Fotocamere Olympus

Le fotocamere Olympus fuori produzione: cosa faccio se ne ho una?

Olympus fotocamere, un marchio glorioso come il suo nome che oggi però cessa la produzione delle macchine fotografiche: lo scenario.

Olympus ha recentemente ufficializzato la chiusura e la vendita della sezione interna Imaging, che si occupava della produzione delle fotocamere Olympus. Una scelta dettata dalla crisi del settore fotografico o un’altra vittima di riflesso caduta in parallelo allo stop produttivo causato dalla pandemia? Fatto sta che le fotocamere digitali Olympus, e comunque tutte quelle in catalogo, non verranno più fabbricate né vendute. Dopo il dispiacere per la notizia, dato che si tratta di un marchio di ottima qualità ed esperienza, ci s’interroga se sarà ancora possibile acquistare le Olympus fotocamere presenti sul mercato. E ovviamente se si potrà ricevere assistenza per gli apparecchi già posseduti. Lo scenario pare essere possibilista, vediamo cosa succederà.

Fotocamere Olympus: confronta prezzi e modelli

Da non perdere

Fotocamere Olympus: qualche cenno sulla storia del marchio

Grande impresa pioneristica giapponese, la Olympus aprì i battenti nel 1919, con sede a Tokyo. Il suo focus, è proprio il caso di dirlo, ha sempre messo al centro della produzione dispositivi ottici e macchine fotografiche, con un costante interesse verso l’innovazione. Olympus fotocamere che hanno segnato la storia ce ne sono: dall’iconica PEN, ovvero la mezzo formato, fino alle efficientissime compatte e alla serie OM. 

Modelli all’avanguardia

Simbolo della ricerca sperimentale volta a realizzare apparecchi sempre più piccoli e portatili, tra le fotocamere Olympus svetta la rara Olympus Standard che, a dispetto del nome, venne prodotta in pochissimi esemplari ormai divenuti pezzi da collezione. Si trattava di una camera a telemetro con ottiche intercambiabili simile nell’aspetto a una Contax. Non sono una novità i tempi di crisi per la casa di giapponese, infatti già in epoca bellica, nel 1941, dovette convertire la produzione verso la realizzazione di accessori ottici per le armi. Questo finché un bombardamento non rase al suolo un dipartimento dell’azienda. 

Il ritorno sul mercato avvenne nel 1946 con la Olympus Six, riutilizzando abilmente componenti già in uso prima della guerra. Dal 1950 avverrà l’apertura verso la produzione di strumenti medicali che, oggi, rimane attiva. Mentre dal 30 settembre 2020 la divisione Imaging, adibita alla realizzazione delle fotocamere Olympus, sarà ceduta a Japan Industrial Partners, come successo tra l’altro al brand Vaio prodotto da Sony.

Cosa succederà alle fotocamere Olympus?

Ma le fotocamere digitali Olympus verranno ancora realizzate? Olympus lo esclude, non ci sono all’orizzonte rimpasti o deux ex machina interessati a rilevare il marchio per proseguire la produzione di macchine fotografiche. Come invece è successo per esempio a Polaroid, rinata come un’araba fenice dalle sue ceneri, con più slancio di prima. Tuttavia pare che i possessori di fotocamere Olympus non debbano temere l’abbandono: infatti l’assistenza sui prodotti già venduti prima del 2021 sarebbe garantita nonostante la cessazione dell’attività volta alla fabbricazione di nuovi esemplari. Quindi potrebbe aprirsi uno scenario in cui acquistare una macchina Olympus adesso si rivelerebbe addirittura conveniente. Fotocamere Olympus prezzi? Questo è un argomento che affronteremo a breve, sul web sono disponibili modelli efficienti e di ottima qualità, quella che ha sempre contraddistinto gli apparecchi della nota fabbrica giapponese.

Olympus fotocamere: le dichiarazioni della casa di produzione in merito alla chiusura

Olympus non chiude i battenti, questo è giusto specificarlo. Infatti continuerà a studiare, brevettare, produrre soprattutto strumenti dedicati all’industria medica. Questo un po’ ci fa pensare che la crisi innescata dal Coronavirus abbia inciso definitivamente sui conti. Quindi meglio investire su di un ramo in cui pare esserci effettiva richiesta e bisogno nei tempi attuali, piuttosto che sostenere un settore già in declino, così pare, da tempo. Infatti i dirigenti Olympus hanno spiegato la cessione di Imaging col fatto che le entrate erano a zero già da almeno tre anni, rispetto al comparto fotografico. Ed è stato puntato il dito sulle fotocamere integrate negli smartphone, oggi sempre più equiparabili alle prestazioni di una macchina compatta. Gamma, quest’ultima, centrale nella produzione del marchio nipponico.

Fotocamere Olympus prezzi, caratteristiche e dove acquistare gli ultimi modelli

Anche se le fotocamere Olympus non verranno più prodotte, relativamente ai nuovi modelli, quelli in commercio restano reperibili e validissimi. Inoltre pare venga assicurata l’assistenza su tutti i prodotti antecedenti la cessione del comparto produttivo che avverrà alla fine dell’anno. Olympus fotocamere: sbirciate sul web per trovare i “best of” del marchio. Fotocamere Olympus prezzi, caratteristiche e opinioni: ecco i modelli più amati.

1 – Olympus OM-D E-M10 Mark II kit con obiettivo M.Zuiko EZ Zoom 14-42 mm

La mirrorless Micro Quattro Terzi Olympus OM-D E-M10 Mark II kit con obiettivo M.Zuiko EZ Zoom 14-42 mm è una delle più vendute del marchio e in generale tra le camere più amate dagli street photographersCompatta, solida, perfettamente costruita e intuitiva nell’utilizzo è anche molto bella esteticamente, con la sua aria vintage. Il pallino per la cura nel design delle proprie macchine accomuna Olympus con Fujifilm

Le caratteristiche

Avevamo parlato dell’annoso dilemma sulla scelta di una fotocamera mirroless o di una reflex: con la OM-D E-M10 Mark II sicuramente guadagneremo in maneggevolezza. Il body realizzato prevalentemente in lega metallica pesa appena 342 grammi e le prestazioni della macchina si possono largamente equiparare a quelle di una DSLR entry level. Dotata di un sensore 4/3’’ Live MOS da 16,1 Megapixel e di stabilizzatore su 5 assi integrato, si rivela un’ottima macchina anche per riprendere video. Il mirino elettronico OLED ha una copertura ottimale del frame, così da restituire l’anteprima di scatto più precisa possibile, e permette di visualizzare tutti i parametri in uso. Compatibile con una vasta gamma di obiettivi, per tutti i generi fotografici. 

Le funzioni

Tra le fotocamere Olympus migliori per ciò che riguarda la registrazione di video, quella in esame consente l’utilizzo della modalità Time Lapse in 4K, per creare spettacolari sequenze di scatti fotografici in successione cronologica, e la Slow Motion che cattura qualsiasi soggetto in rapido movimento. I punti AF sono mobili, facilmente selezionabili tramite il display LCD touch screen della macchinetta. L’obiettivo associato nel kit è un grandangolo spinto, un cosiddetto pancake, per scatti dall’ampissima visuale: adatto sia a scene di paesaggio che per ritratti parossistici. Il Wi-Fi è integrato.

Opinioni

Chi ha acquistato le fotocamere Olympus, e questa in particolare, ne è entusiasta e soddisfatto. Oggetti di assoluta qualità che sia a livello estetico che di produzione immagine danno la sensazione di strumenti professionali. Rapporto qualità/prezzo per molti senza pari in questa fascia di mercato: ovvero quella delle mirrorless adatte a chi inizia.


2 – Olympus PEN E-PL9 kit con obiettivo M.Zuiko 14-42 mm EZ Zoom

Olympus fotocamere: apparecchi da sempre icone di stile, oltre che di funzionalità. Tra i più rappresentativi di sempre del marchio troviamo certamente la Olympus PEN E-PL9 kit con obiettivo M.Zuiko 14-42 mm EZ Zoom. Una camera ultra compatta, sempre con sensore Micro Quattro Terzi, che si pone a metà strada tra le due categorie di dispositivi. Un oggetto che si potrebbe definire realmente di moda, spesso la macchina fotografica preferita dalle ragazze: tant’è che spesso viene venduta con splendide borse in coordinato che da sole quasi valgono l’acquisto.

Le caratteristiche

Oltre che innegabilmente attraente, quella in esame è tra le fotocamere Olympus più piccole e compatte a ottiche intercambiabili mai prodotte. Non dispone di mirino, s’inquadra dal display retrostante: per alcuni non è una pratica molto comoda, però basta farci l’abitudine. Sempre dal display touch screen si può accedere al menù e impostare le varie funzioni di scatto. Ottime prestazioni anche in condizioni di scarsa luminosità, grazie allo stabilizzatore a 3 assi integrato, che aiuta molto anche durante la registrazione dei video. Compatibile con una notevole serie di obiettivi così da consentire anche una vasta gamma di espressioni creative.

Le funzioni

Tra le funzioni di ripresa su questa piccola ma potente macchina digitale ci sono l’esposizione multipla, il bracketing e la risoluzione HDR: un mix di possibilità degne di una camera professionale, ma nel corpo di una compatta. Le fotocamere digitali Olympus, come la storia del marchio racconta, guardano sempre oltre: qui è presente la connessione Wi-Fi che, tramite app su smartphone dedicata, vi consentirà di scaricare immagini sul mobile e pubblicarle direttamente sui vostri canali social preferiti. Questo anche direttamente mentre la macchina è riposta nella sua custodia o nella borsa in fase di non utilizzo. Inoltre nella gallery Art Filter si troveranno tanti filtri colorati e particolari da applicare alle foto direttamente “on camera”.

Opinioni

Se la qualità delle foto scattate con il nostro smartphone non ci soddisfa ma, al contempo proprio non ci va di trascinarci dietro una pesante reflex, fotocamere Olympus come la gloriosa PEN sono l’ideale. Ci vuole un minimo di applicazione per entrare nel meccanismo delle lenti intercambiabili e dell’impostazione dei parametri di scatto che potrebbe magari scoraggiare il turista occasionale. Però una volta capito il funzionamento si otterranno foto davvero eccelse, davvero molto soddisfacenti. E questa infatti è anche l’opinione di chi ha acquistato la macchina. Fotocamere Olympus prezzi? Per una a lenti mobili compatta come questa sono in linea con i prodotti della stessa fascia, la cui caratteristica principale, quella che fa salire i costi per intenderci, è l’estrema maneggevolezza e leggerezza.


3 – Olympus Stylus TG-6 Tough

Una compatta perfetta per i viaggi e le immersioni: ecco la Olympus Stylus TG-6 Tough. Da tenere sempre a portata di mano nello zaino, è tra le fotocamere Olympus più “da battaglia” realizzate dal marchio giapponese. Il quale stavolta abbandona le leziosità e l’allure retrò delle proprie macchine a favore di una vera e propria corazza. Dal cucuzzolo della montagna alle profondità del mare, potrete conservare traccia delle vostre avventure con una qualità immagine professionale e in tutta sicurezza. Progettata per non subire danni, è la compagna di percorso più affidabile.

Le caratteristiche

Anche in condizioni avverse o di scarsa luminosità, questa macchinetta è calibrata per cogliere sempre il meglio che la luce dona. Ciò grazie al sensore CMOS retroilluminato da 12 Megapixel. Tra le fotocamere digitali Olympus subacquee, può essere utilizzata fino a 15 metri sotto il livello del mare (con gli accessori addizionali per le immersioni si possono raggiungere anche i 45 metri sotto il pelo dell’acqua) o in altitudine: non riporterà un graffio nemmeno se cade da un’altezza superiore a 2 metri. Inoltre le lenti sono realizzate con lo specifico trattamento TG-6 che ne impedisce il fenomeno di appannamento, così che possiate scattare in qualsiasi condizione atmosferica, fino a -10 gradi sotto zero

Le funzioni

Grazie a una potente funzione d’ingrandimento del frame, con questa compattina si potranno registrare spettacolari ingrandimenti fino a 7x, nonché disporre di un moltiplicatore da 4x, il TCON-T01. Con una lente che si potrebbe in sostanza definire macro, in grado di mettere a fuoco a meno di 1 cm di distanza dalla stessa. La potenza di elaborazione delle immagini incamerate è sopra la media rispetto agli apparecchi simili di altri brand. Infatti sfrutta un processore che ha mutuato dalla mirrorless ammiraglia Olympus, ovvero la OM-D EM-1 Mark II. Se collocata su apposito supporto può svolgere la funzione di una action cam e registrare video a 4K vividi e ad altissima risoluzione. Tra gli altri accessori aggiuntivi disponibili per questa macchina c’è anche un fish-eye che non limita in alcun modo la luminosità dell’ottica fissa della compatta, in grado di spingersi fino a f/2.

Opinioni

Olympus fotocamere, sempre una certezza di affidabilità e alte prestazioni. Anche nel 2020, quando esistono sul mercato decine di alternative alle macchinette compatte, ricche di funzioni ed espedienti, questa Olympus Stylus TG-6 Tough impressiona ancora gli acquirenti. Infatti viene premiata quasi sempre con il massimo del punteggio di gradimento e con feedback entusiasti. Chi fa immersioni la trova comodissima, maneggevole e assolutamente nessun rimpianto per apparecchi più grandi o considerati professionali: la qualità immagine resta sempre inappuntabile

Fotocamere Olympus prezzi alti rispetto la media? No se si considera che, ad esempio, questa macchinetta sfrutta un processore normalmente montato su macchine mirrorless e che i miglioramenti rispetto al modello precedente sono ben evidenti. Vince in confronto con tante altre fotocamere “sportive” e vanta una luminosità veramente di alto e altro livello. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *