Quale OnePlus comprare? Recensioni e opinioni sugli smartphone flagship

Quale OnePlus comprare? Recensioni e opinioni sugli smartphone flagship

Se volete uno smartphone top di gamma, con prezzi contenuti c’è lei, OnePlus. Ma quale comprare? la guida dedicata al brand cinese che fa paura

Si parla tanto di questa azienda, OnePlus, ormai pluriennale nella sua Storia, ma vi siete mai chiesti esattamente che cosa ci sia dietro? Questo articolo cercherà di spiegarvi la storia di uno dei brand che maggiormente hanno attirato l’attenzione su di sé in campo hi-tech, telefonia e smartphone. E offriremo recensioni complete su (quasi) tutti gli smarphone OnePlus al momento disponibili sul mercato. Quale OnePlus comprare? Scopriamolo assieme.

Dove conviene comprare i Oneplus su internet?

Come nasce il brand OnePlus?

Storicamente si fa risalire questo brand ad una startup orientale, nata quasi per caso da un team di ricercatori del digitale che avevano in mente un progetto ben preciso. Creare lo smartphone flagship perfetto. Non un semplice telefono smartphone di ultima generazione, ma un vero e proprio dispensatore di tecnologia mobile d’avanguardia, che riuscisse a racchiudere tutte le caratteristiche principali che un telefono del genere deve avere, e condensarle in un unico modello. Le indagini svolte dall’azienda portarono ormai nel lontano 2014 con il primo modello dell’azienda di Pete Lau, ovvero OnePlus One. Un telefono che condensava dentro di sé caratteristiche da top di gamma, ma che veniva venduto ad un prezzo relativamente basso.

Il prezzo concorrenziale è stata un’arma dell’azienda fin dagli esordi. Ha continuato ad esserlo almeno fino alla metà del 2016, quando uscirono un paio di modelli il cui costo aumentò in relazione all’hardware installato. OnePlus One ancora oggi viene considerato uno dei flagship meglio riusciti al mondo, nonché uno dei migliori smartphone Oneplus di sempre. Ai tempi l’azienda aveva anche un modo particolare di vendere i propri telefoni, ovvero con inviti reperibili tramite internet e solamente attraverso il proprio sito ufficiale. Nel corso del tempo poi sono arrivate le affiliazioni Amazon e tutto il resto, ma questo singolare sistema di vendita che per larga parte ha pervaso anche il secondo modello uscito nel 2015, hanno contribuito ad elevare l’azienda allo stato di “mito”, facendo diventare i “Plus” telefoni quasi esclusivi.

Quali sono le caratteristiche principali di un telefono OnePlus?

Fin dal primissimo modello, l’azienda si è posta un obbiettivo ambizioso: offrire il meglio che la tecnologia del momento potesse regalare, ma a un prezzo contenuto. Tuto qui? Decisamente no! Hanno anche una velocità ed una intuitività di utilizzo uniche, grazie ad un OS studiato a tavolino. Il risultato non è scarno, piuttosto fluido e dinamico. Una caratteristica che invece accomuna molti dei modelli iniziali è la presenza di un comparto fotografico sotto tono, ma è una pecca che è stata risolta col tempo. L’azienda inizialmente pensava di produrre telefoni per i nerd, persone che fossero appassionate di tecnologia e “specifiche”. Era rivolto a tutti coloro che volevano stringere fra le mani un prototipo. Un telefono che fosse una commistione di avanguardia e usabilità quotidiana.

Come si è trasformata l’azienda nel corso degli anni?

Ovviamente il mondo, soprattutto quello della tecnologia, si muove più veloce di qualunque altra cosa. Era inevitabile anche anche OnePlus seguisse alcuni trend. Nel corso degli anni la startup (ora multinazionale) ha trasformato il proprio pensiero ma senza snaturare il proprio credo. La prima trasformazione l’abbiamo vista col modello X, che implementava funzioni aggiuntive ed un comparto foto nettamente migliorato, ma anche un prezzo più alto. Nel corso del tempo il brand è divenuto molto più lussuoso di quanto non lo fosse alla sua comparsa, ma anche se oggi, chi vuole risparmiare davvero, si rivolge a Xiaomi o Oppo che nel corso del tempo avevano ormai preso piede, nel mercato di OnePlus erano entrati anche altri clienti che hanno portato oggi l’azienda ad essere fra le leader del settore.

Quale OnePlus comprare? Domanda lecita!

Diciamo che dipende come sempre dalle esigenze della persona. L’articolo in questione non si soffermerà sui primi modelli prodotti dall’azienda, ma si concenterà piuttosto sugli ultimi 4 o 5 usciti. In sostanza dipende sempre da ciò che vogliamo fare con il nostro smartphone, e nel parco modelli di OnePlus le scelte non mancano. Vi sono smartphone più predisposti al gaming ed altri alla fotografia. Alcuni modelli sono per i business man alla ricerca di un telefono per connettersi con il mondo, altri ancora per i millennial di nuova generazione.

Andiamo ora a scoprire quale OnePlus comprare, a seconda delle esigenze, del budget e delle caratteristiche. Troverete recensioni, opinioni e prezzo per ogni modello di smartphone. Sono tutti gli “acquistabili”, quindi nessuno obsoleto o poco consigliato. Buona lettura!


OnePlus 6: quando iniziò a rivoluzione di un mondo in espansione

Quando venne presentato questo modello (OnePlus 6) tutti rimasero stupefatti dalla capacità nel condensare uno schermo grande in un telefono che rimaneva di dimensioni contenute. Parliamo di un cristallo da 6, 18 pollici AMOLED con una risoluzione ampia, impreziosita da alcune opzioni presenti nelle app di sistema che garantiscono un bilanciamento dei colori straordinario ancora oggi se lo si osserva. A fare da guida a questa piccola belva di tecnologia troviamo un sOc SNapdragon 845, il sesto modello dell’azienda era infatti uno dei primi in commercio che installava il nuovo chipset prodotto da Qualcomm.

Un processore veloce, versatile e soprattutto ampiamente personalizzabile in lungo ed in largo, senza rinunciare a niente. Memoria RAM da 6GB e memoria interna da 64GB non espandibili come la tradizione dell’azienda vuole. Nonostante sia una skill che tanti utenti richiedono, ricordiamo che un telefono dotato di singola memoria ha sicuramente una marcia in più e la fluidità generale ne giova appieno. Comparto fotografico discreto con doppio obbiettivo grandangolare e classico, ed una registrazione video che arriva fino al 4K. Nonostante i modelli successivi, ancora oggi OnePlus 6 continua a vendere tanto, forse per il suo prezzo che nel tempo è sceso arrivando a meno di 450 euro, il che considerando hardware e possibilità lo rendono un vero affare. Bellissima la versione Rossa.

OnePlus 6T: la rivoluzione continua

Come accade ormai dal quinto modello, OnePlus ogni anno sforna due telefoni, con caratteristiche simili. Una scelta in stile Apple, per intenderci. La versione T del OnePlus 6 si differenzia dal precedente per alcune skills in più, dato che la base è la medesima a livello di chipset, comparto fotografico e memoria flash. Aumenta però la memoria interna che arriva a 128GB comunque non espandibili. Ciò che invece rende unico questo smartphone OnePlus è lo schermo, dato che arriva a 7 pollici con risoluzione Full HD Plus. Buona l’introduzione del notch a goccia nella parte superiore del telefono.

Il risultato è un cristallo davvero bello da vedere, con un bilanciamento altrettanto stupefacente ed una resa finale incredibile. Non cambia neanche il comparto foto ne tantomeno la base di OS e personalizzazione. E’ dunque una versione rivisitata e corretta del modello base. Il risultato ai tempi (2018) fu ottimo, dato che OnePLus 6T vendette molte più unità rispetto al suo fratello minore. Perché comprare il OnePlus 6T oggi? Per trovarsi fra le mani una macchina che offre per circa 500 euro un’esperienza che difficilmente si dimentica se la si prova una volta nella vita. E’ lo smartphone OnePlus da comprare? Può essere una buona opzione, per chi volesse risparmiare sul prezzo d’acquisto, accaparrandosi un device ancora aggiornatissimo. Buona la rivendita e il servizio su OnePlus offerto da Amazon, a questo link.

OnePlus 7: quando perfezione significa standard alti

Se vi state chiedendo quale OnePlus comprare e siete amanti della velocità, allora il settimo modello fa al caso vostro. Non è uscito moltissimo tempo fa ed ma è già stato superato da modelli successivi. Rimane il fatto che questo OnePlus 7 è uno dei flagship della scorsa generazione. Uno dei primi telefoni al mondo che ebbe il coraggio di testare a fondo il nuovissimo chipset di Qualcomm, lo Snapdragon 855, allora in fase di pre release quando l’azienda cinese decise di installarlo sui propri telefoni. Uno smartphone completo sotto tutti i puti di vista, che affianca al bellissimo e potente processore una memoria flash da 6 GB e una memoria interna da 128 come vuole la tradizione.

La cosa che lo rende ancora più interessante è la GPU, una Adreno 640, il top della nuova generazione e che merita sicuramente una menzione. Come la merita lo schermo, un cristallo da 6, 41 pollici con una diagonale sorprendente e con un bilanciamento automatico pazzesco. Come se non bastasse questo OnePLus 7 è anche dotato di uno schermo borderless che viene completato nella parte superiore da un notch a goccia. Look minimal molto bello da vedere.

Comparto fotografico con triplo obbiettivo di produzione Sony (che ricordiamo, sta diventando il top sulle fotocamere mirrorless), stabilizzazione ottica ed automatica, HDR di discrete proporzioni. Una delle pecche, forse la più grande è la batteria, da soli 3400 mAh, nonostante sia presene l’ormai famoso DASH Charge, ovvero il super caricatore brevettato dall’azienda che assicura il 75% della ricarica completa in mezz’ora totale. Un telefono per chi ama osare, disponibile in varie colorazioni e che oggi si trova a prezzi abbordabili rispetto alla sua data di uscita.

OnePlus 7T: credevate di esservi liberati di loro eh?

Ovviamente come per ogni generazione di Oneplus, viene rilasciata una versione aggiornata. Nel caso del settimo, è quella di cui parleremo adesso. Abbiamo di fronte una sincera miglioria del telefono precedente, anche se le differenze come in ogni variante T non sono totali. E’ un telefono dedicato a chi con gli smartphone ci lavora e ha necessità di una macchina affidabile, durevole nel tempo e che non abbia troppi lag. A bordo abbiamo sempre lo Snapdragon 855 ma che viene affiancato da 8GB di RAM e 256GB di memoria, anche in questo caso non espandibili.

Non cambia lo schermo, anche se il cristallo aumenta a 6,55 pollici con un rapporto quasi totale e che lo rende bellissimo. Aumenta il comparto foto, grazie ad un sensore principale da 48MP che viene stabilizzato sia otticamente che digitalmente. Registra video in 4K a 60 fps totali, quindi ottimo anche per gli streamers o per i videomaker. Peccato solo per la batteria ridotta, dato che siamo sempre sui 3800 mAh, ci saremo aspettati decisamente di più. L’azienda ha specificato che le dimensioni della batteria sono state scelte per rendere il telefono il più sottile possibile. Si tatta sicuramente di uno smartphone completo sotto ogni aspetto, e se vi state chiedendo quale OnePlus comprare se siete fan dell’hardcore using per il vostro device, allora siete sulla strada giusta.

OnePlus 7T Pro: non c’è due senza tre

Quando venne annunciato questo telefono, tutti quanti si chiesero il motivo di questa scelta, considerando che l’azienda non ha mai rilasciato più di due telefoni alla volta. La giustificazione è derivata da Qualcomm, che ha rilasciato una versione aggiornata del suo 855, chiamandolo 855 plus. OnePlus, che ha accordi con l’azienda ha preferito creare una sorta di versione upgade di uno smartphone che a sua volta era un upgrade. Ci fu non poca polemica da parte degli utenti che si sono visti presentare un modello simile poco dopo l’uscita del OnePlus 7T classico, ma comunque molte vendite.

Come è logico, a bordo troviamo il nuovissimo chipset e poco altro di nuovo. Non cambia la memoria flash (rimane ad 8GB), né la memoria interna da 256GB totali e tantomeno il reparto fotografico col suo bellissimo sensore da 48MP. Cambia però lo schermo che diviene un 6, 85 pollici, ma vanta il Fluid AMOLED. Si tratta di una nuova tecnologia (già copiatissima) che non solo ha un refresh molto più ampio, ma anche una gamma di colori unica al mondo, paragonabile a quella di alcuni televisori. Viste le migliorie e la capacità energivora maggiore del processore, OnePlus ha pensato di aumentare anche la batteria che passa a 4085 mAh.

Viene quasi da pensare che questo dovesse essere il “7T classico”! Tuttavia, almeno al momento, se vi chiedete quale OnePlus comprare per avere un telefono duraturo, con aggiornamenti garantiti ed una usabilità all’avanguardia, allora 7T Pro è il giocattolo che fa per voi. Però diciamocela tutta. Gli altri modelli, non sono davvero da meno. Dal OnePlus 6 in avanti, andate tranquilli con l’acquisto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *