desidera, si potrà assegnare un nuovo nome all’unità HD esterno e scegliere il formato di formattazione. Si consiglia si selezionare ExFAT nel menù a tendina.
  • Nella barra in alto della finestra, cliccare su “Inizializza”. Il procedimento di inizializzazione Mac potrebbe durare alcuni minuti, ma in verità è sempre velocissimo.
  • Et voilà! L’inizializzazione Mac dell’HD esterno è avvenuta. Più facile a farsi che a dirsi.
  • Se lo si desidera, si potrà anche scegliere di eseguire una partizione dell’hard disk, uno step che io personamente non ho eseguito, ma che può essere utile a chi deve fare precise distinzioni tra i file archiviati.

Una volta conclusa l’inizializzazione Mac, si può passare alla scrittura su HD esterno Wd Elements.

Salvare file sull’HD esterno Wd Elements

Quanto è veloce questo HD esterno nell’eseguire le operazioni di salvataggio dati? Bene, appena arrivato, il “piccoletto” è stato sottoposto subito a un notevole “stress”. Ho raccolto in una cartella tutti gli elaborati di vario genere, dai documenti alle foto, e l’ho lasciata sul mio desktop. File per circa un anno e oltre di “vita digitale”. L’intera cartella era più grande di 500 gb e avevo necessità di salvarla sull’HD esterno, prima di rimuoverla. L’ho copiata all’interno, nella sua interezza. Il processo di salvataggio ci ha impiegato circa 2 ore per giungere al termine. Per ciò che riguarda l’affidabilità dell’HD esterno Wd Elements, solo il tempo potrà parlare, benchè la qualità degli apparecchi Western Digital sia tendenzialmente una garanzia.

Tipologie di file system da scegliere durante l’inizializzazione Mac

Facciamo un passo indietro: come accennato in precedenza, durante il processo di inizializzazione Mac, ci viene chiesto di scegliere un formato con cui procedere alla formattazione dell’HD esterno. Una scelta fondamentale per rendere leggibile e scrivibile il dispositivo in modo corretto. Come risposta, è stata fornita ExFat, vi spieghiamo il perché e gli altri formati tra cui, eventualmente, scegliere:

  • FAT32, è un formato dall’alto grado di compatibilità però un po’ vecchio. Formattare un HD esterno in questo formato lo renderà compatibile con la maggior parte dei dispositivi, compresi decoder e lettori DVD, Smart TV, tablet e pc. Ciò che, però, non ci rende appetibile questa scelta è l’impossibilità di salvare su HD esterno singoli file più grandi di 4 gb. Di sicuro un grosso limite per chi solitamente invece opera con file grandi, come foto ad alta definizione, filmati. Sarebbe un problema persino salvare la vostra collezione di musica o film preferiti. FAT32 è un formato con cui si può formattare un HD esterno come il Wd Elements solo se la priorità è quella di poterlo usare con il maggior numero di dispositivi possibile.
  • ExFAT, è la versione migliorata e modernizzata del formato FAT32. Con questo formato non sussiste più il limite di 4 gb di peso per ogni singolo file. Di contro potrebbe non essere un formato supportato da qualsiasi dispositivo, come i decoder e le TV. Tuttavia non crea problemi con PC Windows, tablet, Smart Tv e molto altro. La scelta migliore per la formattazione dell’HD esterno, che permette di utilizzare il Wd Elements senza problemi anche salvando file di grandi dimensioni.
  • HFS+, un formato per chi pensa di usare l’HD esterno solo su Mac. Formattando in HFS+ infatti sarà problematico usare l’hard disk anche su Windows, senza un driver specifico. Non ci sono particolari limitazioni per ciò che riguarda il peso dei file, tuttavia, si evince, non è la scelta più versatile per l’inizializzazione del Mac del Wd Elements.
  • NTFS, ovvero il file system di Windows. L’inizializzazione Mac dell’HD esterno con questo metodo non permetterà la sua scrittura e di conseguenza le modifiche. Le periferiche formattate con questo sistema saranno disponibili in sola lettura. Pertanto, l’inizializzazione Mac in NTFS renderà necessari driver diversi per poter effettuare la scrittura dell’HD esterno Wd Elements, driver che potrebbero essere anche non in download gratuito.
  • Partiziona, permette di suddividere in aree diverse la memoria dell’HD esterno. Proprio come se fosse una torta, gli “spicchi” si possono aggiungere o togliere col tasto – o + e salvare file diversi in ogni sezione del Wd Elements. Una maniera pragmatica e intuitiva per fare ordine tra contenuti diversi da archiviare in modo da essere facili da ritrovare.

Questo per fornire una panoramica sulle diverse tipologie di scelta che teoricamente si possono fare durante l’inizializzazione Mac di un HD esterno come quello Western Digital in questione. In generale comunque, la stragrande maggioranza delle opinioni suggerisce di utilizzare il metodo meno restrittivo.

HD esterno
Leggi tutte le recensioni su Amazon | HD esterno

Western Digital: storia dell’HD esterno

Quando si pensa all’hard disk o all’HD esterno, bisogna sapere che dietro questi dispositivi ormai di uso comune e indispensabili per la “salute” del nostro computer, c’è Western Digital. La storia di questa azienda inizia negli anni ’70, con il nome di General Digital, dopo lo spostamento in California inizia la produzioni di dischi rigidi. All’inizio degli anni anni 2000 nascono gli hard disk ATA con una cache di 8 mb e il primo hd SATA con 10000 rotazioni al minuto. In seguito Western Digital ha comprato la Hitachi e la SanDisk, dal 2012 produce anche prodotti come router e switch. Ad oggi Western Digital rappresenta la metà del mercato globale in fatto di hard disk. Perciò stiamo parlando di dispositivi di sicura qualità, garantiti da una lunga esperienza specifica nel settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *