Schede compact flash

Le migliori schede compact flash per fotocamere e videocamere

Il formato compact flash card è uno tra i più utilizzati per la memorizzazione dei file delle macchine fotografiche digitali, soprattutto professionali.

Le schede compact flash sono tra gli accessori irrinunciabili per un fotografo o un videomaker. Infatti solo attraverso una buona compact flash card sarà possibile serbare in sicurezza i preziosi file prodotti dalla macchina fotografica o dalla videocamera. Una scheda compact flash può avere prezzi più o meno accessibili ed economici: i parametri che li fanno variare sono la capienza e la velocità di archiviazione in primo luogo. Anche la marca del prodotto può fare la differenza, per questo vi proponiamo una breve guida all’acquisto dove confrontare le schede compact flash migliori e più vendute sul web. Conoscerne le caratteristiche, come le funzionalità, vi aiuterà a fare la scelta più oculata in base alle vostre esigenze.

Schede compact flash: confronta i prezzi

Da non perdere

Cosa sono le schede compact flash?

Analogamente agli hard disk SSD (stato solido) una compact flash card è praticamente l’equivalente di una memoria flash. Ovvero un componente privo di fragili parti meccaniche, molto più sicuro e performante rispetto ad altre metodologie di archiviazione dati. Oltre a salvaguardare nel migliore dei modi i contenuti, una scheda compact flash vanta di solito un’elevata velocità in scrittura e in lettura, nonché una capienza molto maggiore rispetto a una comune SD. Ecco perché gli apparecchi fotografici più evoluti, ad esempio, sono dotati anche di uno slot per schede compact flash che addirittura vengono sfruttate come unità di memorizzazione principale, nella maggior parte dei casi. Si suddividono in CF (CompactFlash) di tipo I e di tipo II a seconda dello spessore fisico della scheda. Il tipo I ha uno spessore di 3 mm, il II di 5 mm.

Cenni storici

Se siete appassionati e curiosi di tecnologia, vi farà piacere sapere che lo standard compact flash card è stato messo a punto e brevettato da SanDisk. Correva l’anno 1992 e l’operazione fu possibile anche grazie alla collaborazione tra Canon e Kodak. Successivamente, intorno al 1994, furono ufficialmente immesse sul mercato le fotocamere digitali con slot dedicato alle schede compact flash. Questo sistema ha riscosso successo immediato, andando così ad affermarsi come uno dei migliori per lo stoccaggio dei file e i back up. Tant’è che anche il campo dell’informatica l’ha adottato, vedi appunto la diffusione delle unità SSD interne ed esterne per computer. Attualmente tutte le macchine fotografiche digitali di fascia media o alta supportano la predisposizione per la compact flash card.

Le qualità di una compact flash card

La tecnologia alla base di una scheda compact flash è decisamente smart e largamente compatibile. Un fotografo amatoriale o professionista, per fare un esempio, potrà scaricare facilmente foto e immagini sul proprio computer. Basterà acquistare un adattatore o un lettore di schede universale: questi dispositivi in genere si collegano al fisso o al laptop tramite porta USB. Quindi sarà sufficiente inserire la compact flash card e seguire le istruzioni a monitor. Tra gli altri vantaggi legati alle schede compact flash ci sono la loro indistruttibilità, che le rende perfettamente in grado di sopportare urti, vibrazioni e di non essere ricettive ai flussi magnetici. Questi ultimi potrebbero essere assai pericolosi, se in grado di cancellare i contenuti salvati su un dato supporto. 

L’operatività è garantita anche in condizioni estreme, da +90 gradi a -50 gradi, per estremizzare. Un dato comunque importante per i tanti fotografi escursionisti e reportagisti che possono trovarsi a scattare in aree desertiche o montane. Inoltre queste unità di memoria sono prodotte in tantissimi formati di capienza, dai 16 MB fino ai 256 GB. Si avrà quindi una vasta possibilità di scelta, da relativizzare alle proprie esigenze. In linea generale una CF di tipo I ha in media una capacità di archiviazione di 70 mA e una CF di tipo II può incanalare fino a 500 mA.

Le schede compact flash sono affidabili?

Come già spiegato la tecnologia stessa che anima questi prodotti li rende la soluzione migliore e più sicura se non volete avere il patema di perdere i vostri dati. Ma come ogni cosa che non è costituita da spirito divino, anche una scheda compact flash è soggetta all’usura. Essa è dovuta principalmente al numero di cicli di scrittura e lettura del dispositivo. In sostanza potrebbe arrivare il momento di comprare una nuova CF dopo circa 5000 cicli, in media. Si tratta comunque di un periodo molto lungo, quantificabile in oltre 6 anni.

L’avanzamento tecnologico tuttavia ha permesso alle case produttrici di sviluppare un sistema detto Wear Leveling (o PWL) in grado di distribuire i dati in modo equo su tutta la superficie disponibile della compact flash card per ritardarne il deperimento e il sovraccarico. Fino a qualche tempo addietro si diceva che le schede compact flash molto capienti, sopra i 128 GB non erano affidabili e si correva il rischio d’incappare in qualche crash o malfunzionamento per l’eccessiva mole di file archiviati in relazione anche alla velocità di scrittura. Personalmente, nell’attività fotografica professionale che svolgo, non ho mai avuto questo tipo di problemi, utilizzando peraltro la stessa CF da 256 GB da svariati anni.

Prevenire…gli imprevisti

Se però non vi sentite sicuri e, magari, siete fotografi o registi che riprendono tantissime immagini utilizzando raffiche, modalità di scatto continue, time lapse, ecc potreste pensare di utilizzare diverse compact flash card. Ovvero acquistare un numero variabile di CF da 16 GB o poco oltre, quindi utilizzarne una fino a quando è piena e poi sostituirla con un’altra. In questo modo salvereste sempre parte del lavoro, in caso del malaugurato caso di malfunzionamento di un’unità.

Come scegliere la CF (CompactFlash) su misura?

Capire la capienza e la velocità di archiviazione migliori rispetto al tipo di attività che svolgiamo è abbastanza semplice. Se scattiamo tante foto in .RAW, magari a raffica, o abbiamo una videocamera settata per riprese ad alta risoluzione, avremo certamente bisogno di una compact flash card assai capiente e rapida (attenzione, la maggior parte dei produttori specifica in evidenza sulla confezione i dati relativi alla velocità di lettura, non di scrittura, quella che maggiormente c’interessa). In alternativa, secondo la prassi precedentemente suggerita, potremo suddividere i file su più schede compact flash. Al contrario, se la nostra produzione è molto studiata e deriva da un progetto a monte, come accade per lo still life e i ritratti, ci basterà anche una scheda più piccola. In questi casi, infatti, la produzione d’immagini è molto minore e assai meno intensa.

Per ciò che riguarda la manutenzione delle schede compact flash, è sempre buona norma riporle nella loro apposita custodia quando non le usiamo, piuttosto che lasciarle inserite nello slot dell’apparecchio di ripresa. Il quale, invece, ci tornerà molto utile nel momento della formattazione. Anche se questi oggetti sono resistenti e garantiti, meglio trattarli con cautela: evitare di farli cadere, di esporli a fonti di calore o al fuoco, così come al ghiaccio e tenerle a distanza da calamite o dispositivi tipo i RFID.

Le migliori schede compact flash acquistabili online

Per quanto la tecnologia SSD sia ormai entrata nell’ottica di un consumo comune, vi suggeriamo di affidarvi a compact flash card prodotte da noti marchi e di accertarvi, in altri casi, che il prezzo troppo basso non sia sinonimo di prodotto contraffatto. Se volete andare sul sicuro, affidatevi a una delle nostre proposte.

1 – Lexar Professional scheda compact flash 256 GB, 160 Mb/s, 1066x UDMA 7

Un marchio, una garanzia: Lexar produce schede compact flash tra le più vendute, apprezzate e performanti dedicate ai professionisti dell’immagine. Proprio come la Lexar Professional scheda compact flash 256 GB, 160 Mb/s, 1066x UDMA 7. Studiata per chi scatta molte fotografie e gira video in alta risoluzione, esalta la qualità dei formati Full HD, 4K ed è impiegabile pure con le fotocamere 3D. La compact flash card è dotata di protocollo VPG-65 che garantisce la resa e la fluidità delle riprese video professionali. 

Anche il trasferimento dei file dalla scheda al computer avverrà con velocità potenziata e, all’acquisto, troveremo incluso l’utilissimo software Image Rescue. Quest’ultimo è in grado di recuperare file e immagini cancellate accidentalmente. Si specifica che il dato 160 Mb/s fa riferimento alla velocità di lettura. Se la acquistate online, date sempre un’occhiata alle recensioni del venditore. Detto ciò, è sicuramente la migliore tra le schede compact flash dedicate ai professionisti in commercio.


2 – Transcend 800x TS256GCF800 compact flash 800x, 256 GB

La Transcend 800x TS256GCF800 compact flash 800x, 256 GB è un’altra delle schede compact flash professionalipiù vendute online e apprezzate per le prestazioni di livello. Realizzate con chip MLC NAND Flash, ovvero il top in fatto di affidabilità e resistenza. Dite addio al drop frame durante la registrazione di video ad alta risoluzione e scattate in tutta tranquillità raffiche di foto in .RAW. Questa compact flash card supporta l’interfaccia di trasferimento ad alta velocità UDMA 7, la più rapida per le CF pro. 

Tra i plus, il VPG-20: la garanzia più avanzata dedicata alle riprese e ai videomakers. Anche questa scheda compact flash dispone di un software per il recupero dei contenuti cancellati o persi per sbaglio, si tratta del RecoveRx. La CF in questione è ideale per essere impiegata con fotocamere full frame, videocamere avanzate, dispositivi ibridi e macchine digitali 3D. La Transcend è consigliata anche da chi l’ha già acquistata e la trova assolutamente affidabile. Discreto il rapporto qualità/prezzo tutto sommato, per quanto le schede compact flash di qualità e molto capienti non possano scendere sotto i 100 € circa di costo.


3 – SanDisk Extreme Pro 64 GB, 160 MB/s

Da SanDisk, il marchio che ha creato lo standard delle schede compact flash, non poteva che produrre una delle CF più vendute di sempre sul web. Cioè quella a cui facciamo riferimento è la SanDisk Extreme Pro 64 GB, 160 MB/sla giusta capienza che può soddisfare amatori evoluti e professionisti, a un prezzo competitivo. Perfetta per le riprese in 4K, Ultra HD, Full HD super fluide, a 65 MB/s riesce a dare il meglio anche quando si decide di sfruttare effetti particolari, quali il time lapse o la ripresa rallentata. 

La velocità in lettura è 160 MB/s mentre quella in scrittura arriva a 150 MB/s, si tratta di una compact flash card dotata di Video Performance Guarantee 65, come già si evince dai dati precedenti. Supporta l’interfaccia UDMA 7 e ha una copertura in silicone speciale RTV che la protegge da urti e cadute. Decisamente un prodotto top linea che con ogni probabilità non ha nemmeno bisogno di sponsorizzazioni.


4 – PNY Elite Performance compact flash da 16 GB, UDMA 7

PNY Elite Performance compact flash da 16 GB, UDMA 7 è la nostra outsider. Una compact flash card da 16 GBche può costituire anche l’unità singola di un set multiplo di CF. Per chi preferisce salvare il proprio lavoro su più schede memoria. La memoria PNY è ideale per fotocamere reflex e compatte. Supporta al meglio le registrazioni video in 4K, le raffiche di foto super rapide e ha la certificazione Classe 10 UHS-1 U3. La velocità di trasferimento si attesta sui 100 MB/se si rivela pertanto anche la scheda compact flash perfetta per i fotografi sportivi, d’azione, di scena e per chi ha a che fare con soggetti in rapido movimento. Ottimo prezzo.


5 – Kodak 64 GB compact flash

Dato che, come si è visto, le schede compact flash sono le migliori per le fotocamere e le videocamere, non poteva mancarne una Kodak. Ecco dunque la Kodak 64 GB compact flash, costruita con tecnologia high speed MICRON. E a proposito, la velocità di archiviazione della qui presente CF è di 12,7 MB/s, valori discreti per scopi prevalentemente amatoriali. Un vantaggio di questa scheda compact flash è che si rivela compatibile con una vasta gamma di fotocamere digitali di prima o seconda generazione. Non tutti sono interessati ad avere macchine sempre nuove, pertanto riuscire a reperire pezzi e accessori per modelli più datati rappresenta una vittoria per molti. Anche per ciò che riguarda componenti a torto credute secondarie, come le schede memoria. Decisamente favorevole anche il rapporto qualità/prezzo che per questa CF da 64 GB non supera i 50 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *