tv da gaming

TV da gaming: I migliori televisori per giocatori incalliti

Come fare se siete gamer appassionati e volete una TV? Non esiste, in assoluto, la miglior TV per gaming, ma ci sono una serie di modelli che possono fare al caso vostro se avete una o più console di gioco. La nostra guida con i prezzi dei modelli più interessanti.

Le TV da gaming esplicitamente rivolte ai giocatori non sono facili da trovare. Esistono tanti monitor dedicati, il cui marketing si rivolge direttamente a gamer e appassionati. Nel settore delle TV, invece, le caratteristiche che interessano agli acquirenti sono diverse, col gaming che arriva sempre in secondo piano. La questione gaming è va quindi investigata andando ad esaminare attentamente le specifiche, soprattutto legate allo schermo.

tv da gaming

Quale TV da gaming comprare: dilemma di non facile soluzione

Acquistare un TV da gaming può dunque essere un dilemma di non facile soluzione, specialmente a fronte della quantità di modelli e tecnologie disponibili. Per non parlare di specifiche avanzate come contrast ratio e pixel pitch, che catapultano l’utente in un mondo di tecnicismi non accessibili a tutti. Nel caso ancor più specifico delle televisioni più adatte ai videogiochi, poi, entrano in gioco fattori come il refresh rate. Un aspetto davvero cruciale ai fini dell’esperienza di gioco.

Dimensioni e risoluzione

Senz’altro il problema principe da affrontare, soprattutto per un giocatore. Dimensioni e risoluzione sono aspetti strettamente interrelati ed influiscono in maniera determinante sulla qualità del gioco. Per non complicare troppo la questione, ci limitiamo a suggerirvi di aumentare la risoluzione in base a quanto grande volete la TV. Un display di 23 pollici in FullHD (1920×1080 pixel) produrrà immagini spettacolari, mentre salendo a 27 pollici sarà consigliabile aumentare anche i pixel, per esempio arrivando a 2560×1440. Il problema è però semplice: mentre i monitor arrivano sul mercato con una grande varietà di configurazioni (e risoluzioni relative), le televisioni offrono meno scelta in questo senso. Spesso la risoluzione di una TV sale automaticamente con l’aumento delle dimensioni, con l’immagine calibrata in base alla grandezza dello schermo.

TV pensata per il gaming? Non necessariamente ideale per i film

Il dilemma prima dell’acquisto ha a che vedere con l’uso che dovrete fare della TV. La realtà dei fatti ci dice che una TV da gaming non offre necessariamente l’output ideale per la visione di un film. L’ideale, quindi, è trovare una televisione che, oltre ai frame per second necessari per giocare senza lag e rallentamenti, offre anche una visione quantomeno sufficiente per film e programmi televisivi. Si diceva, però, dei frame per second (fps). È probabilmente l’elemento più importante per capire se una tv da gaming fa al caso nostro. Consiste nel tempo necessario al pannello per visualizzare l’informazione impartita tramite il controller. Questo valore si chiama “tempo di risposta”. Più bassa è la latenza e più responsive sarà l’esperienza di gioco.

Framerate? Importante, ma non sottovalutate la qualità dell’immagine

I tempi di risposta risultano fondamentali in presenza di videogame che richiedano riflessi fulminei e grande precisione nei controlli. Per un’esperienza di gioco ottimale, occorre un framerate di almeno 60 fps. Il consiglio, però, è di concentrarvi sulla qualità dell’immagine piuttosto che sulla latenza. A meno che non siate amanti di giochi che richiedono grande precisione e velocità di riflessi (in questo caso, i fatidici 60 fps saranno fondamentali!). Per capirci meglio, giocando a un gioco come GTA o Assassin’s Creed non noterete particolari differenze fra una TV a latenza bassa e una con latenza alta.

La modalità gaming, questa sconosciuta

Da qualche anno, praticamente tutte le smart TV sono dotate di una modalità Gaming (o game, a seconda dei modelli). In questa modalità, si riducono sensibilmente i tempi di latenza, sacrificando però la qualità dell’immagine. Motivo per cui, vi consigliamo di utilizzare la modalità Gaming solo per giochi che richiedono i 60 fps (o un framerate superiore). Altre caratteristiche importanti di un TV da gaming sono refresh rate, contrasto dinamico e la profondità dei colori: i migliori televisori da gaming offrono tutti questi valori a livelli molto alti.

Tv da gaming: tipi di pannello

LCD: Liquid Crystal Display, ormai si tratta della tecnologia più diffusa su ogni display: TV, monitor per computer, smartphone e tablet.

LED: I display di questo tipo utilizzano un tipo di retroilluminazione con luci a LED, invece delle più convenzionali lampade fluorescenti.

OLED: sta per Organic Light Emitting Diode. Questo tipo di display emettono luce propria senza ricorrere alla retroilluminazione. È una tecnologia che riproduce colori ancora più vividi e realistici, ben più fedeli alla realtà rispetto agli schermi LCD e LED. Al momento il prezzo di questi pannelli è alto, ma i produttori stanno iniziando ad introdurre modelli sempre più economici. Senza dubbio, sono il presente e futuro dell’home viewing.

Migliori TV da gaming: la nostra lista

Samsung UE32K5100AK

Una televisione entry level che offre grande connettività, ottima definizione e soprattutto un prezzo davvero contenuto. Immagini Full HD nitide e chiare, che raggiungono 200 PQI con colori vivaci grazie alla tecnologia Wide Color Enhancer. Oltre a questo, la tecnologia Digital Clean View analizza la qualità dell’input del segnale per offrire una qualità delle immagini piuttosto alta. In rapporto qualità/prezzo, uno dei migliori TV da gaming disponibili in questo momento.

TV 4K per gaming

Sony XE70

Una nostra vecchia conoscenza, Sony XE70 è la classica TV 4K che offre più del prezzo richiesto. Dalla qualità costruttiva ad una sorprendente qualità dell’immagine, niente in questa televisore farebbe pensare ad un prezzo tanto basso. La nostra unica riserva, come accenniamo nella recensione, riguarda la performance dell’HDR, davvero un po’ troppo buio per essere soddisfacente. Un neo che però non inficia la notevole rapidità dello schermo, con un input lag di soli 22ms, che rende la modalità Game davvero efficace. Davvero consigliato se vi piacciono i giochi dove la velocità è tutto.

Panasonic Viera TX50DX730E

Una TV capace di riprodurre a risoluzione 4K e dotata di modalità HDR, che consente di visualizzare contenuti in cui le zone di luce sono illuminate al massimo e i contorni in aree più scure, vengono resi ancora più nitidi. Un pannello davvero perfetto per i giochi più elaborati e dotati di grafica spettacolare.

LG OLED C7

LG OLED C7 è l’erede del B6, una TV considerata fra le migliori nel campo degli OLED. Questa nuova versione sfoggia un pannello a 120Hz nativi e un sistema di interpolazione davvero di alto livello. Per pura ottimizzazione delle immagini, è senz’altro una delle migliori TV sulk mercato. Il movimento viene riprodotto con grandissima fluidità e naturalezza, senza alcun lag o rallentamenti in caso di schermo affollato. Grazie ad un input lag di 20,5 millisecondi, la performance coi videogiochi è davvero eccellente sia in caso di giochi in Full HD sia quando “si vola” in 4K.

Panasonic VIERA TX-50EX780E

Una smart TV capace di offrire un’esperienza completa e un design decisamente accattivante. Cornice ultrasottile e piedistallo regolabile che permette di orientare la TV in base al punto di osservazione dimostrano quanto Panasonic lavori sull’esperienza utente e sulla comodità dei propri dispositivi. Ottimo lo schermo, dalla gamma cromatica profonda: la certificazione THX mette in chiaro che l’esperienza videoludica sarà di altissimo livello. La chicca è però il suono. Questa è una delle poche TV che forse non ha bisogno dell’ausilio di una soundbar per riprodurre un audio soddisfacente grazie ai due speaker integrati da 10 watt ciascuno.

TCL-Digital U55X9006

Il TCL Xess X2 incarna una delle migliori combinazioni qualità/prezzo sul mercato in questo momento. Un pannello QLED ottimamente calibrato, riesce ad offrire un buon design di base e prestazioni di alto livello. Per quanto riguarda il gaming, l’input lag si attesta intorno ai 50 ms, rendendolo una buona scelta se avete bisogno di un “all-around” con cui giocare e mantenere comunque un’esperienza visiva di buon livello. Alcuni piccoli problemi (come nel processing di certi contenuti, soprattutto HDR) sono stati risolti grazie a delle update, segno che la compagnia c’è e non intende lasciare i propri utenti al buio. Ottimo, quindi, per le console, il recente aggiornamento ad Android 7.0 lo rende un’esperienza smart completa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *