Lomo'Instant Song's Palette Edition

Lomo’Instant Song’s Palette Edition: fotografia di un’estate

La serie di fotocamere analogiche Lomo’Instant propone macchinette da collezione: nei colori pastello 2020 ecco la Lomo’Instant Song’s Palette Edition.

La fotografia non è fatta solo di apparecchiature super tecnologiche: come in una skyline di grattacieli sopravvive qua e là una piccola casetta, anche la pratica analogica afferma con forza la sua esistenza. Le macchine fotografiche istantanee sono nuovamente molto diffuse e apprezzate, tra di esse i modelli Lomography della serie Lomo’Instant. Oggetti cult, che sono anche (forse soprattutto) belli da avere e collezionare. L’ultimo dispositivo del genere è la Lomo’Instant Song’s Palette Edition, realizzata attraverso una collaborazione con un’artista della Corea del Sud, cui sono molto cari i colori e il loro utilizzo. Bellissima da regalare e da regalarsi, è pensata per fungere la stimolo creativo. Osserviamola dunque un po’ più da vicino.

Lomography, confronta le fotocamere e i prezzi

Da non perdere

La serie Lomo’Instant

Nel bel mezzo della conclamata era del digitale sono tornate prepotentemente in auge le macchinette fotografiche analogiche. In particolar modo quelle istantanee: divertenti e curiose, dopo lo scatto producono subito una piccola stampa delle foto, proprio come si usava fare in passato. L’amore per gli oggetti vintage, o che richiamano epoche andate, è connesso alla paura di perdere il contatto con le nostre radici. Una sorta di culto animistico, insomma. Ecco allora che alla diffusione dell’iper-tecnologia fa da contraltare la rimessa in circolo di strumenti dalle funzionalità elementari

Tra le fotocamere istantanee più iconiche, non solo la mitica Polaroid e la Fujifilm Instax: anche Lomography ha dedicato una linea a questa tipologia di apparecchi. Ovvero la coloratissima serie Lomo’Instant, all’interno della quale non è raro trovare vere e proprie chicche da collezione e Lomo edizione limitata. Questo è il caso della Lomo’Instant Song’s Palette Edition, dedicata all’estate e alla creatività.

Scopriamo la Lomo’Instant Song’s Palette Edition

Ultima arrivata nella collezione Lomography Instant, la fotocamera estiva Lomo’Instant Song’s Palette Edition rispecchia in pieno la tendenza dei colori pastello, leitmotiv del 2020. Una creazione originale elaborata sull’idea dell’artista sudcoreana Park Song Lee, conosciuta semplicemente come Song-E. Il motivo della scocca esterna che caratterizza questa Lomo edizione limitata richiama i disegni impressionisti, le matite, i gessetti e le pennellate veloci. L’immagine frammentaria si ricompone a livello ottico: la pittura e la fotografia hanno molto in comune. La specificità dei toni sulla Lomo’Instant Song’s Palette Edition è molto importante, proprio in relazione alla figura di Song-E.

L’artista dietro la Lomo edizione limitata

Chi è, dunque, Song-E? L’artista si occupa principalmente di una disciplina conosciuta come visual therapy, da noi ancora poco diffusa, tanto che non si trovano molte informazioni in merito. Oltre a ciò Park Song Lee è un’appassionata fotografa: predilige le macchine analogiche, così da qui è scoccata la scintilla per Lomography. La sua filosofia di vita e artistica si può definire senz’altro ottimista, volta al “think positive”: una profonda convinzione di Song-E risiede nelle capacità insite in ognuno di noi. Tutti possono essere creativi realizzando con le proprie mani e il proprio impegno cose in grado di restituire grande soddisfazione. Un carburante fondamentale per tutta l’esistenza. Il modo di percepire la realtà dell’artista si trasfigura anche nella sua creazione dedicata alla serie Lomo’Instant Song’s Palette Edition.

Le caratteristiche della fotocamera

Sullo shop online Lomography sono disponibili due modalità di acquisto della Lomo’Instant Song’s Palette Edition: quella che prevede solo il cosiddetto corpo macchina e quella con un kit di ottiche dedicate e associate. Ma tecnicamente cosa fa questa Lomo’Instant? Innanzitutto una delle peculiarità principali sta nel poter sfruttare le ricariche Fujifilm Instax Mini come carta e formato di stampa istantanea (ovvero 62 mm x 46 mm). Molto diffuse e facilmente reperibili in commercio, soprattutto online, sono anche le più affidabili. Garantite da un’eccellenza quale è Fuji. 

L’otturatore se la cava egregiamente da 1/125 all’infinito e consente di usufruire della posa personalizzata Bulb. Il diaframma risulta gestibile anche in manuale, su aperture che vanno da f/8 a f/32, mentre la messa a fuoco è attuabile già a 0,4 metri di distanza dalla lente. La Lomo’Instant Song’s Palette Edition permette l’avanzamento automatico della pellicola, quindi il relativo conteggio dei frame, e dispone del lampeggiatore flash bulit-in. S’inquadra attraverso il mirino ottico ed è presente anche l’attacco per l’eventuale cavalletto fotografico. L’alimentazione avviene con quattro semplici batterie AAA.

Scattare in modo creativo 

Proprio secondo gli ideali di Song-E, la Lomo’Instant Song’s Palette Edition permette di attuare parecchie strategie creative. Con questa Lomography Instant si può:

  • scattare in automatico, esposimetro interno e flash si coordinano permettendovi di ottenere il miglior risultato possibile anche con poca luce. L’apertura di diaframma standard si fissa su f/16, mentre sarà possibile regolare la compensazione
  • riprendere scene in manuale, di giorno, impostando flash, tempi e diaframmi in maniera personalizzata (modalità N)
  • tenere a lungo la posa Bulb, (modalità B) col diaframma aperto, per un tempo deciso dal fotografo senza che lampeggi il flash

Sulla macchinetta è montata di default un’ottica di tipo grandangolare che consente una messa a fuoco molto ravvicinata, per una Lomo’Instant. Compatibile con tanti accessori Lomo, la fotocamera consente di alloggiare il cavo per l’autoscatto, perfetto anche per realizzare immagini prive di effetto mosso, oltre che dei moderni selfie. Si potrà anche sperimentare con le gelatine colorate, per variare l’effetto della luce, così come scattare in doppia esposizione. Inoltre sarà possibile anche l’utilizzo di ottiche addizionali, per effetti sempre più vari e sperimentali. Decisamente colore al potere sotto tutti gli aspetti nella nuova Lomo edizione limitata.

Perché devo avere la Lomo’Instant Song’s Palette Edition?

Per chi è appassionato di fotografia analogica e del marchio Lomo (soprattutto della sua filosofia) la Lomo’Instant Song’s Palette Edition diventa automaticamente un oggetto del desiderio. In questo caso tutto ciò che risulta connesso alla tecnologia della macchina passa in secondo piano. Per quanto comunque questa Lomo’Instant abbia diversi automatismi che rendono pure più preciso l’output finale dello scatto. Tra cui un sensore che coordina lampo del flash e otturatore, per ottenere sempre la combo migliore. Inoltre consente di sperimentare effetti come il light painting, grazie alla lunga esposizione della posa Bulb (B). Ma com’è noto le Lomo sono famose per la resa un po’ casuale e “sfumata” delle immagini: cosa che si potrebbe dire va di pari passo con l’estetica della Lomo Edizione Limitata di Song-E. Con i suoi colori tenui, dall’azzurro al lilla, con contrasti verdi e vermigli. 

Un oggetto molto femminile e fresco, divertente anche da abbinare con i propri outfit estivi. Perché Lomography Instant è anche moda e tendenza. Bisogna affrettarsi dunque, poiché appunto come tutte le collezioni sono previsti solo pochi pezzi, da accaparrarsi prima che vadano esauriti. Regalare la Lomo’Instant Song’s Palette Edition a qualcuno? Ottima idea. Per questo vi consigliamo decisamente la confezione che comprende tre obiettivi aggiuntivi insieme alla fotocamera, per un kit davvero completo. Altro motivo, nemmeno poi così da sottovalutare, per cui preferire questa Lomo ad altre, sta nel fatto che funziona con le ricariche della Fuji Instanx Mini: possiedi già questa macchina? Non puoi che regalarti anche l’adorabile Lomo’Instant Song’s Palette Edition.

Chi sono i “lomographer”? Piccolo ripasso

Per quanto ci sia già capitato di parlare di Lomography all’interno del nostro blog, torniamo brevemente sull’argomento, per chi ci si dovesse imbattere adesso per la prima volta. Lomo più che un marchio è un movimento: alcuni studenti viennesi nel 1992 decidono di restituire gloria a una particolare tipologia di fotocamere russe, simbolo della stravaganza espressiva degli anni ’80. Ecco quindi che sono state riprodotte le pellicole adatte e, al contempo, tante nuove emulsioni sperimentali e divertenti, dato che stiamo evidentemente parlando di macchinette analogiche. Parallelamente si è andata sviluppando anche una folta community di fotografi appassionatidel marchio o che, addirittura, scattano solo con le Lomo. 

I “lomographer” hanno quindi iniziato a condividere i loro scatti e a confrontarsi, consolidando la loro valenza culturale. Fino a dedicarsi anche alla realizzazione di corsi e workshop sulla lomografia: non sono pochi gli artisti che incentrano la loro opera, quotata e storicizzata, su questa tipologia d’immagini. Inoltre sono presenti, in giro per il mondo e anche in Italia, dei Gallery Stores Lomography dove vengono allestite mostre e si tengono party, così che la comunità abbia modo di ritrovarsi anche personalmente, oltre la condivisione online. Il colorato e attivo mondo Lomo e Lomo’Instant aspetta ogni nuovo interessato con gioia.

Lomo’instant: qualche esemplare da collezionare

La Lomo’Instant Song’s Palette Edition è di sicuro la novità del momento, ma non è l’unica Lomography Instant ancora presente nel catalogo del brand. Gli apparecchi da collezione ancora acquistabili si trovano assai facilmente, soprattutto sul web. Ce ne sono per tutti i gusti, ognuno con un sapore particolare, in grado di riportarci indietro nel tempo. Per rivivere un’eterna “dolce vita” che si ripropone ad ogni scatto. Ecco allora una piccola selezione di Lomo’Instant, tra cui scegliere la prossima da aggiungere all’assortimento personale.

1 – Lomography Lomo’Instant Automat Cabo Verde

Sulla falsariga della Lomo’Instant Song’s Palette Edition ecco la Lomography Lomo’Instant Automat Cabo Verde. Qui presentata nella versione kit con le ottiche aggiuntive, prevede molte automazioni oltre alla medesima, comoda, possibilità di stampare le foto utilizzando le cartucce Fujifilm Instax Mini. Si può scattare sincronizzando flash ed esposimetro per ottenere il miglior risultato possibile, così come usufruire delle impostazioni manuali

La messa a fuoco, molto basic come succede solitamente sulle Lomo’Instant, è tipo zonale. Con le ottiche comprese nel set si potranno immortalare immagini ultra-grandangolari, ravvicinate di tipo close-up, così come sfruttare l’effetto surreale del fish-eye. Inoltre è presente la funzionalità per l’autoscatto. Davvero compatta e divertente da usare, mette subito di buonumore con la sua scocca dal colore brillante: disponibile in tante varianti.


2 – Lomography Lomo’Instant Wide Combo

La Lomography Lomo’Instant Wide Combo è la macchina fotografica istantanea ideale anche per chi chiede qualcosa in più a questo tipo di fotografia, per quanto naif ed emozionale. Infatti se il nostro intento è anche avviare una produzione artistica, questa è un’ottima scelta tra le Lomo’Instant. Oltre a permettere scatto grandangolare e close up, sarà possibile effettuare autoscatti(per mezzo del PC Sync) e avvalersi della funzione creativa e vagamente surreale dello splitzer: l’immagine verrà tagliata e divisa in due parti. 

Non c’è praticamente più nessun limite alla creatività con un apparecchio del genere. Infatti sarà facile effettuare anche le doppie esposizioni, quelle lunghe per sfruttare gli effetti della luce e utilizzare le gelatine colorate, come sui flash da studio. Anche con la Wide Combo sarà possibile utilizzare le cartucce Fujifilm Instax Mini: l’alleanza tra il marchio giapponese e Lomo ci rende facile la vita e permette di reperire con facilità il supporto per la stampa delle nostre piccole istantanee. Ovviamente indicatissima anche come idea regalo, davvero originale e stilosa.


3 – Lomography Lomo’Instant Square Glass Combo

Con la Lomography Lomo’Instant Square Glass Combo si cambia formato. Uno degli apparecchi più originali Lomo e, in generale, della produzione di fotocamere in circolazione. La Lomo’Instant Square permette l’utilizzo delle pellicole Instax Square ma dispone pure di un cassettino extra per sfruttare anche le cartucce Fuji Instax Mini. E in questa versione Combo viene venduta con tutta una serie di accessori che ne ampliano le funzionalità e stimolano al contempo la creatività del fotografo. Tra di essi una lente aggiuntiva ideale per eseguire i ritratti fotografici e le gelatineda usare con il flash e variare il tono della luce. 

materiali di realizzazione sono evidentemente di qualità, come su tutti i prodotti originali Lomography. Ottimi gli snodi degli sportelletti e delle aperture necessarie su questa macchina. L’utilizzo inizialmente può non sembrare così intuitivo, ma una volta entrati nel mood Lomo s’imparerà ad avere a che fare con questi strumenti e ad allenare l’intuito per la messa a fuoco e i tempi di scatto. In ogni caso esite anche una funzione per lo scatto automatico in grado di limitare la soglia d’errore. L’obiettivo presente è da 95 mm equivalente a un 45 mm. Un apparecchio di cui si può dire molto, soprattutto che è unico nel suo genere e non può che stare sulla bacheca di un collezionista, nonché seguirlo durante le sue avventure: la macchinetta infatti è estremamente compatta, portabile e leggera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *