PC assemblati: Alimentatore, prezzi e opinioni su Corsair, Antec e Straight Power 10

PC assemblati: non sottovalutate l’alimentatore per computer! Tra Corsair, Antec e Straight Power, ecco uno dei pezzi fondamentali del vostro hardware

Se il vostro hobby sono i PC assemblati avrete sicuramente letto la nostra guida. Saprete che di fatto costruirsi il computer da soli è il miglior modo per avere performance top al prezzo più basso. Questo però non significa “risparmiare”. Ci spieghiamo: è sempre meglio fare spese bilanciate, nelle quali le varie componenti siano qualitativamente paragonabili. Inutile spendere 1000 € per una scheda video e 300 € per tutto il resto (a meno che non stiate minando, ma QUI trovate un’altra guida utile). Per utilizzare un paragone, è un po’ come quando in palestra ci si allena solamente sui bicipiti, tralasciando gambe, addominali e via dicendo. Seguite la scheda che vi prepara il trainer ed eviterete di assomigliare a un cartone animato. In questo articolo tratteremo una componente spesso trascurata da chi realizza PC assemblati, ma fondamentale per il corretto funzionamento. Si parla di alimentatori per computer.

Che cos’è e a cosa serve un alimentatore per computer

Lo dice la parola stessa ma noi specifichiamo, pure consapevoli del rischio ovvietà. Un alimentatore per computer è un convertitore AC-DC che fornisce energia elettrica raddrizzata al vostro pc desktop. In pratica adatta il flusso di energia che arriva attraverso la corrente, modificando i livelli di tensione e di potenza attraverso un trasformatore. In realtà in un PC esistono degli standard tra le varie componenti, per facilitare la vita agli alimentatori. Ciò significa che le tensioni possono essere di tre tipi: 3,3, 5 e 12 volt. Il difficile è che l’efficienza dell’alimentazione non può mai essere del 100%. Si misura in percentuale ed è il rapporto tra la quantità di energia in entrata (quella che arriva dalla presa, per intenderci) e quella che viene utilizzata da hard disk, CPU, scheda video e via dicendo.

Maledetta dispersione

L’efficienza energetica è un grattacapo mica da poco per ingegneri, tecnici e informatici. Questo perché anche nei sistemi più efficienti ed evoluti una bella fetta “se ne va” in calore. E quando leggete 80% sul libretto delle specifiche, il calcolo non è così semplice. Quella percentuale mancante (i 20%) vengono chiesti in prestito prima dalla presa di corrente e poi dispersi in calore. Facciamo un esempio: se abbiamo un alimentatore da 1000 W, non ne eroga 800 W effettivi. Ne eroga 1000 effettivi e si consuma (disperdendoli) i Watt in eccesso. Senza contare che le componenti di un PC a loro volta sprecano energia (ed è un problema anche per l’ambiente). Come ridurre al minimo gli sprechi e vivere felici? Semplice: nei PC assemblati NON risparmiate sull’alimentatore per computer. Di seguito, vi consigliamo alcuni modelli forti, adatti a ogni esigenza di prezzo e performance.

Alimentatore economico: Corsair RM750x

Partiamo dal modello economico. Si chiama Corsair RM750x ed è un alimentatore più che buono. Ha 750 W (ma c’è anche il modello da 850), ha un surriscaldamento basso, con 49 gradi alla piena potenza. L’efficienza è certificata 80 Plus Gold e ha una bassissima rumorosità. Se vogliamo andare sul tecnico, l’alimentatore Corsair RM750x ha un solo connettore EPS, un ripple contenuto e il bilanciamento sui canali minori. Possiede dei condensatori giapponesi, che sono di grandissima qualità. Non pesa proprio poco (2 chilogrammi), ma è ininfluente su un case di medie dimensioni. Il fattore di forma è un ATX12V ed è Haswell-Ready: usa cioè circuiti di regolazione indipendenti per i canali minori. Perfetto per chi vuole risparmiare, senza rinunciare alla qualità.

Be Quiet, please! Straight Power 10 è l’alimentatore più silenzioso

Siete degli audiofili incalliti? O siete semplicemente allergici ai rumori di fondo? Prediligete il silenzio e scegliete l’alimentatore per PC Straight Power 10. Secondo Techradar è il fuoriclasse della discrezione. Ha una capacità di 400-700 Watt, un efficienza di 80 Plus Gold e una garanzia di 5 anni. Ma il vero vanto di dell’alimentatore per PC Straight Power 10 è la riduzione del rumore. Ha una ventola con pale da 135 mm, dotate di scanalature create ad hoc, per disturbare l’utente il meno possibile. È la tecnologia chiamata “Silent Wing”, che mantiene la rumorosità a 15 db, anche a 1200 round per minute. Insomma siamo a una soglia difficilmente udibile dall’orecchio umano. Tenere il vostro PC assemblato anche di notte e potrete minare dormendo sonni tranquilli.

Corsair HX1000i: La potenza non è niente senza il controllo

Volete evitare cali di tensioni e insufficienza energetica. Prendete la bestia del catalogo HDiscount. Si chiama Corsair HX1000i ed è un alimentatore per PC potentissimo. Ha 1000 Watt e si posiziona come uno dei migliori alimentatori sul mercato. Almeno quelli di fascia alta, sulla quale la Corsair domina sulla concorrenza. Suoi sono anche l’AX1500i e tutta la serie AXi. I prezzi sono consistenti e li consigliamo solamente per esigenze particolari. Si sfiorano i 500 €, nel caso dell’ AX1500i: per questo consigliamo il fratello “minore” HX1000i.

Antec HCP-1000 850W ATX Nero

Infine vi segnaliamo questo alimentatore per PC Antec HCP-1000 a 850 Watt. Ha struttura ATX ed è un modello un po’ vecchiotto. Tuttavia fidatevi, quando vi diciamo che ha tutto quello di cui potreste aver bisogno. Il segreto è che gli alimentatori per PC non diventano desueti come il resto delle componenti. Chi si occupa di PC assemblati, dovrebbe saperlo. L’Antec HCP-1000 ha un’efficienza dichiarata del 94%, una certificazione 80 Plis Platinum e un design dark ma elegante. According to Wikipedia, la Antec è un’azienda statunitense specializzata in case e alimentatori. Insomma, potete fidarvi ciecamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *