migliori cuffie 2017

Migliori cuffie 2017: The House of Marley, 3 motivi per comprarle

Forse non saranno le migliori cuffie 2017, ma noi vi diamo 3 motivi per acquistare le The House of Marley. Eccoli!

“La casa di Marley”, sarebbe tradotto in italiano. Un brand nuovo, ma che sta già spopolando nel mercato delle cuffie. Il merito risiede anzitutto nel nome azzeccatissimo, ma più in generale nell’attitudine reggae, in controtendenza a quella cool delle Beats By Dr. Dre. Così il marchio The House of Marley è entrato a gamba tesa nel mercato dei diffusori e auricolari di qualità, specializzandosi nei bassi ritmati e ovattati della musica con i dredd. I modelli ve li abbiamo già descritti ampiamente negli articoli precedenti: ci sono le Positive Vibration, le The House of Marley Roar e le semplici cuffiette “Little Bird”. Ora però, siamo qui per parlarvi d’altro; o meglio, per offrirvi 3 buoni motivi per passare alle The House of Marley. Ecco perché (forse) sono le migliori cuffie 2017!

Perché sono cuffie di “sani” principi

Ebbene sì: le cuffie The House of Marley sono portatrici di principi più che nobili. Sul sito ufficiale del brand, scopriamo che la casa si impegna di fronte al consumatore a “realizzare prodotti che siano di alta qualità, eart-friendly e che incarnino la visione di Marley”. Un misto di hippieismo, filosofia new age e attitudine afro, fuse in un solo marchio. Le loro missioni sono: La sfida del tempo, creando prodotti di qualità che durino; eco-sostenibilità, lavorando per un mondo migliore e meno inquinato e la responsabilità sociale, tradotta in supporto economico alla ONG 1Love. Proprio dei bravi guaglioni questi capoccia di The House of Marley. Impossibile resistere al loro ricatto morale!

Cuffie Beats: AKG, House of Marley, Sennheiser, alternative economiche

Perché sono l’ultimo baluardo contro il fighettismo

Migliori cuffie 2017 chissà, ma un primato lo hanno di sicuro. Sono le più “rilassate” sul mercato internazionale: l’ultimo vero brand che combatte il fighettismo delle Beats by Dr. Dre e dei prodotti Apple. Basta con queste linee delicate, quel bianco latte e quelle superfici lisce. Noi teniamo per il design rustico delle The House of Marley, fatto di colori accesi (quelli della bandiera giamaicana, soprattutto), componenti poco rifinite e materiali poveri. Il vecchio Bob avrebbe certamente apprezzato, pace all’anima sua.

Perché sulla qualità non si scherza

Relax, cannette (ops!) e cocktail sulla spiaggia: così ci immaginiamo la pausa pranzo dei tecnici di The House of Marley. Che vita, ragazzi. Però quando c’è da lavorare, gli artigiani della cuffia non scherzano mica. Massima serietà sulla qualità audio, comprovata dalle recensioni al TOP arrivate sui siti specializzati. “i materiali naturali si fondono totalmente con la tecnologia per assicurare un suono incredibile”, spiegano sul sito ufficiale a proposito del modello Trechtown Rock. E la differenza, fidatevi, si sente eccome. Un’esperienza appagante per i vostri timpani, ma anche per l’anima, promettono dalla casa di Marley. Is this love that I’m feeling? Forse sì, oppure semplicemente cuffie di qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *